Pubblicato in Archivio
11/07 2008

Ma l’Europa ci conviene?

Europa
La mia riflessione nasce dalla non condivisione di alcuni punti che brevemente vi sottopongo.
Analizziamo alcune materie di competenza europea:
Agricoltura: l’Europa ci impone i quantitativi di produzione. Vi ricordate le quote latte? quanto latte fu buttato? e che ne dite delle quote agrumi? sapete quante tonnellate di agrumi qui in Sicilia dobbiamo mandare al macero? Tutto questo perchè l’Europa ci impone di importarle da Spagna e Francia o dalla Grecia. Potremmo inondare di arance tutta l’Italia facendo guadagnare gli italiani piuttosto che gli spagnoli. Aggiungete che il livello qualitativo dei nostri prodotti non ha eguali al mondo.
Economia: una sola parola l’EURO!!! Ma la premiata ditta Ciampi-Prodi (all’epoca superministro del Tesoro e Presidente del Consiglio) ci hanno chiesto forse se volevamo entrare nell’euro? E perchè mai l’Inghilterra, nota patriadi economisti, non ci è voluta entrare manco per niente?? e perchè in Danimarca nota Nazione florida il referendum ha bocciato la moneta unica? Ci hanno forse spiegato a cosa andavamo incontro? E perchè Prodi e Ciampi hanno calato le breghe davanti ad Helmut Kholl ed hanno consentito un tasso di cambio da suicidio?? Perchè, infine, dobbiamo sottostare ai diktat della BCE quando la nostra Banca d’Itali bene o male aveva consentito e garantito uno sviluppo costante della Nazione?
Sicurezza:l’ultima perla in ordine di tempo è quella sui Rom. Mi spiegate perchè quando c’è da pattugliare i migliaia di kilometri di coste italiane, che rappresentano anche i confini geografici dell’Europa, sono cavoli nostri e quando invece un Ministro con le palle dice di voler prendere le impronte a chi fa del furto (quando non peggio) la propria ragione di vita sono cavoli dell’Europa? Invito calorosamente Maroni ad andare avanti e se possibile rilevare anche il DNA di tutti i Rom d’Italia in modo da poter fare un censimento e sapere dove sono e che fanno. Infondo alla visita militare io ho lasciato le mie impronte e non ho aperto bocca. Per me va bene cosi. Lo Stato sa cosa faccio, dove vivo, quanto guadagno e pure a che ora mi lavo i denti. Credo sia sacrosanto che lo sappia anche di chi non è italiano e non paga le tasse.
Sono solo alcune riflessioni sotto forma di domanda che sottopongo alla vostra attenzione.

 

COMMENTI

  1. 11/07 2008

    ..perchè la nostra moneta era talmente debole che un’esclusione dall’Europa avrebbe voluto dire una crisi economica certa.

    Non c’era la BCE ma c’era la svalutazione costante della lira per far quadrari i conti di bilancio. Il denaro non valeva più niente e ci guadagnavano solo gli industriali.

    Un conto è l’Europa, un conto sono i soliti furbastri di casa Italia che hanno fatto e continuano a fare una grossa speculazione sul cambio e sui prezzi, senza alcun controllo dal governo Berlusconi di quel tempo e dei governi a seguire.

    Ci conviene stare zitti.
    L’Europa ci salvi da sti 4 bigotti di casa Italia (vedi bocciatura impronte rom).

  2. Marcus
    11/07 2008

    Condivido i concetti riguardanti le quote latte e le quote agrumi.
    Condivido anche il tasso di cambio da suicidio. Lì ci siamo dati realmente la zappa sui piedi.
    Non possiamo però ignorare quello che scrive TheBig. Forse abbiamo dimenticato quel periodo, ma realmente la lira a momenti la scambiavano con le noccioline.
    Quello che non ha funzionato e tuttora non funziona, sono i controlli sulle speculazioni, e i controlli sulla interminabile filiera che alla fine ci porta a spendere quello che spendiamo per fare la spesa.
    E’ questo l’assurdo, non l’essere in Europa.
    E’ assurdo il pomodoro coltivato in sicilia, percorra tutta l’italia per poi approdare nello scaffale del negozio di frutta e verdura di palermo.
    E’ assurdo vedere quello che succede per adesso con i saldi, quando alcuni commercianti pezzenti pompano i prezzi per poi far finta di scontarli.
    E ancora più assurdo è vedere un susseguirsi di governi che ignorano il problema.
    Ecco cosa è assurdo caro Michele.
    Quanto alle impronte ai Rom, ho già esposto il mio pensiero nel post precedente.
    I campi Rom vanno messi “In Sicurezza” senza ombra di dubbio, ma è inammissibile che vengano “Schedati” loro quando i nostri delinquenti “caserecci” fanno quello che vogliono.
    Ma soprattutto è inammissibile che si possa pensare di fare tutto questo tagliando i fondi alle forze dell’ordine.

  3. 11/07 2008

    Esatto Marcus.
    Certo, la perfezione non esiste e per alcuni aspetti storco il naso anch’io ma…

    Oggi quanto avremmo pagato un barile di petrolio se avessimo avuto ancora la LIRA???

  4. Michele
    11/07 2008

    la soluzione sarebbe stata semplicissima.
    Non dovevamo entrare in aerea euro esattamente come gli inglesi e come quei Paesi con la moneta deprezzata.
    Per quanto riguarda il barile di petrolio invito tutti ad aprire gli occhi.
    Il barile lo paghiamo in dollari, quant’è lo scambio euro/dollaro? Il per comprare un euro ci vogliono circa 1,60 dollari. Ergo l’euro vale circa il 60% in più. Significa che noi sborsiamo effettivamente un’ottantina di euro per barile. Praticamente la nostra benzina, i nostri trasporti, il nostro tutto lo paghiamo molto molto molto di più di quanto in realtà dovremmo.
    Ecco l’inefficacia dei governi via via succedutisi.
    Prodi-D’Alema-Amato-Ciampi-Prodi e poi Tremonti (fino ad ora) non hanno saputo riparare ai danni fatti da quella sciagurata scelta

  5. Talita
    11/07 2008

    Michele, l’Europa non ci conviene sotto molti aspetti, eccetto che per la stabilità della moneta. Io non accuserei l’euro in sé, ma le speculazioni che ne sono seguite tra l’indifferenza di tutti: Centro-destra e Centro-sinistra. Ciò ha portato al fatto che – arrotondando – in Italia l’euro non vale effettivamente 2000 vecchie lire, bensì mille. La tragedia del nostro potere d’acquisto è tutta qui.
    E poi, Michele, a te sembra che l’Europa esista veramente? Io ne dubito. Le istituzioni europee sono un refugium peccatorum, una distribuzione di cadreghe a destra e a manca, almeno per quanto riguarda l’Italia: per lo più non ci vanno le persone giuste, ma ci va gente che non si vergogna di rivalersi dei propri fallimenti infangando il proprio Paese.
    Specialmente i verdi stinti, gli arcobaleni ad angolo acuto e i sinistrorsi ostracizzati in Patria non fanno la voce grossa come gli altri Paesi, se ne fregano del nostro latte e delle nostre arance, se ne strafregano del problema dei Rom: fingono di ignorare che l’Italia è l’UNICO Paese europeo il cui territorio sia insozzato dai cosiddetti “campi nomadi” (che nomadi non sono) e sono amici degli zingari solo a parole, perché non considerano affatto l’orrendo destino riservato ai bambini: quei bambini che loro dicono di amare tanto. Ma per piacere! A parte il fatto che il Parlamento europeo evidentemente non ha altro da fare che cianciare su ciò che non gli compete, giacché l’istituzione di riferimento è la Commissione europea.

  6. Talita
    11/07 2008

    E, già che ci siamo, i prossimi eletti al Parlamento europeo comincino a PRETENDERE che pattugliamenti, assistenza e rimpatrio dei clandestini siano un problema dell’Europa, non singolarmente dell’Italia, della Spagna o della Francia.
    Piantiamola con lo slogan “il ventre molle dell’Europa”: mettiamogli un busto contenitivo e che lo paghino tutti.

  7. Marcus
    12/07 2008

    Michele, credo che tu abbia detto una castroneria.
    Se l’euro è più forte del dollaro, noi, pagando in euro, paghiamo meno…
    Il prezzo del barile, è schizzato per due motivi:
    1- La speculazione dei bastardi petrolieri;
    2- Per una basilare legge di mercato che dice che all’aumentare della domanda si alza il prezzo.

    Un pò quello che è successo col gasolio (feccia della distillazione del petrolio) che a causa dell’impennata delle auto diesel ci porta a pagare un litro di gasolio allo stesso prezzo della benzina.
    Adesso c’è stata l’inversione di tendenza e si rivendono auto a benzina e gpl.

  8. M.Sparpagliato
    12/07 2008

    Michele,scusami,ma che dici?Scherzi?Mi vengono i brividi a pensare quello che sarebbe successo…mi sembra incredibile che un giovane preparato in diritto ed(ne sono certo)economia possa dire certe cose.Ma lo sai come sono combinati gli inglesi con il reale potere d’acquisto a casa loro?Ma lo sai
    che all’estero,area Euro,la loro sterlinetta diventa un Euro?Scusami,ma io per professione.studio e cento altri motivi conosco benissimo la Gran Bretagna e la sua economia,pregi e difetti.Comunque noi,senza Europa,siamo Zimbawe,nè più nè meno.
    Con l’impennata del petrolio(ricordati di Venezuela e Iran,per esempio)noi,senza Euro,saremmo all’Inferno.

  9. Talita
    12/07 2008

    Bocciatura impronte Rom??? Che impressione!
    Il Parlamento europeo può solo CONSIGLIARE di non prenderle: un piccolo premio a chi indovina che cosa se ne fa il nostro Ministero degli Interni dei consigli del Parlamento europeo.

  10. Talita
    12/07 2008

    Michele, è evidente che – siccome il petrolio si paga in dollari – i Paesi della zona dell’euro (tra cui l’Italia) pagano il petrolio meno di quelli che usano il dollaro.
    È altresì evidente che anche nel settore del petrolio spadroneggi una potente casta di speculatori, contro i quali non credo si possa fare molto.
    L’unica alternativa mi sembra quella di diminuire la richiesta di petrolio, passando a spron battuto al nucleare. E senza farsi condizionare dallo slogan verdastro delle cosiddette energie rinnovabili (a parte l’energia idroelettrica), che sarebbero la classica goccia nell’oceano.

  11. Michele
    12/07 2008

    @marcus: se il barile lo compriamo in dollari è evidente che essendo l’euro più forte del dollare, noi il barile lo dovremmo pagare molto meno degli americani con conseguenti riflessi sulla nostra economia

  12. Talita
    12/07 2008

    E poi, Michele, perché ti lamenti dell’Europa per quanto riguarda l’agricoltura? Perdirindina, l’Unione europea lavora, eccome, per lo specifico settore! L’Unione adora la cosiddetta “armonizzazione”, cioè coordinare le politiche nazionali e le norme del libero scambio di prodotti e servizi.
    Ecco alcuni argomenti sui quali i burocrati UE hanno dibattuto con molta serietà a Strasburgo e Bruxelles:
    - direttive sul raggio di curvatura dei cetrioli;
    - direttive sul raggio di curvatura dei pomodori;
    - direttive sulle caratteristiche dell’asparago perfetto
    e altre numerose direttive simili sulle carote, sulle banane e sui “lupini dolci” (opposte correnti di pensiero hanno lottato a lungo sulla liceità di affiancarli ai lupini tradizionalmente amari).
    Nella fattispecie e per esempio, nei mazzi di asparagi, la differenza tra il più grosso e il più piccolo non deve superare gli 8 millimetri e il taglio di base deve essere il più perpendicolare possibile all’asse longitudinale, mentre la massima curvatura del cetriolo di prima classe può essere di 20 millimetri ogni dieci centimetri di lunghezza. Questo sì che si chiama parlar chiaro!!! Non risulta però che l’UE abbia già approntato corsi di matematica, geometria e trigonometria per i contadini.
    Ovviamente Francia, Spagna e Ungheria hanno immediatamente spernacchiato le direttive su cetrioli e verdure varie. L’Italia no! L’Italia è estasiata dalle direttive europee e sembra che i verdi stinti abbiano perfino pianto di commozione al solo pensiero del “Cetriolo perfetto” e dell’”Asparago ineguagliabile”… eh…eh…eh…
    Non meraviglia, dunque, che non appena gli europei possono votare su qualche cosa di europeo, dicano no: magari mangiando cetrioli non politically correct!

  13. Marcus
    12/07 2008

    Michele, ma se un barile di petrolio costa 140 $ e noi al cambio in euro lo paghiamo circa 85 €, vuol dire che noi lo paghiamo già molto meno degli americani.
    Quello che devi dire, invece, è che gli speculatori petrolieri ne approfittano perchè, dato che un dollaro non vale nulla, loro tendono ad alzarne la quotazione.
    Poi ci metti che la richiesta di petrolio è incredibilmente alta, e quello che ne viene fuori è che i petrolieri ci tengono sotto scacco.
    Il barile lo possono portare anche a 200 $ e noi continueremmo a pagare e sorridere.
    Una volta tanto, concordo con Talita sul nucleare.
    Il problema è che in Italia, tornare al nucleare richiederà ben più dei 5 anni previsti dall’attuale governo…

  14. M.Sparpagliato
    12/07 2008

    Mi trovo d’accordo con Talluccia sul nucleare,anche se un poco di paura la fa sempre.Vedi scorie,centrale francese e centrale slovena.Mi trovo anche d’accordo con Tallicchia su cetrioli ed asparagi europei e sulle strambe misurazioni comunitarie.Mi trovo ovviamente,poi,d’accordo(con Tallissa)su dollaro-euro e barili di petrolio.Ricordo a Michele che sotto il controllo della Banca d’Italia noi avevamo(forse abbiamo tuttora)il più grande debito pubblico del Mondo.Ma lui,ai tempi,era solo un bimbo.

  15. M.Sparpagliato
    12/07 2008

    E poi,volendo,visto il livello che abbiamo raggiunto ed il ludibrio totale che ci circonda,potremmo uscire dall’Unione Europea,ed entrare in qualche comunità più consona al nostro status.Oppure emigrare tutti su Plutone,a rinfrescarci le idee.

  16. Talita
    12/07 2008

    Marcus, su che cosa basi la tua convinzione che in Italia occorreranno più di 5 anni per tornare al nucleare? Basta agire e ignorare le chiacchiere.
    Tu sai, per esempio, che in Italia esiste la centrale nucleare di Trino Vercellese, ancora accesa? Ciò perché, quando si accende un reattore nucleare, le relative reazioni si arrestano solo quando si esaurisce il combustibile nucleare (e dunque in un periodo da 40 a 60 anni). Tale centrale potrebbe dunque essere utilizzata per produrre energia, con un tempo di riavvio stimato in soli 2 anni.

  17. Talita
    12/07 2008

    Sgangherato, non perdere tempo! Non limitarti ai progetti: passa tu a una comunità più consona al tuo stato. Per esempio, quella delle Anser anser (alias oche) sarebbe il non plus ultra.
    Ed emigra tu su Plutone: anzi cercati un altro Sistema solare, mooolto più lontano dal nostro.

  18. Talita
    12/07 2008

    In quanto alle scorie nucleari, perché parlare a vanvera, quando ci si può facilmente informare sull’argomento?
    Il laboratorio sotterraneo di ricerca situato a Mol (Belgio), per esempio, è specializzato nello studio dello smaltimento di residui nucleari in discariche sotterranee dedicate di terreno argilloso: si chiama, infatti, EURIDICE (European Underground Research Infrastructure for Disposal of nuclear waste In Clay Environment, Laboratorio sotterraneo europeo per l’eliminazione di rifiuti nucleari in ambiente argilloso) e già da tempo sperimenta trattamenti sicuri, stabilizzando i residui in contenitori ermetici collocati in profondità.

