Pubblicato in Archivio
10/09 2008

La nuova scuola e il babau del maestro unico

Gelmini

Ricevo e pubblico questo post. Vi invito a collaborare scrivendo i vostri post e mandandoli all’indirizzo di posta che appare cliccando su “contatti”.
Un Saluto,
Michele

Per rinnovare la scuola, il ministro Gelmini ha pensato bene di cominciare dalle elementari, che sono l’importantissimo fulcro di tutta la futura preparazione dello studente.

Orbene, tra le altre misure, ha deciso la reintroduzione del voto di condotta (valido anche al fine di valutare il profitto finale) e del maestro unico nelle elementari, a partire dall’anno scolastico 2009-2010.

Apriti cielo! Le polemiche, che ormai a sinistra si scatenano anche se un sotto-sotto-sotto segretario del Governo starnutisce una volta di troppo, questa volta non hanno risparmiato nemmeno la Destra, producendo dichiarazioni che neppure a Zelig.

Ecco due tra le migliori “barzellette” in circolazione:

1) Epifani: Che orrore il maestro unico! Già tutti i ragazzi…ehm… i bambini sono molto preoccupati! (fonte: intervista al TG2 sera del 5 settembre 2008).

Posto che il maestro unico si situerà nel 2009 solo in PRIMA ELEMENTARE, si deduce che a essere preoccupati sono i bambini che attualmente frequentano l’asilo e che ovviamente si siano già iscritti alla CGIL.

2) Bossi: Il maestro unico può rovinare gli studenti. L’insegnante unico “costa un sacco di soldi in meno, ma il ministro sa che per capire cosa serve alla scuola bisogna esserci stati dentro” (Il Messaggero, 8 settembre 2008).

È probabile che Bossi sia preda di una preoccupante amnesia. Tutti gli Italiani sono stati “dentro la scuola” per un periodo più o meno lungo, e certamente alle elementari. Tutte le persone con un minimo di raziocinio sono inoltre in grado di confrontare i risultati dell’insegnamento nell’ambito della vecchia scuola (quella precedente alla mefitica riforma di Berlinguer, per intenderci) con i miserabili risultati attuali, che – per quanto riguarda la preparazione MEDIA dei nostri studenti –

ci pongono a livello di Paesi sottosviluppati.

Dunque un ben ritornato al maestro unico, con la speranza che si tratti di persona preparata e idonea all’insegnamento (che non si identifica necessariamente con la preparazione personale del docente)!

 

COMMENTI

  1. Talita
    11/09 2008

    In effetti il maestro unico è un vero e proprio affronto per la Sinistra.
    Da molti anni ormai abbiamo in Italia la cosiddetta natalità zero. Quando cominciarono a diminuire gli alunni, sorse il problema di che cosa fare degli insegnanti eccedenti. Semplice, disse la Sinistra: mettiamone di più in ogni classe e smaltiamo così le eccedenze… Da notare che, nelle elementari, le classi presidiate dalla triade sono generalmente composte da non più di 20 alunni!
    In altre parole, da allora la scuola divenne uno strumento del cosiddetto welfare, dove assicurare “lavoro”, non un congruo insegnamento! E, secondo i dettami della Sinistra, dare poco a tutti, ignorando bellamente qualsiasi merito.
    E dunque il denaro dei contribuenti è stato fin qui usato per assicurare uno stipendio ai disoccupati: ma non a tutti, ovviamente! In altri settori, chi perde il lavoro deve arrangiarsi a trovarne un altro; per gli statali e altri miracolati, invece, è un’altra storia…
    Poi ci sono i “luminari” che parlano di diminuzione dell’ “offerta pedagogica”… Non c’è che dire, l’espressione fa tanto intellighenzia. Peccato che non significhi niente!
    Poniamo il caso che – a proposito dei tre maestri – questi siano tutti incompetenti: dove sarebbe l’offerta pedagogica? E, se invece fossero tutti e tre competenti, che cosa potrebbero offrire di più uno rispetto all’altro? Assolutamente nulla.
    Ciò che nessuno sottolinea, infatti, è che la Scuola deve insegnare un METODO di apprendimento, non nozioni spicciole. E, per insegnare un metodo, non occorrono molti insegnanti, ma persone che sappiano proporsi come guida e che siano capaci di insegnare, ovvero trasferire le proprie competenze agli studenti.

