Pubblicato in Archivio
22/11 2008

Forza Italia forza di libertà

Forza Italia flag

Ieri in 15 minuti Silvio Berlusconi ha chiuso una esperienza durata quasi 15 anni.
15 anni in cui l’Italia è profondamente cambiata. Uscivamo da tangentopoli, un sistema era saltato, la Nazione viveva gli anni più bui del dopoguerra.
A gennaio del 1994 il presidente del Milan e della Fininvest “scende in campo” e spariglia le carte in tavola.
Achille Occhetto e la sua “gioiosa macchina da guerra” annichiliscono davanti ad un risultato elettorale plebiscitario.
1994 – 2001 – 2008 tre vittorie eclatanti che sono servite a farci capire che l’Italia non può fare a meno di Silvio Berlusconi ma che deve rassegnarsi che nulla è per sempre, neanche lui.
Ecco dunque l’eredità che ci lascia il premier: il PDL. Un grande contenitore che dovrebbe servire a raccogliere tanta gente di buon senso, moderata, cattolica.
Ecco perchè dubito che funzionerà. Fino ad ora il collante era Silvio Berlusconi, ma dopo??
Alleanza Nazionale ha ancora Gianfranco Fini su cui contare mentre qui da noi ci sono cento generali senza esercito.Chi sarà il nostro riferimento? Verdini? Tremonti? Quagliariello? Chi lo sa….
Intanto l’unica cosa che si può fare è stringerci tutti attorno all’idea che Silvio Berlusconi ha del PDL e contribuire con le nostre forze allo sviluppo ed alla crescita del nuovo partito.
Si dovrebbe poi fare un discorso a parte per la Sicilia. L’idea di Gianfranco Miccichè di nominare il segretario dopo le europee per vedere i rapporti di forza in campo mi pare buona. Ma la nostra situazione merita altro tipo di riflessioni che non è utile fare in questa sede.
Diciamo addio a Forza Italia, ma non alla idea di libertà che essa ha difeso.

 

COMMENTI

  1. Michelita Sparpagliata
    22/11 2008

    In sostanza Forza Italia defunse.

  2. Talita
    22/11 2008

    Coraggio, Michele!
    Fino a quando gli elettori della parte contrapposta somiglieranno a spappolato – docente in “Sghignazzate comparate” – non vedo alcun pericolo di riscossa… Anzi…

  3. Talita
    22/11 2008

    Come volevasi dimostrare.
    Irene Tinagli, docente alla Carnegie Mellon University di Pittsburgh, esperta di «Politiche pubbliche per l’innovazione», autrice del saggio «Talento da svendere» (Einaudi), era stata inserita nel “cast” del PD, evidentemente alla stessa stregua di Marianna Madia… Non occorre aggiungere altro.
    Ebbene, la Tinagli – appartenendo alla schiera di cervelli ragionanti – è uscita da quella specie di partito, inviando una lettera aperta al “ Riformista”, il cui incipit è un capolavoro di sintesi cesariana: «Caro Walter, io me ne vado».
    Dissento sul “caro”, ma per il resto concordo entusiasticamente.

  4. Michelita Sparpagliata
    23/11 2008

    Mellon University?Nel Cucumber District,U.S.A.
    Sul sito di Di Pietro ritrovate ogni informazione sull’agghiacciante disegno di legge sui blog.
    Tally baubau,ti aspetto domani a Messa,quella delle 12,15.Al Duomo di Cefalù.
    Finalmente pregheremo insieme per le vittime dell’antimafia e per le vittime delle toghe rosse!