  19. sergio
    12/07 2008

    ecco l’utilità di un blog.
    Grazie Talita e grazie Michele

  20. Marcus
    12/07 2008

    Talita, io dubito che possano essere riavviati gli impianti che avevamo in casa.
    Trino Vercellese, esattamente come Caorso, dovrebbe essere già in avanzato stato di smantellamento.
    Per smantellamento intendo che sono già state smontate turbine e alternatori.
    Sono rimasti solo reattore, combustibile e naturalmente le scorie.
    Questi penso proprio che non verranno mai smantellati per vari motivi, tra cui i costi.
    Da più parti è stato dichiarato antieconomico il riavvio di queste centrali.
    Purtroppo, a suo tempo, è stata fatta questa scelta scellerata e adesso ne piangiamo le conseguenze.
    I nostri impianti, anche se fermi, ci costano un botto e noi possiamo solo pagare e sorridere.
    Quello che si dovrebbe fare, sarebbe di investire nel “nuovo nucleare”, ma i tempi non sembrano così brevi.
    Quindi, o investiamo nel nucleare attuale, ritrovandoci poi una struttura obsoleta, oppure non ci resta che aspettare.
    Scelta difficile, ma è così.

  21. Marcus
    12/07 2008

    Poi ci sarebbe il problemone della scelta dei siti…
    In italia non vogliamo un termovalorizzatore, figuriamoci una centrale nucleare.
    Purtroppo il nucleare fa sempre paura, e la gente non capisce che in ogni caso, le centrali le abbiamo alle porte e che un eventuale fuga radioattiva, ci investirebbe ugualmente in pieno.

  22. M.Sparpagliato
    12/07 2008

    Talita,sexissima,è l’onniscienza completa.Ne sa più di tutti su tutto.Essendo lei Zelig,oltre che giurista ed economista e grecista e latinista e tuttologa,è pure scienziata nucleare,superinformata su scorie,sicurezza,funzionalità,efficienza,addirittura sulla tempistica per la rimessa in funzione delle centrali italiane.Qui,da noi,verrebbe da dire…Mizzica quante cose che sa!Più degli scienziati,più del Csm,più di chiunque altro sul globo terracqueo.Prevedo che la nostra Nuclear-girl possa andare a vivere nei pressi di una Centrale ed acquisire Super Poteri,traformandosi nella bellissima Supergirl,la cugina di Superman oppure in Wonder Woman.Comunque io sono favorevole alle centrali atomiche,anche a quelle iraniane.

  23. Talita
    12/07 2008

    Sbrindellato, capisco che – dal baratro del vuoto pneumatico del tuo pseudo-cervellino e della tua ignoranza abissale – tu possa meravigliarti che esistano persone che s’informano e che non parlano solo perché hanno la lingua in bocca!
    Come già detto, tu sei un tafano che non sa neppure ronzare.
    Vorresti essere provocatorio e invece sei solo un pagliaccio, ma di quelli tristissimi.
    Vorresti essere spiritoso e non riusciresti a far ridere neppure i polli, che pure sono tuoi parenti stretti.
    Vorresti appigliarti agli argomenti altrui e nemmeno capisci ciò che si scrive.
    Sconclusionato, non sono io a sapere molto: sei tu che non sai un fico secco! E, particolare ancora peggiore, non sai di non sapere. Uhm… e sospetto anche che tu ti ritenga una persona normale!
    Sbrindellato, se fossi cattolica come te, proverei una profonda pietà per la tua miserevole situazione: sembri un grosso verme infilzato in un amo, che si contorca inutilmente.
    Scombussolato, io non immagino quale sia la tua età anagrafica, ma so per certo che ogni nanosecondo della tua vita è stato sprecato inutilmente.

  24. Talita
    12/07 2008

    Marcus, ti è sembrato che io abbia detto di non investire nel nucleare? Anzi, ho detto di far presto e di ignorare le chiacchiere. In realtà ti avevo chiesto: su che cosa basi la tua convinzione che in Italia occorreranno più di 5 anni per tornare al nucleare? Non ho visto la tua risposta.
    E poi ho AGGIUNTO la centrale di Trino Vercellese. Il fatto che sia stata parzialmente smantellata rientra nella stima di un tempo di riavvio pari a 2 anni. Disporre di una vecchia struttura – in previsione dell’avvio di una nuova – è meglio che niente, visti i costi energetici del nostro Paese.
    E passiamo al problemone: tu non puoi dire “in Italia non vogliamo un termovalorizzatore”, perché nel Nord i termovalorizzatori pullulano e attualmente stanno bruciando anche la monnezza di Napoli.
    Dovresti dire: gli ignoranti non vogliono i termovalorizzatori, proprio perché ignorano di che cosa si tratti in realtà. Lo stesso discorso vale per le centrali nucleari. E qui torniamo alla necessità di un Governo che decida, prescindendo dalle chiacchiere, dai cortei, dai girotondi e dalle lenzuolate.

  25. Marcus
    13/07 2008

    Sull’ignoranza concordo.
    Se chiedi a un campione di 100 persone il perchè sono contro il nucleare, il 70% ti risponde “Perchè Inquinano”…
    Molta gente ignora che dalle torri di raffreddamento delle centrali nucleari fuoriesce vapore acqueo.
    Semmai il problema sono le scorie che hanno bisogno di siti di stoccaggi idonei.
    Tornando ai 5 anni, siamo qui, e chi vivrà vedrà.
    Secondo me è passato troppo tempo per parlare semplicemente di ritorno al nucleare.
    Io non sono un esperto nucleare, e ritengo nemmeno tu, mi sono documentato e mi sono fatto una mia opinione.
    Tra l’altro mi sembra quantomeno assurdo che dopo aver mandato al macero delle centrali, adesso pensiamo di riaccenderle con investimenti allucinanti.
    Riaccendere una centrale non significa solo girare un interruttore.
    Io sono del parere che la nostra occasione l’abbiamo buttata a mare nel 1987.
    Avevamo in casa tutto, strutture e cervelli.
    Adesso non abbiamo nulla di tutto ciò, e le strutture che sono ancora in piedi, risentono chiaramente degli anni che sono trascorsi.
    Le abbiamo spente per la paura del nucleare, e adesso dovremmo riaccendere una struttura con standard di sicurezza vecchi di oltre 20 anni?
    Talita, eravamo candidati a seconda potenza mondiale nucleare, adesso dovremmo ripartire da zero.
    Boh, la vedo dura anche a causa della velocità da pachiderma con la quale si muove il nostro paese.
    Secondo me, anche se qualcuno impazzisse e decidesse di riattrezzare le nostre centrali, 2 anni sono moooolto ottimistici.
    Tra l’altro, mi sono informato, ed attualmente è anche complicato trovare il combustibile idoneo per le nostre centrali.
    Non impossibile, ma complicato (che significa anche costoso).
    Quello che avevamo, lo abbiamo a suo tempo venduto (o forse svenduto).
    Non mi ricordo in quale centrale, credo proprio a Trino, sono state addirittura rimosse le barre di uranio dalle vasche…
    Termino dicendo che concordo con te sul fatto che ci vuole un governo che decida.
    Che decida però su cose importanti e fondamentali per riaccendere il motore del paese.
    Sono fondamentali per il paese il potere d’acquisto dei salari, l’economia del paese, la sicurezza del paese e il problema energetico.
    Il processo Mills, non è fondamentale per il paese.
    Fino ad oggi, si è parlato solo di questo e della monnezza di napoli.

  26. Talita
    13/07 2008

    Marcus, ci sono i catastrofisti (non facciamo nomi: i verdi stinti e, per esempio, Al Gore-il-Nobel-pupazzo) e ci sono quelli che cercano di ragionare sui fatti.
    Non mi piace il concetto di aver perduto un treno e quindi rinunciare per sempre a viaggiare. Mi piace, invece, la volontà di recuperare il tempo perduto. Mi piace soprattutto il METODO: ogni azione, ogni decisione ha bisogno di un metodo appropriato e ciascuno di noi deve elaborare un proprio metodo basato sulla razionalità e sulla conoscenza. Tanto più un Paese ha bisogno di un metodo e non di chiacchiere fumose che cerchino di portare acqua al mulino destro o a quello sinistro.
    Alcuni dei nostri politici, invece, sembrano credere che “opposizione” significhi dire no: a tutto!
    Per quanto riguarda il nucleare, non stiamo parlando di un argomento esoterico: molti altri Paesi lo utilizzano ormai da tempo e nostri ottimi tecnici lavorano dunque in altri Paesi. Non ci manca quindi il know-how: ci manca il pudore di smetterla di cianciare. Tutto si può risolvere con l’impegno e la buona volontà, e soprattutto pensando al tornaconto del Paese e non al proprio minuscolo giardinetto.
    Detto ciò, io non sono certamente esperta del settore nucleare, ma sono esperta di razionalità. Se due più due fa quattro – per esempio, in Francia – non può far cinque in Italia. Mi interessano poco anche le previsioni (ottimistiche o pessimistiche) degli esperti, in quanto tutti hanno il proprio tornaconto per prevedere in un modo o in un altro. Il problema sta proprio nel prefisso “pre-“: viene prima della realtà e dunque è ininfluente. Mi interessano l’azione, la sperimentazione e la realizzazione: la realtà, appunto! E, come si dice, chi ben comincia è alla metà dell’opra…
    Passando al Governo in carica, tu dici che finora si è parlato di argomenti che non interessano il Paese. Dissento fortemente, cominciando dalla “monnezza” di Napoli. Argomento di poco conto? Non scherziamo! Per esempio, sai che a febbraio scorso in Germania molti negozi di alimentari esponevano cartelli “Qui NON si vendono mozzarelle italiane”? Italiane, non napoletane o campane. Hai un’idea dei danni causati al turismo? Hai un’idea della diossina prodotta dagli incendi della spazzatura per le strade? Hai un’idea delle epidemie che potrebbero derivare dalla combinazione di alte temperature e spazzatura? Hai un’idea dei costi giornalieri per il trasferimento della monnezza in Germania? E tutto ciò non è economia?
    Il problema della Giustizia non è importante per il Paese? Non mi sembra proprio, se pochi magistrati vorrebbero interferire, ostacolando e sovvertendo il Governo eletto democraticamente, e lo stanno facendo da oltre 15 anni.
    Il Governo ha solo cianciato di quisquilie? No-no-no! In tre mesi ha fatto MOLTISSIMO: basta essere obiettivi e riconoscerlo. Certo, il Governo non usa bacchette magiche e non può risolvere problemi annosi pronunciando una volta al giorno il suo “abracadabra”.
    In questo momento occorrono la collaborazione e la pazienza di tutti: chi non intende collaborare o, peggio, intende ostacolare, magari usando mefitiche “Sagre della porchetta”, deve essere estromesso da qualsiasi dialogo, in quanto parlare con i sordi non è mai produttivo.
    Scusami se mi sono dilungata troppo.

  27. Marcus
    13/07 2008

    Sulla monnezza, hai frainteso.
    Non ho detto che la monnezza non è un problema primario.
    Ho detto che in questi mesi si è parlato solo del processo mills e della monnezza.
    Il primo è un problema di Berlusconi che si vuole trasformare in un problema nazionale, il secondo invece è un problema serio del paese che, obiettivamente, il governo sta affrontando con più serietà rispetto ai governi precedenti.
    Se il presidente del consiglio, semplicemente si facesse processare, invece di cercare escamotage per evitare la sentenza, tutto sarebbe più semplice.
    Anche se tu ti ostini a definirmi “comunista”, io ritengo invece di non esserlo e di rispecchiarmi in molti dei progetti “per il paese” del vostro schieramento politico.
    Ti dirò di più, forse se il candidato premier non fosse stato Berlusconi, ma magari Fini, lo avrei anche votato.
    Invece, forse anche vigliaccamente, ho preferito andare al mare invece di votare “il meno peggio”.
    In definitiva, non sono “pro Veltroni”.
    Sono semplicemente coerente con me stesso e cosciente che il detto “Chi nasce tondo non muore quadrato”, corrisponde a verità.
    Berlusconi lo conosciamo politicamente dal 1994 ed è rimasto sempre lo stesso, con gli stessi guai giudiziari e con lo stesso conflitto di interessi.
    Nessuno ha la bacchetta magica, ma proprio per questo motivo, bastava non pubblicizzarla in campagna elettorale promettendo l’impossibile.
    In campagna elettorale, le parole d’ordine erano: salari e pressione fiscale, rifiuti, sicurezza, alitalia.
    Adesso scopriamo che:
    - per i salari ci dobbiamo far bastare quello che è stato fatto per staordinari e premi (per quei pochi che hanno la possibilità di goderne)
    - per la sicurezza si parla solo di Rom come se il problema fossero solo loro e, nel contempo, si prevedono tagli economici;
    - Di alitalia non si parla più da quando si è concesso il contestatissimo prestito ponte.
    Sul nucleare, in linea di massima, la penso come te.
    Occorre ritornare al nucleare quanto prima.
    Quanto prima però non significa ignorare i fondamentali parametri di sicurezza.
    Siamo fuori gioco dal 1987, la centrale di Trino Vercellese è nata tra il 1961 e il 1964 e tra varie criticità e conseguenti stop, produsse energia fino al 1987.
    Stiamo parlando quindi di una struttura con standard vecchi di 44 anni, ferma da 21 e in fase di smantellamento avanzato.
    In definitiva quindi, concordo con te sul discorso dei catastrofisti, concordo con te sul metodo, concordo con te sul fatto che non stiamo parlando di un argomento esoterico, poi però bisogna anche razionalizzare e rendersi conto che occorre fare un mucchio di cose.
    Innanzi tutto occorre fare un nuovo referendum preceduto da una degna campagna di informazione.
    Se lo facessimo oggi, con la disinformazione che c’è, il risultato sarebbe una riconferma del no del 1987.
    Poi occorrerebbe decidere se utilizzare le centrali esistenti o costruirne nuove.
    Se si scegliesse la strada del nuovo, occorrerebbe decidere se attendere in “nuovo nucleare” o l’attuale.
    Insomma 5 anni sono pochini dal mio punto di vista…

  28. Marcus
    13/07 2008

    Sempre sul discorso nucleare, e dato che il post di Michele parla di Europa, ritengo che il referendum dovrebbe essere a livello Europeo, e non a livello nazionale.
    In pratica o tutti o nessuno.
    E’ infatti assurdo che l’Italia dica no al nucleare quando le abbiamo dietro casa e ne importiamo l’energia prodotta.

  29. Talita
    13/07 2008

    Marcus, anche se la mia memoria è ottima, è ammissibile un mio vuoto di memoria temporaneo.
    Mi vuoi cortesemente favorire la documentazione sulla mia ostinazione a definirti comunista?
    Dopo parleremo del resto.

  30. Talita
    13/07 2008

    Marcus, quale referendum sul nucleare?
    Io non ritengo che sia necessario alcun referendum, né a livello europeo né a livello mondiale.
    La soluzione dei problemi energetici di un Paese non deve essere affidata a un referendum, ma a un Governo capace e lungimirante.

  31. Marcus
    13/07 2008

    Dai su….
    stiamo dialogando tranquillamente e senza turpiloqui, e questo non può che farmi piacere, però non puoi negare di aver etichettato come “comunisti, pelosi, membri del club saccarosio etc etc.” me e altri che la pensano come me…
    Se dobbiamo ricominciare con i dialoghi da ragazzini e a produrre “carta per cetrioli”, io abbandono subito il campo.

  32. Marcus
    13/07 2008

    Quanto al referendum, non si può semplicemente far finta che nel 1987, facendo la media dei 3 quesiti referendari, il 77,5% degli italiani abbia scelto di dire no al nucleare.
    Fu sbagliato il referendum del 1987 perchè la gente è stata fortemente condizionata dal disastro di chernobyl, ma ormai quel risultato c’è e non si può ignorare.

  33. Marcus
    13/07 2008

    Riscrivo il primo pezzo:
    Quanto al referendum, non si può semplicemente ignorare che nel 1987, facendo la media dei 3 quesiti referendari, il 77,5% degli italiani abbia scelto di dire no al nucleare.

  34. Talita
    13/07 2008

    Marcus, io non do niente su e dialogo sempre tranquillamente, non usando mai il turpiloquio. In particolare non uso negare ciò che affermo: mai! Anche a me fa piacere dialogare civilmente, ma non accetto affermazioni a vanvera: è questione di stile.
    1) I comunisti sono morti in tutto il mondo. Perfino a Cuba, Raul ha decretato la fine dell’egualitarismo: è tutto dire! Resta Cipro, che però non è l’Italia. Dovrei pensare che nel nostro Paese tu sia l’unico a possedere l’elisir dell’eterna giovinezza? Non lo penso e dunque non ho mai affermato che tu sia comunista, né soprattutto mi sono mai ostinata: non mi ostino mai, neppure con le persone che frequento.
    2) La mia espressione è “sinistrati pelosi”, che non hanno nulla a che fare con i comunisti, ma ne sono soltanto epigoni inefficaci e fuori dal tempo.
    3) I membri del “Club Saccarosio” non hanno nulla a che fare con i comunisti, ma sono individui che si lodano l’un l’altro e soprattutto copia/incollano e imitano continuamente (il che, ai miei occhi, non depone affatto a loro favore): ne è una prova – io cerco sempre di fornire prove, altrimenti non utilizzo un argomento – la “carta per cetrioli” che tu ripeti continuamente. A me è sembrata subito una cretinata, bilanciata con la mia carta igienica: molto più utile nella vita quotidiana.
    A proposito dei dialoghi da ragazzini, infine, non conosco il tuo metro di giudizio in proposito, cosicché non posso replicare. Però, se tu abbandoni il campo, io lo faccio prima di te: sono alquanto veloce nella corsa e mi alleno quotidianamente.