  2. bebo
    11/09 2008

    ma ti pagano per dire ste str…..ate????

  3. Talita
    11/09 2008

    No di certo! Lo faccio gratis.
    Invece è evidente che qualcuno paga te per lo strenuo sforzo che ti costa elaborare tali interventi iper-geniali! E soprattutto mooolto significativi!
    Se fossi in te, chiederei un aumento di stipendio.
    P.S. Ti prego, sforzati ancora un po’ e rispondi sul perché copi/incolli senza citare la fonte. Te ne sarei molto grata e potrei anche riconoscerti una piccola somma di denaro.

  4. Talita
    11/09 2008

    Bobo (o anche: babo, bebo, bibo oppure bubo),
    ho un’altra proposta di lavoro.
    Sforzati di esprimere in che cosa dissenti a proposito del maestro unico.
    Potresti perfino riuscire a intavolare una discussione ed essere piacevolmente sorpreso dal fatto che si può discutere anche senza usare il linguaggio tipico del centro sociale sotto casa!
    Dai, provaci ancora B.!

  5. Talita
    11/09 2008

    :lol:
    Questo post aggiuntivo è per Bobo (o babo, bebo, bibo oppure bubo), che ha dimostrato di essere molto interessato al problema del maestro unico.
    Dunque, siccome la Sinistra è a corto di argomenti in generale, sta già preparando il solito “teatrino” in piazza, rigorosamente “antifascista” (l’antifascismo è come l’antimafia: buono per condire tutto!).
    1) Il 27 settembre la CGIL tornerà in piazza.
    2) I consigli dei professori – ossia, di alcuni professori: quelli intelligenti di sinistra! – ricominciano a sognare il Sessantotto.
    3) I maestri di 40 scuole di Roma si sono messi una fascia nera al braccio per indicare che sono in lutto. (Probabilmente sono quelli specializzati in attività funerarie, importante materia alternativa alle elementari, come l’uso del pongo o l’allevamento delle quaglie).
    Ma perrrché tutta questa commedia?
    Perché, secondo i guitti, Gelmini avrebbe distrutto il nostro sistema scolastico. E come l’avrebbe distrutto? Reintroducendo il maestro unico, il voto di condotta, il voto anziché il “giudizio” e così via…: cioè quegli elementi che assicuravano un minimo di serietà nella scuola. Ci sarebbe da ridere, se non ci fosse da piangere!
    E dunque tutti in piazza per la sQuola… Ma a fare che cosa?
    Nenni diceva: “Piazze piene, urne vuote”. ;)

  6. Talita
    15/09 2008

    Che la Sinistra abbia cambiato idea sul maestro unico?!?
    Infatti si è presentato un maestro unico – unico nel suo genere, ovviamente – alla Summer school, che poi vuol dire “scuola estiva” e che vorrebbe sostituire la famigerata Scuola delle Frattocchie, ma che invece sembra un asilo.
    E chi è questo maestro unico? Il povero Veltroni, il quale è andato a dire alla classe che occorre odiare l’orco, il mago di Oz, il licantropo, il re dei malvagi stregoni, id est Berlusconi! (la rima è casuale)
    Non so come abbiano reagito i pupils (che poi vorrebbe dire “alunni”), ma so come avrei reagito io.
    Un sacco di gente “de Sinistra” continua a invitare Veltroni a “torna’ in Italia”, a parlare come mangia, a smettere “de fa’ l’americano”, a “di’ quarcosa de Sinistra” e così via.
    Io lo inviterei invece ad andare in Africa, come aveva promesso.
    La congiuntura è favorevolissima: ci troverebbe anche Prodi, appena eletto “pacificatore” dall’ONU: probabilmente confidando sui suoi poteri soporiferi.

  7. giancarlo
    15/09 2008

    Michè sto post non si può leggere…..cambia musica…..