  5. Talita
    23/11 2008

    Messaggio per Michele.
    Come saprai, la LIPU ha messo a punto una specifica tecnica di “distress call” per allontanare dalle città gli storni – nome scientifico: Sturnus VULGARIS (eh… eh… eh…) – uccelli notoriamente imbecilli e nocivi, con l’aggravante della spettacolare massa di escrementi con cui insozzano tutto.
    Non si potrebbe adottare qualcosa di simile per spappolato che, pur essendo unico nel suo sotto-genere, produce appestanti fesserie a pioggia, insozzando il blog?
    Vedi tu…

  6. Michele Sparpagliato
    24/11 2008

    Non capisco perchè la torva Talita insista sui pensieri totalitari emessi dalla sua vacillante
    mente:se offende e scherza lei,anche pesantemente,con insulti a raffica,va bene.Appena le rispondo a tono e ‘babbìo’io,allora si inalbera e tichiede censure e sfracelli contro la mia modesta persona.Insomma la sua scuola è proprio quella del compagno Stalin.Ne prendo amaramente atto,e vado per la mia strada.Commenterò e scriverò facendo finta che questa stalinista isterica non esista,d’ora in poi.Spero che anche lei mi lasci tranquillo,e si faccia i discorsi ed i deliri suoi.

  7. Marcus
    24/11 2008

    Il premier ha invitato gli italiani a non ridurre i consumi, anzi di continuare a spendere.
    Io lo farei molto volentieri, se solo avessi la materia prima da spendere….
    Mi piacerebbe molto potermi cambiare la macchina, acquistare casa, rinnovare l’intero guardaroba.
    Purtroppo, come tanti altri, stento ad arrivare a fine mese col bilancio in pareggio.
    Ma questo è un concetto troppo complicato da capire per i nostri POLITICANTI.
    Forse qualcuno dovrebbe spiegarglielo.
    Magari facendogli fare un po’ di pratica…
    Fateli campare con uno stipendio medio, così magari riescono a capire…
    Buona giornata.

  8. Talita
    24/11 2008

    ALLELUIA!!!
    Non avevo dubbi che la costanza dia sempre buoni frutti!!!
    Ammesso e non concesso che i PAGLIACCI mantengano le loro promesse da pagliaccio!!!

  9. Michele Sparpagliato
    24/11 2008

    Scherzetto!Talitona-ona-ona,eccomi di niovo qua tutto per te…!Viva Ceausescu!!!

  10. Michele
    26/11 2008

    PER I SICILIANI CHE LEGGONO IL BLOG: DOMANI SU TRM ANDRà IN ONDA UNA MIA INTERVISTA ALLE 13.35

  11. Talita
    27/11 2008

    Ciao, Michele.
    Suppongo che quello in video sia solo un pezzetto della tua intervista, che risulta tagliata con l’accetta…
    Io non so nulla dei Circoli come il tuo, ma mi auguro che – proprio in funzione “culturale” – diano ampio spazio ai giovani, sottraendosi all’usuale “corsa all’oro”, in cui chi arriva primo alla cadreghina è certamente il più veloce, ma non necessariamente il più capace. ;)

  12. 27/11 2008

    Si infatti……è stata tagliata e ricucita….un pò secondo le esigenze di tempo credo. In realtà l’intervista è durata 7-8 minuti

  13. Talita
    27/11 2008

    Già… Per esempio, stavi parlando di due prossimi convegni, di cui è stato tagliato il titolo.
    Di che cosa tratteranno?

  14. 27/11 2008

    Uno si intitolerà Costruiamo il PDL e vedrà la presenza dell’On. Cicchitto e del Sen. Gasparri (aspetto risposte)oltre ai maggiorenti locali e l’altro sarà a sfondo culturale e si intitolerà più o meno Dalla Monarchia alla Repubblica con S.A.R. Amedeo d’Aosta (erede al Trono d’Italia) il Prof. Mola ed il Sen. Dell’Utri. Questo lo farei per marzo mentre il primo per gennaio. Naturalmente invitata! ;-)

  15. Talita
    27/11 2008

    Mi piacerebbe davvero poter partecipare!
    Non è detto che non possa, ma quel trimestre per me si annuncia proibitivo dal punto di vista lavorativo…
    Ti chiederò comunque gli “atti”, soprattutto del primo convegno, che mi sembra assolutamente “di sostanza”.

  16. Ex
    28/11 2008

    Michele, ma se SAR Amedeo d’AO è l’erede al trono d’Italia allora V.E. che titolo ha? Non è sempre stato V.E. a rivendicare di essere l’erede al trono?
    Lo chiedo per mia ignoranza in materia monarchica.
    Grazie.

