Pubblicato in Archivio
12/05 2008

Aboliamolo per legge…(pseudo lettera a Travaglio)

Travaglio
Per carità non certo fisicamente. Anzi gli auguriamo altri 100 anni di vita salubre e prospera.
Però consentitemelo, di Marco Travaglio non se ne può proprio più. Riesco a digerire Michele Santoro perchè oramai ho sviluppato gli anticorpi, ma Travaglio proprio non lo riesco a buttar giù.
Chi è Travaglio? Credo sia un giornalista, dico credo perchè non ho visto il suo tesserino dell’ordine, di certo è uno scrittore. Uno di quelli che fa libri “di inchiesta” cioè indaga su qualcosa, crede di avere scoperto “l’acqua calda” e ci fa su un libro che gli fa guadagnare un putiferio di quattrini. In realtà Travaglio cosa dice di sensazionale? Cosa crede di aver scoperto che noi non sappiamo? Alla fine di tutto: ma Travaglio che vuole dire?? Qual’è il Travaglio pensiero? e perchè dovrebbe essere importante per noi che la mattina ci alziamo e andiamo a fare gli Avvocati, i Farmacisti, gli Impiegati, gli Operai, gli Ambulanti et cetera?? Lui la mattina che fa?
Travaglio come la scuci la giornata tu????
Nella sua carriera ha sputato veleno su Dell’Utri, il quale pian piano sta uscendo a testa alta dalla melma accusatoria e ad orologeria, su Andreotti che alla faccia sua è ancora lì pulito et immacolato, su Cuffaro che è autorevole Senatore della Repubblica, non parliamo di Berlusconi il quale mentre lui perde tempo a mestare nel torbido dei segreti d’Italia, è indaffarato a governare una Nazione intera che lo ha plebiscitariamente votato. Adesso se la prende col Presidente del Senato riuscendo nella titanica impresa di mettere d’accordo destra e sinistra (vedi la solidarietà bipartisan espressa al Presidente Schifani).
Con che risultato Travaglio??
Hai indebolito il servizio pubblico danneggiandone l’immagine, però tu i tuoi bei soldoni te li prendi lo stesso.
Siamo al paradosso che tu prendi i soldi da quelli su cui spari a zero, senza per altro ottenere i risultati che auspichi.
Dai retta a me cambia obiettivo, in certe tue manifestazioni riesci addirittura goliardico, perchè non provi con Zelig?
Berlusconi a suo tempo prese Santoro a Mediaset, magari Piersilvio ti vede come un buon guadagno e ti ingaggia.
Questa sarebbe una onorevole soluzione per non essere costretti a guardarti. Travaglio non puoi occupare i telegiornali e i talk show dicendo sempre le stesse cose, ma non hai capito che gli italiani oramai ti hanno sventato?? Più insulti, più accusi, più sputi veleno più gli italiani ti votano contro.
Io ti abolirei per legge…..si puo??

 

COMMENTI

  1. sergio 3
    12/05 2008

    bravo. Sono daccordo

  2. Marcus
    12/05 2008

    In attesa di vedere assolti definitivamente i Sigg. Dell’Utri, Cuffaro, Berlusconi e compari vari, se la sua proposta di andare a Zelig andasse a buon fine proporrei Emilio Fede come spalla…
    Siete ridicoli…
    Di giornalisti come Travaglio ce ne vorrebbero di più, quantomeno per far smuovere i cervelli atrofizzati degli italiani medi che sono ancora convinti che
    in questo paese tutto sia alla luce del sole.

  3. Ex
    12/05 2008

    Signori, abbiamo appena trasmesso l’ultima puntata dei “Gli pseudo-liberali del PDL”.
    In altre parole: abbiamo letto un’invettiva contro la persona, ma non contro le cose che ha scritto.
    Un attacco al giornalista, ma non uno “smontaggio” delle cose che questo giornalista ha scritto.
    Questa è la cultura del PDL, questi sono i sedicenti, autoproclamatisi “moderati” del centro-destra.
    La soluzione finale è degna del peggior Cile di Pinochet: visto che un giornalista libero, senza padroni, allievo di Montanelli, si permette di raccontare I FATTI, allora TAPPIAMOGLI LA BOCCA, addirittura “per legge”.
    Sorvolo su Cuffaro definito “autorevole senatore”: cosa avrebbe di autorevole Cuffaro? Le sue clientele e le sue frequentazioni mafiose? Oppure entrambe, così non scontentiamo nessuno?
    I veri liberali come Benedetto Croce e Luigi Einaudi in questo momento si stanno rivoltando nella tomba se dall’aldilà hanno tempo di vedere quel che succede in Italia oggi.

  4. matteo
    12/05 2008

    pivetti ma dici vero???
    quindi cuffaro è autorevole senatore ed allora niente…tutto apposto ragazzi….siete merde davvero che premiano il furbo, il corrotto, chi si fa i fatti suoi….tutto è lecito fuorchè vedere i “comunisti” (ma unne sono?) al governo!!
    mi fate piangere sul serio!!!
    comunque su una cosa hai ragione tu…siete la maggioranza…gli italiani sono come te…e quindi per gente come me non c’è scelta…o me ne vado o sto a subire tutte queste angherie e arroganze…almeno cercherò di non farlo in silenzio!

  5. Marcus
    12/05 2008

    Ci vuole veramente fegato a scrivere certe cose…

  6. Marcus
    12/05 2008

    ONESTA’:

    “L’onestà è un sostantivo che deriva dal latino honestas –atis.

    Indica la qualità umana di agire e comunicare in maniera sincera, leale, trasparente, in base a princìpi morali ritenuti universalmente validi, astenendosi da azioni riprovevoli nei confronti del prossimo, sia in modo assoluto, sia in rapporto alla propria condizione, alla professione che esercita, all’ambiente in cui vive.

    L’onestà si contrappone ai più comuni disvalori nei rapporti umani, quali l’ipocrisia, la menzogna, il segreto. In molti casi la disonestà si configura come vero e proprio reato punibile penalmente, ad esempio nei casi di corruzione e concussione di pubblici ufficiali. L’onestà ha infatti una importante centralità nei rapporti sociali, e costituisce uno dei valori fondanti su cui si fonda lo stato di diritto.”

    Scusate, ma mi viene realmente difficile associare questo termine alla maggior parte dei nostri rappresentanti politici.
    Ancor di meno per quelli elencati da MP.

  7. 12/05 2008

    (ANSA) – ROMA, 12 MAG – Il presidente del Senato Schifani ha dato mandato ai suoi avvocati ‘per agire giudizialmente’ in merito agli attacchi di Travaglio in Rai. L’azione riguardera’ ‘le affermazioni calunniose rese nei riguardi della sua persona’. Secondo l’ufficio stampa del Senato ‘sara’ quella la sede in cui, da una puntuale ricostruzione dei fatti, la magistratura potra’ stabilire le responsabilita’ di coloro che hanno dato luogo ad un’azione altamente diffamatoria nei riguardi del Presidente del Senato’.

  8. mino
    12/05 2008

    bravo pivetti e bravo schifani…siete grandiosi!w l’italia!

  9. 12/05 2008

    Da ciò possiamo presumere che il futuro del “Velinaro de Procura” sarà alquanto “Travagliato”, alla fine ognuno trova quello che cerca.

  10. 12/05 2008

    Caro Indolente,
    è proprio vero quel che dici, chi semina vento raccoglie tempesta!!

    @mino: grazie, si fa quel che si può!!

  11. mino
    12/05 2008

    p.s. apprendo ora che miccichè è stato trombato di nuovo…niente delega per il sud..solo il cipe!w l’italia, w pivetti, w schifani…avanti così!

  12. 12/05 2008

    Miccichè ha avuto ciò che voleva ossia il CIPE.
    Prima di cantare vittoria informati cosa è e che fa il CIPE!!

