Pubblicato in Archivio
17/06 2008

Finalmente un pò di relax….almeno fino a Natale!!

Logo-PDL

Non credo che vi siano commenti da fare su questo tipo di vittoria.
Le elezioni amministrative in Sicilia ed a Palermo in particolare hanno evidenziato a mio parere due dati fondamentali.
Il primo: vinciamo per mancanza di avversari. I comunisti, i post comunisti, i centri sociali, gli sfasciavetrine e affini sono definitivamente spariti, Deo Gratias.
Il secondo: l’UDC in Sicilia è forte, anzi fortissimo. Strappa presidenze di provincia, e sindaci a suon di voti e di accordi alla vecchia maniera democristiana. Tanto di cappello.
Adesso però non ci sono più alibi, non ci sono più scuse. Dobbiamo dimostrare di saper meritare questo plebiscito governando bene a tutti i livelli. Abbiamo 6 mesi di tempo per far vedere ai nostri elettori che hanno riposto bene le loro speranze.
A giugno prossimo infatti ci sono le europee e quindi già da dicembre si ricomincerà a parlare di elezioni.
Intanto le congratulazioni a tutti i neo presidenti di provincia, a tutti i neo sindaci ed a tutti i consiglieri eletti, con l’augurio di saper meritare questo clamoroso successo.

 

COMMENTI

  1. 17/06 2008

    Disobbedire se resterà l’ultima strada. Se il futuro che ci aspetta sancirà le nuove leggi del terzo governo Berlusconi, che è uguale al primo e al secondo, con buona pace di chi (non noi) si aspettava la stagione dello statista da consegnare alla Storia. Come se un miliardario di 72 anni potesse cambiare qualcosa, una virgola o un capello, delle proprie ossessioni e privilegi e prepotenze.

    Dunque niente intercettazioni e niente notizie. Magistrati nella rete. Giornalisti in galera. Politici schermati dalla legge. Periferie presidiate. Campi nomadi circondati. Clandestini passibili di arresto. Carceri sempre più piene di soli poveracci: tossici, extracomunitari, gli ultimi dell’ultimo girone.

    Mai più un banchiere molestato da indagini. Mai più un primario, né una clinica. Mai più un fabbricante di strade e di ponteggi pericolanti. Mai più i trafficanti di calciatori, di bond argentini e di sub prime. Mai più scalatori di banche e di assicurazioni.

    Giornali e giornalisti obbligati al silenzio. Editori passibili di immediati ricatti, con perigliose battaglie legali, ritorsioni economiche, guerriglie normative senza fine. Oppure gentilmente blanditi dalle dolcezze del quieto vivere. E dal veleno di dossier (veri o falsi) ma ugualmente clandestini e clandestinamente compilati per allestire ricatti ideati da tutti gli spioni disponibili nei sottofondi della repubblica.

    Disobbedire. Scrivere quel che si riesce (e riuscirà) a sapere. Usando i propri giornali se ci stanno, oppure l’ovunque planetario della Rete, oppure il ciclostile. Non piegare la schiena. Non rinunciare neanche un po’ a essere liberi.

  2. 17/06 2008

    Dunque, ricapitoliamo.

    Un cavillo per salvare Rete 4. Un disegno di legge che uccide la cronaca giudiziaria. Un paio di emendamenti per liquidare il processo di Milano. La ricusazione tattica dell’ultimo giudice comunista. I militari in piazza per garantire l’ordine pubblico. E sullo sfondo il Lodo Schifani bis (il primo fu dichiarato incostituzionale) per esonerarsi della responsabilità penale. Come inizio, direi che non c’è male. E infatti la Sicilia risponde bene: otto province a zero. Per fortuna c’è un’opposizione intransigente. Sono sorpreso, ha detto Veltroni. Se continua così, salta il dialogo sulle riforme. Sembrava tanto una brava persona, eh Walter?

    Di seguito la lettera che l’Imputato-Anguilla ha inviato al suo sottoposto Renato Schifani, Presidente del Senato, per chiedergli il bis.

    «Caro Presidente, come Le è noto stamane i relatori senatori Berselli e Vizzini, hanno presentato al cosiddetto ‘decreto sicurezzà un emendamento volto a stabilire criteri di priorità per la trattazione dei processi più urgenti e che destano particolare allarme sociale. In tale emendamento si statuisce la assoluta necessità di offrire priorità di trattazione da parte dell’Autorità Giudiziaria ai reati più recenti, anche in relazione alle modifiche operate in tema di giudizio direttissimo e di giudizio immediato. Questa sospensione di un anno consentirà alla magistratura di occuparsi dei reati più urgenti e nel frattempo al governo e al Parlamento di porre in essere le riforme strutturali necessarie per imprimere una effettiva accelerazione dei processi penali, pur nel pieno rispetto delle garanzie costituzionali. I miei legali mi hanno informato che tale previsione normativa sarebbe applicabile ad uno fra i molti fantasiosi processi che magistrati di estrema sinistra hanno intentato contro di me per fini di lotta politica. Ho quindi preso visione della situazione processuale ed ho potuto constatare che si tratta dell’ennesimo stupefacente tentativo di un sostituto procuratore milanese di utilizzare la giustizia a fini mediatici e politici, in ciò supportato da un Tribunale anch’esso politicizzato e supinamente adagiato sulla tesi accusatoria. Proprio oggi, infatti, mi è stato reso noto, e ciò sarà oggetto di una mia immediata dichiarazione di ricusazione, che la presidente di tale collegio ha ripetutamente e pubblicamente assunto posizioni di netto e violento contrasto con il governo che ho avuto l’onore di guidare dal 2001 al 2006, accusandomi espressamente e per iscritto di aver determinato atti legislativi a me favorevoli, che fra l’altro oggi si troverebbe a poter disapplicare. Quindi, ancora una volta, secondo l’opposizione l’emendamento presentato dai due relatori, che è un provvedimento di legge a favore di tutta la collettività e che consentirà di offrire ai cittadini una risposta forte per i reati più gravi e più recenti, non dovrebbe essere approvato solo perchè si applicherebbe anche ad un processo nel quale sono ingiustamente e incredibilmente coinvolto. Questa è davvero una situazione che non ha eguali nel mondo occidentale. Sono quindi assolutamente convinto, dopo essere stato aggredito con infiniti processi e migliaia di udienze che mi hanno gravato di enormi costi umani ed economici, che sia indispensabile introdurre anche nel nostro Paese quella norma di civiltà giuridica e di equilibrato assetto dei poteri che tutela le alte cariche dello Stato e degli organi costituzionali, sospendendo i processi e la relativa prescrizione, per la loro durata in carica. Questa norma è già stata riconosciuta come condivisibile in termini di principio anche dalla nostra Corte Costituzionale. La informo quindi che proporrò al Consiglio dei ministri di esprimere parere favorevole sull’emendamento in oggetto e di presentare un disegno di legge per evitare che si possa continuare ad utilizzare la giustizia contro chi è impegnato ai più alti livelli istituzionali nel servizio dello Stato. Cordialmente, Silvio Berlusconi».

  3. Talita
    17/06 2008

    Messaggio per KillingInTheNameOf
    Hai fatto un bel copia/incolla, ma nella fretta hai dimenticato di citare la fonte. Ti agevolo, facendolo io: il pezzo è stato copiato dal blog di Piero Ricca. Lo si può trovare lì – pari-pari – ammesso che qualcuno abbia interesse a consultarlo.
    Killing, se sei l’ “uomo-megafono” in persona, perché non ti appalesi? Se invece sei la sua eco, perché non citi l’autore?

  4. Talita
    17/06 2008

    Messaggio per myNameIs
    Hai fatto un bel copia/incolla, ma nella fretta hai dimenticato di citare la fonte. Ti agevolo, facendolo io: il pezzo è stato copiato dal blog “Voglio scendere. Il cannocchiale”. Lo si può trovare lì – pari-pari – ammesso che qualcuno abbia interesse a consultarlo.
    MyName, perché hai eliminato lo struggente appello che conclude il pezzo? OK, reintegro…
    “Leggi le adesioni inviate a l’Unità da Peter Gomez, Franco Bechis, Gianni Barbacetto, Francesco Viviano, Enrico Fierro. Aderisci all’iniziativa “Arrestateci tutti”.
    _________________________
    Per una maggiore completezza, occorre sottolineare che il pezzo è collegato a un altro che inizia così: “l’Unità, 16 giugno 2008
    Ieri Marco Travaglio ha scritto un articolo «arrestateci tutti» in cui invitava tutti i giornalisti a continuare a scrivere le notizie nonostante il bavaglio del ddl intercettazioni. Ha ricevuto numerose risposte, eccone alcune:
    Diciamo no a questo quadro agghiacciante” eccetera eccetera…
    Questa è la fonte.

  5. Talita
    17/06 2008

    Michele, i migliori auguri per la tua bella Sicilia!
    Io sono molto ottimista: per il futuro dell’Italia tutta.

  6. 17/06 2008

    Cara Talita,
    ti ringrazio molto.
    Ai due signori poco sopra dico: brutta strada quella presa dai moschettieri de noantri….attenzione si rischia l’isteria di massa

  7. jacopo
    17/06 2008

    Il fatto che il commento sia stato copiato e incollato dovrebbe svilirne i contenuti?
    Non è forse vero quello che vi si dice?
    Dibattete sui contenuti, almeno tu Michele.
    Perchè che Talita e i contenuti siano due cose diverse lo sapevo già. hihihi.

    Quando si parla di Schifani, c’è sempre qualcuno che dice che i problemi dell’Italia non sono questi e dovremmo pensare ad altro (ed io non sono affatto d’accordo).
    Ora mi chiedo se i problemi dell’Italia siano i giudici? I giudici che se la prendono con Berlusconi.
    I giudici che lo indagano a Napoli perche al telefono con Saccà (con tappetino Saccà) parlava di piazzare ballerine in RAI in cambio del voto di un senatore dell’opposizione che avrebbe fatto cascare Prodi.
    Il problema dell’Italia è far slittare tutti i processi “meno importanti” di un anno????
    Sarà un caso che tra i processi meno importanti figurano i suoi.
    Mi si dice cioè che i problemi del nostro paese non sono quelli di un presidente del Senato che ha avuto a che fare con mafiosi in più di un occasione nel passato, ma quelli di ostacolare le indagini della magistratura comunista.
    A me sembra che siamo ripiombati nella situazione in cui un primo ministro confonde i cazzi suoi con i problemi del Paese.
    Sarò comunista…

  8. Michele
    17/06 2008

    in questo post non si parla di Travaglio nè di Schifani, nè dei processi al Premier.
    Per farlo ci sono i post appositi.
    Caro Jacopo, ti vorrei anche ricordare che se una persona la pensa diversamente da te vuol dire solo che ha una opinione diversa.
    Talita mostra competenza, cultura e soprattutto educazione.

  9. Marcus
    17/06 2008

    jacopo, cambia post…
    Magari in quello appropriato eviteranno di svicolare dandoci delle risposte in merito arrampicandosi sui soliti specchi.

  10. Talita
    17/06 2008

    Giacomino, ma non sai esprimere una tua opinione, evitando di citare me???
    Se non sbaglio, ti ho già invitato a impegnarti di più nello studio… Così capiresti meglio tutto ciò che si va dicendo.
    Nei miei post precedenti non parlavo del copia/incolla in sé: parlavo dei copia/incolla senza citare la fonte: comportamento mooolto peloso e perfino illecito (l’autore deve sempre essere rispettato).
    È più chiaro adesso, Giacomino?

  11. jacopo
    17/06 2008

    Complimentoni per la vostra vittoria in Sicilia!!!
    Certo che se gli avversari erano come la Finocchiaro alle regionali non ci voleva tanto a vincere.
    Ho parlato abbastanza del post in questione:)?
    Caro Michele, so benissimo che esistono OPINIONI diverse dalla mia.
    Qualcuno le ha espresse in questa sede?
    Dove?
    Per favore copia e incolla il commento in cui ciò è avvenuto.
    La cara Talita mi si è limitata a fare contropiede e non rispondere al post copia/incollato. O sbaglio?
    Io ho fatto ulteriori considerazioni.
    Attendo indicazioni su dove commentare l’articolo compia/incollato di sopra.
    Ovvio che nel caso non arrivassero indicazioni continuerei la discussione qui:)…

  12. jacopo
    17/06 2008

    No Talita, non riesco a non citarti.
    Ormai provo piacere a farmi spezzae le ossa da te. hihihi
    Tra l’altro i tuoi commenti sul post copia/incollato sono perfettamente inutili perchè l’autore aveva linkato il blog dell’autore dell’articolo con l’articolo stesso.
    Ma forse, nella fretta di rispondere acida, non hai controllato bene:)
    Prendi la vita con più calma Talita…
    Guarda che bel tramonto…
    hihihi

  13. Talita
    17/06 2008

    Giacomino, smettila di rivolgerti a me e/o di citarmi: le tue ossa non si riavranno mai, se non lasci trascorrere un minimo periodo di guarigione… eh…eh…eh…
    Il mio interesse non era rispondere a post copia/incollati senza citarne la fonte, ma sottolineare un pessimo modo di fare (al limite della disinformazione). Hai qualche problema al riguardo o pretendi di impormi la tua volontà-trallallero-trallallà?
    Conosci la differenza tra blog e chat? Troppo difficile per te? OK, cerco di spiegartela con parole semplici-semplici. Si accede in un blog per lasciare le proprie opinioni, mentre una chat impone il dialogo.
    Questo è un blog, per cui – fino a quando me lo consentirà il mio ospite – ho il diritto di esprimere la mia opinione e, in subordine, interloquire solo con gli user che mi piacciono o mi interessano. E gli user che copia/incollano senza citare la fonte NON mi piacciono.
    Ti è più chiara adesso la situazione, Giacomino?

  14. Talita
    17/06 2008

    Giacomino, il tramonto ti ha abbacinato? Ah, i link sarebbero quelli? E secondo te gli user dovrebbero essere tanto boccaloni da assentire al phishing, visitando i blog di tutti coloro che vogliono farsi pubblicità???
    La fonte deve essere citata chiaramente al termine della citazione: vabbè, concetto troppo difficile per te!
    Va’ a farti un riposino, Giacomino… Ne hai bisogno!

  15. Talita
    17/06 2008

    P.S. Per Giacomino il fantolino
    Fatti raccontare dalla mamma la favola della Volpe e l’uva…
    Anche la volpe diceva che l’uva era acida. Tentava di rassegnarsi, tuttavia non era noiosa come te, che stai ripetendo ossessivamente la stessa nota stonata… Pensaci, Giacomino!

  16. jacopo
    17/06 2008

    Ma come sei offensiva…
    Ho appena sentito un crac tra la prima e la seconda falange del quarto dito (partendo da sinistra e guardando dall’alto) del piede destro.
    hihihi
    il punto è che riflettere su questi problemi ti crea scompensi ormonali e quindi preferisci lo judo verbale pur di non rispondere.
    Ovvio che è lecito farlo ma continui a ridicolizzarti da sola.
    Non hai argomenti piccolina…

  17. Talita
    17/06 2008

    Giacomino, dove vedi che sono offensiva?
    In realtà dovresti vedermi quando intendo essere veramente offensiva!
    E adesso passiamo agli “scompensi ormonali”. Mi spieghi da che cosa dovrebbero essere causati? Secondo me – oltre al fatto che le tue nozioni nell’ambito della fisiologia umana sono nulle (magari conosci quella delle amebe) – hai ormai perso definitivamente la testa, seppure tu sia mai stato in te.
    E con questo post termino di interloquire con te: non lo meriti.