  8. Talita
    16/09 2008

    bebo scrive:
    ma ti pagano per dire STE str…..ate????[lasciato il 11 Settembre 2008 alle 17:03]
    ____________
    giancarlo scrive:
    Michè STO post non si può leggere…..cambia musica…..
    [lasciato il 15 Settembre 2008 alle 22:15]
    ____________
    A me preoccupa tantissimo il “linguaggio unico”: frutto dell’eccellente “offerta pedagogica” della triade di maestri alle elementari?

  9. Talita
    16/09 2008

    Messaggio per Michele.
    Ti prego: non cambiare musica!
    Per i dissidenti – che peraltro hanno ampia facoltà di dissentire – c’è già la signora Concita dell’Unità: espertissima di tango…

  10. 17/09 2008

    Viva il maestro unico! Anch’io sono figlio di quando alle elementari avevamo un solo punto di riferimento… facendo un raffronto tra le generazioni… mi sa che eravamo migliori noi…

  11. 17/09 2008

    non c’è dubbio….eravamo migliori noi!!!

  12. perplesso
    19/09 2008

    Quando c’era il maestro unico c’era anche soltano la Rai… sarà che siamo migliori perchè ancora non c’era Canale 5?

  13. Talita
    19/09 2008

    Non capisco. Qual è il rapporto tra RAI/Canale 5 e scuola?

  14. perplesso
    19/09 2008

    Non c’è molto da capire, Talita: il rapporto non è tra scuola e Rai/Canale 5. Era una riflessione su quanto si diceva a proposito di “scuola a maestro unico” e “eravamo migliori noi”.

  15. Talita
    19/09 2008

    Scusa, perplesso! Evidentemente non sono un’aquila, ma continuo a non capire.
    In che senso “eravamo migliori” perché non esisteva Canale 5?
    Secondo te Canale 5 ha il potere di peggiorare la gente?

  16. perplesso
    19/09 2008

    Provo a fare una sorta di solligismo.
    Quando c’era il maestro unico, eravamo miglori. Quando c’era il maestro unico c’era solo la Rai. Quando c’era solo la Rai eravamo migliori.
    Tu affermi: Secondo te Canale 5 ha il potere di peggiorare la gente?
    Io ti rispondo: Secondo te la scuola con più insegnanti ha il potere di peggiorare la gente?

  17. Talita
    20/09 2008

    Ma dai, perplesso, che genere di sillogismo hai fatto?
    Te ne faccio un altro pressappoco simile.
    ____________
    Quando c’era il maestro unico, eravamo migliori. Quando c’era il maestro unico c’era ancora la centrale nucleare a Montalto di Castro. Quando c’era la centrale nucleare a Montalto di Castro eravamo migliori.
    ____________
    E comunque devo dissentire dalla sostanza del tuo ragionamento: Canale 5 fu costituito a settembre del 1980; la triade di maestri alle elementari fu introdotta alla fine degli anni Ottanta e quindi circa un decennio dopo.
    Ma, a parte tutto ciò, hai risposto alla mia domanda con un’altra domanda. Non è carino fare così, ma ti rispondo ugualmente, ribadendo però la mia domanda rimasta inevasa.
    Dunque mi chiedi: “Secondo te la scuola con più insegnanti ha il potere di peggiorare la gente?”
    La mia risposta è affermativa, per una serie di motivi che spaziano in diversi ambiti.
    1) Esistono le Magistrali, che dovrebbero formare dei maestri individualmente capaci di fornire l’ABC del metodo di apprendimento nei primi 5 anni di scuola. La compresenza di due, tre o 30 maestri non porta niente in più, ma solo caos e l’introduzione di “materie alternative” che a volte fanno perfino sghignazzare. E poi ci sono i cosiddetti “moduli”, che vedo bene solo nei razzi interplanetari!
    2) La presenza di diversi professori nella scuola successiva è giustificata dall’approfondimento delle singole materie, il che non sfiora nemmeno lontanamente le Elementari: come dice il nome stesso.
    3) L’affollamento di nozioni perde di vista l’insegnamento dell’essenziale, ossia italiano e matematica: guarda caso le materie in cui i nostri alunni fanno pietà. E occorre sempre sottolineare che l’imprinting funziona con i cuccioli.
    4) Il 97% delle finanze dedicate alla Scuola se ne va per gli stipendi degli insegnanti. Dove dovremmo andare a pigliare altri quattrini da investire per fornire strutture, materiali didattici, aggiornamento, riconoscimento dei meriti eccetera eccetera?
    Potrei continuare ancora, ma penso di aver espresso la mia opinione.
    Ora attendo che tu esprima la tua: secondo te Canale 5 ha il potere di peggiorare la gente? Ti assicuro che mi interessa tantissimo saperlo.