  13. mino
    12/05 2008

    pivetti non è così…il cipe è il comitato interministeriale per la programmazione economica che si occupa della programmazione di tutto il paese…lui voleva anche la delega per tutto ciò che riguardava gli investimenti al sud ponte compreso e l’ha presa in quel posto…niente sud, solo cipe, è venuta meno la promessa per la quale aveva lasciato la poltrona a lombardo…infinocchiato come ha meritato…w pivetti e w santa rosalia!!

  14. Marcus
    12/05 2008

    MP, se chi semina vento raccoglie tempesta, chi semina cacca cosa raccoglie?

  15. kuroikumo
    13/05 2008

    Nella sua carriera ha sputato veleno su Dell’Utri, il quale pian piano sta uscendo a testa alta dalla melma accusatoria e ad orologeria, su Andreotti che alla faccia sua è ancora lì pulito et immacolato, su Cuffaro che è autorevole Senatore della Repubblica, non parliamo di Berlusconi il quale mentre lui perde tempo a mestare nel torbido dei segreti d’Italia, è indaffarato a governare una Nazione intera che lo ha plebiscitariamente votato……

    Quando sento questi nomi e cognomi riesco solo a pensare alla parola COLPEVOLI. COLPEVOLI di associazione mafiosa, corruzione e innumerevoli reati, ripetuti e ripetuti e straripetuti. L’emblema dell’Italia! Purtroppo l’informazione web è ancora scarsamente utilizzata in Italia, così sarà dura diffondere queste notizie. Ma per fortuna se ne sta iniziando a parlare

  16. Marcus
    13/05 2008

    E la traduzione di Onestà che ho postato lo conferma…

    L’unica colpa che si può attribuire a Travaglio è quella di averci messo “Il Carico”.
    Per intenderci quando dice “dopo Schifani ci può essere solo la muffa. Anzi no perchè quella almeno è utile…”.
    Quella, in televisione, poteva risparmiarsela…

  17. Ex
    13/05 2008

    Vorrei richiamare gli attenti lettori di questo blog ad un cortocircuito logico in cui spesso cadono gli pseudo-liberali targati PDL.
    E’ presto detto.
    Quando si tratta di difendere -fino al rischio di cadere nel ridicolo- persone accusate E CONDANNATE per gravi reati che ricoprono cariche pubbliche, sono in prima linea a chiedere GARANTISMO contro i GIACOBINI FORCAIOLI.
    Quando, invece, un giornalista lancia delle accuse a loro non gradite, ecco che subito scatta, immediata, la condanna PRIMA ANCORA e AL DI FUORI DI OGNI TRIBUNALE.
    Ricapitolando: Cuffaro, condannato in primo grado per favoreggiamento semplice di singoli mafiosi, è “un autorevole senatore”.
    Travaglio, non ancora condannato per nulla e tantomeno per mafia, va invece abolito per legge.
    I veri garantisti sono quelli che parlano solo dopo le sentenze e, nel caso queste siano ancora appellabili o ricorribili per cassazione, premettendo sempre ai loro ragionamenti la locuzione “con sentenza NON ANCORA passata in giudicato”.

  18. Marcus
    13/05 2008

    Mi sembra che a parte MP con la sua pseudo lettera, Sergio 3 con il suo “bravo sono daccordo” e mino con il suo “bravo pivetti e bravo schifani…siete grandiosi!w l’italia!”, mi sembra che di argomentazioni serie contro Travaglio non ce ne siano…

  19. Marcus
    13/05 2008

    C’è solo il solito lecchinaggio schifoso del “W il capo” degno del miglior Emilio Fede.

  20. AVV.SALVATORE..DI FAVARA
    13/05 2008

    ciao..assurdo veramente il modo giustizialista di vedere le cose da parte del signor travaglio contro tutto e tutti lui e grillo ha ragione scalfari un giornalista lontano dal mie pensiero politico ..a dire che impersonano il male tipo dell italiano ..attaccare sempre tutti andreotti,dell utri,berlusconi,cuffaro,e adesso schifani assurdo e’ finita la pacchia credo che da settembre molte faccie nn ci saranno piu’ meglio e non chiamatela epurazione o espulsione e’ solo decoro e rispetto del servizio pubblico mamma rai..che paghiamo il canone anche x loro santoro,travaglio,fazio,vauro,letizzetto che ogni settimana fanno a pezzi solo la parte della mela scomoda a loro il centro destra vergogna vergogna non continueremo a pagare il canone se continua questo schifo assurdo

  21. Ex
    13/05 2008

    Si ripropone su questi schermi l’Avv. Salvatore di Favara.
    Fulgido e purissimo esempio degli pseudo-liberali oggi al potere.
    Non chiamatele epurazioni, chiamatelo decoro.
    Si vede che l’igiene lessicale è in cima ai loro pensieri: strano, a giudicare malignamente da quel “faccie” non si direbbe proprio.
    Chapeau.
    Che strano, poi: tutti a gicoare a chi insulta di più giornalisti del servizio pubblico a loro sgraditi e neanche una parola sul fatto che Rete4 occupi ILLEGALMENTE le frequenze che spetterebbero a Europa7.
    Quando poi l’Italia dovrà pagare la multa milionaria in Euro per violazione del diritto comunitario a mezzo della Legge Gasparri, chiedete a MP e all’Avv. salvatore di Favara di capeggiare la colletta.

  22. TheBear
    13/05 2008

    Nessuno dice che Schifani è Mafioso.

    Si dice invece che la Nostra seconda carica dello stato, Schifani, nel passato ha avuto la “sfortuna” di fare società in SICILIA con persone che poi sono state processate e giudicate Mafiose.

    Il problema che se questo si dice in un libro, ok, su internet su Wikipedia, ok, ma se si dice in TV e moooolte persone prima ignare ora sono coscienti, ALLARME.

    Queto metodo AUTORITARIO e OLIGARCHICO di trattare l’informazione ha poco di Democratico e moooolto CLIENTERALE.

    Sappiamo bene dell’esistenza delle SANTE nella mafia.

    La mafia non è solo LUPARA e SCOPPOLA, è anche molto molto altro.

    Falcone e Borsellino indagavano proprio su quest’altra Mafia. Sommersa, eversiva, sovversiva, dentro le Istituzioni.

    Le Sante sono la pedina principale per gli affari di questa Mafia.

    Le Sante sono + protette dei Mafiosi, perchè ricoprono un ruolo delicatissimo e facilmente rimpiazzabile se venisse scovata.

    Se gli ITALIANI fossero meglio INFORMATI su queste cose che ritengo FONDAMENTALI per la LOTTA ALLA MAFIA MODERNA, credo che sapere che il presidente del Senato abbia avuto soci che poi si sono rivelati Mafiosi DOC non sia una cosa così irrilevante.

    Vi rimando al discorso di un VERO GRANDE PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANO, Pertini.

    La memoria, la verità e l’informazione rendono un popolo VERAMENTE LIBERO.

  23. TheBear
    13/05 2008

    …correggo, non volevo dire che le Sante sono facilmente rimpiazzabili, anzi, il contrario.

    Le Sante solitamente sono persone DENTRO le ISTITUZIONI.

    Questo modo di fare, censore, cmq non riguarda solo voi del CDX, ma anche, aimè, il CSX.

    Infatti, se continuerà a seguivi, non vincerà mai più. Ve lo dice uno che ora PRIMA combatte la sua PARTE (CSX/SX) per poi far combattere VOI.

  24. TheBear
    13/05 2008

    …mi viene da dire che se il LEGITTIMO SOSPETTO dei GIUDICI, voluto dal CDX, sia applicabile alla giustizia, perchè un cittadino NON POSSA AVERE IL LEGITTIMO SOSPETTO nella figura di SCHIFANI.