  18. jacopo
    17/06 2008

    Con questo commento, non post, Talita. hihihi
    Il post è quello Michele.
    hihihi.
    In effetti di fisiologia umana non so proprio nulla, e anche quella delle amebe mi è oscura.
    Però un mio amico sta affrontando il problema della locomozione di esserini unidimensionali a N gradi di libertà (N palline collegate).
    Questo è un buon modello per diversi tipi di batteri, sai.
    In questi giorni non ho granchè tempo per ascoltarlo, ma ti assicuro che mi interessa tantissimo.
    hihihi
    Ora che hai deciso di terminare l’interlocuzione con me (hihihi, non parlo così manco davanti ai miei professori) posso far riposare le mie ossa…ahhhhh
    Ciao Talita…che peccato però…ora stavamo entrando in sintonia…hihihi
    @Michele
    Attendo istruzioni su dove copia/incollare il mio precedente commento per discuterne.
    Nel frattempo, lo ricopio/incollo qua.
    Ah…Forza Italia eh:)…

  19. jacopo
    17/06 2008

    Quando si parla di Schifani, c’è sempre qualcuno che dice che i problemi dell’Italia non sono questi e dovremmo pensare ad altro (ed io non sono affatto d’accordo).
    Ora mi chiedo se i problemi dell’Italia siano i giudici? I giudici che se la prendono con Berlusconi.
    I giudici che lo indagano a Napoli perche al telefono con Saccà (con tappetino Saccà) parlava di piazzare ballerine in RAI in cambio del voto di un senatore dell’opposizione che avrebbe fatto cascare Prodi.
    Il problema dell’Italia è far slittare tutti i processi “meno importanti” di un anno????
    Sarà un caso che tra i processi meno importanti figurano i suoi.
    Mi si dice cioè che i problemi del nostro paese non sono quelli di un presidente del Senato che ha avuto a che fare con mafiosi in più di un occasione nel passato, ma quelli di ostacolare le indagini della magistratura comunista.
    A me sembra che siamo ripiombati nella situazione in cui un primo ministro confonde i cazzi suoi con i problemi del Paese.
    Sarò comunista…

  20. Michele
    18/06 2008

    ascolt jacopo,
    a me fa piacere che tu scriva qui, e non per quello che scrivi che non condivido, ma per il semplice fatto che il mio mantenere il blog dia la possibilità a chi lo vuole di esprimere pareri sugli argomenti che individuo.
    Tuttavia lasciami dire che pur approvando in qualche caso il sarcasmo e l’ironia, non posso tollerarlo quando questo è sempre e contro una persona.
    Quindi, con garbo, ti chiedo di smetterla.
    Per quanto riguarda la ricerca degli spazi appositi su cui dibattere avra notato che nella colonna alla tua sinistra c’è scirtto in un settore “categorie” e nell’altro “tag cloud”. Aiutati con quello, trovare il posto giusto è facile facile.

  21. Ex
    18/06 2008

    L’unico commento che mi viene, per rimanere in topic, è che sono sempre più contento di essere un ex.
    Non faccio parte di quelli che dicono: “La Sicilia non mi merita”.
    Vado oltre e dico: “Sono IO che non merito la Sicilia e in particolare questa Sicilia, quella di adesso”.
    Affrettatevi ad arraffare gli ultimi spiccioli targati Bruxelles spendendoli in importantissime sagre di paese e contributi ad associazioni varie. Nel 2013 la festa finirà e rimarrà solo da pagare il conto.
    Buona jacquerie e moti di piazza.
    Dal piano più alto della mia torre d’avorio,
    Ex
    PS Naturalmente la mia invettiva vale anche nei confronti dell’evanescente, impalpabile, etereo e autoreferenziale centrosinistra siciliano (o quel che ne rimane).

  22. Michele
    18/06 2008

    Caro ex:
    sei certamente una persona colta ed intelligente. Ma questo tipo di commenti offendono la tua intelligenza.
    Le tue critiche distruttive e non costruttive nella migliore delle ipotesi danno il là a facili giudizi, magari pure errati.
    Chi ti legge pensa: guarda sto rosicone di comunista che pontifica dall’alto solo perchè ha perso.
    Oppure: ma questo chi cacchio è che vuole?
    Io invece dico più prosaicamente, perchè non contribuisci quota-parte a migliorare le condizioni di vita dei tuoi conterranei?Applica sul campo le tue convinzioni e smettila di dire soltanto ciò che non va.
    Rimboccati le maniche.

  23. Yanez
    18/06 2008

    Hai poco da gioire, caro il mio avvocatino della minchia, galoppino dei potenti, bavoso tirapiedi del boia di Arcore. La vittoria schiacciante alle amministrative sta solo a dimostrare che siete stati, siete e resterete per sempre una banda di mafiosi puzzolenti. Fortunatamente ogni popolo è arbitro di se stesso ed i primi a subire le conseguenze del fatto di essere dei puzzolenti mafiosi fin dalle fondamenta della vostra coscienza, le subirete solamente voi.
    A noi basterà la soddisfazione di vedervi annegare nella stessa merda della quale vi siete circondati.

    Hasta la victoria siempre.

    Yanez

  24. jacopo
    18/06 2008

    Ciao Michele.
    Non trovo affatto intelligente da parte tua credere che io vada a copia/incollare il mio commento nello spazio di un post vecchio di mesi o settimane :)
    Quando ti scrivo, è perchè mi piace discutere di quello che scrivo. Per discuterne devo avere visibilità e scrivere quindi negli spazi riservati ai commenti dei post recenti.
    Poi mi accorgo spesso che questo non serve affatto.
    Perchè nonostante il fatto che ti spiattelli le mie invettive nei commenti recenti, tu non rispondi.
    Ovvio che è tuo diritto farlo.
    Ma almeno mettiamo in chiaro il fatto che io la domanda te l’ho fatta, e tu non hai risposto.
    Poi un giorno, quando dirai che in questo blog favorisci il dialogo tra persone che pensano in modi diversi, ti copia/incollerò tutte le domande a cui non hai risposto.
    hihihi.
    Non basta non censurare qualcuno per essere liberali. Il silenzio con cui fai scemare temi che ti danno fastidio è a suo modo una forma di censura.
    Inoltre rispedisco al mittente il rimprovero, se voleva esserlo, sul fatto di usare ironia o sarcasmo nei confronti di una persona in modo ripetuto.
    Primo perchè è rivolta solo a uno dei due contendenti e non se ne capisce il motivo.
    Secondo perchè a cominciare con questo tono non sono stato io: vedere 10 giugno 2008 23.15,quando il mio interlocutore parlò in modo IPERBOLICO di tortura a proposito di un mio commento.
    Terzo perchè mi sono divertito tantissimo e immagino che il mio interlocutore abbia fatto altrettanto.
    hihihi.
    A Ex do la mia più totale solidarietà, invitandolo a mantenersi integro e resistere all’ondata di merda che vi/ci sta travolgendo. Prima o poi arriverà il momento in cui anche noi diventeremo la Svezia. Possiamo avvicinarci a quel giorno impegnandoci nel mantenere accesi i cervelli di chi conosciamo e nel diffondere la CULTURA, unica cosa in grado di affrancare gli uomini dalla (dalle) schiavitù e dar loro una dignità intrinseca.
    Basta provare a farlo con i nonni. Ottenere che non guardino più rete4 e preferiscano leggere un libro è un risultato da non sottovalutare.
    Con le rivoluzioni Yanez, non si è mai ottenuto un cazzo, purtroppo.
    Non puoi fregartene dei siciliani onesti, è egoista.
    Non tutti coloro i siciliano sono mafiosi, non tutti quelli che votano per il centrodestra siciliano sono mafiosi.
    Non saper intercettare i voti della gente per bene che vive in Sicilia, è una delle più evidenti crisi della sinistra italiana che fallisce da 15 anni.

  25. Ex
    18/06 2008

    Caro MP:
    accolgo i complimenti che, e non è una frase di rito, sono ricambiati (altrimenti non mi affaccerei di tanto in tanto nel tuo blog).
    Le mie critiche sono distruttive per un motivo molto semplice: non devo rendere conto a nessuno di quel che scrivo, nei limiti s’intende del codice penale e del senso del ridicolo.
    E poi, si sa, un’invettiva è più divertente e gratificante, nel brevissimo periodo, di un ragionamento, che magari è razionalmente più fondato e motivato ma che suona (quasi) sempre come una non richiesta pontificazione pseudointellettuale.
    Inoltre, l’invettiva può avere il salutare effetto di scuotere, certamente in modo brusco (altrimenti che invettiva sarebbe?), menti e opinioni.
    “Castigat ridendo mores”: per me è una frase sempre attualissima.
    Quanto al rimboccarsi le maniche, lo faccio ma preferisco farlo nella mia sfera quotidiana e privata, che è una sfera geograficamente distante dalla Sicilia.
    Quindi ho ben poca possibilità di agire in concreto per migliorare “hic et nunc” le condizioni di vita dei miei (ex) conterranei: i quali, peraltro, con le loro plebiscitarie ovazioni sin dal dopoguerra del sempiterno P.U.S. (Partito Unico Siciliano, la definizione è dello scrittore-storico catanese Alfio Caruso) non fanno altro che continuare ad esprimere una classe dirigente clientelare che è il loro specchio fedele e gli permette di continuare a drenare risorse pubbliche: fin quando però tali risorse non finiranno.
    E lì saranno volatili per diabetici.
    Io questo penso e le mie azioni sono state conseguenti: infatti, applicando le mie convinzioni, ho ritenuto meglio (per me) andarmene dalla Sicilia.
    La mia personale lotta per il miglioramento morale e culturale della Sicilia la faccio da lontano, raccontando ai non-siciliani, ad esempio, che mantenere la schiena diritta in Sicilia vale il doppio che il farlo in altre parti d’Italia: per questo non mi ritengo migliore di tutti quelli che, giorno dopo giorno, in Sicilia ci continuano a vivere e continuano a tenere la schiena diritta. Anzi, li rispetto profondamente li capisco quando mi accusano di avere gettato la spugna e di avere, più o meno comodamente, scelto altre vie.
    Li capisco ma questa è la mia vita e ne faccio quel che voglio.
    Tuttavia, non posso fare a meno di continuare a seguire, sia pure da lontano, le vicende siciliane.
    Pago così il mio catulliano “odi et amo” verso l’Isola: lo so, è un mio limite.
    Dall’eremo sempre più isolato isolato in cui mi trovo,
    Tuo Ex

  26. Talita
    18/06 2008

    Oooohhh! Scopro adesso che parlare in modo iperbolico di un qualsiasi tema è offensivo!
    Dovrò rivedere i moduli stilistici del discorso… E dire che sono il mio pane quotidiano! Mah!

  27. Talita
    18/06 2008

    Ciao, Michele!
    In questi giorni, grazie alla vittoria del Centro-destra in Sicilia (ma che dico? Grazie alla disfatta-cappotto-Waterloo del Centro-Sinistra) – la goduria sta crescendo in modo esponenziale: come la bile che erutta da certi individui, in ciò simili al vostro possente Etna…
    Quello è il più grande vulcano d’Europa; questi sono i più grandi produttori di calcoli biliari (grossi come lapilli)… eh…eh…eh..

  28. jacopo
    18/06 2008

    Perchè ora mi vorresti far credere che sai cosa sia un’esponenziale o un’iperbole…mah
    hihihi..pensa alla bile talita…
    hihihi

  29. Yanez
    19/06 2008

    Caro Jacopo,

    la mia solidarietà ai siciliani onesti è totale però mi sembra chiaro che in quella terra derelitta i siciliani onesti sono totalmente soverchiati dalla mentalità mafiosa e mafioseggiante e da tutti i galoppini tirapiedi, come ad esempio il nostro avvocato Pivetti, i quali preferiscono mille volte vedere in galera un magistrato che fa il proprio dovere anzichè personaggi putridamente mafiosi e mafioseggianti come ad esempio, per dirne uno a caso, il nostro caro …….omissis

    Stammi bene

    Yanez

  30. Michele
    19/06 2008

    COMMENTO DI TAL YANEZ, SCRITTO POCO PIU’ SOPRA

    Hai poco da gioire, caro il mio avvocatino della minchia, galoppino dei potenti, bavoso tirapiedi del boia di Arcore. La vittoria schiacciante alle amministrative sta solo a dimostrare che siete stati, siete e resterete per sempre una banda di mafiosi puzzolenti. Fortunatamente ogni popolo è arbitro di se stesso ed i primi a subire le conseguenze del fatto di essere dei puzzolenti mafiosi fin dalle fondamenta della vostra coscienza, le subirete solamente voi.
    A noi basterà la soddisfazione di vedervi annegare nella stessa merda della quale vi siete circondati.

    Hasta la victoria siempre.

    Yanez

    Ecco questo lo riporto paro paro.
    Questi sono i comunisti per fortuna in via di estinzione.
    Fatevi un’idea cosi ognuno potrà capire perchè la sinistra è morta e non esiste più.
    Fin quando ci sarà gente cosi, da centro sociale, Berlusconi vivrà per sempre, lui e tutto il Berlusconismo.
    Intanto continuate a rosicare ed a blaterare su mafia e mafiosi.

  31. Talita
    19/06 2008

    Michele,
    posso chiederti una precisazione?
    Quel tale Yanez ha qui affermato che “il nostro caro Presidente del Consiglio” è mafioso, anzi esempio di “personaggi putridamente mafiosi e mafioseggianti”. Questa è un’affermazione pubblica e un’accusa gravissima.
    In base alle ultime norme relative a Internet, mi sembra che sia anche illegale.
    Puoi confermarmi se è illegale o no?

  32. Talita
    19/06 2008

    Yanez, il tuo indirizzo IP è noto al server.
    Mi sto informando se sei un individuo rispettoso delle leggi vigenti, ancorché degenerato e facile agli insulti immotivati.
    Magari nessuno ti ha mai spiegato che a ogni azione può corrispondere una reazione uguale e contraria. L’anonimato ti protegge ben poco.

  33. Talita
    19/06 2008

    E c’è un altro punto importante da considerare: chi insulta, accusa e cerca di delegittimare, acquattandosi nell’ombra dell’anonimato – da vigliacco all’ennesima potenza – è un MAFIOSO della peggior specie.
    E anche senza sale in zucca, perché l’anonimato è una tela di ragno: ovvero trasparente.

  34. Yanez
    19/06 2008

    Lascia perdere, avvocatino fighetto della minchia, le tue parole sono prive di senso…ma non ti preoccupare perchè nel tuo schieramento sei in buonissima compagnia.
    Io non sono comunista, non lo sono mai stato, non rosico per nulla e non sono nemmeno in via di estinzione. La vostra “destra di governo” puzzolente, altro non è che la solita accozzaglia di topacci di fogna che stanno intorno al “pezzo di formaggio” di Arcore e cercano di rosicchiare il più possibile. Tu ti devi rendere conto, avvocatino della minchia, della pochezza dello schieramento politico che adesso SEMBRA (e sottolineo sembra) averla vinta. Scomparso nel nulla Berlusconi (speriamo presto), i topacci di fogna cominceranno a fuggire e della vostra “destra di governo” resterà solo la puzza fastidiosa. Goditela finchè puoi perchè tutti i nodi prima o poi vengono al pettine.

