Pubblicato in Archivio
20/11 2008

LA DEMOCRAZIA DEI SINISTRI

Sen.Villari

Il partito democratico: «pronti a espellerlo»
Rai, Villari per ora non si dimette

ROMA – Riccardo Villari non si è dimesso da presidente della commissione di Vigilanza Rai. «Nessuno mi ha detto niente che è stato raggiunto un accordo sul nome di Sergio Zavoli – ha spiegato – . Io ho un obbligo da rispettare e intendo portarlo avanti». Il senatore del Pd ha affermato di sentirsi rappresentate delle opposizioni, ma il Partito democratico ha annunciato che non parteciperà ai lavori della Commissione finché Villari non rassegnerà le dimissioni (a questo punto sarebbe a rischio la nomina del presidente della Rai per la quale in Vigilanza servono i due terzi dei voti dei commissari). Non solo: fonti Pd assicurano di essere pronti a «espellerlo dal partito».

VICEPRESIDENTI – La seduta era iniziata con l’elezione dell’ufficio di presidenza. Il primo atto è stato quello di votare i due vicepresidenti: eletti Giorgio Lainati (Pdl) con 21 voti e Giorgio Merlo (Pd) con 15 voti. Ha ricevuto un voto anche il senatore Zavoli, assente come il senatore Pancho Pardi e il deputato Leoluca Orlando, entrambi dell’Idv. Il senatore del Pd – secondo l’intesa raggiunta con il Pdl – dovrebbe sostituire Villari alla presidenza. I due esponenti dell’Italia dei Valori avevano invece annunciato le loro dimissioni proprio a causa dell’elezione di Villari al posto di Orlando (sostenuto da Idv e Pd).

articolo tratto da www.corriere.it

Questa secondo loro è democrazia. Vilipendere in questo modo il voto dei parlamentari. Sono metodi mafiosi.
Sono inorridito.

 

COMMENTI

  1. Talita
    20/11 2008

    Dai Michele, ridiamoci su…
    Per la serie “Ogni medaglia ha due facce”, devo ammettere che l’affair Villari – deprimente sotto molti aspetti – ha tuttavia un suo lato gratificante.
    Dimenticando per un attimo le borse mondiali in picchiata, la grave crisi economica che coinvolge tutti noi, le deliranti minacce che continuano a pervenire dai terroristi islamici – tutti problemi meno importanti della Vigilanza RAI, secondo il Uolter-pensiero (???) – qui siamo di fronte a una rivoluzionaria “Weltanschauung” da parte dei cosiddetti “peones”, poveri cristi fin qui manovrati dai partiti, che ora potranno sperare di riguadagnare una posizione verticale grazie al loro corifeo Riccardo Villari.
    Il quale sta facendo vedere i sorci verdi (non nell’accezione ecologica del termine) al non-dittatore Uolter, il quale ricorre addirittura alla minaccia di epurazione!!!
    Non pago delle figure barbine affastellate fin qui, inoltre, Uolter dixit che ora Villari è un problema del Governo, non suo!
    Ma comeee?!? Villari non è un piddino? E dovrebbe essere il Governo a rimettere in riga i seguaci di Uolter? Bah!
    Senza contare che, se Uolter continuerà così, rimarrà nel PD solo con Bettini, la Finocchiaro e pochi altri “indignati speciali”… Visto che anche Latorre è in discussione per il famoso “pizzino” a Bocchino…
    Insomma, è un mondo in -ino, a cominciare da Uolterino!
    :roll:

  2. Michele
    20/11 2008

    ROMA – Nessun passo indietro. Riccardo Villari non si dimette da presidente della commissione di Vigilanza Rai. «Ho un obbligo da rispettare e intendo portarlo avanti» ha spiegato il senatore, nonostante l’accordo trovato nei giorni scorsi tra maggioranza e opposizione sul nome di Sergio Zavoli (una volta tramontata l’ipotesi Orlando per la presidenza della Vigilanza). Lo stesso Pd ha espulso Villari dal partito e ha annunciato che non parteciperà ai lavori della Commissione finché il senatore non rassegnerà le dimissioni. In serata sono arrivati anche gli interventi di Gianfranco Fini e Renato Schifani: «Si dimetta – ha chiesto il presidente della Camera – dimostri rispetto per le istituzioni». «Il suo impegno è concluso – gli ha fatto eco il presidente del Senato – ora si dimetta». Ma non è bastato per convincere Villari: «Non sarà l’espulsione a farmi cambiare idea». Anche Silvio Berlusconi lo ha invitato ad abbandonare: «Villari può ritenersi soddisfatto – ha affermato il premier – e può quindi rassegnare serenamente le dimissioni» visto che «maggioranza e opposizione hanno condiviso e concordato la designazione di Zavoli a presidente della commissione di Vigilanza».