  18. Talita
    21/09 2008

    «Al Provveditorato di Como è stato segnalato il caso di una classe di prima elementare i cui alunni vedranno alternarsi ben 9 insegnanti. Si tratta della scuola “IV Novembre” di Albate, una frazione di Como, la cui preside è stata convocata dal Provveditore per lunedì, al fine di spiegare l’organizzazione delle lezioni nel suo istituto e l’anomalia sul numero delle maestre assegnate alle classi.» (Il Messaggero, 20 settembre 2008)
    _________________
    Sembra che:
    1) i nove (NOVE!!!) non comprendano alcun “insegnante di sostegno”;
    2) a causa dell’eccedenza di docenti, la suddivisione delle maestre per classi sia stata fatta per materie, in modo da far ruotare le insegnanti. Non è chiaro, però, quali siano le 9 materie da insegnare alle Elementari.
    Su tali basi, i docenti di una classe alle Medie dovrebbero essere 90; al Liceo, 900; all’Università, 9000. Non parliamo poi dei master di specializzazione…

  19. P.Rudusa
    22/09 2008

    Avete visto che razza di film è ‘Ho ammazzato Silvio Berlusconi’?Lo danno nei cinema italiami!I comunisti ed i professori comunisti ed i piloti comunisti non hanni limite alcuno.Brava Gelmini,maestrina d’Italia,continua così!

  20. M.Spappolato
    23/09 2008

    Brava Gelmini?Ma stai scherzando?Semmai brava Talita.Tally,non ti ho dimenticato,mi ricordi Eufemia,quella ragazza del cinema Marconi nel 1957.Tally,ti amooo!

  21. P.Rudusa
    23/09 2008

    Credo che la Gelmini,con la sua bocca ed il suo sorriso,stia spiazzando tutti.Mettetevi il cuore in pace,con una ministressa così giovane e dynamica,con un governo così longevo,avete poco da scherzare…

  22. M.Spappolato
    23/09 2008

    Longevo come il leader,e i suoi 3 peacemakers?Ma va là,Rudusa,non fare lo Scapagnini che al Silvio gli porti sfortuna!!!

  23. M.Spappolato
    23/09 2008

    Spappolato,aberrante vegliardo comunista,i peacemakers sono quelli che hai tu.Caricali con le batterie sovietiche…ahahah!

  24. P.Rudusa
    23/09 2008

    Fai lo spiritoso,Spappolato,ma ti assicuro che Mariastella Gelmini cambierà la scuola italiana.

  25. M.Spappolato
    23/09 2008

    La Gelmini è la Donna più sexy e provocante che io conosca-vedi copertina di Panorama(Gelmini maestrina in rosso bonissima e vogliosa)e di Famiglia Cristiana(Gelmini maestrina asessuata con bimbi cattolici intorno a lei virginale).Super-arrapante.Più bella di Talita!

  26. Talita
    23/09 2008

    Che peccato! Ricompaiono le anime perse…
    ___________
    M.Spappolato scrive:
    Brava Gelmini?Ma stai scherzando?Semmai brava Talita.Tally,non ti ho dimenticato,mi ricordi Eufemia,quella ragazza del cinema Marconi nel 1957.Tally,ti amooo!
    [lasciato il 23 Settembre 2008 alle 00:03]
    ___________
    Chiunque tu sia, io ti avevo immediatamente dimenticato! Che brutta sensazione ricordare che esisti!
    Io non ti amo affatto: rassegnati!
    P.S. Chi è Eufemia? Tua figlia, tua nipote o la tua pronipote? In ogni caso, partecipale tutta la mia comprensione.