    Yanez

  35. Geppo
    19/06 2008

    Vi aspetta Piazzale Loreto. Andate a mettervi il vestito della festa….

    Stronzi!!!

  36. Michele
    19/06 2008

    Si Talita,
    integra il reato di ingiuria, vilipendio ad alte cariche dello stato et cetera….
    Per questa volta l’ho omissato.
    Il suo indirizzo IP “151.71.216…” è segnalato alla Polizia Postale. Fin quando insulta me, ci faccio su 4 risate, ma le Istituzioni non sono come me. Allora IL PROSSIMO INSULTO VERRA’ GIRATO PARO PARO ALLA POLPOST, CON CORREDO DI TUTTE I MESSAGGI CHE ANCHE IN PASSATO QUESTO TIZIO HA LASCIATO.
    Se poi pensa di fare il furbo cambiando nick o utilizzando un proxy, sappia il signor furbo, che è inutile perchè esistono dei programi di decriptazione che individuano il corretto indirizzo.Ovviamente il mio server che è uno dei maggiori d’Europa possiede questo programma.
    Un caro saluto, cara Talita.

  37. Yanez
    19/06 2008

    Caspita,

    mi avete terrorizzato. Pensate un pò che ho già preparato le valigie e sono già all’aeroporto a fare il check-in per l’Australia.
    E secondo voi io dovrei avere timore di insultare delle “Istituzioni” che fanno delle porcate come quella dello stop ai processi per salvare il culo a Berlusconi???

    Ma non fatemi scompisciare dalle risate.

    Buffoni!!!!

    Yanez

  38. Ex
    19/06 2008

    Sorvolando sugli ultimi messaggi, buoni per incartare le carote, gradirei conoscere l’opinione di MP sul seguente tema.
    Il governo ha deciso di finanziare il taglio dell’ICI (rectius: del restante taglio dell’ICI che residuava dopo il taglio già deciso da Prodi per circa il 40% dei contribuenti ICI) anche con dei fondi, già stanziati in bilancio, che erano destinati alla realizzazione di opere infrastrutturali in Sicilia e Calabria (mi pare che la somma sia intorno al miliardo di euro).
    Il governo regionale Lombardo (nel senso di Raffaele) ha minacciato di impugnare il provvedimento innanzi alla Corte Costituzionale per conflitto di attribuzione poichè, a quanto apprendo dalla stampa, alla riunione del primo CdM (quello tenutosi a Napoli, per intenderci) quando questo provvedimento fu adottato, non fu presente il presidente della regione siciliana (lo statuto siciliano, che ha il rango di legge costituzionale, prevede infatti che il presidente della regione siciliana abbia il diritto di partecipare, senza voto, alle riunioni del CdM in cui si discuta di materie che interessano la Sicilia).
    Ora, avrei le seguenti domande:
    1) eri a conoscenza di questa vicenda e, in particolare, della minaccia di impugnare questo provvedimento?
    2) qual è la tua opinione al riguardo? In altre parole: fa bene o fa male Lombardo a minacciare quest’azione, che avrebbe ovviamente ripercussioni non indifferenti sui rapporti tra PDL e MPA?
    3) è eccessivo parlare di cambiale politica pagata alla Lega?
    4) credi, o hai a disposizione notizie in merito, che questi soldi “rientreranno” in qualche altro modo (vedi Ponte sullo Stretto) in Sicilia e Calabria?
    5) come si concilia questa vicenda nell’ambito dei rapporti tra Stato centrale e regione a statuto speciale laddove entrambi siano a guida centro-dx e quindi, si presume, in un quadro di leale collaborazione tra istituzioni?
    6) che posizione hanno i parlamentari siciliani del PDL sul punto?
    7) infine: la Calabria è la più povera regione italiana e non gode delle prerogative che ha la Sicilia perchè è una regione a statuto ordinario: ergo, non dispone degli strumenti “difensivi” che, invece, potrebbe usare la Sicilia per tutelare i propri interessi dinanzi la Consulta (vedi sopra): perchè si è deciso proprio di utilizzare questi fondi e non altri per finanziare il (residuo) taglio dell’ICI?
    Attendo fiducioso una risposta (anzi, sette).
    Dal giardino del monastero Shaolin (durante una pausa degli esercizi con il Maestro Li-Xialong),
    Tuo Ex

  39. jacopo
    19/06 2008

    A yanez do il consiglio di affermare tutto quanto afferma a voce ancora più alta, se ne è convinto, a parte l’accusa di mafioso a Barlusconi o Michele. Non perchè il primo rappresenti un’istituzione, ma perchè non mi risulta che sia mai stato condannato per mafia.
    Di lui si può sospettare per innumerevoli episodi, che non credo serve riportare per filo e per segno, visto che i sordi resteranno sordi e i ciechi ciechi.
    Tuttavia affermare che sia mafioso spettava a tribunali che non l’hanno fatto.
    Magari anche perchè per i processi per i quali è stato indagato si è accorciato i tempi di prescrizione da solo.
    Però su questo devo documentarmi ed ora non ho tempo. Se tu ne sai di più faccelo sapere, anche Michele e Talita ne sarebbero felici, ne sono sicuro :).
    Per il resto, mi permetto di consigliare a Michele e Talita di non fare i ricoli…e a Michele dico che anche io mi sento comunista, pur avendo votato Di Pietro, perchè deluso dalla sinistra.
    Essere comunista evoca cattivi pensieri e lo capisco.
    Ma comunisti non lo sono nè Castro ne la Cina.
    Per me esserlo significa credere in un mondo diverso, in cui le disparità sociali vengano ridotte al minimo, e soprattutto che vengano determinate dal merito, non dalla famiglia in cui si nasce.
    Significa inoltre riconoscere a tutti gli uomini la stessa dignità, elevare la loro cultura affinchè si affranchino dal potere e tante altre cose che non so dire e che magari non ho neache chiare.
    Di sicuro vuol dire rifiutare in toto il sistema clientelare che elargisce favori a destra e sinistra e permette alla DC di oggi come a quella di ieri di governare la Sicilia e l’Italia.
    Significa inoltre avere onestà mentale.
    Io non mi sento in via di estinzione.

  40. Talita
    19/06 2008

    Yanez, io ci farei un pensierino a un one way ticket, ma a Cuba: l’Australia non fa per te, a meno che tu non somigli a un canguro (senza offesa per i canguri)!
    In quanto al resto, vedremo! Scripta manent e non sarà dando dei buffoni agli altri che cambierai le cose o apparirai meno infimo di quello che sei.
    Sto analizzando il tuo testo di risposta a Michele e poi te ne farò dono… Prima impressione: tu sei un FALLITO e neanche tanto furbo da nasconderlo.
    Probabilmente le tue scarse capacità sono completamente assorbite dalla produzione di bava: come una lumaca vigliacca, che è poi ciò che sei!

  41. jacopo
    19/06 2008

    Attento Yanez, che oltre ad analizzarlo te ce fa pure na macumba…hihihi
    Signori e signore qui abbiamo a che fare con una persona (una a caso eh, mica una in particolare, tra l’altro non intendo precisare meglio :) ) che gode di capacità sovraumane: dalla risposta ad un commento è riuscita a capire che l’interlocutore è una lumaca bavosa fallita.
    hihihi
    Dai suoi invece è evidente che si delinea il ritratto di una persona serena ed in pace con il mondo, che dalla vita ha così tante soddisfazioni da giudicare superfluo farsi una risata e piantarla di rispondere con quel simpatico tono acido.
    hihihi

  42. Talita
    19/06 2008

    Anch’io mi rivolgo a una persona a caso. A una persona che si configura come “vagone merci” (o anche vagone pieno di “monnezza”, destinazione Germania), ma attaccato a una locomotiva lenta.
    L’unico modo che ha di esprimersi è “controbattere”: e sempre con le stesse noiose reiterazioni!
    Dimostra inoltre di parlare SEMPRE di ciò che non conosce… Almeno ci dicesse che fine ha fatto Bevtinotti! Ciuf-ciuf-ciuf!

  43. Talita
    19/06 2008

    Attento Yanez… Qui c’è qualcuno che vuole attaccare bottone perfino con te!
    Non c’è mai fine al peggio… eh…eh…eh…

  44. jacopo
    19/06 2008

    Ma lo vedi che non capisci proprio un cazzo dai comnenti degli altri visitatori??
    Quella persona cui ti riferisci ha già espresso più volte la delusione per la sinistra italiana.
    Bevtinotti ha fatto la fine che meritava
    ciuf ciuf
    hihihi
    Ma l’ha solo fatta prima di altri.
    Ma Talita…quell’utente cui ti riferisci…dimmi…dov’è che ha parlato di cose che non conosce?
    Controbattere è il minimo che si possa fare.

  45. Marcus
    19/06 2008

    Certo che gli ultimi successi elettorali vi hanno proprio dato alla testa.
    Il gatto e la volpe pensano a pseudo denunce alla polizia postale per un intervento in un blog di un perfetto sconosciuto.
    Dirvi che siete ridicoli è riduttivo.
    Già immaggino le risate dei poliziotti davanti una denuncia del genere.
    Se si dovessero denunciare tutti coloro che attraverso i blog si esprimono pesantemente nei confronti delle cariche dello stato, ci vorrebbe una magistratura a parte.
    Del resto c’è da aspettarsi di tutto da seguaci di un tizio che ricusa il giudice che dovrebbe processarlo sol perchè si è fatta portatrice di appelli contro delle leggi promosse dal governo berlusconi.
    Una fra tutte la depenalizzazione del falso in bilancio.
    Ma chi dovrebbe processare il Sig. Berlusconi affinchè lui resti contento? Qualche suo parente?
    Ma fatemi il piacere.
    Se il nostro presidente del consiglio, così come il suo avvocato difensore, sono così sicuri dell’assoluzione, che affrontino il processo invece di scappare come al solito.
    MP, chi non ha scheletri nell’armadio non scappa e non si fa le leggi su misura.
    Il governo aveva intrapreso una strada che stava raccogliendo consensi anche da antiberlusconiani come me.
    Peccato che la favoletta è durata poco e che il solito berlusca è venuto a galla.
    Del resto, chi nasce tondo non muore quadrato.

  46. Marcus
    19/06 2008

    Prima che la Prof. Talita sottolinei in blu un errore, lo faccio io…
    Immaggino si scrive con una g…

  47. Talita
    19/06 2008

    Bravo Marcus! Vedo che hai acquistato un dizionario tascabile.
    Fanne buon uso!

  48. Talita
    19/06 2008

    Amplio: non solo controbattere e basta (indice di mancanza di idee) ma anche copiare (indice di neurone piatto).

  49. Talita
    19/06 2008

    Marcus, se l’user a cui ti riferisci fosse un “perfetto conosciuto”, pensi che avrebbe parlato come ha parlato? Ossia da VOMITO?
    Io penso proprio di no. E penso che ne subirà le conseguenze, come è giusto che sia per ognuno.

  50. Talita
    19/06 2008

    A dire il vero, al momento non occorrono antiberlusconiani che cambino idea.
    I berlusconiani sono più che sufficienti.
    Sono quelli che hanno vinto le elezioni e hanno ottenuto che governasse appunto Berlusconi. Il quale, infatti, sta governando e con la piena soddisfazione di chi l’ha votato.

  51. jacopo
    19/06 2008

    quel visitatore da chi copia?
    E inoltre ti ho già chiesto: dimmi dove lo stesso visitatore ha parlato di cose che non conosce.
    Noto inoltre che invece di rispondere alle continue domande provocatori che vengono fatte nei commenti, non solo da quel visitatore con cui ce l’hai tanto, continui a cambiare il discorso e buttarla in caciara (confusione ndc) con queste battutine da zitella.
    Sei più mistificatrice di Bondi Cicchitto e Schifani messi insieme.
    E ora denuncia pure me perchè ho offeso il presidente del Senato.
    A Talita, ma vattene a fa un gito in barca…
    hihihihi

  52. Talita
    19/06 2008

    Uaaaargh… Che noia!
    Ahhhhhhhhh!!! “domande provocatori”!!!
    Scusa grammatica italiana!!! Sai com’è… gli universitari della mutua!
    Ahhhhhhhhh!!!

  53. Marcus
    19/06 2008

    1- Io il dizionario l’ho comprato, tu magari cerca qualche altra marca di yogurt.
    2- Se era rivolto a me, dove e cosa avrei copiato?
    3- Quando parlavo di “perfetto sconosciuto” mi riferivo al “padrone di casa”. Non me ne voglia, ma penso che le forze dell’ordine abbiano ben altro a cui pensare che agli internauti che di tanto in tanto bazzicano su questo blog.
    4- Quando scrivi “penso che ne subirà le conseguenze, come è giusto che sia per ognuno”, perchè la regola dovrebbe valere per alcuni, magari anche per il blogger Yanez, quando c’è qualcuno che dalle responsabilità fugge facendosi leggi ad-hoc?
    5- Con l’ultimo commento poi, hai dato il peggio di te.
    Ma chi diavolo vi credete di essere?
    Berlusconi vi ha contagiato e pensate tutti di essere Dio in terra?
    Ma fatemi il piacere…
    Scendete un poco…
    Se un simpatizzante di sinistra antiberlusconiano (che è diverso da comunista) si esprime a favore di alcune decisioni prese da questo governo, ritengo sia un passo avanti rispetto alle solite critiche a priori.
    Mi riferisco al decreto sull’immigrazione e all’anti fannulonismo di Brunetta.
    Se poi però a questi si affiancano l’emendamento “salva premier” e quello “salva rete 4″, le critiche ve le cercate da soli.
    Berlusconi purtroppo è questo…
    Non riesce a mettere da parte i suoi interessi e pensa (evidentemente a ragion veduta) di poter sfruttare i suoi poteri di premier per pararsi il culo suo, quello dei suoi amici e quello delle sue imprese.

  54. Marcus
    19/06 2008

    Talita, ma la tua è proprio una fissa…
    Dall’alto della tua cultura, riesci a cogliere la differenza tra un errore grammaticale e uno di battitura?
    Stai anche diventando noiosa.
    Mi sembrano i classici battibecchi da ragazzini di prima elementare.
    Se sai, vuoi e puoi dare una risposta a coloro che fanno domande, allora per favore fallo.
    Viceversa, anche se sicuramente hai frequentato la stessa scuola del premier, evita di svicolare.
    Te ne saremmo tutti grati.

  55. Talita
    19/06 2008

    Riflessione notturna (che non è OT, perché in fondo si parla di Torino).
    Che è tutto questo scandalo per la sospensione di un anno dei processi meno “importanti”???
    Come mai lo stesso scandalo non si manifestò per la cosiddetta “circolare Maddalena” del procuratore di Torino, il quale decise un determinato ordine dei processi, invitando a sospendere quelli meno urgenti e meno gravi? Anzi, il CSM la ritenne (ALLORA!) un’ottima scelta!!!
    E si tiene conto del fatto che trattasi di processi per lo più destinati ad andare in prescrizione? E che – con il prolungamento della prescrizione – si ottiene una maggiore probabilità che vengano celebrati?
    Ma sì che lo sanno tutti! Però-però-però… Il vuoto Walter deve accontentare Di Pietro e Di Pietro deve accontentare quei magistrati che pretendono di usare il Codice come arma di pressione politica. E poi Di Pietro ha un contenzioso in sospeso: “Io quello lo sfascio”, disse elegantemente a suo tempo, e ancora non l’ha sfasciato… Anzi!