    PRESIDENTE LEGITTIMO – Per adesso, però, il senatore va avanti. «Ho deciso di mantenere il ruolo di presidente della Commissione di Vigilanza che mi è stato affidato col voto di parlamentari che hanno svolto legittimamente la loro funzione» ha spiegato, chiedendo «rispettosamente a tutti i colleghi della Commissione di compiere un atto di coraggio e di permettere a questo organo di garanzia di svolgere il suo delicato e impegnativo lavoro».

    VELTRONI – Dura la reazione di Walter Veltroni. «Villari – ha affermato il segretario del Pd – è stato eletto con i voti della maggioranza in un posto che spettava all’opposizione. Giovedì aveva detto che non avrebbe fatto nulla contro il partito, poi a me ha detto che si sarebbe dimesso e ancora dopo ha detto che si sarebbe dimesso dopo che si trovava un’intesa sul nome. Una vicenda pazzesca, come talvolta accade nella politica italiana». « «Noi abbiamo raggiunto un’intesa con Palazzo Chigi su un nome di assoluto livello – ha aggiunto Veltroni – A questo punto il problema non è più mio, ma tutto in casa della destra. Spetta a chi ha questa responsabilità di applicare questa intesa».

    CASINI – Il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini, ha affermato a sua volta di non capire «a chi giovi questa telenovela sulla Vigilanza Rai. Il Paese è sul baratro e il governo dovrebbe occuparsi di questo, come in parte sta facendo. Non capisco perché si va dietro al trasformismo personale. Mi auguro che Villari si dimetta visto che c’è un accordo sul nome di Zavoli». «Avevo apprezzato – prosegue Casini – le parole di Berlusconi su Zavoli, c’era un senso delle istituzioni. Questa situazione non giova nemmeno al premier che è proprietario di televisioni».

    FINI E SCHIFANI – Poi sono arrivati, quasi in contemporanea, gli interventi di Fini e Schifani. «Faccio appello al senatore Villari perché sacrifichi le ragioni giuridiche che certamente ha, in quanto regolarmente eletto Presidente della Commissione di Vigilanza Rai, sull’altare della responsabilità politica» ha affermato in una nota il presidente della Camera. «La volontà di maggioranza e opposizione di convergere sul nome del senatore Zavoli deve indurre il senatore Villari a rassegnare le dimissioni per garantire piena funzionalità alla Commissione, dimostrando così di avere un rispetto per le istituzioni assai più apprezzabile di qualsivoglia valutazione meramente formale». Dello stesso tenore l’appello del presidente del Senato: «Ritengo che l’iniziativa del senatore Villari si sia positivamente conclusa nel senso che lui ha contribuito innegabilmente all’eliminazione di una pericolosa situazione di stallo di un voto in Vigilanza e lui stesso ha dichiarato più volte che in presenza di un accordo fra maggioranza e opposizione si sarebbe fatto da parte. Questo accordo mi pare che ci sia, la commissione si è insediata nella sua interezza attraverso l’elezione dell’ufficio di presidenza. Io ritengo che l’iniziativa e il compito del senatore Villari possano ritenersi conclusi e quindi conseguentemente dovrebbe adottare delle scelte conseguenti».

    trovo tutto ciò grottesco

  3. Michelita Sparpagliata
    20/11 2008

    Mah,mi spiace leggere queste cose.Mi sembrate come punti da uno sciame d’api.Ad ogni modo,rispetto le vostre posizioni.
    In democrazia tutti possono dire(o scrivere)la loro.

  4. Michelita Sparpagliata
    20/11 2008

    ‘Freiheit ist immer die Freiheit des Andersdenkenden’

    (Rosa Luxemburg)

    Cioè,più o meno,quello che ho scritto prima:rispetto le vostre posizioni e le vostre idee.Questa è la Libertà(Freiheit).

  5. Talita
    20/11 2008

    Sembra di sentire Bin Laden (pace all’anima sua): “Convertitevi all’Islam”!
    Ma va’ a farti un giro!