  35. Talita
    13/07 2008

    Ohibò, e perché mai non si potrebbe ignorare il risultato di un referendum?
    Abbiamo praticamente ignorato il risultato di quasi tutti i referendum: vogliamo parlare, per esempio, di quello sul finanziamento pubblico dei partiti?
    (Domanda retorica: no, non ne vogliamo parlare.)
    E perché dovremmo rispettare proprio questo?

  36. Marcus
    14/07 2008

    Stendiamo un velo pietoso sui discorsi da carta igienica o per cetrioli.
    Mi sono stancato di queste battaglie inutili, se però tu scendessi anche un po dal piedistallo sarebbe meglio.
    Non è che mi devi fare un favore a scambiare due opinioni con me.
    Michele ha inserito un post, io ho inserito un mio commento, per altro non ho ancora capito se Michele si sia persuaso che almeno sul petrolio eurolandia ci è favorevole, e poi tu ai iniziato con me la discussione sul nucleare.
    Ti ripeto, a me fa piacere dialogare civilmente, anche perchè proprio su questo siamo quasi sulla stessa lunghezza d’onda, se però per te deve essere un sacrificio, evita pure.
    Quanto al referendum, io ritengo che sia opportuno fare una campagna di informazione e un successivo referendum, proprio per evitare di ritrovarci altre centrali fantasma con relative scorie e costi.
    Poniamo il caso che il governo in qualche modo imponesse il nucleare e, facendo i debiti scongiuri, si verificasse qualche altro incidente nucleare che porterebbe ad un altro referendum abrogativo.
    Se nucleare deve essere, deve essere col consenso della maggioranza degli italiani.

  37. Marcus
    14/07 2008

    naturalmente po, leggasi po’.
    In questo blog, meglio correggersi subito.

  38. Marcus
    14/07 2008

    E naturalmente ai leggasi hai…

  39. Talita
    14/07 2008

    Messaggio per Sergio.
    Scusa, Sergio! Mi era sfuggito il tuo post, per cui rispondo ora: non c’è di che!
    Spero che tu voglia intervenire più diffusamente nel blog. Mi piacerebbe conoscere la tua opinione sull’Unione europea.
    Ciao e a presto!

  40. Talita
    14/07 2008

    Marcus, il tuo metodo di discussione è per lo meno scorretto. Non ho ancora capito se ti difetta la memoria o se sei volutamente impreciso. Io preferisco il metodo della precisione documentata: è quello che paga sempre. Dunque:
    1) il velo pietoso stendilo sulla carta per cetrioli, che ripeti a ogni pie’ sospinto, dopo aver copiato entusiasticamente una sciocchezza;
    2) chi vede “battaglie” (utili o inutili) sta qui per combattere, alias aver ragione a tutti i costi: non per esprimere le proprie opinioni, che valgono esattamente come quelle altrui;
    3) basta FRIGNARE: io non faccio piaceri a nessuno né tanto meno faccio sacrifici, ma a concetto rispondo con concetto. Riconosci il seguente periodo?
    “Se dobbiamo ricominciare con i dialoghi da ragazzini e a produrre “carta per cetrioli”, io abbandono subito il campo.
    [lasciato il 13 Luglio 2008 alle 16:42]
    L’hai scritto tu o la tua segretaria?
    4) Non sono io che ho cominciato a discutere con te sul nucleare. Io ho introdotto l’argomento “nucleare” e tu ti sei inserito dicendo
    “Una volta tanto, concordo con Talita sul nucleare. Il problema è che in Italia, tornare al nucleare richiederà ben più dei 5 anni previsti dall’attuale governo…”
    [lasciato il 12 Luglio 2008 alle 14:16]
    Marcus, ormai dovresti aver capito che con me la tecnica di rigirare la frittata è destinata al più completo fallimento.
    ____________________
    Quanto al referendum ho capito perfettamente che, secondo te, è imprescindibile. Ti prego ora di capire che, secondo me, è inutile. Detto questo, volendo, potremo parlare d’altro.

  41. 14/07 2008

    Michele… hai preso un Granchio.
    La tua mi sembra sterile propaganda nazionalista.

    Lascia stare l’EURO.
    I problemi sono ben altri.

  42. 14/07 2008

    be, aboliamo del tutto il referendum allora.

    Tanto ormai il popolo, nella nostra DEMOCRAZIA, non conta più un cazzo!

    Potere ai potenti.
    Penseranno sicuramente ai deboli ;)

  43. Talita
    14/07 2008

    A me sembra che il popolo italiano elegga democraticamente i propri rappresentanti. Probabilmente qualcuno confonde l’Italia con lo Zimbabwe.
    Abolire il referendum? Non sarebbe una cattiva idea: i referendum costano moltissimo e generalmente i loro risultati valgono meno del due di picche. Almeno fin qui.

  44. Talita
    14/07 2008

    Ciao, Michele!
    Se non l’hai già letto, oggi il Giornale pubblica l’articolo “Ma l’Europa è ancora in Europa?” di Alain Finkielkraut.
    L’ho trovato interessante, anche se non totalmente condivisibile.

  45. 14/07 2008

    Il popolo elegge democraticamente i loro rappresentanti poi bisogna vedere se i rappresentanti gestiscono il potere in modo democratico.

    Sono 2 cose diverse.

    Non basta un’elezione democratica per definire uno stato tale.

    Non avevo dubbio Talita che preferivi abolirlo il referendum.

    Mi rifaccio appunto all’osservazione sopra.

  46. 14/07 2008

    …ettepareva che Silviolo proteggeva il corrotto Presidente della Regione Abruzzo!

    Magistratura sovversiva!
    C’è bisogno di una riforma drastica!

    Il solito Silviolo, il re Nano.

  47. 14/07 2008

    AHAHAHAHAHAHAHHAHAAHHAHA

    Silvilo insiste: IL SOLITO TEOREMA.

    UAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHHA

    La CASA de l’ILLEGALITA’!

    W il Re Nano!
    W il Nano Statista!

  48. 14/07 2008

    Qui P.zza Navona,
    quello che la TV non vi ha fatto sentire.

  49. Talita
    14/07 2008

    Ahimè, io invece speravo che Cock avesse qualche dubbio…
    Diceva Einstein: “Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi”.

  50. Talita
    14/07 2008

    Il popolo elegge democraticamente i propri rappresentanti e poi – altrettanto democraticamente – deve vegliare sul loro operato: logicamente non accettando l’esistenza di caste intoccabili né scusando i “compagni che sbagliano”.

  51. 14/07 2008

    esatto, niente scuse niente protezione, altro che SOLITI TEOREMI.
    Vorrei vedere se succede in ITALIA quello che è successo negli STATI UNITI poco tempo fa. La retata a Wall Street.

    SOLITI TEOREMI
    TOGHE ROSSE
    MAGISTRATURA SOVVERSIVA
    Ecc…

    I compagni si devono dare una bella LAVATA e non sporcarsi più la mani con il CDX.

    é appena arrivato il commento di bobo, quello che c’aveva il padre perseguitato e che ha preferito SCAPPARE CON LA CODA TRA LE GAMBE che affrontare i PROCESSI e DIRE QUELLO CHE SAPEVA.

    Bobo Craxi: «È effetto della guerra toghe-politica»

    Certo Bobo, questi rubano milioni di € dalle tasse dei cittadini onesti e il problema sono le TOGHE.

    Non infiammate.
    Attendi con il fuoco.

    BOBO… SOTTERATE AD HAMAMET!!!!!

  52. 14/07 2008

    CASO ABRUZZO
    Il precedente – Nel ’92 l’intera giunta targata Dc finì in cella.

    ———-

    Oggi in cella non ci finisce nessuno grazie a SUPER NANO SILVIO, RE DEI TACCHI, e IL SUPER MOLLICCIO VELTRONI, PRINCIPE DEI MOLLUSCHI.

    CON LORO, LA CLASSE DIRIGENTE, E’ IN UNA BOTTE DI FERRO!

  53. Talita
    14/07 2008

    Ehi Jacket, sei stato educato a Oxford?
    Tu puoi dire “SOTTERATE AD HAMAMET” – applausone!!! Dileggiare i morti è veramente spiritoso! – e un altro non può dire “teoremi”? Sì, a Fantasyland!
    La Magistratura faccia il suo dovere e riconquisti la fiducia del popolo, in nome del quale agisce: così nessuno potrà più parlare di teoremi!
    P.S. Mi sto ancora chiedendo come mai Craxi sia riuscito a “scappare”, come dici tu. Mah, mah e ancora mah!

  54. 14/07 2008

    be… come minimo al Presidente della Regione Abruzzo gli danno una promozione.

    Cuffaro, per aver parlato con dei mafiosi, è arrivato al SENATO!

    Libertè, legalitè, Fratenitè

  55. 14/07 2008

    Craxi aveva tanti amiconi tanto corrotti a dx come a sx che gli hanno pagato un bel biglietto di sola andata per comprare il suo SILENZIO.

    A me non dispiace sai parlare dei MALI di questa PSEUDO SINISTRA.

    E credo inoltre che il presidente del consiglio debba astenersi dai giudizi dell’operato della magistratura.
    Altrimenti li dia anche quando a subirla non sono solo i MILIONARI COME LUI ma anche i poveri cristi.

    SENSO UNICO TALITA?
    Codice Binario? 01011101001?

    So spiritoso?

    Prrrrr! Tiè!

    INCULO LE BUONE MANIERE!

    Byeeee!!!

  56. Talita
    14/07 2008

    Ehi Jacket, sei per caso il fornitore di Silvio per quanto riguarda le calzature? Se sì, mi riveli l’altezza precisa dei tacchi? Io vado pazza per gli scoop.
    P.S. L’importante è che il cervello abbia uno spessore sufficiente e non abbia bisogno di tacchi!

  57. 14/07 2008

    Con chi ha usufruito della corruzione dei giudici per acquistare il più grande gruppo editoriale italiano non si dialoga.

    Si urla!

  58. 14/07 2008

    Distinguo INTELLIGENZA da FURBIZIA.

    Silviolo, Re NANO, ha del VOLPONE.
    Il cervello è spesso, ma di fatti suoi.

  59. Talita
    14/07 2008

    Jacket, francamente ritenevo che avresti resistito almeno per altri due post prima di passare al turpiloquio. Noblesse oblige, suvvia!
    E adesso che ci sei passato e ritieni di essere un eroe piazzaiolo, passa anche in lavanderia e chiedi un lavaggio energico: con disinfettante, possibilmente.

  60. 14/07 2008

    Che bello!!!
    Adesso vado a dirne 4 a quei rammoliti del PD!
    Sempre intenti a difendere CRAXI.
    Dopo che ha iniziato Silvio (come non difendere l’uomo che lo ha creato) ora ache il PD è sulla linea CRAXI = SALVATORE DELLA PATRIA, GRAN STATISTA = CORROTTO CORRUTTORE IPOCRITA ROVINA DEL PAESE.

    REVOLUTIONS IS NOW!

  61. 14/07 2008

    Ops…

    si è offeso qualcuno?

    scusate…

    SONO STATO FRAINTESO!

    AHAHHAHAHA

  62. Talita
    14/07 2008

    Avviso ai naviganti: l’amministratore del blog rileva facilmente la duplicazione dei nick: sia quelli che sussurrano sia quelli che urlano.
    Escamotage stupidotto, comunque!

  63. Talita
    14/07 2008

    Jacket, credo che qui l’unico offeso sia tu: dai tuoi concetti…
    Già di ritorno dalla lavanderia?

  64. 14/07 2008

    Talita, con me non funziona.
    Per me sei NULLA.

    Puoi scrivere quello che vuoi.

  65. 14/07 2008

    Hai una LOGORREA che fa paura.

    BLA BLA BLA… ma alla fine:
    PER FORTUNA CHE SILVIO C’E’!!!

    Byeeee

  66. Talita
    14/07 2008

    Cielo, oggi qui va malissimo… Tra giacchette e toghe sembra di essere al mercatino dell’usato!
    REVOLUTIONS IS NOW!????? Basta così, per pietà! Altrimenti la Gran Bretagna, sempre pronta a difendere la sua lingua, ci dichiarerà guerra!

  67. Talita
    14/07 2008

    Jacket, figurati se funziona con me!
    Tu, invece, per me sei QUALCOSA: un eroe piazzaiolo da disinfettare.
    Il problema è contare qualcosa nella società: questo è molto più difficile, vero?

  68. 14/07 2008

    Bene bene bene. Disinfettare.
    Questo si che è un bel termine NaziFascista!

    Qualcuno che legge aveva dubbi?

  69. Talita
    14/07 2008

    Ooooh! Questa non la sapevo! Le lavanderie sono fasciste!
    Però so un’ottima battuta di Flaiano: «In Italia i fascisti si dividono in due categorie: i fascisti propriamente detti e gli antifascisti».
    Poiché i fascisti propriamente detti sono scomparsi da tempo, sono rimasti gli “antifascisti”.
    I quali credono di essere all’altezza di inquinare la comunicazione altrui: ahhhhhhhhh!!!

  70. Talita
    14/07 2008

    P.S. Dimenticavo: questi antifascisti – alias eroi piazzaioli da disinfettare – si ritrovano spesso in orde nelle strade a bruciare le bandiere di Israele.

  71. 14/07 2008

    ORA L’HAI SPARATA GRANDE!!!

    NO COMMENT..

    UAHAHHAAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHHAHAAHAH

    I FASCISTI NON ESISTONO
    UAGHHHAHAHAHAAHHAHAHAHAHAHAH

    Come minimo questo è venuto fuori dal PENSIERO DI DX.

    IO SONO ANTIFASCISTA ORGOGLIOSO.
    LA NOSTRA NAZIONE E LA NOSTRA COSTITUZIONE SI BASA ED E’ NATA DALL’ANTIFASCISMO.

    Ora dire che siete scomparsi fa un pò ridere.
    RITIRATAAAA CAMERATI!

    Lascialo dire ad un Antifascista come me se esistono o no i FASCISTI. No ai FASCISTI.

    La propaganda gioca brutti scherzetti.

  72. 14/07 2008

    uuuu … che brutta cosa vero?

    E invece i Fascisti di casa nostra che si alleano con chi vuole pulirsi il culo con la Nostra Bandiera? Questo non ti fa rabbrividire?

    Se io brucio una bandiera non vuol dire che sono antisemita, peggio è prendersela direttamente con i ROM (stesse sorti degli ebrei durante il periodo NAZI FASCISTA).

    Israele ha fatto molti errori, anche la comunità internazionale.

    Gli orrori stanno da entrambi le parti.
    Basta con sta MENATA che ora GLI EBREI non si possono più criticare!

  73. Talita
    14/07 2008

    Jacket, si dice “l’hai sparata grossa”, non “grande”! È vero che siamo in democrazia, ma neppure la legge può autorizzarci a modificare le frasi idiomatiche.
    Jacket, tu sei un FASCISTA della peggior specie! Ti consiglio la classica bomboletta di vernice spray: non perdere tempo qui!

  74. 14/07 2008

    FASCISTA IO????

    ahahhaahhahahahahahahahahahahaahahahahahah

    Veramente chi prende le impronte ai bambini ROM in italia sono BEN ALTRI!
    Ti siedono vicino TALITA.

    Ma te sei intenta a vedere il nemico oltre confine vero?

    Mo pure fascista sono!

    Lo vado dire ai miei amici!

    GRAZIE MAGA MAGHELLA!

  75. Talita
    14/07 2008

    Bravo Jacket! Vallo a dire ai tuoi amici e anche alla mamma: anche se, logicamente, dovrebbero conoscerti bene e quindi sapere che sei un fascista!