  56. Talita
    19/06 2008

    Yanez, vedo che conosci bene il mondo della prostituzione.
    D’altra parte era già chiaro da un po’: sei un FALLITO e quindi devi necessariamente frequentare determinati ambienti.

  57. Talita
    19/06 2008

    Yanez, non dire “la nostra amica”: tu non puoi avere amici. Nel mondo della prostituzione non credo che esistano amicizie, ma solo mercimonio.
    Non credere di riuscire a scaricare i tuoi fallimenti con un ridicolo turpiloquio. Fai solo ridere e anche schifo.
    Non fai altro che confermare il tuo mestiere: molto antico, peraltro.

  58. Talita
    19/06 2008

    I mononeuronici all’ultimo stadio (spappolamento totale del cervellino) non riescono a credere che esistano cervelli funzionanti. Quando poi vedono una donna impazziscono! Loro sono quelli che amano il burqa, perbacco!
    Loro sono anche abituati a prendere ordini dai kapo’ dei loro centri sociali e – nel caso di Yanez – anche a usare le loro povere membra per assicurare le contribuzioni che, da schiavi, sono tenuti a offrire.
    Dunque: o rapine in banca o furti nei supermercati o scippi oppure…

  59. Talita
    19/06 2008

    Yanez, fa’ pace con il tuo cervellino lesso!
    Ma leggi quello che scrivi?
    Dunque:
    __________
    “Ma io non ho ancora capito se Talita è un uomo oppure una donna. Mi pare che sia una donna però scommetterei che in realtà si tratta dello stesso Pivetti che si fa chiamare Talita…
    _______________
    Uhm… gravissima confusione mentale e psichica…
    1) Non ha ancora capito: uomo o donna?
    2) Gli pare che sia una donna.
    3) Però scommetterebbe che è un uomo.
    Yanez!!! Ti senti le farfalle in testa? Io invece scommetterei – e vincerei! – su tue gravissime turbe.
    Fatti vedere da uno bravo!

  60. Yanez
    19/06 2008

    Ok…ho capito tutto…

    A giudicare dalle cose che scrive, Talita conferma di non essere altro che l’alter ego femminile di Pivetti. Proprio una bella coppia. In un film sui nazisti potrebbero recitare la parte della viscida coppietta collaborazionista che vende una famiglia di ebrei ai nazisti in cambio di una cassa di lingotti d’oro.
    Proprio una bella coppietta di sciacalli incravattati e ingioiellati.

    Auguroni…ne avete bisogno…

    Yanez

  61. jacopo
    19/06 2008

    Yanez, se posso darti un consiglio, con gente come Talita, ci si comporta solo incalzandola e facendole continuamente notare quanto è inutile.
    I suoi commenti sono pleonastici e tendono a portarti fuori strada. Risposte non riesce a darcene. Incazzandotici sprechi solo energie.
    Offenderla in questo modo, oltre che fuori luogo, è anche controproducente perchè non ne se ne cava un ragno dal buco. Prendendola per culo, almeno ti ci diverti.
    hihihi

  62. jacopo
    19/06 2008

    talita che significa universitario della mutua?
    hihihi

  63. Talita
    19/06 2008

    Marcus, non mi riferivo a te come copiatore, ma adesso lo riferisco anche a te.
    Ma quanto sei originale! La marca di yogurt… Accidenti… Finora non l’ha mai detto nessuno! Brrrravo!
    E, dimmi, tu credi davvero di ferirmi al cuore? E dai, non scherziamo!
    Purtroppo la tua banalità nella prima riga mi ha vietato di leggere il resto del post. Sarà per la prossima volta e non disperarti troppo se c’è qualcuno che è felice – anzi gaudioso – che Berlusconi stia governando ottimamente l’Italia.
    P.S. Io della vostra (tua e di chi altro? Siete una camarilla organizzata?) gratitudine non so che farmene. Non hai nessun altro a cui dare consigli? Con me perdi tempo!

  64. Talita
    20/06 2008

    Marcus, se non vuoi essere oggetto della mia attenzione e inondato di yogurt…eh…eh…eh… NON rivolgerti a me e NON citarmi nei tuoi post.
    Chiaro???

  65. Talita
    20/06 2008

    Wow… Nuovo termine da consigliare all’Accademia della Crusca: “incazzandotici” mi-si-vi…
    Ahahahhhhhhh!

  66. Talita
    20/06 2008

    Yanez, non ho bisogno di ulteriori conferme: sei un FALLITO da centro sociale.
    Con tutto il resto che ti ho già rappresentato e che non ripeto.
    Oltretutto mi fa senso rivolgermi a te!

  67. jacopo
    20/06 2008

    Incazzandotici è costruito perfettamente carissima: incazzandoti con lei.
    Di solito ti ripeto che parlo come magno e non me ne vergogno, convinto del fatto che ciò che conta sono i contenuti di quello che dico cui non ti sai avvicinare e a cui non riesci a rispondere.
    hihihi
    Ti ripeto, e sono tre:
    dimmi quando dove come chi e da dove, il visitatore cui ti riferisci ha copiato.
    @Yanez
    Mi fa piacere che a divertirsi con Talita non sia da solo.
    tuttavia, usare quelle frasi non lo trovo giusto nè per lei, nè per Michele.
    Secondo me vanno incalzati su argomenti seri, non offesi perchè ci stanno antipatici (e tra l’altro non è vero visto che per Talita provo una simpatia innata hihihih e Michele tutto sommato è nu bravo uaglione ;) ).
    Leggo ora un commento non privo di contenuti in risposta a Marcus.
    Del fatto che citi non so niente e domani ne riparliamo. Tuttavia il motivo per cui ora non va bene farlo, è che imputato in uno dei processi che slitterebbero, c’è il capo del governo.
    Riesci a notare il conflitto di interessi o sei accecata da amore smisurato nei confronti di un miliardario 72enne?
    Il motivo per cui è indagato te l’ho già detto commenti fa.
    Trovi giusto che sia rimandato il suo processo?
    Trovi secondario discutere del fatto che un governo sarebbe potuto cadere (ed alla è caduto) per l’assunzione di una troietta in RAI raccomandata da un senatore dell’Unione che avrebbe votato contro Prodi?
    Io no.
    Inoltre, oltre a questo processo, ce ne sarebbero 100mila che salterebbero.
    Processi che magari vedono imputati criminali pericolosi che resterebbero in attesa di giudizio per un anno in più.
    Il tutto per non celebrare il processo a Silvio.
    Ora non vi interessa più della sicurezza?

  68. 20/06 2008

    Gue Miky! Che in Sicilia c’è una mentalità patriarcale e mafiosa lo sapevamo, ma nn fino questo punto, plebiscitaria nn c’è dubbio è singolare come cosa, anzi unica! Contenti voi… W Vittorio, Mangano l’eroe naturalmente ;-)

  69. Marcus
    20/06 2008

    Ohhhh
    La Talita mi vieta di rivolgermi a lei e di citarla nei commenti…
    Mamma mia che paura.
    Perchè, altrimenti che fai?
    Mi vai a denunciare?
    Ma fammi il piacere….
    Ripeto ancora una volta, Se sai, vuoi e puoi dare una risposta a coloro che fanno domande, allora per favore fallo, ma senza svicolare o troncare i discorsi quando non ti conviene.
    Capisco che gli specchi diventano scivolosi anche per gli incalliti come voi, però scappare non fa onore a nessuno.

  70. Ex
    20/06 2008

    Peccato, mi ero affacciato speranzoso di leggere un messaggio di risposta di MP e invece ho solo aumentato il volume della carta per incartare i citriòla.
    Dal tatami della scuola di Hokuto,
    Ex

  71. Talita
    20/06 2008

    Marcus scrive a Talita:
    _______________
    Se sai, vuoi e puoi dare una risposta a coloro che fanno domande, allora per favore fallo.
    Viceversa, anche se sicuramente hai frequentato la stessa scuola del premier, evita di svicolare.
    _________________

    Talita scrive a Marcus: Marcus, se non vuoi essere oggetto della mia attenzione e inondato di yogurt…eh…eh…eh… NON rivolgerti a me e NON citarmi nei tuoi post.
    ________
    è una minaccia? Noooooo! Basta un minimo di comprensione del testo! Evidentemente NON alla portata di tutti!
    Reitero: Marcus, se non vuoi essere oggetto della mia attenzione e inondato di yogurt…eh…eh…eh… NON rivolgerti a me e NON citarmi nei tuoi post. Chiaro?!?
    In caso contrario, evidentemente TI PIACE lo yogurt.
    P.S. Qui c’è un gruppetto che ama attaccare scioccamente e poi FRIGNA quando è attaccato. Per lo più divertente, a parte un caso di tabe cerebrale.

  72. Talita
    20/06 2008

    Oh, accezione meravigliosa!!! “ci” = a lei!!”
    Occorre fare un P.S. per l’Accademia della Crusca!
    Hanno già festeggiato tutta la notte per la segnalazione di
    incazzandotici” mi-si-vi…
    Ahahahhhhhhh!

  73. Talita
    20/06 2008

    Ciao, Michele!
    Si può parlare qui della sospensione per un anno dei processi, approvata dal Parlamento?
    Al riguardo circolano poche idee ma confuse.
    Forse sarebbe il caso di chiarire – una volta per tutte – il testo del provvedimento. Che ne dici?
    Potrei anche farlo io, ma non so se questa è la sezione giusta.

  74. Marcus
    20/06 2008

    Come Volevasi Dimostrare…..
    Vabbè continua pure a svicolare e a rispondere come una ragazzina quindicenne in preda a crisi ormonali…

  75. Talita
    20/06 2008

    Marcus, tu invece continua a comportarti come un ottantenne in preda all’Alzheimer!
    Tu dici “svicolare”? Io dico “non aver alcuna intenzione di dialogare, se non sulla base del rispetto reciproco”.
    Che cosa ti fa pensare che la tua versione valga più della mia?
    E ti faccio anche notare, vecchietto, che non sono mai la prima ad “attaccare”, ma rispondo solo agli attacchi: se mi va e se mi diverte.

  76. Michele
    20/06 2008

    Buona sera a tutti voi.
    In questo momento sono molto occupato e non riesco a starvi dietro.
    Leggendo fugacemente però, noto che queste discussioni stanno prendendo una piega che non mi piace.
    Sia chiaro che in questo blog non si insulta nessuno, nè gradisco che si scrivano parolacce. Potrei mettere in moderazione automatica tutti i commenti che ne contengono (in tutte le varianti si intende), ma non lo farò perchè ritengo che OGNI TANTO quando ce vò ce vò.
    Se questo andazzo continua però sarò costretto a farlo.

    Vorrei dire a Ex che non eludo le sue domande, mi serve solo il tempo per poter rispondere perchè al contrario di molti io amo pensare ciò che dico e non dire ciò che penso.

    A Marcus ed a Jacopo un invito. La vostra interlocutrice sebbene la pensi diversamente da voi, come del resto anche io, è una donna.
    Io amo molto la buona educazione.
    Ergo: vi invito a rivolgervi a lei come se vi rivolgeste ad una cugina ad un’amica ad una madre o anche solo ad una persona che non conoscete.Senza offese.
    Sono certo che vorrete accogliere il mio suggerimento.
    Grazie

    p.s.
    non mi fate fare la maestrina per favore.
    Da ragazzino detestavo la categoria…..

  77. Mariano
    20/06 2008

    Credo che l’Avv.Michele Pivetti abbia un fegato d’acciao inossidabile.Leggo ogni giorno questo blog ma non scrivo mai perchè cadrei nel turpiloquio. Michele vada avanti cosi

  78. Ex
    20/06 2008

    Aspetto fiducioso, caro MP. Non intendevo affatto dire che il tuo silenzio era elusivo: take your time, man.
    Volevo solo rimarcare che dei tanti interventi dopo il mio, ce ne fosse stato uno in tema.
    E’ che a me i toni da curva non piacciono: preferisco la tribuna, d’onore ovviamente.
    Dal parterre des rois,
    Ex

  79. Marcus
    20/06 2008

    Michele, sinceramente credo di non aver in alcun modo offeso nessuno.
    Tantomeno di aver utilizzato parolacce.
    Naturalmente parlo per me.
    Se la Sig.ra Talita si offende perchè la chiamo professoressa o perchè le dico di cambiare yogurt, allora sta messa proprio male.
    Ritengo di aver espresso delle opinioni in italiano e con discreto garbo.
    La Sig.ra Talita di contro, si appiglia a tutti gli errori di battitura facendone una questione di principio.
    Da quì il termine professoressa.
    Se non ricordo male, sei incappato anche tu in errorucci vari.
    Il tono acido delle risposte, porta poi alla storia dello yogurt che ho riproposto anch’io prendendolo in prestito da qualche altro intervento.
    Se questo significa offendere…
    In definitiva, non che si pretenda nulla, ma sono stati posti degli interrogativi sulla quantomeno sospetta legge ad-hoc “salva premier” e “salva rete 4″.
    Ritengo anche di non essere prevenuto, prova ne sia il fatto che trovo corretti gli interventi sull’immigrazione clandestina e le riforme della pubblica amministrazione.
    Su altre cose siamo e saremo sempre agli antipodi, ma il mondo è bello perchè è vario.
    Un esempio per tutti, le infrastrutture.
    Per me resterà un mistero come si possa ancora perseguire la strada del ponte tra due regioni che sono in condizioni pietose.
    La sicilia che da pochi anni dispone di un collegamento autostradale diretto tra palermo e messina che forse sarà chiuso a causa della storia della calcestruzzi spa.
    In treno poi non ne parliamo. 3 ore nella migliore delle ipotesi, 3 e 45 min. nella peggiore salvo imprevisti.
    La calabria dove ancora si combatte per avere un’autostrada e dove per raggiungere salerno sano e salvo bisogna prima rivolgersi a Padre Pio.
    Abbiamo già buttato milioni di euro e altri continueremo a buttarne.
    Ragionate, in italia è già un miracolo quando si completa un marciapiede, figuriamoci un’opera del genere dove si concentrano problemi di natura geologica, architettonica e di MAFIA.
    Si, perchè non dobbiamo nemmeno dimenticarci dove viviamo…

    Comunque…
    Se vorrete rispondere e/o dialogare, bene.
    Viceversa, continuerò a ridere dietro le quinte per questi dialoghi da cortile.
    Saluti

  80. Talita
    20/06 2008

    Michele,
    se il signor Marcus si sente “minacciato”, perché rispondo ai suoi post, neanche la sua situazione deve essere ottimale!
    Anche perché considera “garbo” fare commenti tipo “ragazzina quindicenne in preda a crisi ormonali…”
    Evidentemente, inoltre, il signor Marcus ritiene di avere il diritto di imporre le sue proprie scelte anche agli altri, distribuendo titoli, tipo “professoressa”. Per par condicio, ciò mi dà il diritto di distribuire sottotitoli, come “ignorante”. Non parliamo poi del “tono acido”: quello del “gruppetto”, invece, è da diabete: fanno tutti parte del “Club Saccarosio”, popolato da “Saccarina girl”. Ma per piacere!!!
    Il signor Marcus, inoltre, non è dotato di un grande spirito d’osservazione e neppure di capacità deduttive. Non si è accorto, il signor Marcus, che gli errori (magari fossero solo di battitura!) sono un’arma né più né meno come il sarcasmo e l’aggressività che il “gruppetto” crede di poter utilizzare impunemente. Ecco che cosa brucia al “gruppetto”: non poter disporre della totale impunità, ma l’erba-voglio non cresce neppure nel giardino del Re. (Uhm… forse Berlusconi la possiede! Devo informarmi meglio in proposito… eh…eh…eh…).
    Infine, il signor Marcus non ha ancora compreso che a me non potrebbe fregare di meno degli errori altrui. Che cosa vorrei fare? Impartire lezioni gratuite? O sottolineare la mia preparazione? Non sono mica idiota: la preparazione di ciascuno di noi è più che evidente in ciò che scrive e nello stile relativo. E dunque? Un minimo di riflessione non guasterebbe.
    Per quanto mi riguarda, i post caratterizzati da sostanza e da buona educazione sono inattaccabili e degni di discussione. I post stupidamente aggressivi non sono neppure da discutere, indipendentemente da ciò che esprimono, ma solo da irridere: anche mediante la rilevazione degli errori (che, vedo, ha la sua efficacia).
    Michele, scusa se mi sono dilungata troppo. Non lo farò più.
    P.S. Secondo te, è un errore di battitura anche scrivere “qui” con l’accento? eh…eh…eh…

  81. Marcus
    20/06 2008

    senza parole…
    Fine della discussione.
    Passo e chiudo

  82. Talita
    20/06 2008

    Finalmente!