    Il sospetto, a giudicare dalle cose scritte anche da LIRIO ABBATE, è legittimo per uno che si occupa e conosce la mafia.

    Oppure esiste L’ILLEGITTIMO SOSPETTO sui politici?

    Vabè, poi non parliamo di VASA VASA CUFFARO…

    Mi viene da RIDERE! :D

  25. TheBear
    13/05 2008

    ah, il discorso:

    a noi ci votano, siamo maggioranza, abbiamo ragione.

    Lo lasci dove sta. E’ politica da 4 soldi.
    Si sa che non sempre, anzi, quasi mai, la Verità è sapere di una maggioranza di persone. E il giusto non è sempre quello che la maggioranza crede.

    Spesso la verità sta nelle minoranze.

    La propaganda e l’informazione sono oggi fattori fondamentali per le discipline sociologiche e politiche.

    Sa cosa sono i MEMI? e la MEMETICA?

    Anche Hitler vinse con elezioni politiche regolari. Che male c’è! Era quella la Verità?

    Quanto tempo è passato prima che una minoranza riuscisse a far sapere al mondo interno e agli stessi tedeschi, cos’era REALMENTE il nazismo?

    Non siamo sotto Hitler, fortuna, ma in base a quanto detto e analizzando dati, documenti, risposte, intimidazioni, censure, epurazioni ecc.. ecc… ecc.. ho sempre UN LEGITTIMO SOSPETTO ;)

  26. TheBear
    13/05 2008

    Dario Fo: “Contro Travaglio un’azione bipartisan”

    A proposito della bufera esplosa in conseguenza delle parole di Travaglio da Fazio, mi viene in mente un commento di Gianni Rodari, col quale il poeta apre un suo testo:
    “Le parole sono come pietre. – dice – Lanciate nello stagno producono cerchi concentrici che s’allontanano dai tonfi allargandosi fino alla riva. Quelle pietre hanno spaventato gli uccelli e i pesci che schizzano via… nessuno si cura delle rane e delle carpe colpite dai sassi. La parola muove l’acqua, creando scompiglio e sgomento. Se ne approfittano alcuni passanti che raccolgono veloci rane e pesci che galleggiano storditi.”
    Assomiglia un po’ al cataclisma innescato da Travaglio l’altro giorno a ‘Che tempo che fa’.
    I commenti tratti da un libro scritto da Marco insieme a Peter Gomez ed edito un mese fa, hanno sdegnato ed anche sconvolto gli inquilini dello stagno. Perfino alcuni pesci rossi, in verità un po’ sbiaditi, sono letteralmente guizzati fuori dall’acqua in una danza d’indignazione!
    Ma che suono avevano quelle parole lanciate nella calma gora? E’ semplice….ricordavano amicizie e frequentazioni ambigue fra l’appena eletto Presidente del Senato, Renato Schifani, e alcuni figuri di capi cosca mafiosi. Ma attenti: lo Schifani (strana onomatopeica di un nome) non s’è gettato furente insieme ai suoi numerosi sostenitori contro il libro di prevedibile enorme tiratura, ma contro le parole dette attraverso un mezzo – la televisione – che normalmente si occupa di giochi per famiglie, concorsi fra giovani disposti a esibire cosce e glutei, telegiornali disinformanti, vacui e noiosi…. Sta qui lo scandalo! In quella stessa acqua incolore, le pietre scagliate hanno prodotto un’eco insopportabile.
    Tant’è che Renzo Lusetti della Margherita, partito Democratico, ha urlato: “….il direttore generale Rai, Cappon, deve prendere provvedimenti concreti, cioè a dire sanzioni, interdizioni dal video….” E poi aggiunge disperato “Purtroppo la Rai non si decide mai”.
    S’indigna Luigi Bobba del Pd: “La televisione che fa Santoro con Travaglio è come un format (cioè a dire roba tipo Grande Fratello): essa estremizza solo un punto di vista (cioè ‘Chi è quel mafioso? Che ci fa Schifani con lui?’) Si vuole dimostrare una tesi, poi si monta il materiale. Risultato: danni anche politici.”
    Bella questa del format! Cioè chi preconfeziona un discorso e lo avalla con delle prove è un indegno mestatore!
    Da cui si evince che tutti i grandi scrittori, poeti, registi di questo mondo sono manipolatori infami, furbacchioni abietti…. a partire da Dante, che scriveva pure in rima!
    E’ un esercito di protestatori offesi da sinistra al centrosinistra, a destra un po’ a sinistra, a destra senza sinistra fino ai fasci littorio ante litteram.
    Infatti alle parole di Travaglio s’è indignato perfino Ciarrapico: cinque processi, cinque condanne, oggi senatore del Popolo delle Libertà.
    Ma attenti, non c’è di che farci troppo sollazzo satirico. Questo schizzare di indignati prelude a un’azione questa volta sì preconfezionata e terribile. Bipartisan.
    Finalmente destra e sinistra si ritrovano coinvolte dentro a una medesima cultura: quella dell’insofferenza verso la satira e la denuncia di ogni illecito.
    Qui fate attenzione, non si tratta di occasionali esternazioni prodotte da un fastidioso ronzare contestatorio…. Qui, per la prima volta, dentro tutto o quasi l’arco politico del nostro Paese si è deciso di imporre il silenzio, la pace dello spirito e soprattutto delle idee.
    “Basta con l’antipolitica” come ripetono gli eletti dello stagno e le rane sopravvissute all’ultimo conflitto “eliminiamo i mestatori”.
    Come dice la canzone: “Silenzio. Zitti e basta di gracchiare!” Si chiude. Piantatela con le denunce non controllate, le inchieste sopra le costruzioni abusive, le accuse di appalti truccati, con concorsi dove i vincenti sono già stabiliti. Smettiamola di eccitare gli animi, soprattutto le menti dei giovani e dei pensionati, a costo di annullare qualche garanzia di libertà e persino di democrazia.
    In poche parole, interriamo lo stagno. Sabbia, per favore! Via le rane, pesci e uccelli. Guai a chi gracchia e rompe il silenzio di chi governa unito.
    DARIO FO

  27. TheBear
    13/05 2008

    PS.

    se nel libro di Abbate e Gomez sono scritte FALSITA’ INAUDITE, perchè mai nessuno si è curato di chiedere che venga ritirato dal mercato?

    Perchè il diretto interessato non si è mai interessato?

  28. Koreano68
    13/05 2008

    Marco Travaglio siamo con te, ovunque ti blogghi……!!

  29. Oh my God
    13/05 2008

    Certo che all’idiozia non c’è mai fine.
    Ma come si fa a difendere Dell’Utri, Cuffaro e Andreotti?! Ma un po’ di vergogna mai?
    Il bello è che piano piano gli italiani si stanno svegliando, aprono gli occhi, NON SONO PIU’ LOBOTOMIZZATI DALLE TV!
    W la giustizia
    W Enzo Biagi e Indro Montanelli
    W Dario Fo
    W i libri di Marco Travaglio, di cui NON avrai letto neanche mezza pagina.
    Prima informarsi, prego

  30. TheBear
    13/05 2008

    Esiste un esercito nascosto di persone di buona volontà. Il problema è scovarlo!

    Free/Respect/Walk

  31. marco.chinaski
    13/05 2008

    michele.. get a life..

  32. Franco
    13/05 2008

    Ho 64 anni ho fatto il cameriere per 50 anni. In Marina Militare ero attendente e credevo di essere un pò servo e un pò servile ma credo che leggendo certe idiozie che lei scrive i servi siano da un’altra parte moltissimi a destra una buona parte a sinistra e lei è un caso anomalo non classificato

  33. geeeno
    13/05 2008

    andreotti immacolato? ah già, dottorando di ricerca a PALERMO.