  17. 28/11 2008

    V.E. è il figlio di S.A.R. Umberto II ultimo Re d’Italia e quindi sarebbe il legittimo erede. Solo che il Principe Vittorio Emanuele è decaduto dalla condizione di Capo della Real Casa e di erede al Trono in quanto ha violato le leggi di Casa Savoia. Per questo motivo Re Umberto lo estromise di fatto di Suo pugno dalla linea di successione. Il motivo è il matrimonio con la Doria. Persona borghese ma senza sangue blu. Il Re non diede mai il Suo assenso tanto che i due si sposarono a Las Vegas e poi in Iran. Ciò per sommi capi. Per questi motivi ma non ultimi il decoro e la dignità che Casa Savoia merita e che purtroppo tra omicidi, traffici d’armi, prostitute e slot machine, è stata più volte vilipesa da V.E. il Capo legittimo della Real Casa è S.A.R. Amedeo di Savoia. Come da decreti della Consulta dei Senatori del Regno riconosciuti anche dalle sorelle di V.E. .
    Ad ogni modo sulla diatriba, inutile visto che è tutto chiaro, vi sono numerosi siti internet

  18. Ex
    1/12 2008

    Grazie, adesso la questione mi è chiara.
    Saranno disponibili gli atti di questo convegno? Li metterai online?
    Tks.

  19. Michele
    1/12 2008

    si, vedremo di fare anche un livebloggin come al solito

  20. M.Sparpagliato
    2/12 2008

    Sono sel tutto d’accordo con Michele nel suo giudizio su V.Emanuele IV e sul Duca Amedeo d’Aosta.Anche se,dopotutto,preferirei trovarmi in un Regno d’Italia con il trono ai veri regnanti:i Borboni,attualmente anche esemplari Capi delklo Stato Spagnolo.Questo per onestà di giudizio.

  21. M.Sparpagliato
    2/12 2008

    Vorrei dire al buon Michele che,ai primi di Gennaio,certamente parteciperò alla sua iniziativa,alla quale sarò presente a fianco del Sindaco Diego Cammarata.

  22. Michele
    2/12 2008

    per Sparpagliato:
    Vittorio Emanuele IV non esiste. Vittorio Emanuele è semplicemente Vittorio Emanuele perchè non è nè mai sarà Re. Non esistono neanche i BorbonI esistono i BorbonE. E’ come se il tuo cognome (ammesso che tu ti chiami sparpagliato) fosse sparpagliatI. Anche io ho moltissime simpatie per i Borbone ed i quasi mille anni di storia della mia famiglia stanno lì a dimostrarlo, tuttavia devo ricordarti che Francesco II fuggì e fu spodestato con una “regolare” guerra contro gli anglo/piemontesi e non fu capace di arginare lo strapotere della Massoneria dell’epoca.Quindi i Savoia conquistarono il Regno con piena legittimità.
    Inoltre i Borbone di Spagna, Re Juan Carlos per intenderci, sono solo lontani cugini dei Borbone di Napoli. La famiglia Borbone ha diversi rami: Borbone-Parma, Borbon Y Borbon, Borbone d’Orleans, Borbone delle due Sicilie (o dos Sicilias). Insomma potrei – e forse dovrei – scrivere come stanno le cose, ma forse è più utile fermarsi a poche piccole delucidazioni

  23. Michele Sparpagliati
    2/12 2008

    D’accordo con te,praticamente su tutto,Ma.come tutti,continuerò a chiamarli ‘i Borboni’,e quel triste figuro,purtroppo,lo chiamiamo(per capirci)Vittorio Emanuele Quarto…Riconfermo massima stima e rispetto Amedeo D’Aosta,del quale mi ha spesso parlato un mio collega ed amico,parente prossimo del Duca.Ciao,spero di poterti conoscere di persona al Convegno di Gennaio.