  83. Marcus
    20/06 2008

    Attendo comiunque silenzioso un commento di MP a tutto ciò che non riguarda Miss Talita “La Principessa sul Pisello”.

  84. Talita
    20/06 2008

    Anch’io attendo un commento di Michele, però non mi sento affatto repressa e dunque parlerò, quando e se mi andrà di farlo.
    Anzi, Michele – se gli va – commenti diffusamente anche tutto ciò che riguarda Mister Marcus, il “Principe Ranocchio”, che però si sta avviando a rimanere tale per sempre. (Si sa che la realtà è ben diversa dalle fiabe… eh…eh…eh…)
    P.S. OK, posso ammettere che “comiunque” sia un errore di battitura. Però buffo assai… Mi fa pensare a Stanlio!

  85. Marcus
    20/06 2008

    Ohhhh
    Finalmente concordo su una cosa…
    La realtà è ben divesa dalle fiabe…
    Ve ne accorgerete presto anche voi incalliti sognatori.

  86. Marcus
    20/06 2008

    Giusto un appunto però…
    Io non mi sento affatto represso o addirittura “minacciato” dalle risposte (se così si possono chiamare) di nessuno.
    Soltanto stanco di continuare i classici discorsi dei quindicenni che si fanno le ripicche a vicenda.
    Scrivo perchè mi va di dire la mia su cose e fatti che ritengo assurdi.
    Purtroppo però il mondo gira al contrario e dobbiamo sopravvivere. Basta abituarsi al fatto che se una cosa è logica, basta fare l’esatto contrario.
    Non posso però non notare il fatto che gli appunti agli errori di battitura e di ortografia battono le risposte ai temi.
    Ma pazienza….
    Evidentemente anche in questo blog vige la regola del contrario…
    Ancora Saluti Garbati

  87. Marcus
    20/06 2008

    Tra l’altro, ritengo che non necessariamente occorre essere dei letterati super acculturati per affrontare certi temi.
    Se poi pensiamo agli “Esperti” del ministero che hanno partorito le tracce delle prove scritte degli esami di maturità e che fino a qualche giorno fa ricoprivano questa carica…
    Ritengo che qualche maturando avrebbe potuto completare il tema in 10 min. semplicemente scrivendo “La traccia è errata. Siete una massa di incompetenti.”
    Una commissione seria avrebbe dovuto dare un 8.
    Chissà se qualche “palluto” maturando l’ha fatto…

  88. Talita
    20/06 2008

    Caspita! Invece io non posso concordare su niente!
    Una spiegazione minuziosa sul capitolo “errori” non è bastata! Ecco perché occorre scegliersi attentamente i propri interlocutori!

  89. jacopo
    20/06 2008

    Cara la mia Talita hihihi
    cachi tanto il cazzo a chi sbaglia una parola nel commento, rimproveri di non comprenderlo, ti improvvisi professoressa di grammatica e latinista (nel senso che ti improvvisi l’una e l’altra cosa…meglio precisare sennò sei capace di rispondermi che la materia latinista non esite)…
    hihihi
    …poi leggi “a lei” invece che “con lei”.
    E anche ammesso che l’avessi usato col significato che dici tu, avrei potuto farlo senza rimorsi, visto che, leggo sul dizionario, ci è usato spesso come particella enclitica con valore di complemento di termine.
    Ora se si può dire o no me ne frega poco.
    Meglio terminare questo commento, buono ad incartare i citriola di Ex.
    La verità è sempre la stessa: visto che non sei capace a portare avanti una discussone, di improvvisi judoka verbale.
    hihihi

  90. Marcus
    20/06 2008

    Talita, fai domanda al ministero…
    Mi risulta che al momento c’è qualche posto vacante.
    Ps.
    Con quest’altro commento ci incartiamo anche le carote di Ex.

  91. jacopo
    20/06 2008

    Leggendo la frecciatina sui sognatori, chiedo:
    è da sognatori chiedere che le disparità sociali vengano ridotte, e che vengano determinate dal merito e non dalla famiglia di provenienza?
    E’ da sognatori credere in un sistema di valori che ripudi la politica clientelare?
    Michele mi chiede di rispettare le opinioni di chi non la pensa come me.
    E io lo faccio (a meno che non mi si dica che il voto di scambio è una pratica da nazione civile).
    Ma si presuppone che chi non la pensa come me, in ogni modo PENSI.
    In questi commenti buoni a incartare i citriola, dove è stata espressa un’opinione diversa dalla mia?
    Si è svicolato, non rispondendo, a questioni poste.
    Senza citare quelle poste da altri visitatori, interessantissime, riporpongo le mie.
    Eccone alcune che attendono risposta:

    -chi è il commentatore cui si riferisce Talita che copia? Da dove copia? Qual’è il commento dove ha copiato?

    -Si è chiesto se si giudica, fra i più importanti problemi del paese, quello di far slittare i processi meno importanti (tra cui furti, rapine e violenze…e ovviamente quelli che riguardano lui: Napoli per corruzione e Milano con l’avvocato Mills).

    Si consiglia una riflessione sul buon governo del centrodestra, che dopo 2 mesi dall’insediamento, prova a salvare Rete4, a impedire l’uso delle intercettazioni telefoniche nelle inchieste che non riguardini mafia e terrorismo (e che rigurdano ovviamente Silvio), riproporre il lodo Schifani (già bocciato nel 2003 dalla corte costituzionale) e a far slittare il processo del capo del governo di un anno.

    -Come mai tutti questi provvediementi riguardano il presidente? E’ un caso?
    Domande retoriche…
    -Talita, chiedo a te in quanto elettrice del centrodestra: a te sta bene tutta questa roba, oppure non ti sta bene ma fai finta di non saperla?
    -Il reato di corruzione, è un reato minore?
    -Infine chiedo: che ne è del proposito espresso da te, commenti fa, del non rispondermi più perchè non meritevole della tua attenzione??? hihihi
    E’ evidente che hai ripreso gusto a rompermi le ossa.
    hihihi
    Ps…Io sono una persona umile. Libera di credere che la tua preparazione sia la migliore tra quelle di tutti gli altri visitatori del blog di Michele.
    D’altra parte io sono un povero studente 22enne di fisica…mica un’accademico della crusca come te.

  92. Talita
    20/06 2008

    Invece con i commenti di qualche user potremmo produrre un rotolo scarso di carta igienica.

  93. Talita
    20/06 2008

    Qui il divertimento non ha mai fine! Che piffero c’entra il complemento di termine con l’espressione “con lei”? Misterrro!
    D’altra parte, anche i bambini di terza elementare sanno che la particella enclitica “ci” può essere complemento di termine e significare “a noi” (esempio: dacci= da’ a noi), ma anche complemento oggetto (esempio: irriderci=irridere noi, come è nel caso presente… eh…eh…eh…) Buuuuuuuuuhhhhhh!!!
    E inoltre le testine non riescono proprio a vedere oltre il loro nasino… L’Accademia della Crusca ringrazia per l’eleganza della forma “incazzandotici” mi-si-vi…
    P.S. “Latinista” è un aggettivo, non una materia… Ahahhhhhhh!!!

  94. Talita
    20/06 2008

    Infine – e poi smetto, perché mi fa già male la pancia dal gran ridere – le testine non ritengono che si possano enunciare opinioni e/o precisazioni solo per bastonare qualche groppone incauto.
    Il loro ego è talmente elefantiaco da ritenere che si tratti di “risposte”. Carenza di concetti e di lessico correlato… Sono solo reazioni.

  95. jacopo
    20/06 2008

    Il penultimo commento è comico.
    Fingere di non capire, non ti salva dall’aver fatto una figura di merda.
    hihihi
    In ogni modo prendo atto dell’inutilità del produrre ulteriori commenti fatti per incartare carote e citriola di Ex e ti lascio alla tua futilità.
    In questi giorni ho poco tempo per commenti pleonastici con interlocutori di cervello spastici.
    Noto che continui ad eludere le domande. E allora mi chiedo…qual’è l’opinione diversa dalla mia che dovrei rispettare?
    Sarò più rompicoglioni di Travaglio e continuerò a fare quelle domande a oltranza, fin quando non avrò risposta: una volta al giorno, tanto per diluire i commenti del
    blog che sennò rischiano di sciogliermi il display.
    Ps Latinista è un sostantivo.
    Pps di buste di piscio ne conosco tante…ma tu combatti per il primato assoluto.
    hihihi
    bella talì

  96. jacopo
    20/06 2008

    Ore 23.06 20 giugno 08
    Leggendo la frecciatina sui sognatori, chiedo:
    è da sognatori chiedere che le disparità sociali vengano ridotte, e che vengano determinate dal merito e non dalla famiglia di provenienza?
    E’ da sognatori credere in un sistema di valori che ripudi la politica clientelare?
    Michele mi chiede di rispettare le opinioni di chi non la pensa come me.
    E io lo faccio (a meno che non mi si dica che il voto di scambio è una pratica da nazione civile).
    Ma si presuppone che chi non la pensa come me, in ogni modo PENSI.
    In questi commenti buoni a incartare i citriola, dove è stata espressa un’opinione diversa dalla mia?
    Si è svicolato, non rispondendo, a questioni poste.
    Senza citare quelle poste da altri visitatori, interessantissime, riporpongo le mie.
    Eccone alcune che attendono risposta:

    -chi è il commentatore cui si riferisce Talita che copia? Da dove copia? Qual’è il commento dove ha copiato?

    -Si è chiesto se si giudica, fra i più importanti problemi del paese, quello di far slittare i processi meno importanti (tra cui furti, rapine e violenze…e ovviamente quelli che riguardano lui: Napoli per corruzione e Milano con l’avvocato Mills).

    Si consiglia una riflessione sul buon governo del centrodestra, che dopo 2 mesi dall’insediamento, prova a salvare Rete4, a impedire l’uso delle intercettazioni telefoniche nelle inchieste che non riguardini mafia e terrorismo (e che rigurdano ovviamente Silvio), riproporre il lodo Schifani (già bocciato nel 2003 dalla corte costituzionale) e a far slittare il processo del capo del governo di un anno.

    -Come mai tutti questi provvediementi riguardano il presidente? E’ un caso?
    Domande retoriche…
    -Talita, chiedo a te in quanto elettrice del centrodestra: a te sta bene tutta questa roba, oppure non ti sta bene ma fai finta di non saperla?
    -Il reato di corruzione, è un reato minore?
    -Infine chiedo: che ne è del proposito espresso da te, commenti fa, del non rispondermi più perchè non meritevole della tua attenzione??? hihihi
    E’ evidente che hai ripreso gusto a rompermi le ossa.
    hihihi
    Ps…Io sono una persona umile. Libera di credere che la tua preparazione sia la migliore tra quelle di tutti gli altri visitatori del blog di Michele.
    D’altra parte io sono un povero studente 22enne di fisica…mica un’accademico della crusca come te.

  97. Talita
    20/06 2008

    Nooooooo!!! Questo è troppo!!!
    “Qual’è”?!?
    Michele, fai qualcosa! Banna gli analfabeti!

  98. Talita
    20/06 2008

    Nooooooo!!! Questo è troppo!!!
    “Un’accademico”?!?
    Michele, fai qualcosa! Banna gli analfabeti!

  99. Talita
    20/06 2008

    “Latinista” è sia un aggettivo sia un sostantivo.
    Michele, fai qualcosa! Banna gli analfabeti!

  100. Marcus
    20/06 2008

    Perfetto…
    E con gli ultimi tre commenti abbiamo avvolto una bella insalata di lattuga, cipolla e pomodoro.
    Propongo una bella cosa:
    Michele per favore inserisci un post dove chi è interessato alla grammatica italiana possa sfogarsi.
    Quì ormai non sappiamo più cosa arrotolare.
    Fra poco passiamo a “Rullare”…
    Qualcuno mi sa che però ci è già arrivato da un pezzo… :-)

  101. Talita
    21/06 2008

    Dall’intervista a Vincenzo Maddalena, Procuratore in Torino (Il Giornale, 18 giugno 2008): «Il testo del Governo [sulla sospensione per 1 anno dei processi meno “gravi”] non mi scandalizza. Anche il vecchio Codice, seguito sul punto anche dal nuovo, dava criteri di priorità e assegnava una corsia preferenziale ai processi con detenuti. E per la verità pure il Decreto legislativo 51 del 1998 indica dei criteri che non sono meramente cronologici».
    _________________
    La cosiddetta «circolare Maddalena» fu approvata dal plenum del CSM il 15 maggio 2008.
    Però mi chiedo: sarà un caso che Maddalena sia il Procuratore “uscente” di Torino e che il 30 giugno p.v. lascerà il posto a Giancarlo Caselli?

  102. Talita
    21/06 2008

    Chi non sa che cosa arrotolare potrebbe contribuire alla produzione del rotolo scarso di carta igienica.

  103. Talita
    21/06 2008

    Michele,
    io propongo una brutta cosa. Inserisci un post in cui chi è maniacalmente e/o fatalmente attratto da un determinato user possa sfogare i suoi istinti repressi.
    Così magari si riuscirà a parlare di altri argomenti.

  104. Marcus
    21/06 2008

    Una volta terminata la spesa dal fruttivendolo, ritengo che sarebbe più costruttivo prendere sul serio i quesiti posti dai “rompicoglioni”.
    Lo so che per voi sono argomenti scomodi, ma sono anche dati di fatto.
    La polvere non puoi mica nasconderla a vita sotto il tappeto, prima o poi la scopa dovrai prenderla…

  105. Marcus
    21/06 2008

    Miii ma ti senti sempre tirata in causa?
    Prova ogni tanto a rispondere invece di fare l’analisi grammaticale dei commenti di tutti.