  34. Flavius
    13/05 2008

    Marco Travaglio forever, Schifani in galera mafioso!

  35. Falco
    13/05 2008

    pIVETTI VERGOGNATI SEI L’ESPRESSIONE ESATTA DI COSA DOBBIAMO CONBATTERE, MA LA PACCHIA STA’ PER FINIRE E CI RICORDEREMO DI TUTTI I GERARCHI, MA E’ POSSIBILE CHE VI PIACCIA VIVERE NELLA MERDA ESSERE ULTIMI IN TUTTO
    SI AVRETE ANCHE TANTI SOLDI MA QUANDO LA MERDA INIZIA A RIBBOLLIRE NON SARANNO QUELLI A SALVARVI

    VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  36. Falco
    13/05 2008

    VENDEDOSI ORGANI VENDESI ORGANI
    LINGUE LINGUE FRESCHE
    SE HAI CONSUMATO LA TUA RINFRESCA IL CULO DEL TUO PADRONE CON UNA NUOVA LINGUA

    QUESTA SETTIMANA PRENDI TRE PAGHI DUE

  37. fuoco
    13/05 2008

    brucia eh?

    brucerà ancora di più!!!

  38. boemondo
    13/05 2008

    MICHELE PIVETTI UNA FACCIA DA IDIOTA E UNA GARANZIA DELLE SUE IDEE. PERCHE’ NON TI ABOLISCI TU PER LEGGE. FAI SPAZIO A PERSONE CON UN QUOZIENTE INTELLETTIVO PIU’ALTO DEL TUO! SE QUESTE E’L’IDEA DI LIBERTA’ DEL TUO PARTITO STIAMO MESSI MALE!! BACIAMO LE MANI!!!

  39. zaza
    13/05 2008

    e bravo michele….dell’utri rispettabile…. cuffaro autorevole…andreotti immacolato….berlusconi attaccato perchè governa nel nostro interesse…. ma dove le trovi? altro che zelig mi sembri la brutta copia di cornacchione… ma tantè come dici tu gli italiani sanno già tutto…una volta i mafiosi giravano con la coppola e maneggiavano la lupara… oggi i tempi sono cambiati… girano in doppio petto e usano i media per seppellire gli avversari… ma ora come allora sono sempre convinti di essere gente “rispettabile” e “d’onore” minchia….

  40. Falco
    13/05 2008

    MARCO QUESTO TERRA’ PURE 10 TESSERINI DELL’ORDINE DEI “GIORNALISTI”
    MA DI SICURO GLI ANDREBBE MEGLIO UN CHIOSCO DA GIORNALAIO

    VERGOGNATI E IMPARA UN MESTIERE PIVI

  41. Lupo
    13/05 2008

    “Su nombre, en cambio, ha sido relacionado por la prensa italiana con la criminalidad organizada siciliana, ya que en los años ochenta fue socio de una compañía en la que también figuraban Nino Mandalà, jefe del clan mafioso de Villabate, y de Benny d’Agostino, empresario ligado al histórico dirigente de la Cosa Nostra, Michele Greco.”
    Aboliamo per legge anche i giornali esteri come El Pais che riporta questo sulla nostra seconda carica dello stato. E gia’ che ci siamo anche Ilirio Abbate che e’ il vero arteficie della “notizia”. Che pena quest’italietta. Ignoranti e pur contenti di esserlo…

  42. Falco
    13/05 2008

    VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA
    VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA
    VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA
    VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA
    VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA
    VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA
    VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA
    VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA
    VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA
    A DIMENTICAVO VERGOGNAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

  43. Nicholas
    13/05 2008

    Lei secondo me non ha capito nulla della vita.

  44. Letizia
    13/05 2008

    è peggio commentare questo post che leggerlo
    che dire
    cosa “vostra” ti paga bene????
    non saprei cos’altro pensare
    hai fegato a metterci la faccia

  45. mauro
    13/05 2008

    ma mi fai proprio schifo……quasi non ho voglia neanche di manarti a fanculo dopo le cazzete che hai scritto su travaglio….sei un buffone…..leggilo con un tono di rabbia mischiata con pena…vedrai che capirai meglio…..coglione!!!tu e questo blog di merda!

  46. Falco
    13/05 2008

    HAI DIMENTICATO IL VOSTRO EROE Vittorio Mangano, lo stalliere di Arcore condannato nel 2000 all’ergastolo per associazione mafiosa. “Il fattore Vittorio Mangano, condannato in primo grado all’ergastolo – afferma Dell’Utri – è morto per causa mia. Era malato di cancro quando è entrato in carcere ed è stato ripetutamente invitato a fare dichiarazioni contro di me e il presidente Berlusconi. Se lo avesse fatto, lo avrebbero scarcerato con lauti premi e si sarebbe salvato. A modo suo è un eroe”.

  47. el loco
    13/05 2008

    MA DAI, NON PUOI ESSERE VERO !!!!
    SECONDO ME, QUESTO SITO E’ UNA BURLA, GIA’ A VEDERE LA FACCIA DI QUESTO FANTOMATICO “PIVETTI” SI CAPISCE SUBITO CHE E’ TUTTA UNA COSA PER FAR RIDERE CHI CI CAPITA, E POI LE COSE CHE HA SCRITTO, ANDREOTTI, DELL’UTRI, CUFFARO , SCHIFANI,E BERLUSCONI, CHE SAREBBERO PERSONE ONESTE E RISPETTABILI, HA HA HA HA , NON PUOI PENSARLE VERAMENTE, MA DAI, HA HA HA HA CHE MATTACCHIONE CHE SEI, HAHHAHHAHAHAHA

  48. 13/05 2008

    e molto bello il fatto che sto tizio, Pivetti, abbia scritto una roba del genere nel suo pseudo blog, magari aspettandosi degli applausi non so, e invece venga sommerso da commenti di persone che la testa ce l’hanno!! Vergognati! Servo di servi e ladri! W Marco!

  49. Falco
    13/05 2008

    CHI + DEI TRE
    facci sgarbi pivetti
    bha ai posteri l’ardua sentenza

  50. Falco
    13/05 2008

    COGLIONE QUELLI SULLA RETE SONO SVEGLI E INFORMATI QUESTE CAGATE SCRIVILE SUI GIORNALI E DILLE ALLA TV CHE LI CI SONO ANCORA TANTI A DORMIRE
    VERGOGNATIIIIIIIIIIIIIIII

  51. MONICA DEMURO
    13/05 2008

    LEI E’ PRESUNTUOSO E UTILIZZA UN SISTEMA ANTIDEMOCRATICO PER ESPORRE LE SUE IDEE.
    LA VORREI VEDERE A FACCIA A FACCIA CON MARCO TRAVAGLIO PER VEDERE SE HA IL CORAGGIO DI AFFERMARE CERTE COSE VERGOGNOSE
    INNANZITTUTTO SI INFORMI PRIMA DI SCRIVERE UN ARTICOLO, PARLA DI PERSONE IMPUNITE SENZA SAPERE CHE IN ITALIA IL 95 PER CENTO DEI REATI CADE IN PRESCRIZIONE A CAUSA DEI TEMPI LUNGHISSIMI DELLA GIUSTIZIA, A CAUSA DI AVVOCATI CHE VANNO A CERCARE I PELI NELL’UOVO, A CAUSA DI UN GARANTISMO ECCESSIVO NEI CONFRONTI DI CHI PUO’PAGARSI UN AVVOCATO SCALTRO E SENZA SCRUPOLI CHE FA SPOSTARE I PROCESSI DOVE E QUANDO VUOLE, A CAUSA DI PERSONE COME LEI CHE SI SCANDALIZZANO DAVANTI AD UD FURTO DI GALLINE E INVECE TACCIONO E AVVALLANO COMPORTAMENTI DELITTUOSI VERSO LA COSA PUBBLICA.
    CAMBI MESTIERE
    CAMBI NAZIONE
    CAMBI LA FACCIA

  52. Barbara
    13/05 2008

    Ma è uno scherzo?
    Uno con quella faccia che chiede di abolire Marco Travaglio?
    Poi ‘Gli Italiani ti votano contro?’ …non ricordo Marco Travaglio candidarsi.
    Ma chi è questo ignorante…dovrebbero abolire questo sito!