  24. Michele Sparpagliati
    2/12 2008

    Anch’io ho legami strettissimi con una importantissima e celeberrima famiglia della Nobiltà palermitana,della quale sono diretto discendente.Ma non posso esternare di più.
    Una fortunata serie di combinazioni mi permette di vivere agiatamente,e senza lavorare:proprio come gli aristocratici britannici,o nostri,al tempo dei Borboni.

  25. Talita
    2/12 2008

    Michele, sei un cattivone!
    Perché deludere squinternato – che ha già così poco dalla vita – rivelandogli che Vittorio Emanuele IV non esiste?
    :lol:

  26. Michele
    4/12 2008

    HO INSERITO UN ALTRO VIDEO CHE RIPRENDE UNA MIA INTERVISTA DI UN PAIO DI GIORNI FA. MI SCUSO PER LA QUALITA’ DEL VIDEO MA SPERO DI POTER RIMEDIARE PRESTO

  27. Michele Sparpagliati
    4/12 2008

    Con difficoltà,come tutti su questo sito(vedi Gianfranco)disturbati dalla intemperanza aggressiva di talita,riprendo il dialogo con Michele,e gli ticonfermo la comune stima per il Duca d’Aosta,e la completa disistima per il presunto ‘Vittorio Emanuele Quarto’e,purtroppo,anche per Emanuele Filiberto di Savoia.

  28. Michele Sparpagliati
    4/12 2008

    Caro Michele,il tennis da tavolo è davvero un piccolo nobilissimo sport.Ne fui dirigente palermitano nel Coni,coinvolto da un caro amico che ne è stato campione,maestro e divulgatore.Ebbe anche mio figlio tra gli allievi,Conosco bene la Palestra di cui tu parli.Non va trascurato il fatto che una partita di Ping Pong(Cina-Usa)cambiò le relazioni internazionali,la politica e l’economia del mondo intero.Complimenti per le eleganti e pacate interviste,che ho fatto anche girare in Rete.

  29. Talita
    4/12 2008

    Spappolato,continua a fare il tennis da tavolo: con il ruolo di pallina.
    Una e -ina-ina!

  30. Michele
    4/12 2008

    V.E. aveva tutto per far ingelosire le istituzioni post monarchiche, era il figlio di uno dei Re più amati eppure è riuscito nell’impresa titanica di farsi sbeffeggiare un pò da tutti…pazienza….largo ad Amedeo d’Aosta figlio del Duca degli Abruzzi.

    Ti ringrazio per le parole di stima

  31. SonoUnFicaccione
    17/12 2008

    Caro Pivetti,

    penso che tu abbia ragione, l’eredità che vi lascerà il vostro Presidente Silvio Berlusconi è il PDL (Popolo delle Libertà Provvisorie). Bisogna ammetterlo, hai proprio ragione caro il mio avvocato della Mafia. Ora quindi non resta che aspettare che il vostro Presidente finalmente ******, possibilmente tra ****** così vedrai, una volta sparito Lui, che fine farà il vostro PDL dei miei *****: una banda di corrotti parassiti topacci di fogna che si dilegueranno ritornando nelle fosse biologiche dalle quali provengono.

    Un caro saluto

    Y E N Z A

  32. SonoUnFicaccione
    17/12 2008

    P.S.
    Volevo approfittarne anche per ringraziarvi, a nome dell’Italia che sta dall’altra parte, per aver finalmente fondato il PDL. Finalmente in Italia avremo un partito che riuscirà (è già riuscito) ad azzerare completamente la distanza tra politica e mafia, tra politica e corruzione e tra politica e malaffare. Un partito che fa di una senso di legalità e di moralità come quello che c’era nella Chicago degli anni ’20 la propria bandiera e ragione d’essere. Un partito che ha portato in Parlamento una tale quantità di inquisiti, condannati, tangentari, corrotti e amici dei mafiosi che se le sedute del Parlamento si tenessero a Regina Coeli forse sarebbe molto più coerente. Un partito che fa della lotta strenua contro la legalità e contro la magistratura i suoi cavalli di battaglia fondanti.