  27. M.Spappolato
    23/09 2008

    Eufemia è la mia ragazza del Marzo 1957!
    Tally,I love you,more than ever…

  28. Talita
    25/09 2008

    A proposito di sQuola…
    Il Comune di Roma – il cui bilancio è in pesantissimo deficit – spende 3,6 milioni l’anno per la scolarizzazione dei bambini Rom: quelli che per lo più sono in giro a chiedere l’elemosina o a scippare!
    E chi gestisce questo bel gruzzolo? L’ARCI Roma, che fornisce ufficialmente lusinghiere percentuali di frequenza.
    BUBBOLE! Bruno Vespa, in “Viaggio nella rivoluzione silenziosa” (Rai-Eri-Mondadori) fa i conti esatti e fa tana all’ARCI. Praticamente i bambini Rom NON vanno a scuola!
    Una riflessione, tra le mille altre possibili: non sarà che i decibel degli strepiti di solidarietà nei confronti dei Rom siano direttamente proporzionali alla quantità di quattrini che inondano i soliti furbetti?

  29. Talita
    27/09 2008

    L’ultima di Epifani.
    ______________
    “Se le cose non cambiano, ci sarà lo sciopero generale di tutta la scuola” (Il Giornale, oggi)
    ______________
    Sai che novità!
    Meno male che c’è Veltroni, che lo farà incontrare con i bidelli (non con la ministra Gelmini, ovviamente!) e rimetterà a posto le cose!

  30. Talita
    8/10 2008

    Evviva! La riforma della Scuola è stata approvata dal Parlamento e sarà presto approvata dal Senato.
    Da tempo l’intellighenzia “de sinistra” – quella che fin qui ha affossato la scuola, trasformandola in stipendificio – va dicendo che le elementari sono il nostro fiore all’occhiello e, quindi, perché riformarle e bla e bla e bla.
    BALLE!!! Fortemente BALLE!!! Fortissimamente BALLE!!!
    Per sfatare queste balle, basta guardare le inchieste internazionali e notare in che cosa si salva la scuola elementare (indagini Pirls 2006 e Timss 2003 – target 4° classe elementare):
    - Lettura (5° posto su 21 Paesi) – decente
    - Scienze (13° posto su 21 Paesi) – mediocre
    - Matematica (15° posto su 21 Paesi) – pessima.
    Dove sarebbero i primi posti della nostra scuola elementare??? Balle, appunto!
    E approfondiamo anche il 5° posto in Lettura.
    Alle elementari, “lettura” significa riconoscere i segni alfabetici, saperne individuare le aggregazioni in parole e comprendere il significato delle singole parole. Non si parla ovviamente di comprensione del testo in senso lato e men che meno di metodo per decodificare testi complessi.
    Secondo l’indagine Pirls, dunque, i decenti risultati in lettura derivano per lo più dalla frequenza della scuola materna, che in Italia è mediamente più frequentata che negli altri Paesi considerati e che dunque insegna “prima” l’ABC della lettura.
    In seguito, risalta invece il pessimo risultato in Matematica, evidentemente dovuto alla scarsa preparazione dei maestri elementari in tale materia. E anche al pullulare di materie alternative…
    Che ne dite? Non sarebbe meglio saper eseguire correttamente moltiplicazioni e divisioni, anziché suonare il piffero o allevare quaglie?
    E dunque: benvenuta la Riforma e che punti a maestri elementari, insegnanti alle medie, professori alle scuole superiori e docenti universitari DEGNI DI TAL NOME!!!

  31. Zico
    8/10 2008

    Ma come sei colta.. fossero tutti come te

  32. Talita
    8/10 2008

    Zico, il tuo problema non dovrebbe consistere in quanto sono colta io, ma in quanto sei vuoto tu.
    Per caso, hai qualcosa da dire sulla riforma della scuola?