  53. Vajont(per non dimenticare)
    13/05 2008

    ANDREOTTI:
    La sentenza della Corte di Appello di Palermo del 2 maggio 2003, parla di «una autentica, stabile ed amichevole disponibilità dell’imputato verso i mafiosi fino alla primavera del 1980».
    Se la sentenza definitiva fosse arrivata entro il 20 dicembre 2002 (termine per la prescrizione), Andreotti avrebbe potuto essere condannato in base all’articolo 416, cioè all’associazione “semplice”, poiché quella aggravata di stampo mafioso (416-bis) fu introdotta nel codice penale soltanto nel 1982, con la legge Rognoni-La Torre.

    Andreotti è stato anche processato per l’accertato coinvolgimento nell’omicidio Pecorelli. In primo grado fu assolto ma successivamente condannato a 24 anni di reclusione in appello dalla Corte d’Assise di Perugia, il 17 novembre 2002. La sentenza d’appello venne quindi annullata senza rinvio dalla Corte di Cassazione, annullamento che rese definitiva la sentenza di assoluzione di primo grado.

    DELL’ UTRI:
    False fatture e frode fiscale
    Condannato in Cassazione per false fatture e frode fiscale a due anni e tre mesi di reclusione (patteggiando la pena ed usufruendo dello sconto di pena pari ad un terzo) a Torino .
    Tentata estorsione
    In data 11 dicembre 2004, il tribunale di Palermo ha condannato Marcello Dell’Utri a nove anni di reclusione con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. Il senatore è stato anche condannato a due anni di libertà vigilata, oltre all’interdizione perpetua dai pubblici uffici e il risarcimento dei danni (per un totale di 70.000 euro) alle parti civili, il Comune e la Provincia di Palermo.

    CUFFARO
    Cuffaro ha ricevuto il suo primo avviso di garanzia per una presunta tangente intascata dall’eurodeputato Salvo Lima nel 1993. L’indagine era partita dalle dichiarazioni di un pentito, che però si rivelarono subito false, in quanto Lima nel 1993 era già morto.
    Durante la sua prima presidenza alla Regione Siciliana Cuffaro è entrato, insieme ad altri, nel registro degli indagati per il reato di concorso esterno in associazione mafiosa nell’ambito dell’inchiesta sui rapporti tra il clan di Brancaccio e ambienti della politica locale. Con gli elementi raccolti, gli inquirenti ritengono che, attraverso l’ intermediario Miceli (precedentemente assessore UDC al Comune di Palermo, legato a Cuffaro) e grazie alle talpe presenti nella Direzione distrettuale antimafia di Palermo, Cuffaro abbia informato Giuseppe Guttadauro, boss mafioso ma anche collega medico di Miceli all’Ospedale Civico di Palermo, e Michele Aiello, il più importante imprenditore siciliano, indagato per associazione mafiosa, di notizie riservate legate alle indagini in corso che li vede coinvolti. Nel settembre del 2005, Cuffaro per questi fatti, negati dall’interessato, è stato rinviato a giudizio per favoreggiamento aggravato alla Mafia e rivelazione di notizie coperte da segreto istruttorio, mentre non è stata accolta l’accusa di concorso esterno.
    Il 15 ottobre 2007 il procuratore aggiunto del processo a Cuffaro Giuseppe Pignatone ha chiesto 8 anni di reclusione per l’attuale Presidente della Regione Sicilia, per quanto riguarda i seguenti capi d’imputazione:
    favoreggiamento a Cosa Nostra;
    rivelazione di segreto d’ufficio.
    Il 18 gennaio 2008 Cuffaro viene dichiarato colpevole di favoreggiamento semplice nel processo di primo grado per le ‘talpe’ alla Dda di Palermo e condannato a 5 anni di reclusione e interdizione perpetua dai pubblici uffici

    BERLUSCONI
    Troppo lungo, troppa roba….

    SCHIFANI????…….

  54. Yanez
    13/05 2008

    Gentaglia che ha dimenticato che cosa sia la dignità e l’onestà intellettuale….ecco cosa siete…caro il mio Signor Michele Pivetti del cazzo !!!!
    Vergognosi nani e ballerine, servi, galoppini del potere, miserabili tirapiedi, vergognosi vermi striscianti, siete come i killer della mafia, solo che a voi i vostri capi-bastone vi mandano ad uccidere le persone con le parole anzichè con le pistole.
    Avremo la nostra Piazzale Loreto e voi sarete lì, davanti a noi, penzolanti….una vera goduria….

  55. Fenix
    13/05 2008

    Notevole… veramente notevole.
    Devo ammettere che lei, Pivetti, ha una padronanza lessicale ed un’eleganza degna di un VERO giornalista, che appoggia Schifani, Berlusconi, DELL’UTRI, Cuffaro…anche se ha dimenticato UN’EROE!…Mangano…
    Lei si che è un VERO LIBERARE, un giornalista con la G maiuscola…
    non come quel Travaglio che fa credere di andare in giro sotto scorta perchè ha un mucchio di soldi e quindi adotta una simile messa in scena…non è neanche iscritto a “L’ORDINE DEI GIORNALISTI”…come si fa a scrivere la verità se non si è iscritti a “L’OOOORDINE”?… Mah!…che paese bizzarro

    Un Reverenziale saluto a lei e a tutti i mafiosi a cui lecca il culo

    Le auguro una buona giornata.

  56. lo Zio Robi
    13/05 2008

    Dott. Pivetti
    Oggi, in questi commenti, il VERO Popolo Italiano si sta esprimendo contro il suo intervento. Forse perche’ e’ fazioso, forse perche’ e’ spudorato, forse perche’ e’ triste vedere uno schiavo come noi che invece di rompere le catene le bacia. Dopo averle leccate a lungo. Con la speranza che si ravveda, la saluto cordialmente.

  57. Falco
    13/05 2008

    Vajont puo’ fare il giornalista vedi ha fatto un pò di ricerca e ha visto subito chi sono questi “galantuomini”
    TU PIVE’ SOLO IL LECCACULO VERGOGNATI!!!!!

  58. lo Zio Robi
    13/05 2008

    Dimenticavo, naturalmente non condivido nulla di quello che scrive e le “menzogne” a cui si riferisce sono CONDANNE della Repubblica Italiana. Nuovamente, cordialmente.

  59. Soli
    13/05 2008

    non capite che così continuate a favorire la disonestà ed il malaffare?
    il problema della rai dell’Italia sarebbe Travaglio?
    io sono felice dei suoi titole accademici e della sua vita da privilegiata ma noi povericristi siamo più sereni se sappiamo che esistono ancora persone come Travaglio disposte a mettersi in gioco e rischiare piuttost che pubblicare il testo tagliacopiaincolla dei padroni di turno.
    mi auguro che la sua coscienza si risvegli, almeno una volta ogni tanto!

  60. federico
    13/05 2008

    io per colpa di gente come tè……che a quanto pare costituisce la maggioranza degli italiani…..vivo all’estero da 3 anni…….supportato dal governo inglese (non italiano…)!!!!
    La gente come tè ha permesso ai vari mafiosi e massoni di mangiarsi tutto e spartirsi anche le briciole sotto al tavolo……e ripeto…..la gente come tè in italia è la maggioranza…..
    Viva travaglio! Viva tutta la gente LIBERA!
    VERGOGNATI (ogni tanto la vergogna è un sentimento nobile)!