    Grazie davvero…..ve ne siamo molto grati…

    Un carissimo saluto

    Y Z E N A

  33. Michele
    17/12 2008

    Che tipo bislacco….
    1) popolo delle libertà provvisorie: a parte che l’acronimo te lo sei inventato maldestramente visto che ci manca anche una “p”, poi mi pare poco igienico di parlar di queste cose quando il pD in tutta Italia, dalla Toscana alla Campania alla Basilicata è sotto inchiesta nel migliore dei casi.Ma noi siamo garantisti ed aspettiamo le sentenze definitive.
    2)avvocato della Mafia??? ti puoi spiegare meglio senza rischiare di aggravare la tua già precaria situazione visto che potrei già querelarti?
    3)banda di corrotti parassiti??….dai puoi fare di meglio…..

    p.s.
    ti consiglio di pesare le parole anche quelle denigratorie perchè la mia immensa bontà ha i suoi limiti

  34. SonoUnSuperFico
    19/12 2008

    Guarda….se spari ‘ste cazzate qui di bislacco ci sei solamente tu, oltre al fatto che essendo stato contagiato come tanti dal virus della berlusconite, avete perso la capacità di vedere le cose in modo obiettivo, sparate panzane per piegare la realtà delle cose a vostro piacimento e fate come le tre scimmiette che non vedono, non sentono e non parlano. La differenza fondamentale se ti sforzi la puoi capire anche tu. Nel PD ci sono sicuramente le mele marce che saranno inquisite, isolate ed espulse dal partito perchè la base fondamentalmente è sana mentre quell’accozzaglia di politicanti malaffaristi capeggiata dal Padrino d’Italia Berlusconi, che in questi 15 anni ha cambiato simbolo ben tre volte (Casa delle Libertà, Polo delle libertà, Popolo delle Libertà) senza cambiare il suo fondamentale disprezzo per la democrazia e per la legalità è composto da un esercito di MELE MARCE. La capisci da solo la differenza…giusto??? Voi i corrotti ed i mafiosi non li espellete…li portate in Parlamento…avete portato in Parlamento un esercito di delinquenti e tu ti attacchi alle inchieste attuali che coinvolgono il PD per giustificarti??? Sei proprio in malafede caro il mio servetto buffonazzo…
    Ti devi rendere conto che voi non siete garantisti….voi siete COMPLICI…il che è totalmente diverso….

    Un carissimo saluto

    Y A Z E N

  35. Michele
    19/12 2008

    sei un disco rotto proprio come il tuo leader

    (cosi per curiosità sarei servetto e buffonazzo per…..????)

  36. M.Sparpagliato
    19/12 2008

    Però,senza spirito polemico,un pochino è vero.Io,personalmente,sono ormai del tutto indifferente alla politica italiana.Anzi,per sberleffo,e facendo proprio ciò che ha suggerito Re Silvio I,mi godo maggiormente il mio benessere,incremento i miei consumi-anche di lusso-e me ne frego altamente di quei berluschini poveracci ed autolesionisti(parlo dei milioni di tapini disagiati che votano ed amano lo Zio Paperone).Naturalmente mi rattristano i Pd vari con le corruttele,ma pazienza.Un altra bottiglia di vino di qualità,un altro bel viaggio,un altro profumo per la mia compagna,un altro abito nuovo per lei e per me,e me li scordo,e per giunta incremento i consumi.Re Silvio,in fondo,ha ragione.L’Italia come Chicago.Buon Natale.

  37. SonoUnSuperFicaccione
    20/12 2008

    Pivetti….io sarò anche un disco rotto però tutte le mattine mi alzo e mi guardo allo specchio senza vergogna perchè so di appartenere all’Italia pulita, l’Italia degli onesti che sa riconoscere ed allontanare i corrotti. Tu puoi fare altrettanto?? Io non penso proprio, prova a riflettere un attimo sul valore umano dei politici che ti sei scelto come punti di riferimento e vedrai che ti prenderà un potente senso di nausea. Tu fai parte di un esercito di piccole, piccolissime, subdole marionette nelle mani di un piccolo, piccolissimo, infimo essere umano la cui unica fortuna è quella di essere seduto su di una montagna di soldi, guadagnati principalmente attraverso il *****, la ***** e la *****e che negli anni è riuscito a costruirsi una squallida ragnatela di compiacenze, di reticenze e di complicità a tutti i livelli.
    Shame on you…caro Pivetti….

