Pubblicato in Archivio
31/07 2009

RU486 – SCEMPIO ETICO


VI PROPONGO UN COMUNICATO STAMPA DEL MIO AMICO ALESSANDRO PAGANO, DEPUTATO DEL PDL ALLA CAMERA

“E’ gravissima la decisione dell’AIFA che ha deciso di autorizzare la RU 486. Questo significa che anni di studi scientifici sono stati liquidati in un attimo dall’autoritarismo di chi senza alcun supporto scientifico e senza dati concreti ha deciso la diffusione della pillola abortiva. Sappiamo per certo che esistono pericoli concreti che questo farmaco provoca sulla salute della donna ed anche sui nascituri futuri che sono soggetti a possibili gravi malformazioni. Presenteremo un’interrogazione urgente per appurare nei dettagli come mai tutto questo sia successo, i possibili responsabili e per sapere se tale decisione sia stata affrettata da motivi economici. Tutto questo è intollerabile perché il nostro Governo che difende la vita e tutela la salute della donna senza alcuna condizione”. Lo ha detto l’on. Alessandro Pagano, deputato del PDL e componente della Commissione Finanze della Camera dei Deputati.

I tag di quest post: , , ,

 

COMMENTI

  1. sandra
    12/08 2009

    è gravissima la decisione del presidente del consiglio berlusconi di emettere un ordinanza che bypassa le decisioni prese dal consiglio comunale di palermo sull’aumento dell’irpef, permettendo così alla giunta comunale di palermo di approvare l’aumento della tassa, in netto contrasto con la decisione dei rappresentanti eletti democraticamente del popolo !!!

  2. Michele
    12/08 2009

    Sandra,
    ne possiamo discutere, preparami un post che te lo pubblico.

    mandalo su info@michelepivetti.com

  3. Marcus
    12/08 2009

    approfitto di questo post, (scempio per scempio) per chiedere, mentre aspettiamo il post di Sandra, l’opinione di Michele a tal proposito.
    Sono veramente curioso di sapere se avrà ancora paroline dolci (come quelle scritte nel post sull’Amia) per il nostro caro sindaco e per il suo degno compare nostro presidente del consiglio.
    Attendo fiducioso.
    Grazie

  4. Michele
    13/08 2009

    Marcus,penso che non sia una soluzione ottimale. Sarebbe meglio sedersi attorno ad un tavolo e dialogare con il Consiglio. Se poi politicamente non ce la si fa, si traggano le dovute conseguenze…