  106. Marcus
    21/06 2008

    Domani però…
    Adesso é già passata la mezzanotte, e come in tutte le fiabe che si rispettano, è ora di andare a dormire…
    Bye

  107. Talita
    21/06 2008

    Voi chi?
    Io non appartengo ad alcuna camarilla organizzata. E non faccio neppure la spesa dal fruttivendolo, né prendo la scopa: ho una splendida collaboratrice domestica, la quale peraltro usa l’aspirapolvere.

  108. Talita
    21/06 2008

    Ma tu ti senti sempre tirato in causa?!? Prova ogni tanto a postare pensando prima a ciò che dici. Non basta avere a disposizione una tastiera: ci vuol ùe altro!

  109. Talita
    21/06 2008

    Errata corrige:
    Ovviamente “ci vuole altro!”

  110. jacopo
    21/06 2008

    Grazie per l’errata corrige e la segnalazione del mio eRore.
    hihih
    Mi scuso preventivamente con gli eRori che farò in questo commento.
    Talita si è degnata di dire la sua su uno dei quesiti proposti.
    Uno è meglio di Zero.
    Allora affrontiamo questo dello slittamento dei processi.
    Il proposito di Maddalena è causato dal fatto che per alcuni processi, i tempi di prescrizione, sono talmente corti che il tempo per fare il processo non c’è.
    Maddalena afferma dunque che è inutile sprecare del tempo su questi processi ed è meglio concentrarsi su imputati condannabili.
    Ma a tutto questo c’è una risposta…
    Chi è infatti che i tempi di prescrizione li ha accorciati?
    Indovina inodvinello???
    Legge Vitali, dal nome del sottosegratario alla giustizia del precedente governo Berlusconi.
    Inutile dire che la legge non serviva al paese…
    Serviva infatti a Previti, come confessato dallo stesso Vitali in un’ intervista a Repubblica.
    Ma non solo…ovviamente anche Silvio ha goduto di vantaggi derivanti dalla legge del suo sottosegratario, per l’indagine sul falso in bilancio di Mediaset.

    “Quella norma, che di fatto dimezza i termini di prescrizione e libera l’avvocato e deputato di Forza Italia dal rischio di veder confermare in appello le sue condanne a 16 anni per tre corruzioni giudiziarie (casi Imi-Sir, Lodo Mondadori e Squillante), ha l’effetto di spazzare via moltissimi altri processi in attesa di sentenza definitiva. Tra questi, la maggior parte dei dibattimenti per omicidi colposi e lesioni anche gravi, quelli contro truffatori, ladri e in generale tutti coloro che hanno commesso reati puniti con una pena massima non superiore a cinque anni. L’effetto economico è che le vittime o i loro parenti non potranno ottenere il risarcimento dei danni come parti civili. I poliziotti accusati delle violenze al G8, i presunti piromani del teatro Petruzzelli di Bari, i medici della Lombardia già condannati per corruzioni e truffe, l’imputata Vanna Marchi: sono soltanto alcuni dei «beneficiari».”
    Cito Paolo Biondani Fiorenza Sarzanini, articolo del 16 dicembre 2004 – Corriere.it
    Spero che la citazione sia abbastanza esuriente da soddisfare anche i lettori più esigenti.
    Aggiungo io che tra i reati che passerebbero in secondo piano ci sono nuovamente quelli che riguardano Lui, (Milano e Napoli), quelli che riguardano i poliziotti del G8 di Genova e quelli dei furbetti del quartierino.
    Tutti reati stupidi ovviamente.

    Dunque a Talita dico che abbiamo capito che ciò che propone Maddalena è in linea con ciò che propone Silvio, tuttavia il tutto è causato da una legge porcata di 4 anni fa.
    Allora, invece di continuare con leggi porcata, per venire incontro a porcate precedenti…non sarebbe meglio eliminare sta benedetta legge Vitali?

    Il discorso di Maddalena è un po’ come quello che dice che non si deve essere razzisti, però fino a quando tutti lo sono allora lo sono pure io.

  111. Ex
    22/06 2008

    Rinfrancato dalla bella partita Olanda-Russia e avendo finito di mangiare tutti gli ortaggi disponibili, sono in vena di raccontarvi una storiella prima di andare a dormire.
    C’era una volta un generale che ebbe un alterco con un suo ufficiale che finì in tragedia: perchè l’ufficiale battè la testa e morì, al di là dell’intenzione del generale, che voleva solo colpirlo, non certo ucciderlo (i.e., omicidio preterintenzionale).
    A questo punto il generale aveva il problema di far sparire il cadavere. Ma come poteva fare senza farsi scoprire o essere costretto a rispondere a imbarazzanti domande?
    Gli venne in mente questa geniale idea.
    Il giorno dopo ordinò una carica al battaglione che comandava, mandandolo allo sbaraglio contro il nemico. Risultato: un bel migliaio di morti, ufficiali compresi.
    A quel punto aveva risolto il suo problema: un morto in più non avrebbe fatto differenza, essendosi resi “disponibili” mille cadaveri tra i quali nascondere quello dell’ufficiale morto la sera prima dell’attacco.
    Morale della favola: se vuoi nascondere un morto, basta procurarsi altri morti. Se vuoi nascondere una pietra, basta metterla insieme ad altre pietre, possibilmente simili. Se invece vuoi nascondere un processo, basta sospenderlo insieme a tanti altri processi.
    Vi spiego però cosa non ha funzionato nell’ultimo caso: il sistema utilizzato.
    Infatti, se proprio i legali-avvocati del premier volevano raggiungere l’obiettivo, avrebbero dovuto utilizzare un disegno di legge e non un bell’emendamento a un DECRETO LEGGE in fase di conversione in legge.
    Oltre a non esserci del tutto i requisiti di NECESSITA’ e URGENZA, che la Costituzione stabilisce, fai fare al Presidente della Repubblica la figura del pirla di turno, perchè gli fai firmare un testo di decreto legge che poi viene STRAVOLTO in sede parlamentare.
    E quindi la porcata è venuta a galla.
    Ma tranquilli, non c’è problema: la conversione in legge passerà ugualmente e anche questa volta Silvio sarà riuscito a eludere il suo giudice naturale.
    Poi magari la Corte Costituzionale la dichiarerà costituzionalmente ILLEGITTIMA (come MP ben ricorda, è già successo con il Lodo Schifani nel gennaio 2004) ma questo non potrà avvenire in tempi brevi e, quando accadrà, statene sicuri, ci si inventerà qualcos’altro.
    Dagli studi RAI di Corso Sempione, dietro Teo Teocoli,
    Ex

  112. jacopo
    22/06 2008

    Storiella carina, Ex.
    Tuttavia mi preoccupo.
    Un silenzio lungo quasi un giorno e mezzo da parte di Talita mi fa pensare che gli sia sia successo qualcosa di grave, oppure che gli sia caduta la tastiera dall’attico di un palazzo di 8 piani.

    Oppure che non sappia rispondere.

    E allora può adoperarsi Michele se lo desidera.

    Ovviamente stasera vi ricopia/incollerò le domande cui ancora non avete risposto, giusto per non far finta di averle dimenticate…
    Buona domenica e forza De Rossi.

  113. AVV.SALVATORE..DI FAVARA
    22/06 2008

    MANCANO 2 ORE E 20 MINUTI PER LA PARTITA CHE CI PROIETTERA ‘ DOVE ??? VEDREMO ITALIA-SPAGNA HA IL SAPORE D ESSERE L EVENTO DELL ESTATE 2008 CALCISTICO…FORZA ITALIA IN TUTTI I SENSI ANCHE POLITICI DOPO LA STREPITOSA VITTORIA ACCOMULATA IN QUESTI PRIMI 6 MESI DEL 2008 ..ABBIAMO STRAVINTO OVUNQUE AH DOMANDA ESISTE ANCORA LA SINISTRA IN SICILIA????

  114. Blackhawk
    22/06 2008

    Sono uno dei moltissimi palermitani che non sono andati a votare per le inutili elezioni provinciali:non è la prima volta che lo faccio,ritenendo questa istituzione una completa cosa inutile.Anni fa l’astensione causò l’inattesa vittoria della sinistra,oggi la valanga fascista-berlusconiana.Però la Provincia resta una cosa inutile…

  115. Blackhawk
    22/06 2008

    Mi spiace dirvi che io tifo-e fortemente-per la Spagna,mia terza Patria.Arriba Espana!!!

  116. Blackhawk
    22/06 2008

    Come vi dicevo,Arriba Espana!La colpa,ovviamente,è dello Jettatore Supremo,che da oggi detta legge pure al Papa Ratzinger.Oh,silviuccio vestito di nero…quale Jella tu porti invero!

  117. Blackhawk
    22/06 2008

    Anche lo pseudo-avvocaticchio di Favara in quanto a Jella non scherza mica…la prende per luce riflessa dal suo Duce imbalsamato.Forza Itaglia,Arriba Espana!Avvocaticchio,tiè!

  118. Blackhawk
    22/06 2008

    Con la vittoria della Spagna di Zapatero,e la vergognosa sconfitta della Itaglietta dell’attempato Silvio,si conclude l’epica e ridicola partecipazione agli Europei.Forza Itaglia,come dice il ridicolo avvocaticchio favarese!!

  119. M.Sparpagliato
    22/06 2008

    Spiace per notizia su Talita.Rimpiangeremo la sua cultura giuridica.Grande specialista in ‘Lex Silvia’.Nel frattempo Egli è asceso al Papato(Silvio Mangano XVI)ed ha emanato la prima Enciclica sulla Comunione ai divorziati.Amen.

  120. Mariano
    23/06 2008

    Il punto è uno: perchè non dibattere sulla problematica posta piuttosto che offendere??

  121. M.Sparpagliato
    23/06 2008

    Ma quale è la ‘problematica’posta e quali sono le ‘offese’?Questo è il vero problema.

  122. Mariano
    23/06 2008

    di offese francamente ce ne sono in quantità, la problematica è quella di volta in volta posta nel blog.
    almeno questo è il mio parere

  123. Marcus
    23/06 2008

    Ok, e la problematica quindi sarebbe
    “I comunisti, i post comunisti, i centri sociali, gli sfasciavetrine e affini sono definitivamente spariti, Deo Gratias.
    “?

  124. Marcus
    23/06 2008

    Ok, e la problematica quindi sarebbe
    “I comunisti, i post comunisti, i centri sociali, gli sfasciavetrine e affini sono definitivamente spariti, Deo Gratias.
    “?
    Ma fatemi il piacere…
    Non mi sento un comunista e concordo sul fatto che il centrosinistra è allo sfascio, ma sul post del padrone di casa c’è ben poco da commentare.

  125. M.Sparpagliato
    23/06 2008

    Praticamente Marcus ha detto tutto.Va aggiunto che il socialismo europeo c’è,è forte,ed esiste da 180 anni circa(non sto parlando del mostro comunista staliniano e post-staliniano).Ho i miei dubbi che il ‘Popolo della Libertà’(quali libertà?Quelle della Rivoluzione Francese,mi auguro)e ‘Berlusconi Presidente’durino altrettanto…anche se il Dott.Scapagnini è convinto del contrario…ma non si sa mai…tra lifting e trapianti…in parecchi romanzi di Science Fiction ci sono i Capi Eterni!

  126. jacopo
    23/06 2008

    Si Marcus…mettiamoci a parlare di questo:)!
    Non ti sembra interessante?
    Per esempio, i post comunisti che animali sono?
    hihihihi

    Ps…A Michele e alla signorina Talita concediamo un altro pomeriggio per riflettere sulle infamanti accuse del mio ultimo commento.
    Infamanti accuse cui capisco sia difficile replicare.
    hihihi
    Poi propongo di parlar d’altro e archiviare la questione del rinvio dei processi, per carenza di opinioni contrastanti.

  127. Marcus
    23/06 2008

    Sulla questione del rinvio dei processi, ritengo che il commento di Ex sia quello più esaustivo di tutti.
    Personalmente, mi auguro che la previsione di M.Sparpagliato si avveri, anche se la vedo dura per due motivi.
    1- Attualmente giocano da soli (Almeno in questo, MP ha ragione);
    2- Sono convinto che la classe politica sia lo specchio della società, pertanto se la politica del clientelismo ha dato questi risultati, un motivo ci sarà…
    Fino a quando la gente si farà convincere che la merda profuma, non abbiamo dove andare.

  128. M.Sparpagliato
    23/06 2008

    Però,nonostante le schifezze giuridiche e costituzionali(ha perfettamente ragione Jacopo,e si veda anche il fondo di Curzio Maltese,sabato su Repubblica),in effetti,per la strada,in Italia(in questi ultimi giorni ho viaggiato parecchio)si respira una bella aria di libertà.Infatti,non avendo più nè elezioni in vista,nè alcun motivo per essere diplomatici,è fantastico come si litighi allegramente con i berlusfascisti più disparati,facendoli straincavolare fino ai rischi coronarici.Il tutto con la flemma meravigliosa di chi ha più nulla da perdere(il centrosinistra ha perso praticamente tutto!).Effettivamente,come scrive Marcus:
    1-Giocano da soli e spesse si autoincavolano,avendo di fronte ormai il deserto-
    2-La classe politica è oramai meno che pessima,sia come cultura che come livello etico.Sono tutti berluschini,tranne(per certe cose costituzionali e giuridiche)il gruppo di Di Pietro.Il tuo discorso del profumo escrementizio ch la ‘ggente’adora,rende benissimo l’idea!

  129. Marcus
    23/06 2008

    Ci sarebbe anche un’altra metafora, che però ho rubato dal sito di repubblica.
    “Ci pisciano in testa ma ci dicono che piove”.

  130. M.Sparpagliato
    23/06 2008

    Ottima pure questa,Marcus!

  131. 24/06 2008

    di Bruno Tinti
    (Procuratore Aggiunto della Repubblica di Torino)

    La convulsa attività legislativa dell’attuale maggioranza ha una caratteristica particolare: ogni provvedimento emesso è preceduto e giustificato da bugie.

    Non è vero che esista un problema sicurezza pubblica: il numero dei reati commessi è in costante flessione. E tuttavia il problema sicurezza pubblica è percepito dai cittadini come un problema grave perché tutti i giorni, a pranzo, cena e colazione, televisioni di Stato e private (le 6 reti controllate dal Presidente del Consiglio) e giornali di partito spiegano che c’è un grave problema di sicurezza pubblica e avvalorano questa “denuncia” con minuziosi racconti di scippi, furticiattoli e qualche reato grave, morbosamente esibito.

    Se adottassero la stessa tignosa diligenza per raccontare le migliaia di corruzioni che vengono scoperte ogni giorno in Italia, le decine di migliaia di frodi fiscali che impoveriscono l’Italia di centinaia di milioni di euro, le decine di morti sul lavoro che insanguinano ogni giorno fabbriche e cantieri, i milioni di abusi edilizi che deturpano il Paese, gli inquinamenti, le frodi nei finanziamenti UE, insomma tutti quelli che per la classe dirigente italiana non sono reati degni di attenzione; ebbene, è certo che i cittadini italiani avrebbero del loro Paese una percezione diversa, assai più preoccupante del preteso problema sicurezza e certamente assai più realistica.