  33. Talita
    9/10 2008

    Finalmente si sono decisi! I Sindacati hanno indetto uno sciopero generale contro Gelmini. Mentre gli studenti preparano un picnic, ben lieti di disertare le aule, i sinistri sono in sollucchero…
    Nel contempo, Veltroni ha detto che, se Berlusconi si inginocchierà davanti a lui, è pronto a collaborare per la soluzione della crisi finanziaria globale. Come? Scendendo in piazza contro il Governo il 25 ottobre p.v.
    Però lo capisco, povero bruco! È stato abituato da Prodi, i cui ministri scesero spesso in piazza contro il Governo a cui partecipavano…
    Orbene, chi di sciopero ferisce, di sciopero perisce. Farà uno scioperone anche Cofferati, il quale – dopo aver riconfermato la sua candidatura a sindaco di Bologna appena quattro mesi fa – oggi manda a dire alla Sinistra di non essere più disponibile!!! (QN, oggi)
    Alé Gelmini! Sei in ottima compagnia ! ;)

  34. Talita
    9/10 2008

    Nooo, non riformiamo la sQuola! Va benissimo così com’è…
    Prescindendo dal profitto (davvero da lasciar perdere!), godiamoci questi due quadretti alquanto simbolici.
    ______________
    1) Lunedì pomeriggio, lezione di matematica in una scuola elementare di Milano. C’è un po’ di confusione in prima. La maestra, una giovane precaria arrivata in quell’istituto da meno di un mese, non riesce a gestire la classe. Perde il controllo, urla e insulta gli alunni. ‘Asini’, ‘bestie’, grida. Trascende. ‘Stronzi’, dice. Poi, a fine lezione, davanti a genitori e piccoli, si rivolge alla mamma adottiva di un bimbo di colore: “Signora, lo riporti nella giungla”. (QN, 3 ottobre 2008 )
    *******
    Se le cose si sono svolte proprio così, questa qui è razzista o imbecille? La seconda che ho detto! E chi ha stabilito che la scriteriata sia capace di insegnare? E che cosa ha fatto la preside mooolto scandalizzata? Ha sospeso la precaria? Nooo! Le ha consigliato di mettersi in malattia!!!
    ______________
    2) Ha dato un pugno in faccia al professore di disegno, che lo aveva rimproverato perché era uscito dalla classe durante la lezione, con il pretesto di andare al bagno, senza chiedere il permesso. Protagonista della vicenda è stato un 14enne che frequenta una scuola media di Novara. Il ragazzo, di origine sudamericana, è stato allontanato da scuola dal preside e denunciato alla polizia. (…)
    Il professore ha rimproverato lo studente che, per tutta risposta, ha replicato: “Faccio come mi pare”. Poi, subito dopo, gli ha rifilato “un dritto” allo zigomo sinistro. (…) Il professore si è fatto medicare in ospedale. “Un Ko”, ha commentato il docente, “che ha annullato 37 anni della mia vita di insegnante. Lo zigomo mi duole, ma la ferita che ora mi porto dentro è molto più profonda. È un ragazzo che avevo anche aiutato nei momenti più difficili”. (Libero, 6 ottobre 2008)
    *******
    Ancora i relativi video non sono finiti su You Tube, ma diamo tempo al tempo!

  35. Talita
    14/10 2008

    Udite, udite! Ieri, all’Università Statale e in due istituti superiori di Milano è stata introdotta una materia in più!
    Ottimo, dirà l’intellighenzia: maggiore offerta formativa… Se non che la materia nuova si chiama “lezione di corteo” e insegna appunto a sfilare efficacemente in corteo.
    In pratica gli studenti, anziché stare in classe e apprendere, hanno sfilato per oltre un’ora lungo i corridoi dei loro istituti, facendo le “prove” con cori, striscioni e slogan!!! Si sono dunque preparati per venerdì prossimo, quando si svolgerà l’ineffabile manifestazione – veramente “spontanea” – contro la Gelmini e la sua riforma della scuola.
    Naturalmente presidi e professori non se sanno niente: loro non c’erano e, se c’erano, dormivano. Capito, Brunetta???
    D’altra parte, questi splendidi umoristi in corteo ormai definiscono la Gelmini con il nomignolo “Gelminator”, dal distruttivo Terminator…
    Ok, imitando l’irraggiungibile facezia, potremo senz’altro ribattezzarli RINCRETINATOR, alias braccia rubate all’agricoltura.