  76. 14/07 2008

    SI SI
    MAMMA CONFERMA TALITA.
    DICE CHE AL MONDO D’OGGI I FASCISTI SONO DIVENTATI GLI ANTIFASCISTI E GLI ANTIFASCISTI SONO DIVENTATI I FASCISTI.

    DICE CHE QUESTO E’ UN MONDO CHE SI E’ CAPOVOLTO E CHE FA VENIRE IL VOMITO.

    Ora lo dico ai miei amici, gli do anche il blog, così spieghi questo TUO PENSIERO STUPENDO!

    Grande TALITA!
    SALUTAMI IL DUX NANO!

  77. Talita
    14/07 2008

    Jacket, non eri tu quello che parlava di logorrea?
    Ripeto: ti si addice di più la bomboletta di vernice spray!

  78. 14/07 2008

    ah… dice anche che al G8 di Genova i FASCISTI erano i Manifestanti, mentre gli ANTIFASCISTI i poliziotti che hanno fatto irruzione alla DIAZ.

    Sempre secondo la teoria che questo è un mondo che ormai va al contrario.

    CHE BELLO!

  79. 14/07 2008

    Non sai che la LOGORREA è contagiosa?

  80. Talita
    14/07 2008

    Magari fosse contagiosa anche l’espressione di concetti!

  81. 14/07 2008

    Che ti devo fare TALITA,
    solo te sei in grado di esprimere concetti.
    Che DIO TI BENEDICA in XVI.

    Io tiro la la catena.
    Chi si LODA si SBRODA.

  82. Talita
    14/07 2008

    E che vuoi fare, Jacket? Tirando la catena, vedi di non cadere dentro! Il tuo equilibrio mi sembra instabile.
    Chi ROMPE paga e i COCCI sono suoi.

  83. Ex
    14/07 2008

    MP, francamente da una persona come te, colta e di studi superiori all’italiano medio, venire a leggere che l’ingresso nell’Euro sarebbe stata una jattura non me l’aspettavo proprio: absit iniuria verbis, ma ‘ste cretinate da popolino rozzo cresciuto guardando le telenovele sudamericane di Rete4 lasciale dire a Borghezio & Co, che almeno hanno le physique du rôle (si fa per dire).
    Senza l’euro e i bassi tassi di interesse che ci sono stati tra il 2002 ed oggi abbiamo risparmiato qualcosa come circa 70-80 miliardi di euro l’anno di interessi sul debito pubblico da 1.650 mld di Euro che ci ritroviamo. E comunque l’attuale tasso del 4,25% è sempre di gran lunga inferiore alla media del 6-7& della seconda metà degli anni Novanta.
    Inoltre: è solo grazie all’Euro se le tempeste valutarie che colpivano regolarmente la lira con la frequenza dei monsoni in India sono solo un lontano ricordo.
    Ancora: oggi gli italiani vanno a comprare le case in USA, grazie al supereuro, lo sapevi? Ti ricordi quando il dollaro valeva 2.000 lire? Oggi, con un cambio a 1,6 dollari per 1 euro, 1 dollaro vale l’equivalente di 1.210 lire: certo, il tutto dipende anche dalla debolezza del dollaro, ma è un numero che fa impressione.
    Non penso poi che c’entri molto richiamare le scelte fatte da Gran Bretagna e Danimarca: a parte il fatto che sono paesi che non hanno certo il fardello di debito pubblico che abbiamo noi (e quindi potevano ben scegliere di restare fuori dall’area dell’Euro, mantenendo tassi più alti), la Gran Bretagna è sempre stata euroscettica e ha sempre seguito con ritardo di anni le scelte che venivano fatte dai Paesi dell’Europa continentale.
    Tu dici che Prodi e Ciampi hanno calato le braghe di fronte a Kohl? Le cose non andarono affatto così perchè le scelte sul tasso di cambio non permettevano ai politici grandi margini di manovra.
    Il tasso di cambio pari a 1.936,27 lire per un euro non è arrivato da Marte ma semplicemente dal tasso di cambio che la lira, come tutte le altre monete del paniere europeo, aveva già dalla comparsa dello SME (Sistema Monetario Europeo) con l’ECU (European Currency Unit), che altro non è che il precursore dell’Euro. E quel tasso di cambio era il risultato della normale fluttuazione delle monete europee sui MERCATI: tanto è vero che nello SME c’era una banda di oscillazione all’interno della quale le monete erano libere di “fluttuare” ma che non potevano superare, pena l’esclusione (temporanea o definitiva) dallo SME stesso. Io me lo ricordo quando nel settembre del 1992 fummo costretti a svalutare pesantemente la lira e uscimmo dallo SME: c’era Ciampi a Palazzo Koch e ancora oggi racconta quei momenti come i più tremendi della sua carriera in Bankitalia. Non so quante centinaia di miliardi del vecchio conio furono usate in quei giorni tremendi per sostenere i corsi della lira ed evitarne il tracollo.
    Su agricoltura e sicurezza mi trovi sostanzialmente d’accordo, ma la cosa che hai detto sull’Euro purtroppo oscura tutto il resto.
    Dall’Eurotower di Francoforte
    Tecnocraticamente, tuo Ex

  84. Ex
    14/07 2008

    Rispondo poi a quest’altra domanda:
    “Perchè, infine, dobbiamo sottostare ai diktat della BCE quando la nostra Banca d’Itali bene o male aveva consentito e garantito uno sviluppo costante della Nazione?”
    Perchè nel dicembre 1992 sottoscrivemmo il Trattato di Maastricht, poi ratificato dal nostro Parlamento, nel quale vennero stabilite le modalità con le quali le varie banche nazionali dei paesi aderenti all’euro, si sarebbero via via spogliate delle loro competenze a favore della BCE.
    Insomma, l’ingresso in Eurolandia comportava questa perdita di sovranità monetaria: questo è tra l’altro uno dei motivi per cui la GB non volle entrare nell’Euro.
    Il problema, che molti tendono a dimenticare (ultimamente Sarkozy), è che lo Statuto della BCE prevede come “mission” il contenimento dell’inflazione. Ciò significa che quando i leader europei, anche giustamente, chiedono alla BCE di sostenere la crescita mantenendo i tassi bassi, è come se chiedessero a un cavallo coi paraocchi di andare verso un’altra direzione da quella che ha davanti al naso. Il punto è casomai un altro: togliere i paraocchi al cavallo, cioè cambiare lo statuto della BCE.
    Fino a che questo non si avvererà (ho i miei dubbi che ciò accada), state pur tranquilli che tra il tenere i tassi fermi e l’alzarli, la BCE sceglierà sempre questa seconda opzione: perchè è nel suo DNA.
    Sempre da Francoforte,
    Ex

  85. Michele
    14/07 2008

    caro ex:
    naturalmente le storielle di come andarono le vicende di eurolandia le conosco anche io anche se, a dire il vero, ho opinioni differenti su ciò che si sarebbe potuto fare.
    Ad ogni modo ritengo che, rebus sic stantibus, occorra rivedere parte di quei regolamenti e di quelle norme che al giorno d’oggi con la recessione in itinere e con i costi dei trasporti neanche lontanamente paragonabili a quelli de 1992 al netto di inflazione e debito pubblico, si debbano rivedere perchè obsolete e non attuali.
    Probabilmente se le regole fossero state scritte oggi sarebbero state grandemente diverse.
    L’Europa va contestualizzata, bisogna tener conto che non siamo più 12 ma siamo più del doppio con alcuni partecipanti che soffrono ancora del periodo post-Berlino.
    L’Italia è ancora una delle potenze economico-industriali del mondo e non può giocare con le stesse regole di Malta o della Romania. Occorre rivedere i rapporti tra gli Stati e l’Europa.
    Con questo non voglio dire che l’Europa va abolita, voglio dire che le regole scritte dal 1992 in poi oggi sono per noi solo una grossa palla al piede.

  86. Michele
    14/07 2008

    PER FULL METAL JACKET ALIAS BIB COCK ALIAS TOGA PARTY ALIAS TANTE ALTRE COSE: TI HANNO SVENTATO GLI USERS E L’AMMINISTRATORE, NON CREDI CHE SIA INUTILE CONTINUARE A MOLTIPLICARE I TUOI NICKNAME? DAI NON TI FARE BANNARE….

  87. Talita
    14/07 2008

    Ciao, Michele! Ti auguro buona cena con tre acronimi pieni di speranza per il futuro: UCN, ELS, ALP!
    ________________
    Legenda:
    UCN (Uh Che Noia!)
    ELS (Evviva La Sintesi)
    ALP (Abbasso La Pomposità)

  88. Michele
    14/07 2008

    Ciao Talita,
    ricambio assicurandoti che i tre acronimi accompagnano ogni mia azione quotidiana. Compreso il primo che riserbo per taluni PM che tentano di arringare in udienza….

  89. Ex
    14/07 2008

    MP, certamente le regole vanno riviste e soprattutto va approvato il Trattato di Lisbona, pena l’ingovernabilità delle istituzioni europee: se ciò non è possibile (vedi referendum irlandese) beh allora si faccia la famosa Europa a due velocità così chi vuole andare a passo veloce non è costretto ad andar piano per poi scoprire di non poter fare neanche quello perchè deve rimanere FERMO, bloccato dagli altri.
    Dal Mosteiro dos Jeronimos,
    Ex

  90. 14/07 2008

    Ma perchè il RE NANO è sempre così contrario all’azione giudiziaria verso i suoi ex compagni?

    L’avessi mai sentito spendere una parola per un povero Cristo.
    Aihme, che gentaccia.

    Tirate la catena prima di uscire.

    Bye

  91. Marcus
    14/07 2008

    Talita, credo che qualunque persona che la pensa anche poco diversamente da te, non riuscirebbe a discutere con te per più di 15 minuti.
    Sarei io che rigira la frittata?
    Quale frittata poi?
    In questo post, io ho scritto il secondo commento, poi tu mi hai chiesto su quali basi ritenevo pochi 5 anni per il ritorno al nucleare e quindi ne è venuta fuori una discussione in certi punti anche interessante.
    Peccato che questo impegno di incartare necessariamente qualcosa debba distogliere l’attenzione.
    Pazienza, i blogger “in ascolto” se ne faranno una ragione.

  92. Talita
    14/07 2008

    Marcus, seguendo la logica, io discuto solo con persone che NON la pensano come me. Che senso avrebbe discutere con le altre? Se si concorda su un argomento, non si discute, ma ci si limita a darsi ragione a vicenda.
    Ovviamente non esiste l’obbligo di discutere né con me né con altri: neppure per un nanosecondo.
    Quale frittata, dici? Ne hai rigirata un’altra proprio adesso.
    Il secondo post che hai scritto NON parla assolutamente di nucleare. Io ho parlato di nucleare e da lì si è sviluppata la nostra discussione.
    E ancora insisti con l’incartare??? Buon pro ti faccia, allora!

  93. Marcus
    14/07 2008

    Come dici tu…
    Non ne parla il secondo, ne parla qualcuno dopo.
    Poi tu mi hai chiesto su quali basi ritenevo pochi 5 anni per il ritorno al nucleare e successivamente si è aperto questo dibattito (così sarai più contenta) sul nucleare.
    Detto ciò, dato che non mi può fregare di meno di queste discussioni, passo e chiudo.
    Ci risentiamo al prossimo argomento interessante, magari quando Michele mi spiegherà la sua logica del barile di petrolio…

  94. Talita
    14/07 2008

    Sì, Marcus: ne parlo qualcuno dopo, allacciandosi al mio post che ha introdotto l’argomento “nucleare”.
    Sì, Marcus: io ti ho chiesto, dopo che tu eri intervenuto sull’argomento.
    Il fatto è, Marcus, che tu hai dichiarato:
    “e poi tu ai iniziato con me la discussione sul nucleare.”
    [lasciato il 14 Luglio 2008 alle 00:56]
    Questo è rigirare la frittata e io non sono affatto contenta, perché la frittata non mi piace. Né mi consola il fatto che a te non può fregare di meno di queste discussioni.
    Se non ti frega, perché le cominci? Mistero!

  95. Talita
    14/07 2008

    Errata corrige
    Ovviamente “ne parla qualcuno dopo”

  96. Marcus
    14/07 2008

    Fammi capire, tutto il problema è che vuoi il copyright sull’argomento?
    Ok, accordato.
    Così sei più contenta?
    Mamma mia dove siamo arrivati…

  97. Talita
    14/07 2008

    Ed ecco un’altra colpa – gravissima – da addebitare all’Unione europea. Le Olimpiadi di Pechino sono alle porte e tutti i capi europei stanno già facendo le valigie: Sarkozy, Berlusconi e altri, unitamente a Bush e ad altri governanti di Stati occidentali presenzieranno alla cerimonia di inaugurazione il prossimo 8 agosto.
    Insomma abbiamo ormai dimenticato il Tibet e la persecuzione degli Uiguri, dei Falung Gong e dei cristiani. Il Dalai Lama non viene ricevuto dai Governi – incluso quello italiano – per non turbare la suscettibilità della Cina.
    Io non sono d’accordo sul fatto che l’export valga più della difesa della libertà dei popoli. Non mi sembra che oggi la Cina sia tanto diversa da quella di piazza Tienanmen, dove i carri armati massacrarono gli studenti che chiedevano riforme: 2000 morti circa, oltre a migliaia di feriti e di arrestati.
    No, io non andrò a Pechino. Se è vero che lo sport deve unire e non dividere, perché si finge di ignorare il gran numero di monaci in galera e le esecuzioni capitali che si susseguono, nonostante la moratoria decisa dalle Nazioni Unite? Perché si accetta passivamente che ai monaci sia vietato perfino di parlare con i turisti?

  98. Talita
    14/07 2008

    Marcus, dimmi che fai il tonto per non pagare il dazio.
    In caso contrario, sarebbero guai seri: per te, beninteso!

  99. Ex
    15/07 2008

    I casi sono due: o qualcuno ha scritto il post sulle Olimpiadi carpendo l’identità di Talita oppure, altrimenti, la medesima soffre di pericolosi sdoppiamenti della personalità, che da un lato la portano a dire cose perfettamente ragionevoli e condivisibili (vedasi per l’appunto il post sulle Olimpiadi e la figura da fessi che ci fa l’UE, su cui sono d’accordo PAROLA per PAROLA) e dall’altro la fanno apparire come una petulante e noiosa dispensatrice di post inutili, quando non direttamente una persona inidonea tout court alla discussione con
    terzi.
    Chiaramente, non posso che concludere con un acronimo pieno di speranza per il futuro: LSSV, cioè Lo Scopriremo Solo Vivendo.
    Dal Tetto del Mondo, dietro Richard Gere e il Dalai Lama,
    Ex

  100. Talita
    15/07 2008

    Io invece osservo altro:
    - che Ex si occupi dei suoi ridicoli post, in cui crede costantemente di aver scoperto l’acqua calda e si affanna a spiegare argomenti ormai conosciuti a menadito anche dai neonati;
    - che Ex la pianti di imitare qualunque cosa, eccetto “superacalifragilistichespiralidoso”.
    _____________
    In quanto allo sdoppiamento di personalità, in psicoanalisi è notissimo il fenomeno della PROIEZIONE – qui, più precisamente, transfert negativo – che però, se non contrastata adeguatamente, non ha alcun valore terapeutico: ergo i folgorati sulla via di Damasco sono e restano dei malati a tutti gli effetti: tendenzialmente paranoici, nella fattispecie.
    Il misero tentativo di scaricare sul prossimo le proprie disgrazie è appunto una miseria.

  101. Talita
    15/07 2008

    Uhm… “oppure, altrimenti,…”?!? Aahhhh! È come “ma però”!
    Consiglio il solito “forbito” illuso un’epressione consimile: “in caso contrario, diversamente, se no, differentemente”: tutti insieme, così farà ridere non solo i polli, ma anche i pidocchi che li infestano.

  102. Talita
    15/07 2008

    Errata corrige
    Ovviamente “Consiglio al solito…”

  103. Talita
    15/07 2008

    L’Unione europea, avendo prontamente rilevato che è estate, ha severamente discettato sulle creme solari e – probabilmente dopo un intenso brainstorming – avverte i turisti che le scottature alla pelle sono dannose e che non si devono fidare dei prodotti che assicurano la protezione totale dai raggi solari.
    Suppongo che il prossimo anatema possa essere scagliato contro il bikini, ovviamente dopo una full immersion nella problematica “Benefici e perdite nell’uso comparato delle diverse tipologie di costumi da bagno”, affiancato da un congresso mondiale sulla liceità di indossare l’uno o l’altro costume in spiaggia.