    Y E N Z A

  38. Michele
    20/12 2008

    quindi senza conoscermi mi hai dato – tra le altre cose – anche della piccolissima subdola marionetta nelle mani di un essere infimo etc etc….. .
    A ciò insinui il dubbio che io non mi possa guardare allo specchio perchè – secondo te – mi sarei scelto dei politici di riferimento non umani, corrotti e via dicendo.
    Ti dirò in realtà che io mi alzo tutte le mattine verso le 5 e comincio a pensare a: 1)alla mia famiglia; 2)al mio lavoro; 3)ai miei amici; 4)a tutte le persone che credono nella attività politica di un Avvocato 36enne che – in atto – non ricopre alcun ruolo istituzionale ed a come non deluderle.
    Certo l’alternativa sarebbe stata alzarsi a mezzogiorno, spendere e spandere denari, fottersene del prossimo, e vedere di fare affari con qualche losco figuro, meglio se di sinistra o dipietrista tanto per restare al riparo dalla magistratura.
    Hai ragione….mi sa che ho sbagliato tutto.

    p.s.
    se ti riesce, evita di insultare me o altri. Per adesso lascio i tuoi divertenti insulti rivolti a me e cancello quelli rivolti a terzi. Dal prossimo post cancellerò tutti i tuoi commenti.Ciao

  39. M.Sparpagliato
    20/12 2008

    Resta mirabolante la definizione di ‘sinistra’o di ‘dipietristi’che viene spesso lanciata.Sarebbe meglio argomentare le proprie tesi politiche ed ideali,piuttosto che lanciarsi in buffi autoelogi,minacce di censura,insinuazioni di coperture giudiziarie,e via dicendo.Ciò lo dico per equità di giudizio,fermo restando il mio legame con Michele(anche sul Sito di Diego)e la mia ammirazione per la conduzione del blog.Pertanto prego Yenza di moderare il suo argomentare e la sua acrimonia nei confronti del Pdl e dello stesso Michele,riportando tutta la questione nell’ambito del galateo e del civile dibattito e della dialettica.Grazie.

  40. SonoUnSuperSuperFico
    20/12 2008

    Caspita….mi hai fatto commuovere….un vero patriota tutto casa, famiglia, bandiera e torta di mele…complimentoni…
    Però continui a sparare una cazzata dietro l’altra…oppure il virus della berlusconite ti ha talmente devastato che non riesci più a connettere??.
    Questi 15 anni ci hanno insegnato che se c’è uno dietro al quale, se tu volessi, ti potresti nascondere per fare ogni genere di nefandezza questo è proprio il tuo burattinaio di riferimento che sta dalle parti di Arcore. Quindi, bontà tua che non lo fai, però volendo basterebbe chiedere al tuo Sire un bel lodo (Lodo Pivetti???) per potertela cavare egregiamente. Io penso che tu sappia, ad esempio, che oltre alla porcheria immonda del Lodo Alfano è allo studio anche un lodo per i ministri e magari, perchè no, anche per tutti i sottosegretari. In fin dei conti se il Padrino si fa le leggi per mettersi al riparo dai suoi guai perchè non lo dovrebbero fare anche i picciotti???

    Y E Z N A

  41. Michele
    20/12 2008

    E quali sarebbero le cazzate che sparo una dietro l’altra?
    Tu oltre ad offendere sai fare altro?
    L’unica colpa che dò al mio sire (come lo chiami tu) è quella di consentire troppa libertà di parola….

  42. M.Sparpagliato
    22/12 2008

    Michele,questa non la dovevi proprio dire.E’ troppo grossa,anche per un monarchico(quale io,in definitiva sono,in Gran Bretagna,Benelux,Scandinavia e Spagna).Riflettici.Un caro saluto.

  43. Michele
    22/12 2008

    è evidente che mi riferivo alle corbellerie lette poco sopra….non mi sembrava di doverlo specificare…..