  36. Talita
    14/10 2008

    Errata corrige
    Ovviamente: non ne sanno niente

  37. Talita
    15/10 2008

    Il vero Zelig è l’attuale opposizione “de sinistra”!
    Dunque la Lega ha presentato in Parlamento una mozione per istituire classi “d’ingresso” alla scuola per gli immigrati. Che significa ciò?
    Che gli immigrati, i quali parlano una lingua-madre diversa dall’italiano, devono essere aiutati a mettersi alla pari con gli altri. Fine sacrosanto, ma ecco le comiche dichiarazioni che ne sono scaturite:
    - Veltroni: «Mozione intollerabile»
    - Fassino: «Un errore gravissimo»
    - Zazzera dell’Idv: è umiliante. (La Stampa, oggi)
    Buona la terza! Non vorremo mica che i bambini immigrati imparino il congiuntivo, che non ha patria nell’Idv!!!
    E poi, scusate, che fine farebbero i cosiddetti “insegnanti di sostegno” ? Quelli che, se va bene, non possono fare altro che portare a spasso i bambini per i corridoi…
    E che fine farebbero i vari corsi per stranieri, che non sono nemmeno la classica goccia nel mare, ma che distribuiscono tanti bei soldini a molti cari kompagnucci?

  38. Talita
    26/10 2008

    Senza commento, perché non esistono parole!
    _____________
    Bimbi di quinta elementare costretti alla recita anti-Stella
    C’è la filastrocca: “Un, due, tre, Stella. Anzi, meglio Mariastella. E se questo è un bel gioco il suo ci piace poco”. Poi c’è un bimbo che fa la parte di Berlusconi, e dice alla bimba-Gelmini: “Mi consenta, cara ragazza, lei è giovane, creativa, si vede che vuole rinnovare. Ma i tagli di classe che vuole il ministro dell’Economia sono altri. Anche se l’idea dei grembiuli modello classic school o yuppie per le scuole più trendy mi piace. Dunque, cara ragazza, lei deve tagliare posti di lavoro, eliminare classi, scuole”. E la bimba-Gelmini risponde: “E che ci vuole? Si fa in un attimo. Bastava essere più chiari”. Hanno il naso da pinocchio e le forbici in mano.
    È la recita che vogliono mettere in scena gli insegnanti della VB della scuola Tittoni di Bracciano (Roma) con l’ausilio degli alunni della VB. Il copione ora è finito sul tavolo dei carabinieri per iniziativa dei consiglieri comunali del Pdl Armando Tondinelli, Graziella Bernardini, Patrizia Riccioni e Luigi Chirico, che vogliono che si verifichi se “nei contenuti del copione siano ravvisabili illeciti penali”.
    La scenografia dello spettacolo prevede un cartellone con la scritta “Scusate il disturbo arrecatovi ma stiamo lavorando per voi”. Lo spettacolino si chiude con la filastrocca: “Un, due, tre, Stella. Anzi, meglio Mariastella. E se questo è un bel gioco il suo ci piace poco. Col Brunetta e il Tremonti si saranno fatti i conti. Poi d’estate in gran segreto t’han sfornato ‘sto decreto. Ma a noialtri della scuola non ci piace questa sola. Giù le mani dalla scuola”.
    Secondo i consiglieri che hanno denunciato il fatto, a tutti bambini che frequentano l’istituto è stato consegnato dalle insegnanti anche un volantino indirizzato ai genitori, contenente l’invito a partecipare al corteo che si svolgerà lunedì prossimo a Bracciano contro il decreto Gelmini.
    Se questa è scuola…. (Libero, 25 ottobre 2008)
    _____________
    Anzi, una riflessione: il cartello e il testo della magnifica “recita” mostrano più di un errore grammaticale…
    Mi chiedo che cosa insegnino quei bravi maestri NON unici.

  39. Talita
    26/10 2008

    Wow, che prrrotesta!
    _______________
    Non si placa, neppure di domenica, l’onda di protesta di studenti e universitari contro la riforma Gelmini. (…)
    LEZIONI PER BAMBINI A LA SAPIENZA
    Addizioni, sottrazioni, il principio dei vasi comunicanti e la spiegazione, illustrata da un docente di Fisica nucleare, sul funzionamento del giroscopio: e ad ascoltare, sui prati della Sapienza, un drappello di bambini, invitati dagli universitari che da giorni occupano le facoltà hanno organizzato esercitazioni di fisica e matematica per bambini. (QN, oggi)
    _______________
    Non ho capito bene che cosa significhi questa storia: i maestri non unici NON sono capaci di insegnare agli alunni i primi rudimenti dell’aritmetica e della fisica?
    Se così fosse, occorrerebbe rimandarli a scuola.