  61. paola
    13/05 2008

    ce ne avesse l’Italia di Marco Travaglio, non staremmo in questa specie di fogna a cielo aperto in cui siamo!!!!

  62. Falco
    13/05 2008

    MI PIACEREBBE ABOLIRTI FISICAMENTE
    MA NON FA PARTE ME PECCATO

  63. Rage Against the Machine
    13/05 2008

    michele pivetti, vergognati anche solo di essere nato.

  64. Annamaria
    13/05 2008

    Confessa: ogni contatto hai un centesimo e speri di fare i soldi…
    Io ho già dato, quindi ti lascio nel tuo splendido vuoto pneumatico.
    Pivetti, Pivetti.. parente? Ahahahahahahah
    Quando arriva Platinette?

  65. Falco
    13/05 2008

    MI PIACEREBBE ABOLIRTI FISICAMENTE
    MA NON FA PARTE DI ME PECCATO

  66. barbara
    13/05 2008

    A parte che come avvocato Lei è di un’ignoranza abissale, un’unica cosa si può e si deve dire a quelli che tengono le invettive come la Sua: vergognatevi!

  67. 13/05 2008

    Cosa fa Travaglio?
    Ricorda agli smemorati che l’acqua calda “scotta”!
    Ti pare poco?
    Si racconta che Berlusconi a sostenute spese in avvocati per 100.000 euri causa una causa persa contro Travaglio e Luttazzi…..una ragione ci sarà?
    bye

  68. akuma desu
    13/05 2008

    siete ridicoli, un po’ mi fate anche pena.
    Predicate il valore della furbizia, e non quello dell’onesta.Certo l’italia di voi PDLlini ne puo’ fare tanto a meno.Bene Travaglio,Bene Grillo e pure Santoro.

  69. Annamaria
    13/05 2008

    “AVVOCATO IGNORANTE”
    Sono tornata solo per far notare, AVVOCATUCOLO PROMOSSO SOLO ALL’ASILO PRIVATO (perchè già alle elementari, se pubbliche, ti avrebbero bacchettato) che nel tuo post “Sostengo Campagna” (sotto questo di Travaglio) hai scritto QUAL’E’ CON L’APOSTROFO!!!
    Ahahahahahahahahahahahahahahah
    Se lo vede il tuo mentore e fine bibliofilo marcello, ti stronca! Ahahahahahahah
    E vuole parlare di Travaglio…
    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

  70. julien
    13/05 2008

    Travaglio…..iscritto all’Ordine dei Giornalisti???….e Lei chi è…Pivetti???…è parente con l’ex presidente della Camera che ora fa la ruota a buona domenica……

  71. simo noce
    13/05 2008

    vergogna, dovete vergognarvi tutti, siete servi, Travaglio è un uomo libero, la verità fa male, avete paura che le cose si iniziano a sapere, Vergognatevi a dire certe cose.
    ci fossero piu’ travaglio e santoro, avreste vita breve!

  72. benjor
    13/05 2008

    Quello che hai scritto è totalmente fazioso e fuori dalla realtà, ma tu lo sai benissimo e fai solo i tuoi interessi e quelli della tua casta, se avessi il minimo rigore morale e civile di Travaglio e fossi documentato non scriveresti quello che scrivi.
    Ma tu e tutti quelli che rappresenti non gli interessa niente degli altri e della verità perchè a te interessano solo i soldi e il tuo piccolo orticello, svegliati c’è il mondo là fuori, cerca di essere una brava persona e vedrai che ci guadagnerai in stima e approvazione.
    Cambia, sei ancora in tempo….cerca la verità da solo, non identificarti con i potenti, sii umile, non affidarti ad unica fonte d’informazione, la vita dura poco, molto poco….

  73. Drizzt
    13/05 2008

    Questa è la prova che PdL e PD sono la stessa cosa, tutti uniti contro chi ricorda agli italiani chi li governa.
    Siete davvero una vergogna per ‘sto paese, la doppiezza che ormai tracima dalla vostra condotta sarà la vostra unica eredità.
    Travaglio continua così, la verità deve essere la nostra arma contro il partito unico dei veltrusconi.

  74. peppufava
    13/05 2008

    schifani querela travaglio:bene,cosí finalmente sapremo la veritá,ma sopratutto
    schifani saprá la sua veritá,visto che é
    stata ben occultata fino all’altro giorno.
    non ho niente contro di lei sig.pivetti,
    capisco che oggi,per potersi guadagnare la
    pagnotta in italia,bisogna leccare.

  75. STEFANIA
    13/05 2008

    Ma possibile che per tutto questo tempo vi abbiamo lasciati esistere????????
    Quando la mattina ti guardi allo specchio, anche se ho i miei dubbi, nn ti fai schifo nell’ autoconvincerti che quello che dici corrisponde a verita’, quando anche il tuo basso livello di quoziente intellettivo dice il contrario?
    Il tuo costante stato di permafrost cerebrale offende la mia intelligenza di essere umano nonche’ quella di cittadino italiano per questo mi sento INDIGNATA ,per lasciare che una massa di stercorari gestisca la nostra liberta’ a proprio piacimento.
    Sostegno e solidrieta’ a TRAVAGLIO ( la presenza fisica e’ fondamentale ditemi dove e quando)

  76. Marcus
    13/05 2008

    MP, ma che fine hanno fatto i tuoi amichetti che fino a qualche giorno addietro scrivevano su questo blog?
    Hai avuto un’invasione di gente con un cervello che funziona!!!
    Vergognati anche solo di pensare certe cazzate.
    Ti do un consiglio.
    Cancella questo thread che ci fai più figura.
    Vergognati lecchino!

  77. psares
    13/05 2008

    michele…….bedagì!

  78. Marcus
    13/05 2008

    Stai facendo il record di presenze!
    Complimenti…
    Questo blog è molto simile a quello del tuo amico Cammarata.
    In tutti e due si danno dei commenti a delle cazzate e in tutti e due la gente è a dir poco critica nei vostri confronti.
    Rifletteteci…
    In fondo ci sarà un perchè…

  79. Falco
    13/05 2008

    HAI AVUTO PROPIO UNA BELLA IDEA
    SEI UN GENIO

    VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  80. Filippao
    13/05 2008

    Nooooooooooooo , non puoi essere vero …daaaaaiiii sei un nick name sei un alias provieni da second life … o sei un alieno lobotomizzato … ma nooooo non puoi essere serio … daiiiiiii ma daiiiiii che ci prendi tutti per il culo ….
    daiiii nooooo non puo’ esistere un coglione simile …
    daaaiiiiiiiii

  81. Falco
    13/05 2008

    Travaglio non puoi occupare i telegiornali e i talk show dicendo sempre le stesse cose, ma non hai capito che gli italiani oramai ti hanno sventato?? Più insulti, più accusi, più sputi veleno più gli italiani ti votano contro.

    hahahahahahahahhahahahahhahahahahahah
    CAPITO PROPRIO TUTTO
    VISTO GL’ITALIANI QUELLI CHE CHE PENSANO CHE FIGURA TI HANNO FATTO FARE
    RISCATTATI DA QUESTO MODO VERGOGNOSO DI VIVERE, PENSA AI TUOI BAMBINI A SCUOLA
    ” GUARDA IL FIGLIO DEL LINGUA “

  82. Dino
    13/05 2008

    Se la vergogna avesse un nome e cognome sarebbe il tuo, aspetta, ma tu sei già la vergona!

  83. Gavi
    13/05 2008

    Ma chi è sto Pivetti??? Mai sentito nominare… E cosa vuole comunicare??? Al massimo deve solo imparare… Saluti

  84. Annamaria
    13/05 2008

    per Falco
    Togli il caps-lock, egocentrico!

