Pubblicato in Archivio
11/12 2009

Raffaele Lombardo ha violato il patto politico-elettorale con i siciliani

Ciò che è avvenuto mercoledì scorso a Palazzo dei Normanni è di buna gravità inaudita

Il governatore Lombardo, eletto a primo turno con i voti del PDL e dell’UDC ha disatteso palesemente la volontà dei siciliani, violando il patto politico-elettorale con essi stipulato

La Sicilia non ha bisogno di questo modo di far politica ma ha bisogno di stabilità e di certezze.

I Club della Libertà della Provincia di Palermo (Palermo,Cefalù,Ganci,Monreale) stigmatizzano senza mezzi termini questo atteggiamento distruttivo del Presidente e con forza lo invitano a rimediare ai danni politici che in concorso con taluni deputati fuoriusciti dal PDL ufficiale e col concorso esterno del PD ha creato. Diversamente non dovrebbe avere problemi a chiedere alla volontà popolare di esprimersi sul suo operato attraverso il voto.

La Sicilia a causa loro sta vivendo una fase di confusione politica agghiacciante che allontana gli investimenti dall’estero e dal resto d’Italia, allontana la Sicilia dalla competitività nel mondo del lavoro e provoca inevitabilmente una riduzione del livello dei servizi essenziali, in primis quelli sanitari.

Con questa politica non si possono programmare interventi seri a tutela dell’ambiente di innovazione dei trasporti e di sviluppo di quelle infrastrutture che sono alla base di una sana crescita sociale.

Avv. Michele Pivetti – Presidente del Club delle Libertà di Palermo

I tag di quest post: , , , ,

 

COMMENTI

  1. Marcus
    12/12 2009

    Con TUTTA questa politica, e non solo con quella di Lombardo, non si va da nessuna parte.
    L’unico che sembra avere un barlume di lucidità e onestà, sembra essere il Presidente della Camera Fini.

  2. Piero Silvestri
    13/12 2009

    Sono pienamente d’accordo su Fini.E’la più grande figura esistente del Centrodestra.Indubbiamente,visto il difficile momento psicologico del Cav.,è lui il leader e il futuro Primo Ministro d’Italia.Grazie Gianfranco!

  3. Piero Silvestri
    13/12 2009

    Grazie di cuore a Gianfranco Fini,il vero Leaser della Destra.

  4. Michele
    13/12 2009

    Scusami ma le parole “Fini” e “destra” nella stessa frase proprio non ci stanno……

  5. Marcus
    14/12 2009

    Mamma mia che sqallore…
    Ma quando vi sveglierete dal coma generato dalla berlusconite???
    Se c’è un leader politico di cui si può avere ancora stima, quello è solo Gianfranco Fini.
    Per il resto, un esercito di leccapiedi che si arrampicano sugli specchi per difendere l’indifendibile.

  6. Michele
    14/12 2009

    …………

  7. Piero Silvestri
    28/12 2009

    Gianfranco Fini è un grande,ed è l’unico futuro e vero leader della destra italiana.Non saranno gli incidenti a Berlusconi(per qualche mese aumentano i gradimenti,poi scemano)a fermarlo.Con Fini abbiamo finalmente una rispettabilissima e preparata figura della destra,non tutti quegli isterici e deprimenti ex comunisti ed ex socialisti che la infestano!

  8. Piero Silvestri
    28/12 2009

    Gli ex democristiani si guardano bene dallo stare nel Pdl,dove il gruppo An finiano è veramente di alto livello morale e culturale:basta leggere ogni giorno ‘Il Secolo’per capirlo.Per il resto il partito è infestato da ex stalinisti comunisti ed ex socialisti maneggioni.Tutti regalati dalla sinistra.

  9. Piero Silvestri
    28/12 2009

    L’unico ex-Dc che sta ancora nel Pdl è il mio caro amico Diego Cammarata.Non capisco il motivo,nè perchè non passa con il gruppo di Fini.Mah!

  10. Piero Silvestri
    28/12 2009

    Su Lombardo non commento:non ci ho capito proprio nulla!

  11. Piero Silvestri
    29/12 2009

    A questo punto con la nuova Giunta Lombardo,la situazione diventa chiara.Il Pd dentro con Centorrino,fuori il Pdl di Alfano e Schifani.Sembra una Giunta molto solida e professionale,penso che abbia l’apprezzamento di Michele Pivetti e di Diego Cammarata.

  12. Piero Silvestri
    29/12 2009

    Mi giunge voci delle prossime dimissioni di Diego Cammarata da Sindaco di Palermo,per alti incarichi politici nel Partito.Le nuove elezioni comunali a Palermo si terranno in concomitanza con le Regionali.

  13. Marcus
    29/12 2009

    Piero Silvestri, speriamo che le tue parole vadano in cielo…
    Sarebbe un ottimo motivo per brindare a fine anno.
    Il giorno delle dimissioni di Cammarata diventerà un giorno di festività nazionale. Un po’ come il 25 Aprile…

  14. Sergio
    29/12 2009

    Questa giunta e’ una porcheria così come quella cunale. Cammarata non si dimetterà perché non ha dove andare…povera Sicilia e povera Palermo..solo un intervento diretto di Berlusconi ci può salvare

  15. Piero Silvestri
    18/01 2010

    Credo di ricordare che Berlusconi ha una immensa stima per Diego Cammarata:lo dimostrerà fra breve,come è noto.

  16. Piero Silvestri
    18/01 2010

    Cammarata ha ragione:i palermitani sono poco civili(compresi i suoi elettori Pdl)e sporcano la Città per poi lamentarsi.Però alcune colpe sono sue.

  17. Piero Silvestri
    18/01 2010

    Diego Cammarata ha ragione sui palermitani incivili.

  18. Piero Silvestri
    18/01 2010

    Il Sindaco ha ragionissima sulla inciviltà dei palermitani(sporcatori della Città).Un pò meno sulle colpe che attribuisce a Lombardo,e che invece dovrebbe attribuire a sè stesso(sulla nettezza urbana).

  19. Michele
    18/01 2010

    Piero,
    segnatelo nel calendario: siamo d’accordo :D