  104. 15/07 2008

    DarioFo su P.zza Navona

    Cliccatemi!

  105. Ex
    15/07 2008

    Quando una nullità (in Sicilia diremmo “un nuddu immiscato cu nenti”) come Talita si permette di dire a me che i miei post sono ridicoli, ovviamente senza spiegare né dove, né come, né perchè, ecco che si realizza il famoso detto del porco che dà del maiale alla colomba.
    Continuiamo a leggere le sue sciocchezze e facciamocene una ragione: cu nasce tondo ‘un pò moriri quadrato.
    Evidentemente il post sulle Olimpiadi l’avrà scritto un impostore, fraudolentemente spacciatosi per Talita.
    Durante una pausa dei miei esercizi zen con il Maestro Li-Xiaolong, nella stazione orbitante di Melpomene,
    Ex

  106. Talita
    15/07 2008

    Senza offesa per il maiale (che mi dicono essere un animale intelligente), è evidente che il porco è Ex e la colomba è Talita. Lo dice anche il genere dei nomi.
    Occorre anche considerare che il porco si lascia scannare facilmente, mentre la colomba è tra gli animali meno raccomandabili: capace anche di divorare i propri simili.
    Un consiglio al Maestro zen: metta il suo RIDICOLO discepolo – con cervellino mooolto inferiore a quello di una scimmia Rhesus – dietro la lavagna: posta fuori dalla stazione spaziale, ovviamente! Si accerti solo che il RIDICOLISSIMO ominide sia abbigliato con i suoi usuali pantaloncini e canottiera, tipo scaricatore di porto (mestiere a lui confacente, a patto che non sia costretto a contare i colli che scarica, in quanto si troverebbe in difficoltà dopo il numero 5).
    P.S. Repetita iuvant: i post di Ex sono PIÙ CHE RIDICOLI, in quanto 1) crede costantemente di aver scoperto l’acqua calda; 2) si affanna a spiegare argomenti ormai conosciuti a menadito anche dai neonati; 3) non fa altro che copiare e reiterare argomenti altrui.
    Se ne avrò voglia, farò un copia/incolla delle sue “perle” (qui da noi si chiamano in un modo leggermente diverso ma assonante, che evito di palesare… eh…eh…eh…): ci sarebbe veramente da ridere!!!
    Maestro, prima di far accomodare fuori il suo discepolo amebico (senza tuta protettiva), gli spieghi il significato di concetti peraltro facili per chiunque, ma non per un esemplare ritardato di scimmia-Rhesus.
    Firmato: Talita-nullità-trallallero-trallallà

  107. Talita
    15/07 2008

    Michele, trasmetti nel tuo blog la splendida “Sittin’ on the dock of the bay” di Otis Redding, così Ex – da bravo scaricatore di porto – la potrà ASCOLTARE nei suoi attimi di riposo!
    E poi, considerato che è bravissimo nel “wasting time”, FORSE riuscirà a impararne a memoria almeno la strofe finale:
    I’m just gon’ sit at the dock of a bay
    Watchin’ the tide roll away, ooh
    Sittin’ on the dock of the bay
    Wastin’ time
    Beh adesso vado! Per il momento basta con le risate a crepapelle!

  108. Talita
    15/07 2008

    Un ultimo conato.
    Lo scaricatore di porto scrive:
    “Evidentemente il post sulle Olimpiadi l’avrà scritto un impostore…”.
    Qui di evidente c’è solo la sua crassa ignoranza.
    Accettando l’anacoluto (permesso solo a scrittori di chiara fama, ma errore grave per i semi-analfabeti), la forma è schizofrenica.
    Lo scaricatore avrebbe dovuto dire: “Evidentemente il post sulle Olimpiadi l’HA scritto un impostore”: non può affermare con “evidentemente” e dubitare con il futuro del verbo. Buuuuuuuuuuh!

  109. Marcus
    15/07 2008

    Ex, credo che grazie alla nostra interlocutrice, tu abbia incartato anche gli ultimi ortaggi rimasti.
    Questo blog, quanto ad inutilità, assomiglia sempre più a quello del nostro sindaco Cammarata.
    Siamo rimasti solo io, te e Sparpagliato a tentare di dialogare con una milanese che, secondo me, in camera da letto ha una foto di Silvio al posto del Crocifisso.
    Il padrone di casa, a parte la castroneria sul barile di petrolio e l’euro, ci ha dato un ottimo argomento di discussione allargatosi poi anche ai problemi energetici, ma purtroppo però l’indole di qualcuno ci porta sempre a questi discorsi inutili.

  110. Talita
    15/07 2008

    Ecco un altro macaco: “ma purtroppo però”! Ahhhhhhhhh!!!
    E poi di quale castroneria parli? Impara a leggere, prima di dire stupidaggini!
    Se ti avanza un po’ di carta, infine, fa’ un fagotto dei tuoi errori insostenibili. E intavola le tue alte discussioni con Ex: tra intellettuali ci si capisce meglio!
    P.S. Il crocifisso in camera da letto?!? E anche il santino nel portafoglio? E pure la foto “Pensa a me” sul cruscotto della macchinina?

  111. Talita
    15/07 2008

    E, contro il vetro del lunotto posteriore, il cagnolino che fa no-no-no?

  112. Marcus
    15/07 2008

    Quale Castroneria????
    Leggiti il quarto commento…
    Per il resto, noto con piacere che continuano i commenti inutili.
    Dei P.S. poi, meglio non aggiungere altro.
    Basta e avanza ciò che hai scritto.

  113. Talita
    15/07 2008

    Vietato FRIGNARE: non serve a niente!
    Frignando, si ottiene solo una crescita esponenziale dei P.S.
    Bada, invece, a quello che dici tu e che porta inevitabili conseguenze.
    Ora vado a RIleggere il quarto commento e poi ti dimostrerò che la castroneria appartiene a te.

  114. Talita
    15/07 2008

    Dimostrazione per l’incartatore che s’incarta.
    Dunque, Michele dice:
    _______________
    Il barile lo paghiamo in dollari, quant’è lo scambio euro/dollaro? Il per comprare un euro ci vogliono circa 1,60 dollari. Ergo l’euro vale circa il 60% in più. Significa che noi sborsiamo effettivamente un’ottantina di euro per barile. Praticamente la nostra benzina, i nostri trasporti, il nostro tutto lo paghiamo molto molto molto di più di quanto in realtà dovremmo.
    _______________
    Analizziamo il testo:
    1) Paghiamo il barile in dollari: VERO.
    2) 1 euro = 1,60 dollari circa: VERO.
    3) Costo a noi del barile di petrolio: costo attuale 130 $: 1,60 = 80 $ circa: VERO
    Praticamente la nostra benzina, i nostri trasporti… paghiamo molto molto molto di più: VERO.
    La scusa dell’aumento del petrolio NON è valida, dato il cambio euro/dollaro.
    Ergo la CASTRONERIA risiede in chi vede castronerie dove non esistono.

  115. Michele
    16/07 2008

    ascolta bene Marcus.
    Questo blog per visite di nuovi utenti (ossia IP diversi)è uno dei primi della Città.
    Se è cosi inutile evita di scrivere i tuoi pensieri, che per quanto non condivisibili, sono tuoi e vanno rispettati.
    Se non ti va a genio non lo leggere neppure.
    Questo blog è mio ed è come se fosse casa mia,ergo non è educato venire qui e sparlare.
    Alla prossima farai anche tu la fine di altri user scorretti.
    Che si sia in 2 o in 200 a me poco importa. Mi interessa scrivere ciò che penso e condividerlo anche solo con una persona.

  116. 16/07 2008

    Michele! A quando un tuo post per Blogolandia? Magari uno sulla politica nostrana alla luce delle contestazioni del Festino… Attendo tue nuove! Ciao!

  117. Marcus
    16/07 2008

    Michele, ti ha mai detto nessuno che la stragrande maggioranza dei collegamenti internet casalinghi hanno IP dinamico che varia ad ogni connessione?
    Ergo, la tua statistica fatta sugli IP vale quanto il due di coppe quando la briscola è a mazze.
    In linea di massima, gli IP variano in base al provider che, sempre in linea di massima, difficilmente assegna un indirizzo di classe superiore a B (202.104.x.y)
    In ogni caso, almeno secondo la mia logica, sarebbe più produttivo dialogare di argomenti seri come quello da te proposto allargatosi poi al problema energetico.
    Purtroppo però, si sconfina sempre nei “discorsi da cortile”.
    Se però ritieni che anche questi siano produttivi, beh, il padrone di casa sei tu…
    Ciao

  118. Marcus
    16/07 2008

    Per altro, mi spieghi cosa avrei fatto di scorretto?
    Ritengo di non aver mai sconfinato nella volgarità e nelle offese “pesanti”.
    Ho espresso dei pareri, e le volte in cui ho esagerato, ritengo di averlo fatto sempre entro i limiti.
    Pertanto, se mi vuoi bannare, fallo pure.
    Poi però non venirci a raccontare che sei un liberale…

  119. Marcus
    16/07 2008

    Di offese “Non Pesanti” ritengo di averne anche ricevute senza un benchè minimo richiamo da parte tua.

  120. Talita
    16/07 2008

    Discorsi da cortile???
    Come la carta per incartare i cetrioli?
    Come gli scudieri e i servi?
    Come le supposte castronerie?
    Come i blog inutili?
    Come i commenti inutili? Quelli degli altri, però!
    Che cosa c’entra il liberalismo? Si è liberali solo quando ti si concede la patente da Salomone?
    Marcus, continua a parlare di IP dinamico: almeno è un concetto originale.

  121. Talita
    16/07 2008

    Marcus, non continuare a ciurlare nel manico = fare la verginella!
    Tu non hai mai ricevuto offese, ma ti sono solo ritornate in faccia le TUE OFFESE.
    Vuoi un copia/incolla di documentazione? Sono disponibile a farlo e vedremo chi sarà sorpreso con le manine nella marmellata.

  122. Marcus
    16/07 2008

    Stavo parlando con te per caso?
    Potrei andare a ripescare tutti gli appellativi che mi hai affibbiato, ma dato che non ho tempo da perdere in discorsi inutili, mi limito ad attendere una eventuale risposta del padrone di casa.

  123. Talita
    16/07 2008

    Sono in un blog e quindi non ti devo chiedere alcun permesso per rivolgermi a te: soprattutto quando alludi continuamente alla “milanese”, come mi hai signorilmente definita.
    Ehi siciliano! Non continuare a ciurlare nel manico!
    Gli appellativi che ti ho eventualmente affibbiato sono il risultato delle tue fanfaluche: sono venuti DOPO (= a seguito, conseguentemente, in seguito, di seguito, posteriormente) a tuoi attacchi sciocchi e immotivati.
    Vuoi che faccia tradurre il mio messaggio in dialetto siciliano? Magari capiresti meglio!
    Dici di non aver tempo da perdere, ma continui a perdere tempo.
    Marcus, fare gli gnorri non attacca: almeno con me.

  124. Ex
    16/07 2008

    Marcus, che dire? Se è contento il padrone di casa dell’andazzo che ha preso il suo blog, siamo contenti tutti.
    Gli ortaggi ormai sono tutti ben incartati e ammìa m’abbuttò spardare altro tempo: a fare lo shampoo agli asini si perde tempo, fatica e shampoo.
    Ti posso dare un consiglio, che adotterò anch’io: DON’T FEED THE TROLL.
    Stammi bene.
    Camallescamente,
    Tuo Ex

  125. Michele
    16/07 2008

    “Invece di suddividere le persone per sesso avrebbero dovuto distinguere fra due classi: quelli statici e quelli dinamici.”

    Evelyn Waugh

    @Walter:
    si vedo di mandarlo oggi pomeriggio tra una cosa e l’altra.
    Hai letto anche tu pagina 22 del Sicilia??
    (roba da matti)

  126. Marcus
    16/07 2008

    Talita che dire…
    fai pure…
    Comunque, se mi chiami Siciliano IO non mi offendo.
    Ex, cercherò di seguire il tuo consiglio…
    Ciao

  127. Talita
    16/07 2008

    Come puoi pensare che chiamarti “siciliano” sia un’offesa??? Si tratta solo di un’improvvisa dimenticanza del tuo nick.
    Come hai fatto tu con “milanese”: certamente per essere gentile nei miei confronti.
    Neanche IO mi offendo: ci vuol altro!

  128. Talita
    16/07 2008

    Ex, devo presumere che tu abbia sempre i capelli lerci!
    Che schifo! Oltre tutto il resto!

  129. Talita
    16/07 2008

    Churchill diceva: “Non è vero che la democrazia sia il migliore dei governi, ma finora non ne hanno inventato uno migliore”.
    E, dunque, non resta che aver pazienza: gli inconsistenti non possono fare altro che implodere nella loro vacuità.

  130. Michele
    16/07 2008

    su
    http://palermo.blogolandia.it:80/2008/07/16/chi-ce-dietro-alla-protesta-dei-senzatetto/

    un mio articolo sulla vicenda tragicomica del festino

  131. Talita
    16/07 2008

    Tanto per chiarire la sostanziale differenza tra Commissione europea e Parlamento europeo.
    Ieri Berlusconi ha incontrato a Palazzo Chigi il presidente dell’Unione europea Barroso, che si è dichiarato «fiducioso in una “soluzione positiva” delle misure del Governo italiano sulla raccolta delle impronte dei nomadi, sottolineando che “tra le autorità italiane e la Commissione europea c’è enorme collaborazione” e convinto del “rispetto dei principi democratici in Italia dove c’è una grande tradizione umanitaria e di solidarietà”. Più in generale, Barroso riconosce che il problema dell’immigrazione è un problema europeo: “Come integrare gli immigrati e difendersi dalla criminalità. Con la presidenza francese della Ue potremo trovare una politica europea comune per l’immigrazione”. » (Repubblica, 15 luglio 2008)
    Insomma, si comincia a ragionare!

  132. Talita
    16/07 2008

    Michele, ho letto il tuo articolo e poi mi sono informata sui fatti, che non conoscevo.
    Dunque ho appreso che i senzatetto avrebbero voluto leggere un proclama che iniziava così “Siamo qui per contestare la logica falsa di chi organizza il festino di Santa Rosalia per ottenere facile consenso”.
    Ho un dubbio: se si tratta di una festa antica di secoli, in che senso chi la organizza tenterebbe di ottenere un facile consenso?

  133. Talita
    16/07 2008

    Uhm… mi era sfuggito un particolare importante!
    Avevo sempre sospettato che la cultura di qualcuno derivasse da Wikipedia: ed ecco la conferma… eh…eh…eh…

  134. Michele
    16/07 2008

    carissima, hai centrato , come al solito, il punto.
    In che modo onorare la santuzza possa portare consenso è da chiarire.
    Per altro il festino di quest’anno dopo che Prodi ci ha svuotato le casse è stato pagato dalla Regione.

  135. M.Sparpagliato
    16/07 2008

    Carissimi Ex e Marcus,condivido:don’t feed the troll.Un carissimo saluto dalla splendida Lubecca(dove tengo una casetta).

  136. Marcus
    16/07 2008

    Le casse comunali della nostra città sono state svuotate da altre cose…

  137. Talita
    16/07 2008

    Wikipedia docet… eh…eh…eh…
    Perché non “Topolino”?

  138. Michele
    16/07 2008

    aspettiamo di sapere quali

  139. Marcus
    16/07 2008

    Consulenze per qualsiasi cosa, LSU, Amia, taglio dell’Ici, ZTL…
    Solo per indicare le voci di spesa più “Importanti”.

  140. M.Sparpagliato
    16/07 2008

    Certo che la situazione è difficile,per la Città.