    Non è vero che sono gli extracomunitari o i rumeni che commettono il maggior numero dei reati: in realtà questa categoria di persone commette il maggior numero di piccoli reati, furti nei supermercati, nei cantieri, sugli autobus; le rapine, il traffico di droga, gli omicidi sono commessi in percentuale maggiore da italiani; e naturalmente i reati di cui non si deve parlare, quelli che è bene che non preoccupino l’opinione pubblica, quelli citati sopra, la corruzione, la frode fiscale, il falso in bilancio, gli infortuni sul lavoro, i reati ambientali ed edilizi, gli inquinamenti, quelli sono commessi soltanto da italiani.

    Non è vero che, per quanto riguarda gli extracomunitari e i rumeni che delinquono, la soluzione giusta consiste nell’espulsione: la soluzione giusta, come ognuno può capire, consiste nel metterli in prigione, proprio come si deve fare con chiunque commetta reati.

    Naturalmente per fare questo occorre un sistema giudiziario che funzioni; quindi bisognerebbe cambiare in fretta e furia il 90 % della legislazione penale e processuale italiana.

    Quella penale, eliminando una sterminata quantità di reati inutili (mi vengono in mente l’omesso versamento di ritenute INPS, l’omesso versamento delle ritenute d’acconto, l’ingiuria, la minaccia lieve, la sosta con biglietti prepagati (i vouchers) falsificati, l’omessa esposizione negli esercizi di ristorazione della tabella dei giochi leciti; non continuo perché dovrei riempire un paio di fogli).

    E quella processuale, eliminando un centinaio di adempimenti formali del tutto irrilevanti, rendendo obbligatoria l’elezione di domicilio presso il difensore, riformando completamente il regime delle notifiche (obbligatori fax o e-mail per gli avvocati), abolendo l’appello, abolendo il giudizio collegiale di primo grado (un solo giudice è più che sufficiente).

    E poi, naturalmente, bisognerebbe abolire tutti i tribunali inutili, quelli formati da meno di 20 giudici, rivedendo tutte le circoscrizioni giudiziarie, dividendo i tribunali delle grandi città in 2 o 3 o 4 tribunali (perché tribunali enormi funzionano malissimo).

    E poi bisognerebbe ridurre nella misura da 10 a 1 tutti gli istituti premiali che fanno si che una pena di 10 anni significhi, nei fatti, poco più di 4 anni di prigione vera e propria.

    E, per finire, bisognerebbe costruire molte carceri nuove e assumere un sacco di cancellieri, segretari e personale amministrativo in genere; e naturalmente ammodernare e far funzionare una struttura informatica disorganizzata e sottoutilizzate.

    E’ ovvio che, piuttosto che mettersi a fare tutto questo, è più comodo far finta di aver trovato la soluzione miracolosa: li espelliamo tutti.

    Un po’ come i tanti miracolosi rimedi contro il cancro che avevano il vantaggio di far a meno di lunghe costose e faticose ricerche mediche e farmacologiche.

    Non è vero che gli extracomunitari espulsi, quando vengono riacchiappati, vengono poi assolti da giudici comunisti e sabotatori: è vero che nessuno Stato che ha frontiere con l’Italia accetta di ricevere stranieri privi di documenti; e, se gli extracomunitari espulsi non collaborano e nascondono i documenti e dicono di non averli e non si riesce a provare che invece ce li hanno, c’è poco da fare, il non aver obbedito all’ordine di espulsione non è reato per via dell’articolo 40 del codice penale: nessuno può essere punito per un fatto costituente reato se non è conseguenza della sua azione; e qui il non aver obbedito all’ordine di espulsione è conseguenza della condotta dei doganieri spagnoli, francesi, svizzeri etc..

    Per quanto può dire il giudice italiano, l’extracomunitario espulso “ci ha provato” ma non è riuscito ad andarsene.

    Non è vero che il reato di clandestinità costituisce una soluzione idonea a ridurre il numero, stimato troppo elevato, di immigrati nel nostro Paese; prima di tutto un vero reato di clandestinità, che consiste nel trovarsi illecitamente in territorio italiano, cioè senza documenti e/o senza permesso di soggiorno, significherebbe dover celebrare centinaia di migliaia di processi, tanti quanti sono gli immigrati clandestini nel nostro Paese; il che è assolutamente impossibile, visto che non si riesce nemmeno a fare i processi che ci sono ora che terminano per l’85 % con la prescrizione.

    E poi, per come è scritto (ma è ancora un progetto), questo reato di clandestinità consiste in realtà in un ingresso illecito nel nostro Paese: che viene commesso da chi vi mette piede per la prima volta in violazione delle leggi sull’immigrazione e viene acchiappato proprio mentre lo sta commettendo; per intenderci sul bagnasciuga della spiaggia di Lampedusa o mentre sta scavalcando la rete al confine tra l’Italia e la Croazia. Perché, se viene acchiappato 10 minuti dopo, mentre passeggia sulla spiaggia di Lampedusa o su un viottolo del Veneto, gli basterà dire che lui è in effetti clandestino e che però è entrato in Italia circa un mese fa (fra un anno dirà che è entrato circa un anno e un mese fa); e sarà assolto perché la legge, un mese fa (o un anno e un mese fa), ancora non c’era e nessuno può essere punito per un fatto che, nel momento in cui viene commesso, non è previsto dalla legge come reato: lo dice l’articolo 2 del codice penale.

    Certo, i poliziotti, i giudici e molte altre persone di buon senso potranno immaginare che questa dichiarazione (sono entrato clandestinamente un mese fa) non è vera; ma tra immaginare e provare, nel processo penale di uno Stato di diritto (quello che l’attuale maggioranza sta distruggendo) c’è un’enorme distanza: immaginare, supporre, sospettare non basta per condannare.

    Non è vero che occorre limitare le intercettazioni perché se ne è abusato, come sarebbe dimostrato dal fatto che – così dicono gli affannati esponenti della maggioranza che qualche giustificazione al loro operato debbono pur trovarla – il numero degli intercettati è elevatissimo: in realtà le intercettazioni sono disposte in una ridottissima percentuale dei processi penali (a Torino 300 processi su 200.000); quindi sono pochissime.

    E’ però vero che, tra gli intercettati, vi è un numero ridotto ma importante di appartenenti alla classe dirigente.

    Così, quando qualche politico racconta che vi è un numero troppo elevato di cittadini intercettati, in realtà sta dicendo che vi è un numero troppo elevato di politici e amici dei politici e amici degli amici che sono intercettati; e, certo, dal suo punto di vista, questa cosa è abbastanza grave: perché gli affari dei politici e degli amici dei politici e degli amici degli amici in genere sono un po’ sporchi.

    Non è vero che le intercettazioni costano troppo; la spesa denunciata dal Governo per giustificare il disegno di legge che riduce le intercettazioni, circa 300 milioni, è una piccolissima parte del bilancio della giustizia che è pari a 7 miliardi; e comunque è comprensiva delle somme pagate per i periti e i consulenti del PM, per le spese di missione della polizia giudiziaria, per le trascrizioni degli interrogatori e via dicendo.

    E poi sarebbe semplice diminuire ulteriormente questo costo addossandolo ai gestori telefonici che agiscono in regime di concessione (è lo Stato che gli “concede” di fare il loro business): lo Stato potrebbe pretendere che le intercettazioni venissero fatte gratis. O almeno, potrebbe pretendere che venissero fatte al costo, senza guadagnarci (enormemente, come avviene oggi).

    Infine le intercettazioni fanno scoprire un sacco di reati economici e fanno recuperare un sacco di soldi; succede così che quasi sempre le intercettazioni “si pagano da sole”.

    Non è vero che le intercettazioni vengano pubblicate abusivamente e che quindi bisogna intervenire per bloccare questo malcostume: esse compaiono sui giornali quando è caduto il segreto investigativo, cioè quando l’imputato e i suoi difensori le conoscono, ad esempio perché sono riportate in un provvedimento del giudice che li riguarda (ordinanza di misura cautelare, di sequestro, di perquisizione etc.).

    Quindi, quando vengono pubblicate, sono pubbliche: non c’è nessun abuso.

    Non è vero che le intercettazioni e le altre notizie che riguardano il processo vengono passate ai giornalisti dai giudici.

    Per prima cosa non è mai stato provato. E poi basta chiedere ai giornalisti; che spiegheranno a chi vuole starli a sentire che le informazioni che essi pubblicano lecitamente le ricevono dai difensori degli imputati, subito dopo che loro stessi le hanno conosciute.

    Certe volte le ricevono dagli stessi imputati che poi sfruttano la pubblicazione per mettersi a strillare che la loro privacy è stata violata e che il giudice (in realtà il PM) ce l’ha con loro, che deve essere trasferito, che il processo deve essere celebrato da un’altra parte e insomma tutto il manuale del perfetto impunito.

    Quanto alle informazioni illecitamente conosciute, non si capisce perché tra cancellieri, polizia giudiziaria, traduttori, trascrittori, interpreti, avvocati di parti offese e parti offese interessate a sputtanare gli imputati, si debba pensare che l’autore delle fughe di notizie sia il giudice, che del resto è proprio quello che da queste fughe di notizie riceve un danno: sia per se stesso, ché è lui ad essere immediatamente additato come la fonte; sia per il processo.

    Non è vero che i giudici parlano dei loro processi in televisione o sui giornali: i giudici parlano (quando lo fanno, quando possono, quando qualcuno glielo chiede) delle difficoltà del processo italiano, dello stato disperato del sistema giudiziario italiano, delle pressioni o minacce o avvertimenti che ricevono, di leggi sbagliate o funzionali ad assicurare l’impunità a questo o quel potente, a questa o quella casta.

    Gli stessi giudici Forleo e De Magistris hanno parlato del loro isolamento, delle pressioni e minacce ricevute, delle difficoltà della loro situazione: mai dei loro processi, delle prove raccolte, delle dichiarazioni rese da imputati o testimoni.

    Non è vero che le notizie che non hanno rilevanza penale non debbono essere rese note all’opinione pubblica: se queste notizie riguardano uomini pubblici, gente che si è assunta la responsabilità di governare o gestire il Paese, l’opinione pubblica ha diritto di sapere tutto di loro, anche se si tratta di cose non costituenti reato.

    Se un onorevole che firma una legge contro la liberalizzazione della droga è, nella vita privata, un cocainomane; se un ministro favorisce suoi conoscenti o compagni di partito con incarichi ben remunerati; se un giudice frequenta persone poco raccomandabili, è necessario (non giusto, necessario) che i cittadini lo sappiano.

    Non è vero infine che lo Stato italiano abbia necessità di un’occupazione militare del territorio.

    Prima di tutto 2.500 militari sono una quantità di uomini ridottissima rispetto a quanto ne mettono in campo Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Vigili Urbani che, tutti insieme, assommano a più di 200.000 uomini.

    E poi una forza di Polizia non addestrata, anzi addestrata ad operare in territorio nemico, in una situazione di guerra, con mezzi e mentalità incompatibili con la vita civile di un Paese democratico, non può che essere causa di danni e reati assai più numerosi e gravi di quelli che si vorrebbero prevenire o reprimere.

    Ricordo che, in una delle numerose occasioni in cui veniva sbandierata la ferma volontà di combattere l’evasione fiscale (ferma volontà più volte riaffermata e mai attuata seriamente), si pensò di assegnare ai funzionari delle imposte la qualifica di ufficiali di PG; e non si ritenne opportuno di farlo, proprio per la mancanza di uno specifico addestramento, di una specifica mentalità, dei rischi che un potere così grande e pericoloso (se male usato) venisse affidato a uomini non preparati ad usarlo e quindi inidonei.

    Allora, alla fine, la domanda è: perché questa gente mente?

    E la risposta è ovvia: perché si tratta di leggi sbagliate, demagogiche, dirette a guadagnare popolarità e consenso e a procurarsi l’impunità.

  132. Talita
    24/06 2008

    Io non so chi sia Bruno Tinti, ma per ritenerlo persona non meritevole di attenzione è sufficiente la seconda riga del suo verboso testo: “Non è vero che esista un problema sicurezza pubblica”. Dove, a Fantasyland?
    Ciò mi convince a non procedere oltre nella lettura, anche perché è molto probabile che i bugiardi accusino gli altri di esserlo.
    D’altra parte chi ha stomaco da vendere può leggere in toghe.blogspot.com questo e altro.
    Il signor Tinti, invece di pontificare, cominci a vivere in mezzo alla gente normale e chieda alla gente se esiste o no un problema di sicurezza. E poi faccia un quadretto delle sue statistiche: lo appenderemo nelle nostre case e lo classificheremo stilisticamente come visione onirica.

  133. M.Sparpagliato
    24/06 2008

    Fine della Ztl.Il Tar l’ha bocciata.Fine della Amministrazione Cammarata.Fine di tutto.Fine del comunismo.Fine del socialismo.Fine delle Ztl…

  134. Ex
    24/06 2008

    Intervengo perchè è necessario.
    La risposta di Talita dimostra che se uno non vuole capire, c’è poco da fare.
    Infatti la frase citata avrebbe dovuto essere completata, altrimenti non significa nulla. E il completamento della frase è questo: “il numero dei reati commessi è in costante flessione”.
    Tradotto, significa che STATISTICAMENTE i reati sono di meno.
    Se poi la Sig.ra Pina viene derubata o scippata e questo acuisce il suo personale senso di insicurezza, è un altro discorso.
    Con ciò non voglio dire che concordo pienamente con quello che ha scritto Tinti sul tema della sicurezza: voglio solo dire che è troppo comodo limitarsi ad una lettura “chirurgica” degli scritti altrui senza addurre prove contrarie (logiche e concrete) e limitandosi ad abbaiare alla luna.
    Dalla stazione orbitale di Melpomene,
    Ex

  135. Talita
    24/06 2008

    Michele, qui le cose si stanno mettendo proprio male. Occorrerebbero user che si accontentassero di farsi i fatti propri, esprimendo le loro opinioni, se ne hanno.
    Le traduzioni inutili lasciano il tempo che trovano, anzi lo peggiorano.
    E ripeto: attendo il quadretto delle statistiche (fatte da chi? Dove? Quando? Perché?): lo appenderò nella mia cameretta e lo classificherò stilisticamente come paesaggio onirico. E anche peloso.
    Dalla Terra, dove tengo i piedi ben poggiati al suolo.

  136. Talita
    24/06 2008

    Come è giusto, ho colmato una parte delle mie innumerevoli lacune, informandomi su Bruno Tinti.
    Ho trovato una sua foto in:
    http://www.barbieri.it/eventi/relatori.asp?ID_Relatore=19
    indossa un papillon celeste e sembra spaventato.
    Ho visto che ha scritto il libro “Toghe rotte”, ma ovviamente (al momento) non posso sapere chi le ha rotte.
    Ho visto che è spesso ospite di “Annozero” in TV e dell’ “Espresso”.
    Ho visto che è citato nel sito ufficiale di Sabina Guzzanti.
    Ho visto che è citato nel blog di Grillo.
    Ho visto che ritiene assolutamente inutile il reato di immigrazione clandestina.
    Vabbè, adesso basta! Mi sono fatta un’idea.