  85. Nicholas
    13/05 2008

    giusto per la cronaca, contate il numero di commentatori e il numero di commenti.
    Potrete notare alcuni soggetti propivetti che hanno praticamente inondato di post questa notizia… non vi viene in mente niente? io comunque me ne vado con la stessa educazione con la quale ho scritto il primo post.

  86. lara croft
    13/05 2008

    AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAHHHHHHHHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAH!!!!!!!
    ooodddioooHOHHOHOHOHOHOHOHOHOH!!!!!

    MA SEI UN COMICO!!!
    ALTRO CHE GRILLO!!
    QUESTO Sì CHE DICE LE VERE CAXXATE!!

    ahahaahahahahahahahahaaahahahahhahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahhahaahahahahahhahaah!!!!

    dell’utri a testa alta
    andreotti IMMACOLATO addirittura
    cuffaro autorevole senatore
    e berlusconi indaffarato a governare

    oh scusa un verità l’hai detta..
    certo che è INDAFFARATO!!
    con tutte i propri reati da depenalizzare è il più indaffarato d’Italia!!

    a parte te ovviamente
    ACAZZAAAAAAROOOOOOOOOOOOOOO

    ti stipendiano spero :-)
    vai così almeno ce fai mpò ride..

  87. Nicholas
    13/05 2008

    P.S. adesso sicuramente cambieranno nomi per farsi sembrare di più.

  88. Totò
    13/05 2008

    Preferisco vedere Travaglio ke vi sputtana , piuttosto Cuffaro mangiare i cannoli…

  89. Indignato speciale
    13/05 2008

    “Andreotti che alla faccia sua è ancora lì pulito et immacolato” uahahahhhhaaaaaa il prescritto.
    Questa frase già ti commenta, chiudi il blog, mi vergono di essere un tuo connazionale.

  90. Totò
    13/05 2008

    Avvocato – Dottorando di Ricerca presso l’Università di Palermo – Presidente de “Il Circolo del Buon Governo – Palermo” – Presidente di “Liberalismo Popolare – Casa del Cittadino”

    Ke faccia da culo… (come il culo del suo padrone!)

  91. Giuseppe
    13/05 2008

    Michè, ti zappasti i pedi da sulu…
    Vai ad approfondire i tuoi studi e porta a termine il tuo dottorato che è meglio molto meglio…
    non perderti in sproloqui sulla rete perderesti in partenza!!!

  92. Incredulo
    13/05 2008

    mi fai orrore.

  93. Fenix
    13/05 2008

    83 commenti in pocopiù di 24 ore…
    in un blog di uno scarafaggio di questa portata.
    E la cosa che mi appaga maggiormente è il fatto che di questi 83 messaggi NEANCHE uno è in difesa di Pivetti e delle “sue” affermazioni.
    persino nei blog di Travaglio-Gomez, o di Beppe Grillo vi sono messaggio provocatori di gente afflitta da infezioni cerebrali, ma QUI…neanche una…come mai?
    Forse perchè come dice Grillo…LE FRAGOLE SONO MATURE…

    Tremate, Servi dei servi dei servi, perchè il secondo regime italiano sta per Crollare.

    Cordiali auguri di un buon futuro operato.

    P.s. Cosa si prova ad avere i calli alla lingua?

  94. Totò
    13/05 2008

    Hai ragione Fenix, basta fare pubblicità a questa merda… lasciamolo al suo destino di servo…

  95. Nordico
    13/05 2008

    °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

    Se i giovani del SUD ragionano così, mi spiego molte cose… poveri voi.

    °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

  96. Leon Degrelle
    13/05 2008

    Michele, un consiglio:
    smettila di bere nafta al posto del caffè, ti fa male !!!!!

  97. federico
    13/05 2008

    Sei proprio un pirla!!!!!

  98. Annamaria
    13/05 2008

    me ne vado con i saggi Nicholas, Fenix e Totò.

    E al pivetti: VAFFANCULO! (E’ Costituzionale, lo sai, vero, avvocato? Ahahahahahahahahah)

  99. lara croft
    13/05 2008

    “Paradossalmente” Marco Travaglio è “sollevato” alla notizia che il presidente del Senato Schifani ha chiesto ai suoi legali di agire in giudizio contro “le affermazioni calunniose dei giorni scorsi nei riguardi della sua persona”. “Finalmente- commenta il giornalisti ci sarà una sede che potrà appurare se ho detto la verità. A differenza dei politici -ha aggiunto – i giudici stanno ai fatti”. Poi, sostiene Travaglio: “Sono abituato alle denunce: sono stato assolto 8 volte su 8 per Satyricon”.

  100. federico
    13/05 2008

    ……e te lo dico col cuore in mano……..quello di schifani…..

  101. Leon Degrelle
    13/05 2008

    L’Italia sarebbe certamente un posto migliore se non ci fossero politici siciliani, calabresi, pugliesi e campani.

    Leon/ dal profondo sud

  102. Michele
    13/05 2008

    Preliminarmente ringrazio tutti coloro hanno voluto lasciare il loro contributo in questo umile – ma a quanto pare – interessante spazio.
    In secundis vorrei aggiungere qualche piccola considerazione.
    Io non lecco nessuno, tantomeno il real deretano di questo nessuno.
    Approfondisco con l’aiuto di qualche amico con più esperienza di me le mie conoscenze in ambito politico istituzionale.
    Amo confrontarmi con politici di qualunque schieramento. Ho parenti deputati a dx come a sx, e per tutti nutro la stessa stima.
    Noto altresì, che oltre ai divertenti insulti che mi si rivolgono, non c’è uno che abbia qualcosa da aggiungere nel merito di ciò che ho scritto.
    In buona sostanza state riversando sul blog di uno “scarafaggio” (cito testualmente)tutta la vostra acredine per aver rimediato una sonora cinquina in faccia alla ultime elezioni. Pazienza, ci sta!
    Ringraziandovi ancora per la vostra attiva collaborazione, vi invito a non insultare (se ci riuscite, ma ne dubito)e ad argomentare in maniera esaustiva.

  103. Gianfranco
    13/05 2008

    Avvocato Lei è un Signore con la S maiuscola.
    Lei e quelli come Lei sono la speranza di una classe politica nuova e pulita.
    Lei è educato e perbene.
    Continui cosi.
    Con ammirazione,
    Gianfranco

  104. Cecco
    13/05 2008

    Ma come puoi pretendere commenti esaustivi ed evitare gli insulti se in piazza proteggi dei prescritti e/o affiliati mafiosi e attacchi Travaglio che è l’unico giornalista in Italia capace di darci informazioni.

    “La scoperta che c’è un’Italia berlusconiana mi colpisce molto: è la peggiore delle Italie che io ho mai visto, e dire che di Italie brutte nella mia lunga vita ne ho viste moltissime… Però la volgarità, la bassezza di questa Italia qui non l’avevo vista né sentita mai. Il berlusconismo è veramente la feccia che risale il pozzo”.
    Indro Montanelli

  105. Leon Degrelle
    13/05 2008

    MA CHE CAZZO VUOI CHE SI COMMENTI IN QUELLO CHE HAI SCRITTO ????
    SI COMMENTA DA SOLO

    Non sono solo i politici siciliani, calabresi, pugliesi e campani che dovrebbero essere aboliti, ma anche le scuole che hanno sfornato un fior fior di laureato come te e continuano a dargli 800 eurI al mese.

  106. 13/05 2008

    Travaglio ha fatto un’affermazione.
    Dimostrerà in aula la veridicità o meno di cio’ che ha affermato.
    Tutto qui.

  107. 13/05 2008

    Gent. Sig. Pivetti,

    sono assolutamente in disaccordo con il suo post.