  141. 16/07 2008

    scusa marcus, risolvi tu i problemi.
    Sai quanto incidono le consulenze sul bilancio?
    Gli Lsu come li liquidi? (e ti ricordo che ce li ha regalati Orlando)
    l’Amia paga il dazio delle competenze ossia dei servizi che eroga a ricavo 0, taglio dell’ICI cioè ti lamenti che ti hanno diminuito le tasse? ZTL flop nel metodo ma non nel merito. LA Città adresso è tornata invivibile

  142. Marcus
    16/07 2008

    Allora, dato che non è chiaro, ribadisco che a me non importa di chi siano onori e oneri.
    Mi limito a evidenziare le cose che non vanno a prescindere che siano state fatte dalla destra o dalla sinistra.
    Gli LSU per quanto mi riguarda poteva regalarceli anche mio padre, sempre una palla al piede restano.
    Ci costano un botto e ciondolano tutta la santa giornata.
    Basterebbe utilizzare il metodo Brunetta anche con loro.
    Quelli che lavorano (molto pochi) che ben vengano, tutti gli altri a casa.
    L’Amia, basterebbe che fosse amministrata un tantino meglio.
    Il taglio dell’ICI a me non ha portato proprio nulla, a te probabilmente si.
    Al massimo, mi stava portando l’ennesimo aumento delle addizionali Irpef bloccate sul filo di lana.
    ZTL flop nel metodo ma non nel merito…
    Intanto ci sono costate e, molto probabilmente, ci continueranno a costare.
    Per quanto riguarda il metodo, è ampiamente attribuibile all’amministrazione comunale.
    Lo avrò scritto decine di volte su altri blog.
    Le ZTL in se non sono da bocciare, vanno però associate a parcheggi di scambio in aree limitrofe e servizi pubblici efficienti.
    Quì, a parte il 101, non c’è nulla di tutto ciò.
    Perdonami però, ma non ci voleva una mente eccelsa per capirlo.
    Sarebbe bastato un po’ di buon senso.
    Sempre sulle ZTL parcheggi, restano da chiarire i processi che hanno fatto approdare TD Group e Apcoa a Palermo.

  143. M.Sparpagliato
    16/07 2008

    Concordo assolutamente su quanto ha scritto Marcus.Spero,naturalmente,che il Sindaco Cammarata(come dicono in tanti)non venga candidato alle Europee e spedito a Strasburgo nel 2009.Mi auguro che resti al suo posto e che prosegua il suo lavoro.Non ho pregiudizi destra-sinistra(la quale non esiste più),ma più banalmente pregiudizi su capaci ed incapaci.E Diego è una persona capace,ma con le mani legate(vedi Ztl e commercianti).Ovviamente a me sta benissimo Michele Pivetti Sindaco,ma penso che Cammarata debba finire il suo lavoro.

  144. 17/07 2008

    Nell’ ultima campagna sbandierava la maggiore avvenenza
    delle donne del Popolo della Libertà rispetto a quelle del
    centrosinistra. E commentando la percentuale di donne presenti in lista
    nella sua coalizione non ha potuto evitare di sottolineare che
    «Portiamo in Parlamento il 30 per cento di donne e si scatena la corsa
    a dire che sono fidanzate mie e di Gianfranco. Siamo superman, ma certi
    traguardi sono impegnativi anche per noi». Intenzionalmente portava a
    pensare che sì, con qualcuna forse era andato a letto, ma non con
    tutte. Fa scalpore per un attimo che nel press kit della Casa Bianca,
    anche sotto l’ amica amministrazione Bush, ci si riferisca a Berlusconi
    poco rispettosamente come a un “politico dilettante” in un “paese noto
    per la corruzione”. Ma è segno della profonda mediocrità e del
    provincialismo dell’ Italia di Berlusconi in cui grazie a una stampa
    ampiamente controllata e accomodante le gaffe del premier vengono
    minimizzate, o celate o non mostrate in Tv, che la maggior parte degli
    italiani vive nell’ illusione che Berlusconi goda di vasto rispetto
    oltreoceano, quando invece è considerato pressoché universalmente un
    buffone. Non è semplicemente una questione di stile. Il profondo
    sessismo e la misoginia sono entrambi specchio di una società in cui le
    donne hanno pochissimo potere, e l’ Italia è agli ultimi posti quanto a
    presenza delle donne in politica e nella forza lavoro…

    ALEXANDER STILLE

  145. Ex
    17/07 2008

    Saluto Marcus, Sparpagliato e MP.

    E’ sempre un piacere leggere gli scritti del Prof. Cordero, questo in particolare:

    http://www.repubblica.it/2008/07/sezioni/politica/giustizia-8/codici-cancellati/codici-cancellati.html

    Buona lettura.
    Dalla plancia di comando,
    Ex

  146. Talita
    17/07 2008

    Alexander Stille???
    Fatte salve le rare eccezioni, i “figli di papà” valgono poco o niente.
    Di solito diventano giornalistucoli e/o professorini universitari: con il popò dolorante per i “calcioni” che li hanno mandati avanti.

  147. 17/07 2008

    PERLOMENO, MENTRE AFFONDIAMO, NON SMETTIAMO DI RIDERE!

  148. 17/07 2008

    Gli è andata male anche la ricusazione del giudice!

    AHAHAHHAHAHUAHUAAHUHAU

    E le impronte?

    COSTRETTI A PRENDERLE A TUTTA ITALIA!!!

    AHAHAHAUAHUAHAUAHAUAHAUHA

  149. Talita
    17/07 2008

    Vedo che oggi è giorno di libera uscita dai centri sociali.

  150. Talita
    17/07 2008

    E anche giorno di chiusura dei WC pubblici?
    Lì ci sono tante pareti adatte per esprimersi: basta un pennarello!

  151. 17/07 2008

    La decisione della Corte d’Appello: «Domanda ammissibile ma infondata nel merito». Ma Ghedini protesta: «Nullla è stato ancora depositato»
    WOW!

    GHEDINI! TIRA FUORI STE CARTE NO!
    CHE ASPETTI!

    A
    AHAHHAUAUHAUAHUAHAUAU

  152. 17/07 2008

    Iva, bocciato il condono ’98-’01
    Corte Europea: “Favorite le frodi”
    L’organismo di giustizia condanna l’Italia. Il governo dovrebbe recuperare tutti i soldi perduti. La norma era nella Finanziaria 2003 (Berlusconi, Tremonti).

    NOOOOO!
    I SOLITI COMUNISTI DEI CENTRI SOCIALI EUROPEI!
    FAVORISCE LA FRODE?
    MA CHE DITE!

    FAVORISCE E BASTA, VUOI METTERE!
    ANZI..

    FAVORITE, FAVORITE…
    GNAM GNAM GNAM

  153. 17/07 2008

    AH GHEDINI!

    STE CARTE, CE L’HAI, NON CE L’HAI e CE FAI?

    L’istanza, presentata lo scorso 17 giugno, sosteneva che la Gandus con una serie di interventi su siti internet ha dimostrato «grave inimicizia» nei confronti del premier imputato al processo che si sta celebrando davanti alla decima sezione penale del tribunale di Milano presieduta dallo stesso giudice Gandus. I giudici invece parlano di manifestazione di pensiero e non di “inimicizia”. «I documenti che dovrebbero dimostrare l’inimicizia grave tra la dott.sa Gandus e il ricusante (…) sono mere manifestazioni di pensiero relative non a rapporti personali o comportamenti dell’on. Silvio Berlusconi ma semplicemente critiche a testi di legge approvati dal Parlamento durante la legislatura 2001/2006, nella quale quest’ultimo è stato capo del governo».

    Siete INCOERENTI!
    E POI VE LA PRENDETE CON LA SATIRA!

    AHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHA

    W IL PARLAMENTO DEL BAGAGLINO!

  154. Talita
    17/07 2008

    Medicine-man, hai cercato bene nel medicine-chest del tuo centro sociale?
    Qualche farmaco antipsicotico dovresti pure trovarlo: mica è sufficiente il chilum!

  155. 17/07 2008

    E Berlusconi precisa le sue frasi contro i pm: «Mai parlato di teoremi accusatori: il mio è atto di generosità»

    Berlusconi: una cosa strana, da teorema accusatorio. «Sì, ho sentito, e mi sembra una cosa molto strana che ci sia una decapitazione completa, quasi una retata, di un intero governo di una regione. Ho sentito anche il teorema accusatorio, conoscendo l’attuale sistema dell’accusa in Italia…»:

    «Non ha nessuna importanza, per me, che colpisca questo o quest’altro. Ma molto spesso i teoremi accusatori sono teoremi che poi alla fine non vengono confermati».

    SILVIO, LA GENEROSITA’ LASCIALA ALLA CARFAGNA!!

    AHAHAHAHHAHAHAHHAHAUHAUAHAUHAU

  156. 17/07 2008

    CHE FIGATA!

    Uno lavora e ogni tanto da un’occhiata alle notizie… le notizie si trasformano in barzelle con questo governo. BERLUSCONI SUPERSTAR!

    SILVIO! CHIAMA HOLLYWOOD!
    FATTI RACCOMDANRE DALL’AMICO GEORGE W.
    LO SA CHE SEI UN BUFFONE, l’HA SCRITTO ANCHE NELLA CARTELLA DEL G8!

    AHAHAHAHHAAHUAHAUAHUAHAUHAUAH

  157. Talita
    17/07 2008

    Ma sì, sconfitti dalla razionalità e dalla Storia!
    Continuate a fare satira: buona per far sbellicare dalle risate i polli. I proprietari di cervelli funzionanti, intanto, GOVERNANO.
    __________
    Dal centro alla periferia, una Napoli pulita si appresta ad accogliere venerdì il premier Silvio Berlusconi e i ministri che terranno il Consiglio proprio nel capoluogo partenopeo. Berlusconi ha detto che sarà a Napoli proprio per annunciare che il problema è risolto. (ANSA, 16 luglio 2008)
    __________
    Problema risolto in tre mesi scarsi! Fate satira su questo, venditori di aria fritta!!!

  158. 17/07 2008

    PROBLEMA RISOLTO O NASCOSTO?

    BRUXELLES (17 luglio) – «Non sono a conoscenza delle specifiche misure proposte. In ogni caso la Commissione valuterà qualsiasi nuova misura per verificare la conformità con la legislazione comunitaria prima di prendere in considerazione qualsiasi nuova azione, come la chiusura del caso aperto di fronte alla Corte contro l’Italia su questo caso». Barbara Hellferich, portavoce del commissario Ue all’ambiente Stavros Dimas, in una nota precisa così quanto dichiarato mercoledì a proposito della presunta, imminente soluzione del problema rifiuti annunciata da Berlusconi. Le misure adottate dall’Italia, ha detto Hellferich, «devono assicurare il raggiungimento dei risultati desiderati. Mi è stato inoltre chiesto quali misure chiediamo siano realizzate e ho spiegato le ragioni di base dell’intervento di fronte alla Corte, come la gestione dei rifiuti e i problemi infrastrutturali».

    Vediamo tra qualche mese…

    PE PEE PEREPPEPEEE
    PE PEE PEREPPEPEEE

    COME IL DUX!
    UNA BUONA E CENTO PER IL REGIME!

    PERO’ SILVIO VEDE MARIA GORETTI!
    BEATO LUI!

  159. 17/07 2008

    Presunta… Imminente…
    Annuncio… mmmmm….

    PUZZA DI SOLA!

  160. Talita
    17/07 2008

    Nascosto dove??? Nella cantina del tuo centro sociale? Da cui le esalazioni mefitiche che ti confondono il cervellino?
    Medicine, una curetta di fosforo no? Magari capiresti perfino quello che leggi.
    La Corte europea dovrà ovviamente valutare soluzioni a lungo termine: ossia la costruzione di termovalorizzatori, che – guarda caso – saranno costruiti.
    Troppo difficile per te capirlo? Oppure al tuo centro sociale ti raccontano che nei centri commerciali sono in vendita bacchette magiche con lo sconto?
    Smettila di spargere aria fritta: rispetta la tua salute!

  161. 17/07 2008

    sorry,
    mi è partito un COPIA INCOLLA TROPPO COPIA E TROPPO INCOLLA.

  162. Talita
    17/07 2008

    Neanche la “sola” puzza come l’aria fritta!

  163. Talita
    17/07 2008

    Lo vedi, Medicine? Il chilum non è sufficiente!

  164. 17/07 2008

    Un altro bel fotogramma di regime arriva nel giorno della Bastiglia. Giulio Tremonti gira con venti energumeni di scorta, per andare ai convegni contro “la speculazione finanziaria peste del secolo” a declamare, novello don Ferrante, le sua forbite analisi a boccuccia stretta senza obiezioni fuori programma. Ieri lo ospitava un altro eroe della lotta alla speculazione, Luigi Maria Verzè, la tonaca di riferimento di Craxi e Berlusconi. C’era anche il nostro amico Duccio, imprudentemente da solo. Andare da solo al San Raffaele a un convegno con Tremonti ospite d’onore, richiede una buona dose di incoscienza. Soprattutto se non vai lì per applaudire o per farti notare, ma per porre una domanda. La domanda che Duccio ha provato a rivolgere al commercialista esperto in paradisi fiscali è questa: parlate di speculazione peste del secolo, ma Gnutti Fiorani e compagnia bella non erano forse speculatori? Sottinteso: e voi non li sostenevate, e forse non in modo disinteressato? Insomma, ha messo il dito nella piaga dell’ipocrisia. Diritto di critica e dovere intellettuale. Ai nomi di Gnutti e Fiorani, il commercialista esperto in condoni ha girato la testa e se n’è andato. Non regge nemmeno il nome di Geronzi, e questo l’ho sperimentato di persona. Per aver osato tanto Duccio è stato ripetutamente infastidito,insultato e minacciato dagli sgherri di Don Verzè. Ed è stato ritualmente identificato. Il sospetto dei guardiani è che si tratti di un pericoloso provocatore, dotato di memoria, di quelli che non si lasciano convincere che due più due fa cinque. Di questi individui scampati al grande piano di rinascita ce ne sono sempre meno in giro e vanno scoraggiati con le spicce. In modo tale che i commercialisti esperti in paradisi fiscali e condoni tombali possano discettare indisturbati a difesa dei valori.
    I prossimi convegni al San Raffaele saranno contro la corruzione giudiziaria, l’evasione fiscale e le truffe al sistema sanitario. La Russa manderà l’esercito. A Duccio prenderanno le impronte digitali.

  165. 17/07 2008

    In attesa della prossima BAGIANATA di governo,
    vi auguro un buon regime
    e a risentirci presto!

    BYEEEE

  166. Talita
    17/07 2008

    Medicine, ti sei dimenticato di citare la fonte del tuo copia/incolla.
    Vabbè, lo faccio io: il blog di Piero Ricca. Ahahahhhhh!
    Ma credi davvero che l’uomo-megafono possa rivestire qualche interesse, se non per i centri sociali?
    Se lo credi, sei TROOOPPO ingenuo!

  167. Talita
    17/07 2008

    BAGIANATA??? E che è?

  168. 17/07 2008

    è un modo per dire: GROSSA BALLA

    eccolo eccolo, pensa te quanto sta male quest’uomo:

    Il premier: «Ho fiducia nelle toghe, ma vengo aggredito»
    Agli imprenditori: «Potreste essere tutti intercettati»

    SINDROME DI PERSECUZIONE
    FOBIA
    ATTACCHI DI PANICO
    ISTERISMO
    SCHIZZOFRENIA ACUTA

    …attenti… il nemico vi spia…

    GRAZIE SILVIO!!!
    FAI COME IN TERAPIA, BUTTA FUORI TUTTE LE TUE PAURE E PROIETTALE VERSO ALTRI!

    CERCATE ‘NO PSICANALISTA!

  169. 17/07 2008

    Rifiuti, l’ Ue contro il governo: «Fatti, non parole»
    Berlusconi annuncia che «l’emergenza rifiuti è finita». Ma la Commissione europea lo zittisce: «la procedura rimane aperta». Bruxelles: «Berlusconi può dire quello che vuole ma contano i fatti». Il governo accusa il colpo ed esprime «viva sorpresa».

  170. Talita
    17/07 2008

    Aaaah, volevi dire BAGGIANATA! = due G
    Aaaah, volevi dire SCHIZOFRENIA! = 1 Z
    Vedi che ti convengono i WC pubblici? Lì nessuno ti corregge e poi saresti in un ambiente amico! Pensaci!

  171. 17/07 2008

    Berlusconi può dire quello che vuole…

    FACCE RIDE SILVIO!!!

  172. Talita
    17/07 2008

    Medicine, fatti spiegare da qualcuno che cosa significa “emergenza”!
    Medicine, tu sai leggere?
    Oppure ti occorre un disegnino sul perché la procedura alla Corte europea rimane aperta?
    Oppure vuoi continuare a blaterare inutilmente? Guarda che blaterare non risolve i problemi di sovrapproduzione di bile!

  173. Talita
    17/07 2008

    Beh, dove sarebbe la novità? Perfino tu puoi dire tutto ciò che vuoi…
    FACCE RIDE MEDICINE!!!