  6. Talita
    20/11 2008

    Dal TG5-sera di oggi
    Villari dovrebbe essere stato estromesso dal PD!!!
    Questi si stanno scavando una fossa sempre più profonda e io me ne compiaccio.

  7. Michelita Sparpagliata
    21/11 2008

    Vedo che non dai il tedesco,confondi fischi per fiaschi,no sai nulla di Rosa Luxemburg e della Storia Contemporanea,non apprezzi la libertà di pensiero e di espressione,e per giunta straparli,amichevolmente,del pazzo criminale miliardario terrorista saudita.Insomma sei l’ignotanza fatta persona.Ti perdono e ti assolvo per i tuoi peccati.Perchè non sposi quel penoso attorucolo fallito che ieri sera era ad Anno Zero?T assicuro che ho notato che un tuo perfetto alter-ego,da molti punti di vista…
    Amen.

  8. Ex
    21/11 2008

    Dissento nel modo più fermo e vigoroso da
    Michele e dalla sua ricostruzione sulla vicenda Villari.
    Capisco che l’Italia è piena di gente che pagherebbe per vendersi e Villari è solo l’ultimo in ordine di tempo di questa deprimente teoria di individui, ma arrivare addirittura a ritenere “antidemocratica” la doverosa espulsione di Villari dal PD per il suo inqualificabile ed egoistico comportamento mi sembra veramente quanto di più ipocrita e lontano dalla verità ci possa essere. E’ stato sconfessato addirittura da quel portento di De Gregorio il che è tutto dire: è come se un viado desse della scostumata ad una prostituta.
    Tutto ciò premesso, confesso pubblicamente di avere sbagliato a votare per il PD: se questi sono i modi con cui selezionano i senatori del partito, allora è molto meglio Silvio, il quale almeno quando si sceglie i collaboratori, i deputati o le soubrette sa quello che fa e non si mette in casa i Giuda.
    Sono attualmente indeciso tra l’annullamento del voto e la fiducia all’IDV, su cui nutro ancora alcune riserve ma che almeno ha il merito di dire le cose chiare e tonde: poco male, ho ben 4 anni di tempo per sciogliere la riserva e nel frattempo posso sempre esercitarmi alle europee, regionali etc. etc.
    Come ultima spiaggia, posso sempre espatriare: yes, I can.
    Grazie per l’attenzione.
    Da ciascuna delle sedi RAI saranno adesso trasmessi i TG regionali.
    Pubblicità.

  9. Michele
    21/11 2008

    Ex: Villari è stato democraticamente eletto.
    I voti del PDL da soli non bastavano. Mi domando perchè nessuno chiede la testa anche dei due del PD che hanno consentito l’elezione. La presidenza di una commissione non è un album di figurine. Villari deve esercitare legalmente e democraticamente il suo mandato.
    Pensa un pò dissento da quanto sostenuto da Schifani, Fini e Berlusconi

  10. Ex
    21/11 2008

    Ma infatti andrebbero cacciati a pedate dal PD anche i due “franchi tiratori”.
    Per non parlare di Nicola Latorre.
    Quanto al democraticamente eletto, poteva essere vero il giorno dell’elezione: adesso anche dal PDL gli stanno chiedendo di farsi parte. O mi sono perso qualche pezzo?

  11. Michele
    21/11 2008

    no, non ti sei perso nulla, ma continuo a pensare che tutto questo accanimento sia fuori luogo. Mi induce a pensar male……

  12. Michelita Sparpagliata
    21/11 2008

    Condivido Ex dalla prima all’ultima parola dei suoi post.Io certamente non mi asterrò dal voto(lo faccio soltanto per le inutili Provincie,luoghi per piazzare membri della Casta,trombati e nullità assolute,con costi pazzeschi per noi contribuenti onesti).Certo,anch’io non ri-voterò PD,ma piuttosto Idv oppure qualche Partito Comunista.Grazie Ex per le tur parole chiare.
    Bella notizia:Hillary Clinton(amica di Leoluca Orlando)Segretaria di Stato Usa!!
    Un’ America bellissima!Come Ex,quasi quasi emigro…