  137. Ex
    24/06 2008

    MP, confermo che le cose si mettono proprio male.
    Non c’è peggior sordo (o sorda, in questo caso) di chi non vuol sentire.
    Dietro il piazzale-merci della Amplifon,
    Ex
    PS Come user sono fatto così. In particolare mi danno fastidio le persone a corto di argomenti che si parlano addosso: e quindi intervengo perchè lo reputo necessario, per una questione di igiene della discussione.
    Altrimenti chi legge potrebbe essere portato in buona fede a crederti, mentre invece sarebbe sbagliato, quanto meno da un punto di vista eminentemente LOGICO.
    Magari la prossima volta mi clono seguendo lo schema 1/3 di Dell’Utri, 1/3 di Fede e 1/3 di Ghedini così sono pronto per fare il ministro della Giustizia (o il direttore di un programma mediaset a caso) e piaccio di più come user.

  138. jacopo
    24/06 2008

    Premetto che non ho tempo per informarmi meglio in questi giorni e non ne avrò per i prossimi 20.
    Tuttavia so che in Italia il numero di stranieri è circa 4-5 milioni senza clandestini. Costituiscono quindi circa l’8% della popolazione.
    Se è vero che i reati commessi da stranieri arrivano a 1/3 del totale, credo sia evidente che il problema ci sia eccome, perchè uno si aspetterebbe una distribuzione uniforme dei reati sugli abitanti.
    Tra questi reati si collocano di sicuro lo sfruttamento della prostituzione e lo spaccio di droga, ma basta avere un po’ di buon senso per capire che la maggior parte dei reati commessi da queste persone, sono reati di piccola criminalità.
    E’ altresì vero che i reati citati in alto, come il falso in bilancio, la corruzione, la frode fiscale e gli abusi edilizi, sono commessi solo da italiani.
    E allora una persona dotata di senso critico si chiede perchè mai, a pranzo o a cena, deve sentir parlare dello scippo subito dalla signora Pina, sicuramente importante, piuttosto che degli altri tipi di reati.
    Mesi fa la mia famiglia ha subito un tentativo di furto di auto da parte di un clandestino albanese.
    Non per questo può esser cambiata la mia percezione di sicurezza.
    Ciò che fa orrore agli occhi (di chi ha occhi), è che l’opinione pubblica venga continuamente bombardata con notizie come quelle relative alla signora pina, invece che con notizie ben più allarmanti.
    Inoltre, non ci sarà legge in grado di risolvere il problema dei reati commessi da questi stranieri per i semplici e tristi motivi:
    a Essi producono il 10% del PIL pari a circa 150 miliardi di euro al giorno
    b I costi di sicurezza che lo stato deve fronteggiare a causa dei loro reati è 7 miliadi l’anno, cifra irrisoria rispetto alla precedente.
    c Gli imprenditori edili che la mattina vanno a far spesa di braccia nei i campi fuori città, sanno benissimo che non possono trattare con le stesse condizioni un’italiano (razzisti di merda) e come se non bastasse, italiani in grado di fare quei lavori, non ci sono più.
    Non perchè oggi hanno tutti la puzza sotto il naso e non vogliono, ma semplicemente perchè la nostra popolazione è fatta maggiormente da anziani.

    Detto questo, vorrei anche sottolineare che, se Michele ascoltasse la richista di Michele, la nostra Talita, così prodiga di OPINIONI, sarebbe la prima ad essere bannata dai commenti del sito.
    hihihi
    Inoltre, volevo precisare che alle questioni poste in precedenza, la signora Talita e lo stesso Michele, ancora non hanno trovato una risposta adeguata.
    Li esorto vivamente ad esprime la loro OPINIONE.
    hihihi
    ah…Talita, fai tu il check degli errori nel mio commento…grazie!!
    Vado, ciao ciao

  139. Talita
    24/06 2008

    Michele, siccome io sono un’user fatta in modo diverso, al momento non intendo dialogare se non con te. Credo che i fan del battibecco potrebbero più utilmente accasarsi in una chat.
    Però non sentirti oppresso: mi rivolgo a te in quanto signore del blog, senza pretendere risposte, perché non amo gli interrogatori waterboarding, che sembrano entusiasmare alcuni qui.
    Detto questo, vorrei solo fare un’osservazione filologica. Trovo che l’espressione “igiene della discussione” piacerebbe mooolto a Moretti: chimera lessicale adatta a uno dei suoi antichi giro-girotondo-casca il mondo.
    Certamente roba da intellighenzia di Sinistra, come quella di Carla Bruni – musa della gauche-caviar – che ha detto “i miei riflessi epidermici sono di sinistra”.
    Non so in francese, ma in italiano la locuzione provoca convulsioni: a seguito di irrefrenabili risate.

  140. M.Sparpagliato
    24/06 2008

    Se la Signorina Talita non gradisce le opinioni altrui(al contrario del nostro ospite,che interviene sul concreto)sono fatti suoi,e me ne dolgo.Ella gradirebbe un blog dove tutti la pensano allo stesso modo:esiste,è il Sito ufficiale di F.I.,dove non si accetta alcuna opinione diversa,come in Urss ai tempi beati del Komunismo.I dati e le opinioni qui sopra forniti,sono interessantissimi,ad ogni buon conto.

  141. Talita
    24/06 2008

    Uarghhhhhhh! Che noia!

  142. M.Sparpagliato
    24/06 2008

    Non conoscevo la ‘gauche caviar’e non sapevo che la Bruni fosse di sinistra.Evidentemente,al confronto della ‘destra’italiana,anche Chirac,Sarkozy,Aznar e la Thatcher sono di sinistra.Infatti quel comunista di Churchill ha vinto la guerra contro il nazifascismo.

  143. M.Sparpagliato
    24/06 2008

    Vedo,inoltre,che Talita ama il cinema di Moretti.Non sono d’accordo:lo trovo noioso,pur stimandolo,e molto.Evidentemente a Talita piace la roba ‘engagè’,come a Carla Bruni(alla quale,ne sono certo,rassomiglia)la torinese(Talita è invece milanese).

  144. jacopo
    24/06 2008

    Rivendico il diritto di disprezzare coloro che, non avendo argomenti o non sapendo rispondere, preferiscono mettere la testa sotto il tappeto.
    Talita e molte altre persone che come lei votano per la CDL non sono abituate ad una discussione che metta a rischio le fondamenta delle lorto credenze politiche.
    Si, credenze, perchè per loro la politica è come il calcio o la religione…la vivono in modo ACRITICO, decidono di TIFARE per una parte, non sono in grado di restarne distaccati e vederne le malefatte.
    Non sono in grado nemmeno di parlarne.
    Certi argomenti per loro sono tabù, solo a nominarli si commette il peccato di antiberlusconismo, punibile con la cessazione del dialogo.
    E allora lasciamo i maiali rotolarsi nella merda fino a quando non si saranno stancati.
    @ Michele Sparpagliato
    La destra italiana non esiste, se trascuriamo partitucoli di idioti quali Forza Nuova o simili.
    Coloro che siedono nell’ala destra dell’emiciclo sono SERVI di un padrone, che di destra non ha nulla, essendo stato perfino finanziatore più o meno lecito del vecchio partito Socialista Italiano.
    Il dramma del bel paese è che non ha una destra e una sinistra, il risultato ottenuto da Madame Wu, grazie al quale Lee e Yang vinsero il Nobel, ovvero che la simmetria P viene violata dai decadimenti beta, e la destra è sostanzialemte diversa dalla sinistra, qui è come se non fosse arrivato. Noi non ce ne siamo ancora accorti.
    O forse ce ne siamo dimenticati.

  145. jacopo
    24/06 2008

    troppo bello!!!!

  146. jacopo
    24/06 2008

    Chi non sa che dalle CELLULE si tira fuori l’energia NUCLEARE???
    hihihihihihihihihihihihihihihihihihihihihihihihihiiiiiiihihihihihiihihihihhiiiiiiiiihiiihihihihihihihihihiiiiiiiihihihihihihihhiiiiiiiiiiiihihihihihhihiiiiiiiiiiiiiihihhiihhihihiiiiiiiiiiiiiihihhihhihihihihiiiiiiihihihihhihi

  147. Talita
    24/06 2008

    Uaaaaargh, che noia! Non sarebbe efficace neppure un caffè triplo…

  148. jacopo
    24/06 2008

    Ma che è uaaaaaargh???
    Che fai ringhi??
    Tra gli esseri dotati di cervello si usa discutere.
    I cani ringhiano.
    Tu sei una incapace.
    hihihihi

  149. giuseppe_pezzullo
    25/06 2008

    talita, capisco come tutto questo ti annoi, ma a non premere “Invia commento” ci si annoia di meno

  150. Talita
    25/06 2008

    giuseppe pezzullo, ti ho già detto di interessarti della tua propria noia e adesso amplio: interessati di quanto vuoi premere o non premere tu.
    Devo farti un disegnino?

  151. Il vecchio Sparpagliato
    27/06 2008

    Jacopo,hai pienamente ragione:ci ostiniamo a tentare il dialogo con degli ossessi religiosi che non proprio niente nè di destra nè di sinistra.Servitori obnubilati e decerebrati di un Padrone Unico,con i quali,noi,stupidamente,cerchiamo un dialogo impossibile.E’un nostro limite,dimentichiamo sempre che non ci sono più interlocutori ma cyborgs privi di opinioni proprie,anche critiche verso i propri rappresentanti.Hai ragione,mi vedo costretto a convenire con le tue opinioni.Nel ricordarmi,poi,che il Caimano era sodale del(in passato)glorioso Partito Socialista e che lo sovvenzionava come sappiamo,il mio cuore si riempe di amarezza.Altro che sinistra e destra.Solo melma e sabbie mobili.

  152. Il vecchio Sparpagliato
    27/06 2008

    correggo:’che non hanno proprio niente’.Scusatemi,potrebbe mutare il senso.

  153. Il vecchio Sparpagliato
    27/06 2008

    Prego inoltre Talita,se possibile,di evitarci questi teatrini della noia,degli sbadigli e dei tre caffè:forse pensa di fare l’antipatica o l’insopportabile,ma risulta soltanto,come direbbe lei,comicamente noiosa.Sembra un personaggio di Franca Valeri:la milanese bene,intellettuale di sinistra annoiata.Consiglio di rivedere ‘Totò Imperatore di Capri’,con la scena degli intellettuali impegnati ed annoiati,ad uno dei quali,poi,il grande Totò sputa in un occhio.Sublime Principe De Curtis!

  154. Talita
    27/06 2008

    Io consiglio il ragionier Fantozzi oppure il suo equivalente Giandomenico Fracchia: quello che “gli si intrecciano i diti”!
    In subordine consiglio di farsi un proprio blog, dove pregare.
    Uuuuhhh che noia! Uuuuhhh che sbadigli! Qui non basterebbero neppure quattro caffè!

  155. Il vecchio Sparpagliato
    27/06 2008

    Nel frattempo ho preso al bar,con meravigliosa brezza marina(che a Milano è un sogno),due squisiti caffè palermitani,accompagnati da ‘brioche’locale(che non è il banale croissant,ma sorta di panino dolce sofficissimo).Peò,Michle,nonostante tutto,che meravigliosa città è Palermo…dillo a Talita.E di certo,questa volta,siamo d’accordo.
    N.B,Fantozzi con Palermo non c’entra nulla.

  156. 27/06 2008

    Sparpy, che Palermo sia meravigliosa Talita lo sa, cosi come noi sappiamo che Milano è la capitale d’Europa!!!

  157. Sparpagliato Mosè
    28/06 2008

    Veramente Milano,che conosco benissimo da 48 anni,è una delle città più tristi e squallide d’Europa.E mi spiace dirlo.

  158. Sparpagliato illuminista
    2/07 2008

    Consiglio a tutti la lettura del meraviglioso Blog di Paolo Guzzanti.

  159. M.Sparpagliato
    25/07 2008

    Il bravo Altan su Repubblica ci offre una ennesima vignetta con il Premier che regge una bananona.Che vuole dire?

  160. M.Sparpagliato
    25/07 2008

    Ma dove è andata Michela ‘bellissima’Brambilla?E’ vero che ha venduto a Fozzitalia la Tv della Libertà,ormai in fallimento?Rispondetemi,vi prego,io adoro Michelina(e Tallarita).

  161. Talita
    25/07 2008

    Giovedì scorso, il bravo Staino in una vignetta sull’Unità ha rappresentato il suo Bobo, che si rivolge alla moglie e dice: «Fatevi forza. O le accuse a Del Turco sono vere e affondiamo con il Pd, o non sono vere e affondiamo con la magistratura».
    Niente banane, ma pura verità: il PD è prossimo a un’ennesima scissione. E Veltroni si gingilla con il Lodo Alfano… Boh!

  162. Talita
    25/07 2008

    Scombussolato, ma ci vuole tanto a informarsi, invece di leggere i libercoli di Travaglio?
    Michela Brambilla fa il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega al Turismo.
    Non so quale sia la sua effettiva utilità, ma occupa quella cadrega.

  163. M.Sparpagliato
    13/11 2008

    Tanta rivoluzione,tanto movimento di popolo,tanta agitazione,solo per andare a finire’sottosegretario(a)alla Presidenza del Consiglio con delega al Turismo’.Almeno il Che Guevara,dopo la rivoluzione cubana,nel 1959,fu nominato Presidente del Banco Nacional di Cuba.Lui era medico,e di economia non capiva quasi nulla,ma almeno era Presidente.Però forse anche la Brambilla finirà sui manifesti del popolo,ai cortei,fra 50 anni.La Gelmini c’è finita adesso.D’altronde è coetanea del Che,mentre la Brambilla è grandetta.A me piacciono entrambe,le trovo donne affascinanti e con quel cipiglio che intriga i maschietti(notoriamente più stupidi delle donne,come i gatti sono più stupidi delle gatte).

  164. 13/11 2008

    La Brambilla sarà ospite del Circolo del Buon Governo a Montecatini. Un anno fa ve lo sareste immaginato?I f(u)amosi Circoli della Libertà ospiti dei circoli del Buon Governo….della serie IO L’AVEVO DETTO!!!

  165. M.Sparpagliato
    13/11 2008

    Non ho compreso nè il riferimento nè la battuta.Puoi spiegare meglio?

  166. Piero Silvestri
    2/01 2009

    Brambilla?Esiste ancora?

  167. 3/01 2009

    Si esiste e farà il Ministro per il Turismo

  168. Piero Silvestri
    8/01 2009

    In quale Governo,quello dopo le Elezioni Europee?Virrei qualche chiarimento sulla bella e procacissima Signora Brambilla!

  169. Piero Silvestri
    8/01 2009

    Vorrei e non ‘virrei’.

  170. Michele
    8/01 2009

    caro Piero se la definisci procacissima vuol dire che parliamo di due brambille diverse. E’ alta 1 metro e 21 e secca come una sarda. Detto questo ha evidentemente delle qualità.
    Credo che dopo le elezioni europee e dopo aver superato lo scoglio Alitalia ci sarà un fisiologico rimpasto e la Brambilla è papabile per avere una poltrona da Ministro per il Turismo

  171. Domingo
    10/06 2009

    Adesso però non ci sono più alibi, non ci sono più scuse. Dobbiamo dimostrare di saper meritare questo plebiscito governando bene a tutti i livelli. Abbiamo 6 mesi di tempo per far vedere ai nostri elettori che hanno riposto bene le loro speranze.

    Le montagne di spazzatura che sommergono Palermo suno un bell’esempio di come sapete governare bene