  174. 17/07 2008

    Berlusconi può dire quello che vuole…

    I PROBLEMA STA IN CHI LO CREDE!
    A ME ORMAI FA SOLO PISCIARE DALLE RISATE!
    OGNI VOLTA CHE LO VEDO ME SEMBRA LA CARICATURA DI SE STESSO!

  175. 17/07 2008

    aaaaa… QUANTO MI MANCA L’IMITAZIONE DELLA GUZZANTI!!!

    MA DEVO DIRE CHE IL RE NANO E’ RIUSCITO A SOSTITUIRE ANCHE LEI!

    CHE STATISTA!
    CHE DIAVULO!

  176. 17/07 2008

    Sembra che per ora il CANTASTORIE di ARCORE abbia finito di INTRATTENERCI con le sue BARZELLETTE DA VELINE.

    Resto in attesa di nuove chicche.
    BYEEE

  177. 17/07 2008

    Per PAR CONDICIO vi linko sul mio nome il filmato su VIOLANTE in PARLAMENTO quando dichiara: ti abbiamo dato la garanzia che…

    Questa è una classica della SX!
    PERO’ IL MAESTRO, IL VENERABILE, TESSERATO PIDUISTA è sempre LUI!
    SILVIO, RE DEI NANI

  178. Talita
    17/07 2008

    Medicine, tu intanto interessati dei problemi tuoi: per esempio, della tua incontinenza urinaria. Non è da trascurare: fatti vedere da un bravo nefrologo.
    In quanto alla Guzzanti, che problema c’è? Tu lo sai, vero, che sono stati inventati i CD? Perché non cominci una bella collezione di video-boiate?

  179. Talita
    17/07 2008

    Ma è possibile che i sinistrati vengano tutti qui per farsi cliccare???
    Mica siamo a Fantasyland, suvvia!

  180. 17/07 2008

    TALITA, per essere una FAN di SILVIO ti manca un pò di ironia.

    COME MAI…

    A NOI FA RIDE E VOI LA PRENDETE SUL SERIO??
    MA SU!!!

    DIVERTITI!

  181. Talita
    17/07 2008

    Medicine, io mi nutro d’ironia a colazione, a pranzo e a cena. E mi diverto tantissimo: perfino con te!
    Tu, invece, che cosa mangi? Pane e volpe?

  182. 17/07 2008

    …LE COMUNICAZIONI RIAPRONO CON LA PROSSIMA BAGIANATA…

    STAY TUNED
    (nn ci vorrà tanto)

  183. 17/07 2008

    …FASCISTA????
    NOOOOO!!! E’ UN BARZELLETTIERE DAL MANGANELLO PESANTE ;)

    * Esteri
    * Diminuisci dimensione testo
    * Aumenta dimensione testo
    * Print
    * Segnala questa pagina
    * Mobile
    * RSS feed

    attesa la sentenza a genova
    «La polizia italiana è fascista»
    Duro attacco del quotidiano britannico «Guardian» che commenta i pestaggi della scuola Diaz al G8 2001

    DAL NOSTRO INVIATO

    LONDRA – Picchiati senza pietà, in modo sistematico, non per ottenere una confessione ma semplicemente per il gusto sadico di infliggere un dolore. In un’inchiesta di sette pagine dal titolo «La sanguinosa battaglia di Genova», il Guardian mette sotto dura accusa la polizia italiana: «Questo non è il comportamento di un gruppo di esaltati. Questo è fascismo». Durante i pestaggi alla scuola Diaz e le torture nel carcere di Bolzaneto, racconta il quotidiano britannico, i poliziotti parlavano in modo entusiastico di Mussolini e Pinochet. I loro cellulari avevano suonerie con le tradizionali canzoni del ventennio. E i prigionieri furono costretti a dire più volte «Viva il Duce» o «Un, due, tre, viva Pinochet».

    ACCUSE A FINI – «Senza il lavoro del pubblico ministero Enrico Zucca – scrive il Guardian – senza la posizione rigorosa della magistratura italiana, la polizia avrebbe potuto sfuggire alle proprie responsabilità. Tuttavia la giustizia è stata compromessa. Nessun politico italiano è stato indagato, nonostante ci fossere forti sospetti che la polizia avesse agito con la sicurezza dell’impunità». Nell’inchiesta viene citato l’attuale presidente della Camera, Gianfranco Fini: «Un tempo segretario nazionale del partito neofascista Msi e poi vice premier, Fini – secondo quanto scrisse in quei giorni la stampa – era presente nel quartier generale della polizia. Non gli è mai stato chiesto di spiegare che ordini avesse dato, se l’aveva fatto». Insomma giustizia non sarà fatta. La maggioranza dei poliziotti coinvolti nei fatti della Diaz e di Bolzaneto non ha ricevuto nemmeno un richiamo disciplinare. Nessuno è stato sospeso, nessuno è stato accusato di torture, spiega ancora il quotidiano, alcuni sono stati addirittura promossi. «Anche il prossimo processo ai 28 agenti che sono stati incriminati è a rischio perché il premier Silvio Berlusconi ha voluto una legge che ritarda tutti i processi che riguardano fatti avvenuti prima del 2002».

    LA CONCLUSIONE – Amara la conclusione del Guardian. «Cinquantadue giorni dopo l’attacco alla scuola Diaz», 19 uomini hanno usato aerei pieni di passeggeri per attaccare l’America. Era l’11 settembre del 2001. «Da allora politici che non si definirebbero mai fascisti hanno autorizzato intercettazioni a tappeto di telefoni e email, detenzioni senza processo, tortura sistematica e arresti domiciliari illimitati». Non stiamo parlando di un fascismo messo in atto da dittatori «con gli stivali neri e la bava alla bocca» ma del pragmatismo di politici dalla faccia pulita. «Il risultato però – dice il Guardian – è molto simile. Genova ci insegna che quando lo Stato si sente minacciato, la legge può essere sospesa. Ovunque».

  184. Talita
    17/07 2008

    Rewind: BAGIANATA? E che è?

  185. 17/07 2008

    … NON VEDO L’ORA DI RIVEDERE QUELLA LONZA DI BONAIUTI CONFEZIONARE L’ENNESIMA INTERVISTA DI REGIME AL TG2…

    l’altro giorno era fantastico!
    Mancava il tanto amato effetto calza davanti alla telecamera…

    HIHIHIHIHI

  186. Talita
    17/07 2008

    “Durante i pestaggi alla scuola Diaz e le torture nel carcere di Bolzaneto, racconta il quotidiano britannico, i poliziotti parlavano in modo entusiastico di Mussolini e Pinochet.” ????????????
    E con chi parlavano? Con i giornalisti del Guardian?
    Ma si può essere più pisquani di così???
    Medicine, se il kapò del tuo centro sociale vede che ancora credi alla Befana e che non sai neppure copia/incollare, questa è la volta buona che si mette a torturare te!
    Fa’ il bravo, su!

  187. Talita
    17/07 2008

    Medicine, mi dispiace! Adesso devo proprio andare!
    E dire che mi stavo divertendo tanto!

  188. 17/07 2008

    GRANDE GUARDIAN!!!!!
    PER CHI NON VUOLE SENTIRE!

    STAY TUNED!

  189. 17/07 2008

    ah, TALITA, parlavi con me?
    Scusami! NON CI AVEVO FATTO CASO!

  190. Talita
    17/07 2008

    Il che dimostra il miserevole stato del tuo cervellino!
    Curati, Medicine!

  191. Michele
    17/07 2008

    medicineman e tutti gli altri suoi fratellini..non ci disturberanno più

  192. Talita
    17/07 2008

    Deo gratias!

  193. M.Sparpagliato
    17/07 2008

    Ringrazio il nostro ospite per il vivace ed interessante dibattito.Ringrazio Ex,poi,per aver segnalato il dottissimo,ma deprimente articolo del caro Prof.Cordero.Tuttavia sono certo che presto accadranno alcune cose che muteranno la miseranda storia politica italiana.Anche Medicine ci ha offerto vari ed interessanti spunti,e di ciò ringrazio
    Michele per averlo ospitato.

  194. M.Sparpagliato
    17/07 2008

    Caro Michele,ho ascoltato e visto su youtube il tuo interessante intervento comiziale in un locale palermitano(alle spalle avevi un sorprendente ritratto di Che Guevara).Tu hai parlato di una svolta politica(di fronte a 60 persone,dicevi),che sarebbe non più mega-comizi stile Pci o Forza Italia(con il leader),ma piuttosto un minuzioso lavoro porta a porta con gli elettori.Giusto,e premiante.Però non è nuovo:è quel che ha fatto la Dc per 50 anni,e,devo dire,in buona parte anche il Pci.Grazie,e scusami per la piccola notazione.

  195. perplesso
    19/07 2008

    ma tutte queste discussioni che c’entrano con quanto ci convenga stare in Europa?
    p.s. per talita: guarda che Barroso non è affatto presidente dell’Unione europea… studia un po’ di più, dai, se ti impegni ce la puoi fare

  196. Talita
    19/07 2008

    Perplesso, ma la tua osservazione che c’entra con quanto ci convenga stare in Europa?
    P.S. Grrrazie dell’informazione!!! Ti sei voluto disturbare tanto, anche se sarebbe stato facile constatare che si tratta di un lapsus: anche solo leggendo il titoletto del post “Tanto per chiarire la sostanziale differenza tra Commissione europea e Parlamento europeo”.
    Uhm… facile… si fa per dire: secondo il cranio in cui sono posizionati gli occhi che leggono, beninteso!
    Per il resto, sforzati di mantenere il tuo solito nick: se ti impegni ce la puoi fare!

  197. Talita
    21/07 2008

    Stare in Europa ci conviene? Ci converrebbe di più se l’Unione europea reagisse compatta a vicende come quella di Federico Boux, 32 anni, detenuto da 11 mesi – SENZA PROCESSO – nelle galere delle Seychelles, accusato di detenzione di stupefacenti.
    La storia è complessa e per niente chiara: l’imputato ripete di essere stato incastrato e i genitori, che hanno casa e un’attività commerciale in loco, confermano, portando anche fatti contro uno specifico maneggione italiano, che non appare la quintessenza dell’onestà.
    Comunque:
    - il detenuto senza processo rischia molto in un carcere descritto così: “«Il capo della prigione è un omosessuale che si diverte a prendere di mira i carcerati e a molestarli. Il ragazzo deve uscire al più presto da quell’inferno altrimenti c’è il rischio che subisca traumi irreversibili». Il deputato dell’opposizione Jean François Ferrari è preciso nel descrivere la vita del carcere. Lui in quello nuovo, costruito un paio di anni fa, non è mai stato detenuto, ma in quello vecchio sì. E i secondini sono sempre gli stessi.” (Corriere della Sera, oggi);
    - gli impediscono di tagliarsi i capelli e le unghie; prima dell’arresto aveva i capelli corti, ora ha una treccia lunga almeno mezzo metro. Le autorità dicono che, per tagliarsi capelli e unghie, occorre una RICHIESTA SCRITTA, ma non la consentono ai genitori;
    - nelle Seychelles si può soggiornare fino a tre mesi con un unico visto, mentre ai genitori di Federico vengono concessi visti per una settimana o al massimo dieci giorni e per ottenerli aumentano continuamente le difficoltà;
    - le Seychelles vivono di turismo, alias dei quattrini di noi occidentali: è mai possibile che, sulla base di quanto sta accadendo a Federico, l’Unione europea non faccia la voce grossa, consigliando ai suoi cittadini di cambiare meta per le loro vacanze?
    Magari a margine dell’importantissimo convegno sulla validità delle creme solari!

  198. M.Sparpagliato
    21/07 2008

    ‘Il divorzio non è nei miei piani’disse Miriam Bartolini alla festa per i suoi 52 anni,in Costa Smeralda.Lo Zio Paperone ha preparato una Dineyland locale per i 3 nipotini.

  199. Talita
    21/07 2008

    Ma l’Unione europea lo sa???

  200. M.Sparpagliato
    21/07 2008

    L’Unione darà il suo conributo.Quack!

  201. M.Sparpagliato
    21/07 2008

    Sembra quasi che a Talluccia non piaccia l’Europa.

  202. Talita
    21/07 2008

    Uhm… non ho capito: l’Unione europea darà il suo contributo al divorzio di Veronica o alla Disneyland sarda di quel gran signore di Silvio?

  203. M.Sparpagliato
    21/07 2008

    ‘Gran Signore’si scrive in Maiuscolo.

  204. Talita
    21/07 2008

    Scritto in maiuscolo, sarebbe GRAN SIGNORE.
    Forse il purista scombinato avrebbe voluto dire “con l’iniziale maiuscola”, però mancando ancora una volta il bersaglio.
    Prescindendo dall’aggettivo (che, così posizionato, si sogna l’iniziale maiuscola), “Signore” è frequente nei testi ecclesiastici, dove indica Dio. Oppure a Fantasyland.
    P.S. “in maiuscolo” si scrive con l’iniziale minuscola.

  205. M.Sparpagliato
    22/07 2008

    GRANDISSIMO ONNIPOTENTE BUON SIGNORE.Così va bene,delizia dei miei occhi?
    Quanto all’amore per l’Italia,il raffinato Dio Padano,ne ha sempre dette e fatte tante.Una più,una meno…tremenda quella del ‘mafioso di Arcore’,Ricordo che fu una battuta veramente di cattivo gusto.Per fortuna non esistono siciliani così maleducati come l’Umberto.2 lombardi 2 comandano in Italia:il silviolo e l’umbertolo.Meno male che c’è Gasparri.

  206. M.Sparpagliato
    22/07 2008

    L’Onnipotente non ha commentato ancora.E dire che il partito da Lui fondato si chiama Forza ITALIA!

  207. Talita
    22/07 2008

    Non sempre viene mantenuta l’evangelica promessa “Pulsate et aperietur vobis”!

  208. M.Sparpagliato
    23/07 2008

    Credo che Forza Italia debba romper con la lega,

  209. M.Sparpagliato
    23/07 2008

    Solo una Italia,solo una bandiera,solo um inno!

  210. Talita
    23/07 2008

    Iscriviti a Forza Italia e provvedi alla rottura: in tutti i sensi!

  211. Talita
    23/07 2008

    Per inciso, l’inno di Mameli non è affatto l’inno nazionale. È utilizzato per prassi, ma non è indicato né nella Costituzione né in una legge specifica. Inoltre si dubita perfino che il testo sia stato scritto da Mameli…
    E bbbasta con l’inno! Pensiamo alle cose serie!!!

  212. Talita
    23/07 2008

    Michele, ho appena ascoltato in diretta TV l’intervento del senatore Bricolo (Lega Nord) sull’Europa. Chapeau!
    Non ci ha girato attorno e, sinteticamente, ha detto che è ora di farla finita di calarsi le braghe di fronte ai burocrati di Bruxelles.
    Concordo entusiasticamente!

  213. M.Sparpagliato
    25/07 2008

    Siamo tutti col Bricolo.Entusiasticamente facciamo bricolage con Tally.Bricoliamo insieme.Chapeau!Culottes!Braaghe alzate!Bricoletto discoletto.L’Europa è finita(solo per Talita e Michael).Aderiamo a Bananoland.
    Senza rancore,la butto un pochino sullo scherzoso,Tally è così seria…mi chiedo se è sempre così,ma certamente me lo dirà a Milano quando prenderemo il famoso caffè ai Navigli.Tiremm innanz!

  214. Talita
    25/07 2008

    Sbrindellato, non è l’Europa che è finita: sei finito tu. (Dubbio: ma sei mai cominciato???)
    Chi aderirà a Bananoland? Tu e chi altro?
    P.S. Bananoland è la terra del banano?

  215. M.Sparpagliato
    25/07 2008

    Nemmeno gli Dei possonu nulla contro la stupidità umana(Schiller,ripreso da Isaac Asimov).

  216. M.Sparpagliato
    25/07 2008

    possono e non possonu.
    Consiglio vivamente il freschissimo libro di Gomez e Travaglio,appena uscito,sulle fresche leggi liberticide ed ‘impunitive’.Titolo:’Bavaglio’.Tutto un programma.Stai calma,amorevole Tarallita.

  217. Talita
    25/07 2008

    Spappolato, elaborando il suo aforisma, Schiller aveva in mente tipi come te!
    La vuoi piantare di consigliare i libercoli fotocopiati di Gomez e Travaglio?
    E smetti di leggerli anche tu: la tua prosa (chiamiamola così) peggiora di giorno in giorno.
    E finiscila pure di consigliarmi la calma: non c’è nulla che possa mettermi in agitazione: tu men che meno!