  13. Talita
    21/11 2008

    :roll:
    Alcune domande per il pagliaccio del blog. Sono domande retoriche, beninteso!!!
    1) Spappolato che significa “non dai il tedesco”??? Tu a chi lo DAI???
    2) Sbullonato che significa “ignotanza”???
    3) Sbrindellato, che c’entra Rosa Luxemburg? Bin Laden simboleggia il fanatismo, bamba!!! Il tuo fanatismo, bamba al quadrato!!! E smettila di offendere la religione con le tue laide cavolate, bamba al cubo!!!
    4) Sconclusionato, in che senso non so niente di Rosa Luxemburg???
    Pensa tu (per modo di dire…)! So perfino che sei stato eccitato dalla parola “Weltanschauung” e ti sei imbattuto nel mondo tedesco… In Wikipedia, probabilmente… eh…eh…eh…
    Povero sbarellato! Faresti pena, se non prevalesse il disgusto…
    P.S. Sai che fine fa il “Gingerbread man” (nel tuo caso “man” è troppo, obviously) nella nota filastrocca inglese?
    Dai, va’ a cercare in Wikipedia… Non so se troverai, ma è l’unico strumento adatto a te e alla tua IGNOTANZA…
    Grazie, comunque, per la sghignazzata quotidiana. Come fai sghignazzare tu, nessun altro pagliaccio!!!
    :lol:

  14. Talita
    21/11 2008

    Oh Signur!
    Questo qui deve essere anche cannibale… Vuole condividere una persona!!!
    Uhm… Sceglierà la coscia o il petto?
    O qualcos’altro???

  15. Talita
    21/11 2008

    Forza, Villari!
    Non apprezzo la ragion di Stato: scegliere qualcuno e poi scaricarlo a favore del quieto vivere è da imbelli: cioè vili e codardi.

  16. Michelita Sparpagliata
    22/11 2008

    Sbeffeggiare dei banali errori di battitura,mi sembra da ebeti patologici.Per il resto,no comment:confermato il livello culturale di Tarallita:è quello medio degli Italiani,e cioè 0,02,con l’aggiunta di presunzione da ignorantoni,fanatismo,linguiaggio scurrile e contumelie.E tanto,tanto astio e nervosismo.
    Amen!

  17. Michelita Sparpagliata
    22/11 2008

    linguaggio,scusa Tally cara.

  18. Talita
    22/11 2008

    Davvero ti senti sbeffeggiato SOLO per banali errori di battitura?
    Tu sei tutto una BEFFA: da parte della natura matrigna!
    E poi parliamo di ebeti “patologici”… Per te esistono anche ebeti non patologici?
    Ripeto: va’ a farti un giretto…

  19. Michelita Sparpagliata
    22/11 2008

    Sei insaziabile,Tally cara.Per te il vituperio à vita,l’insulto è lìessenza del tuo essere.Di presenza certamente,per parenti ed amici,sarà una gioia continua averti intorno.Bella vita,la tua.

  20. Michelita Sparpagliata
    22/11 2008

    Pardòn,Talitòn:è e non à.L’essenza e non liessenza.Contenta,cara?
    Me ne vado in terrezza a cantare ‘Meno male che Silvio c’è’.Ciao,gioia.

  21. Talita
    22/11 2008

    Te ne vai in TERREZZA???
    Che cos’è? L’inumazione di un docente?
    :lol: :lol: :lol:
    Grazie, sbullonato! Con te la vita è tutta una sghignazzata!

  22. Michele
    2/12 2008

    sa per caso come saranno organizzati i gazebo?

  23. Michele
    2/12 2008

    Caro omonimo,
    i Gazebo saranno sparsi per tutta le Città i giorni 13 e 14 e 20 e 21 dicembre.
    Le modalità di voto non le conosco ancora, ma le posso dire che giovedì a Roma si terrà una riunione al Cinema Capranica con gli organizzatori che ci diranno tutto.
    Saluti e benvenuto, credo sia il primo omonimo che clokka sul mio blog

  24. Michele Sparpagliati
    3/12 2008

    Sarebbe interessante capire che cavolo di umorismo ha Talita:un ‘terrezza’,banalissimo errore di battitura,utilizzato per una battuta tetra e incomprensibile.Da inumare,nel Mausoleo del Sire.

  25. Talita
    3/12 2008

    Sarebbe interessante capire che cavolo di neurone ha sbrindellato!
    Continua a parlare di errori di battitura, mentre dovrebbe riflettere sugli errori della Natura: basterebbe che si guardasse allo specchio!
    Invece “Pardòn,Talitòn” è di un umorismo tale da essere irraggiungibile!!!
    E, infine, svergolato: perché usi il francese se non lo conosci? Si scrive “pardon”, chèvre!!!
    Va’ a cuccia, squinternato!

  26. M.Sparpagliato
    9/12 2008

    Merci beaucoup,Taliton!