  40. Talita
    28/10 2008

    Continuano le comiche…
    ___________
    In mattinata (…)due studenti e un genitore, vestiti da Re Magi, si sono recati al ministero dell’Istruzione per consegnare (“Maria Stella cometa Gelmini non c’era”, dicono i promotori) le 15mila lettere di protesta, raccolte a Roma, contro la riforma della scuola voluta dal governo Berlusconi. Gli organizzatori, cioè il coordinamento di base insegnanti-genitori, avrebbero voluto che i tre Re Magi arrivassero al ministero a dorso di cammello ma – fanno sapere – mancava il permesso per il trasporto degli animali. (Il Tempo, oggi)
    ___________
    Immagino la qualità dei 15.000 (cifra veltroniana, beninteso!) mittenti delle letterine di Natale!
    Ci sarebbe da ridere, se non ci fosse da piangere.

  41. Talita
    29/10 2008

    Via libera definitivo dall’aula del Senato al dl Gelmini che diventa legge. Il decreto è stato approvato dall’aula con 162 voti a favore, 134 contrari e 3 astenuti.
    Subito dopo il via libera del Senato al Dl Gelmini i senatori del Pd e dell’Italia dei valori sono scesi in piazza con gli studenti, che da ieri manifestano sotto palazzo Madama, contro il provvedimento del Governo. In testa al gruppo dei senatori c’è la capogruppo del Partito democratico Anna Finocchiaro che, dopo aver letto in aula una lettera di alcuni studenti che aderiscono alla protesta, si intrattiene a parlare con alcuni di loro.
    Una delegazione di tre senatori dell’Italia dei valori ha alzando un cartello con su scritto «Passa la Gelmini: referendum», annunciando che avvieranno una raccolta di firme per un referendum contro il decreto. Intanto gli studenti alla notizia del via libera definitivo al decreto gridano «continuiamo nelle scuole e nelle università». (Il Tempo, oggi)
    ___________________
    Sai che novità! La cosiddetta opposizione ormai esiste solo per mentire e sobillare, mentre l’Idv ormai promuove referendum anche sulla grammatura della carta igienica da usare nei bagni del Parlamento.
    Bravo Governo! Brava Gelmini! Occorre continuare a governare, restando indifferenti alle reazioni spastiche di una MINORANZA che diventa sempre più sparuta.

  42. Talita
    29/10 2008

    Sentite questa.
    A Ravenna, siccome i bambini fanno un chiasso insopportabile durante la “ricreazione” a scuola, il Comune ha deciso di dotare le maestre di tappi antirumore!!! (ANSA, oggi)
    Capito? Non si insegna ai bambini a non urlare. Si tappano le orecchie alle maestre!!!
    Come dire: piccoli bulli crescono. Sordastri, ovviamente.

  43. Talita
    8/11 2008

    Boh!
    _____________
    Il varo di norme ‘anti maestro unico’ e’ stato annunciato dal presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, a Castel Volturno. Intervenendo agli Stati regionali della Scuola del Sud, Vendola ha proposto di redarre assieme ad altre regioni una normativa che impedisca questo tipo di restringimento e regressione. Un’iniziativa che andra’ avanti insieme con il ricorso alla Corte Costituzionale, che diverse Regioni stanno gia’ preparando. (ANSA, oggi)
    _____________
    Nichi è continuamente sul “banco degli imputati”: l’anno scorso l’Ilva di Taranto stracciò gli accordi con la Regione (non potendo evidentemente stracciare lui); la Sanità nella Regione ha ormai accumulato un deficit finanziario di 150 milioni di euro; a settembre scorso, il suo capo Ferrero l’ha accusato di falsità sulla “Stampa”, “L’Unità” e “il Manifesto” (non so se anche su “Topolino”)…
    E Nichi che fa? Considera prioritario il maestro unico?!?