  218. Talita
    25/07 2008

    Che piffero significa “possonu”???

  219. M.Sparpagliato
    25/07 2008

    Vorrei conoscere la fondamentale opinione di Tallarita su Centrali Nucleari,operai-123-contaminati in Francia e pareri minimizzanti di Scajola(portatore,come si è notato più volte,di sfighe per conto dello Jettatoe Supremo).Le faccio notare che la mia ridicola citazione da Schiller era conseguenza della sua citazione sui cretini fatta recentemente.Ooohh,Tallarita,aaahaaa!
    Su ‘possonu’mi ero già corretto,gioia della mia anima.Ooohhh!Ciao,bella.

  220. M.Sparpagliato
    25/07 2008

    Vorrei qui segnalare,in mezzo a tanto odio per le Istituzioni Europee,il senso dello Stato del Presidente Cossiga,del Presidente Ciampi,e del Presidente Napolitano.Inoltre il carissimo Amico,Sindaco di Palermo,Diego Cammarata,che potrebbe,dopo l’attuale mandato,degnamente rappresentarci a Strasburgo(anche se,capisco,dovendo affrontare il livore e il disprezzo della dolce Tallarita).L’Europa è un fatto,dal quale nessuno tornerà indietro.Fatevene una ragione.Siete fuori dalla Storia,da ogni Storia.Cordialmente(Tally,ti adoro).

  221. M.Sparpagliato
    25/07 2008

    Chiedo scusa,avevo dimenticato il Presidente Scalfaro.

  222. Talita
    25/07 2008

    Sconquassato, una volta che dimenticando avevi fatto una cosa giusta, hai rovinato tutto!
    E piantala di attribuirmi concetti che non sono miei! Altrimenti comincerò ad attribuirti concetti (beh, insomma!) che non sono tuoi.
    DISTRAITI!!!

  223. M.Sparpagliato
    25/07 2008

    Stavo prenotando alcuni voli su Ryanair,quando mi è apparso,sul sito,Bossi e il suo gestaccio,con delle frasi pesantemente critiche sul governo attuale…che si fa sfottere persino dalla più potente compagnia aerea d’Europa…!E’ proprio la Repubblica di Bananas…!Tallarita dolcissima,c’è da piangere e ridere…per te…con un buon caffè a Porta Ticinese,noi due assieme(anche una cenetta,se accetti).Viva la Padania,Viva Milano,Viva Tallarita!

  224. Talita
    25/07 2008

    Solo gli sprovveduti abboccano al terrorismo dei media, che – avendo temporaneamente dimenticato il buco nell’ozono (già rilevato a metà del secolo scorso, ben prima della supposta incidenza dei CFC) – stavolta si riempiono la bocca con il pericolo nucleare.
    Fanno eco i cosiddetti ambientalisti, che si procurano la michetta quotidiana (qualcuno perfino un Nobel, che ormai non si nega a nessuno!) proprio con il terrorismo ecologico.
    I famosi 100 contaminati in Francia non corrono alcun pericolo e l’incidente è stato ampiamente ridimensionato dagli esperti locali. Non vogliamo crederci? E allora perché dovremmo credere alle prefiche interessate? Sappiamo per certo che è andata molto peggio, per esempio, agli operai bruciati nelle acciaierie ThyssenKrupp di Torino: perciò vogliamo eliminare tutte le acciaierie?
    Piantiamola di abboccare a queste ridicole sceneggiate!
    Dice Franco Battaglia (uno che si informa, evitando così di blaterare a vuoto):
    ________________
    Alcuni giorni fa in un impianto che lavora l’uranio (non in una centrale nucleare) avvenne un malfunzionamento (non un incidente): per errore umano, una soluzione contenente uranio è stata riversata in un fiume. Non si ha contezza del senso dell’evento se non si conoscono i numeri. E i numeri sono, mi risulta, che si trattava di circa 70 kg di uranio diluitissimi in ben 25.000 litri di acqua. L’uranio è un elemento debolissimamente radioattivo ed è contenuto nell’ambiente in quantità tali che quel che è successo è totalmente irrilevante: nessuno è morto, nessuno si è ammalato, neanche di raffreddore, né l’ambiente può averne sofferto, essendogli stato restituito ciò che gli era stato sottratto. Mi sono contaminato di più io, ieri sera, con l’insalata consumata, per via del potassio-40 ingerito. Tant’è che nella scala, da 0 a 7, in cui si classificano gli eventi indesiderati del nucleare, quello recente è stato classificato di livello 1. (Il Giornale, 24 luglio 2008)
    ___________________
    Vogliamo capire, una volta per tutte, che ogni cosa – incluso il nostro corpo – emette radioattività? Ogni cosa, eccetto una centrale nucleare che funzioni correttamente! Gli incidenti? Quantitativamente mooolto inferiori a tutti gli altri incidenti provocati dalle attività umane. È ovvio che occorre vigilare perché non accadano.
    Oppure intendiamo eliminare la probabilità di incidenti? OK: eliminiamo le attività umane e torniamo allegramente tutti cavernicoli.

  225. M.Sparpagliato
    25/07 2008

    Attenzione,comunicazione di servizio:il mio nomignolo(‘Sparpagliato’),per me carissimo,è frutto della comune fantasia e del senso dell’umorismo con un noto simpaticone.A lui sono legatissimo,ed in suo onore ho scelto ‘Sparpagliato’.Codesto termine nasce da comune esperienza e comune sentimento di ammirazione per il gentil sesso.Gradirei,pertanto,che Talita si rivolgesse al sottoscritto senza mutamenti di sostanza.Insomma,Tally,sparpagliatuccia mia(ne sono certo),non chiamarmi ‘spappolato’.Grazie,cara.

  226. Talita
    25/07 2008

    Ah sì, Sbullonato???
    Chiedilo a Tally oppure a Taralluccia e impara a comportarti bene tu per primo!
    Ho già avuto modo di dichiarare più volte che non prendo assolutamente in considerazione chi frigna.
    P.S. Il tuo amico sarà pure un simpaticone, ma in quanto a umorismo mi lascia un po’ freddina. Sparpagliato per il comune sentimento di ammirazione per il gentil sesso??? Non facevate prima ad adottare la locuzione “galletto spennato”, per esempio?

  227. M.Sparpagliato
    26/07 2008

    Il mio amico,dolce Tarallina(biscotto siculo),è persona celeberrima,anche pubblicamente,per la gran simpatia.E’un noto protagonista della scena politica.Ti assicuro che ama e ammira,come me, il gentil sesso,cara la mia dea milanese,nervosetta,a volte,e presuntuosella(spesso).E sparpagliatella,a quanto pare,negli argomenti e nelle tematiche.Forse non ti sei accorta di essere troppo ‘tuttologa’.
    Adesso sospendiamo e andiamo a dire le preghierine della sera davanti alla fotografia dell’Unto e del Bisunto del Signore.

  228. M.Sparpagliato
    26/07 2008

    Dimenticavo,Sparpaglina cara,grazie per averci dato la nostra razione di cultura nucleare.Vedo che addirittura contesti i Premi Nobel.Bene,amore,vuol dire che gli ‘sbullonati’sono due.Io e te(e un bel caffè!).Chernobyl e Three Mile Island non ci sono mai state,Sbullonata dell’anima mia.Non sono pregiudizialmente contrario al nucleare,sono d’accordo con Gordon Brown e Sarkozy e tutti gli altri,ma i tuoi discorsi sono davvero sbullonati.Meglio il Ponte sullo Stretto,come balla è migliore.Noto poi che sei totalmente incompetente in campo medico e scientifico.Meglio così,i nostri incontri al bar di Via Washington saranno più vivaci.

  229. Talita
    26/07 2008

    Eh sì, Spappolato! Ieri sera dovevi proprio aver fatto il pieno!
    Il tuo solito chilum ben carico o qualcosa di peggio?

  230. Talita
    26/07 2008

    Spappolato, vedi di piantarla di parlare al plurale: è già stato appurato che non può esistere un altro come te, a meno che tu non abbia un gemello (tragica eventualità che non auguro alla tua famiglia, già tanto colpita dalla natura matrigna!).
    Vedi anche di piantarla di parlare di cultura: tu non sai neppure che cos’è la cultura e, come tutti gli ignoranti, la confondi con l’informazione.
    Noto inoltre che sei totalmente incompetente in qualsiasi campo, eccetto le boiate di Travaglio.
    P.S. Gordon Brown, Sarkozy e tutti gli altri (tutti gli altri, chi?!?) saranno estasiati per il fatto che sei d’accordo con loro.

  231. Talita
    26/07 2008

    Spappolato, forse non ti sei accorto di essere un po’ troppo “nientologo”.
    Sfracellato, rivolgiti a un grafico compiacente e fatti fare una serie di disegnini facili-facili (meglio fumetti a colori) per prendere vagamente coscienza della tua nullità: è noto che bisogna toccare il fondo per tentare la risalita.
    Sconquassato, spero che il tuo amico – persona celeberrima,anche pubblicamente,per la gran simpatia e noto protagonista della scena politica – appartenga a un partito ben lontano dal Centro-destra e agisca in una scena ristrettissima, che contenga solo te e lui (per la serie “Chi va con lo zoppo impara a zoppicare”).
    Percolato, questo lo sanno tutti, ma proprio tutti: un po’ di bromuro nella minestra quotidiana potrebbe fare al caso tuo.

  232. Talita
    26/07 2008

    Incendio alla Peroni di Bari: tre intossicati. Sono esplosi 22 silos contenenti ammoniaca e malto.
    Attendo che gli ambientalisti del piffero chiedano immediatamente un referendum per chiudere tutte le fabbriche di birra in Europa… Ma che dico? Nel mondo!

  233. M.Sparpagliato
    29/07 2008

    Tallarita,pozzo sapienzale,se sono nuclearista è ovvio che sono d’accordo anche con l’Iran,la Cina e la Russia…tu non puoi capire,poichè non sei nuclearista,ma soltanto radioattiva,particolarmente per quel che riguarda il sistema nervoso.Sono certo che gli incontri con te rovocano reazioni a catena.Il mio amico è per l’appunto di Centro-Destrissima,Sindaco della quinta città italiana,ed è la persona più simpatica che esista,amabile sparpagliatella.Ti comunico,inoltre,che tutti i miei amici sono di destra,quasi tutti i miei parenti ed anche i miei gatti.Anche i miei attori preferiti sono di destra(Giorgio Albertazzi e Lando Buzzanca).Amo Wagner e Clint Eastwood.E Talita,che,più che colta,è persona informata,ma superficiale.

  234. M.Sparpagliato
    29/07 2008

    *provocano e non rovocano

  235. Talita
    29/07 2008

    Da pozzo sapienziale a PUZZO DEMENZIALE, alias Spappolato.
    Ma non ti stanchi mai di scrivere solo stupidaggini???
    In quanto ai tuoi accoliti di centro-destra, occorrerà che qualcuno faccia un drastico repulisti.
    A parte il fatto che non credo a una sillaba di quello che dici.

  236. M.Sparpagliato
    29/07 2008

    Eppure è vero.D’altronde vivo in Sicilia.Certo,fra i tanti sbullonati che conosco,tu sei di certo la più sbullonata.Eppure ti amo.
    Se poi anche Michele vuol sapere chi è Sparpagliato,basta che domandi al suo Sindaco,membro importanre e fondatore di Forza Italia in Sicilia…

  237. M.Sparpagliato
    29/07 2008

    Certo che con l’Europa va sempre peggio.Sarete contenti,credo.

  238. M.Sparpagliato
    30/07 2008

    Ma quante Talite ci sono?Tally 1-Tally 2-Tally 3-Tally 4…ognuna ne dice e ne combina una…Talita nucleare.Talita giurista.Talita forzuta.Talita radical chic.Talita liberista.Talita garantista.Talita giustizialista.Talita antimafia.Talita ‘la mafia non esiste’.Talita
    psicologa.Talita medico.Talita grecista.Talita coltissima.Talita ignorante.Talita milanese.Talita siciliana.Adorabile Tally,il blog è tuo!

  239. M.Sparpagliato
    30/07 2008

    Praticamente Talita si è sparpagliata su molti ruoli.Pirandellianamente.

  240. Talita
    30/07 2008

    Invece di Spappolato ce n’è solo uno, segno che lassù qualcuno ci ama.
    Michele, è urgente! Chiedi al sindaco: non c’è proprio modo di far curare Percolato?
    Questo qui ha sviluppato una sindrome ossessivo-compulsiva e potrebbe essere pericoloso per i vicini di casa.

  241. M.Sparpagliato
    30/07 2008

    Tally,stasera ti dedico(mentre la ascolto)la canzone ‘Quella carezza della sera’dei New Trolls.Dopo,sul Cd,c’è ‘Corro da te’,sempre dei New Trolls.Sei adorabile ed odiosa allo stesso tempo.
    Comunque sull’Europa non mi hai chiarito il tuo pensiero:tirate le somme,sei anti-europeista,come(mi sembra)Michele?Sei ultra-americana (linea Bush)ed anche putiniana(come Silvio)?Guarda che Putin sta schierando,d’accordo con Fidel Castro,i Tupolev a testata nucleare presso le bassi aeree militari dell’isola comunista.Come risposta ai missili americani in Est Europa.Silviuzzo che ne pensa?

  242. M.Sparpagliato
    31/07 2008

    Era meglio se l’Alitalia se la accattava l’Air France.5000 esuberi e una cordatella per gli allocchi.Ah,l’Europa!

  243. M.Sparpagliato
    31/07 2008

    La Camera da via libera al trattato Ue.Unanimità.Anche la Lega.’E’ un titolo d’onore’,è stato detto.Viva l’Europa,Viva l’Italia in Europa!

  244. M.Sparpagliato
    31/07 2008

    Intanto Lui raddoppia Villa San Martino.800 sbarchi a Lampedusa.

  245. Talita
    4/10 2008

    Michele,
    la tua domanda “Ma l’Europa ci conviene?” è sempre più attuale.
    Innanzitutto l’Europa non esiste, se non – per dirla con Metternich – come “espressione geografica”. Poi occorre aggiungere altri due elementi recenti.
    1) L’Europa sta berciando sugli “aiuti di Stato” ad Alitalia (che poi si configurano come “prestito ponte”), quando altri membri europei hanno devoluto, in ordine alfabetico:
    - Belgio: 8,4 miliardi di euro per soccorrere due grosse banche;
    - Benelux (Belgio, Olanda e Lussemburgo): 10 miliardi di euro per soccorrere Fortis;
    - Belgio e Francia: 7 miliardi circa di euro per soccorrere Dexia;
    - Danimarca: nazionalizzazione di Roslkind Bank;
    - Germania: 35 miliardi di euro per soccorrere Hypo Re;
    - Gran Bretagna: nazionalizzazione di Northern Rock e Bradford&Bringley + rilevazione di mutui a rischio per 91 miliardi di dollari.
    - Islanda: nazionalizzazione della banca Glitrin.
    TUTTO DENARO PUBBLICO! Di che cosa stanno cianciando, allora, i burocrati europei???

    2) Si sta apprestando a scaldare una sedia europea anche il guastatore Epifani, grazie ai servizietti che rende costantemente al suo amiketto Veltroni. Dunque il suo amiketto Walter (se reggerà fino alle elezioni europee, vista la buriana in corso all’interno del PD) gli ha promesso un posticino ben pagato a Bruxelles.
    D’altra parte, come al solito la medaglia ha due facce: Epifani abbandonò il partito socialista per il PD al fine di succedere a Cofferati alla guida della CGIL, presentandosi come riformista (uah uah uah!), con il risultato che è riuscito solo a spezzare l’unità sindacale…
    Magari, andando a Bruxelles, riuscirà a spezzare anche la pseudo-Europa, che ci costa una montagna di quattrini, ma vale meno del due di picche!

  246. Mimmo Soldi
    4/11 2008

    A me Michele Pivetti come Sindaco,se Cammarata(a quanto pare)darà le dimissioni,starebbe benissimo.E’ un augurio che gli faccio di cuore.

  247. 25/02 2011

    Lo dicevo due anni fa e l’ho sempre pensato…..oggi l’Europa ci lascia soli a gestire gli affari libici ed è addirittura Obama che chiama Berlusconi e gli offre aiuto…c’è da riflettere…