    1) Travaglio e pochi suoi colleghi hanno dimostrato abbondantemente le loro affermazioni – se non l’ha ancora fatto, legga “La casta” e se è in grado, confuti con fatti. La realtà è purtroppo che è Travaglio ad essere in debito di una confutazione argomentativa, che nessuno fino ad adesso è stato in grado di compiere, e tanto meno lei con il suo futile e aggressivo post.

    2) Il fatto che gli italiani si disinteressino fondamentalmente delle argomentazioni di Travaglio dimostra semplicemente quanto sia diventato cinico e socialmente disinteressato il nostro popolo – legato al soldo, al profitto immediato, disposto ad andare dietro a chiunque venda la propria dignità, se è in grado di comprarci panem e circenses. In un altro paese maggiormente legato a valori di decenza politica molti personaggi chiave del nostro Parlamento sarebbero già scomparsi, sommersi dall’indignazione popolare e isolati dal loro contesto politico. Provi a vedere cosa è successo da poco in Germania al signor Zumwinkel, e capirà cosa intendo.

    Travaglio è una delle poche voci di opposizione che hanno ancora il coraggio di nuotare controcorrente. Lei dovrebbe essere grato che esistano personaggi del genere. E dunque se lo vuole aggredire, ripeto: lo faccia sulla base di FATTI, in maniera argomentativa. Altrimenti risparmi il fiato.

    Distinti saluti
    Alessio Nocita

  108. 13/05 2008

    A vedere tutti questi commenti mi preoccupo per l’Italia, che ha bisogno dei “Travaglio” per essere informata sul lavoroo delle Procure della Repubblica. Sono certo che lo stesso bisogno di “informazione” non si ha invece dai Tribunali dove vengono smontate le immani cazzate dei Procuratori d’Italia. Ma andate tutti a “travagliare” topini dediti a seguir pifferai del menga e grilli parlanti. Giustizialisti e forcaioli, vi auguro che capiti a voi finire ingiustamente in bocca a Travaglio per mezzo delle veline e dei comunicati degli inquirenti e non delle sentenze che li sbuggiardano. Non solo in Italia la “Giustizia è deviata” sono deviate le coscienze sia dei cattivi maestri che dei pessimi discepoli. Che Schifo. PIVETTI SEI UN EROE. RESISTI RESISTI RESISTI. :-)

  109. Marcus
    13/05 2008

    Indolente, MA DOVE CAZZO VIVI?
    Smetti di leggere Topolino e apri gli occhi.

  110. Marcus
    13/05 2008

    MP, dammi retta…
    Lascia perdere…
    Espatria e cancella questo blog che ci fai più figura.
    Mi raccomando però, prima provvedi a cancellare il blog…
    Internet è accessibile in tutte le parti del pianeta dove c’è una civiltà…

  111. STEFANIA
    13/05 2008

    Non si possono condividere le tue argomentazioni mi verrebbe da offenderti ma voglio andare in leggera controtendenza.
    Ti faccio una proposta, vista la stima che hai del sig. Berlusconi, cosa ne dici di pagare TU la sanzione che dal 6 maggio ci costera’ 300.000 euro al giorno????
    Noi , pensa, nn concordavamo nemmeno con la legge del sig. Gasparri .

  112. Marcus
    13/05 2008

    Stasera posso andare a letto tranquillo…
    Il passaparola che ha portato tante persone in poco meno di 24 ore in questo anonimo blog di uno dei tanti “galoppini” significa che ancora c’è gente che il cervello lo usa per pensare…

  113. Giancarlo
    13/05 2008

    Dott. Michele, hai sicuramente la scuola del partito con il quale cammini e con il quale cerchi di sbarcare il lunario, hai la scuola delle persone che lo hanno istituito. Hai come base del tuo percorso di vita un ignobile ruolo, quello di LIQUIDATORE COATTO.
    Solo da persone simili nascono editti bulgari e solo simili persone saranno disposte ad ascoltare altri solo se hanno il TESSERINO.

  114. AVV.SALVATORE..DI FAVARA
    13/05 2008

    caro ,michele abbiamo costruito un blog di grillini .e di amici di antonio di pietro assurdo ,fortunatamente resterete per lunghi anni all opposizione sia in italia che nella regione sicilia….giustizialismo domina in molti di voi..vergognatevi

  115. 13/05 2008

    Vuole diventare famoso? Guardi che le stronzate il web le mette subito a “nudo”!
    A fare certi giochini ci si brucia velocemente ed irrimediabilmente…..buon futuro e proficuo lavoro.

  116. Marcus
    13/05 2008

    Caro AVV.SALVATORE..DI FAVARA, ma si vergogni lei e tutti quelli come lei che appoggiano certi editti bulgari.

  117. mino
    13/05 2008

    pivetti ma pechè ti rendi ridicolo così..lo capisci che fai il servo sciocco dei padroni…almeno loro hanno potere, soldi, cariche parlamentari mentre a te ti lasciano a dire idiozie sui blog…dai su…sei intelligentee quindi non lo scrivere mai più un post tanto stupido, falso e fazioso!!

  118. Marcus
    13/05 2008

    Ore 22.51
    Sono 102 i commenti in meno di 24 h. a questo dictat.
    Beh, non male per un blog di un perfetto sconosciuto.
    MP, ci sono stati momenti della giornata in cui ho avuto anche difficoltà ad accedere…

  119. Marcus
    13/05 2008

    Scusa, sono 103…
    Non contavo il commento del “Compagno” mino che mi ha battuto sul tempo.
    Dammi retta MP, ESPATRIA!

  120. Marcus
    13/05 2008

    oh mino, spero che tu non decida di querelarmi per averti definito “Compagno”…
    Di questi tempi, si sente di tutto :-)))

  121. Marcus
    13/05 2008

    Stasera non riesco proprio ad abbandonare questo spazio…
    E’ meglio del sito di Zelig…

  122. mino
    13/05 2008

    marcus caro devi capire…il problema di questo paese sono i compagni comunisti assetati di potere!!!menomale che ci sono i pivetti che si mettono a guardia della democrazia e a difendere i vari dell’utri, cuffaro e compagnia di benefattori!

  123. Marcus
    13/05 2008

    Eh Già…
    Ma tanto adesso dobbiamo stare tranquilli perchè….
    … “Menomale che Silvio c’è!”

    p.s. Avviso per i letterati, “Menomale” tutto attaccato fa parte dello scienziato autore dell’inno del PdL.

  124. AVV.SALVATORE..DI FAVARA
    13/05 2008

    marcus ..non litigo con nessuno ma io sono nato e restero’ fino alla morte liberale ..ma esserlo non signifa fare editti bulgari o meno solo rispetto delle persone si chiede .. senza giustiziare nessuno come puntualmente fa’grillo santoro e travaglio.. esprimo la mia piena solidarieta’ a michele pivetti per gli attacchi gratuiti che vengono da molti di voi..ospiti del suo blog..vergognatevi

  125. Marcus
    13/05 2008

    Eh Già…
    Ma tanto adesso dobbiamo stare tranquilli perchè….
    … “Menomale che Silvio c’è!”

    p.s. Avviso per i letterati, “Menomale” tutto attaccato fa parte del repertorio dello scienziato autore dell’inno del PdL.

  126. Marcus
    13/05 2008

    Quindi se uno è ospite del blog di un qualcuno che esprime un concetto a dir poco opinabile quali “aboliamolo per legge”, non dovrebbe fare degli attacchi…
    Ma mi faccia il piacere…
    E voi sareste i liberali…

    E con questo, per oggi vi saluto…

  127. Marcus
    13/05 2008

    … Tanto per adesso la “Pro-Travaglio” batte la “Pro-Pivetti” 120 a circa 4

  128. santino
    14/05 2008

    Se Travaglio sa o finge di sapere qualcosa di losco su Schifani,perche’ ha aspettato che diventasse Presidente del Senato?.
    Perche’ non va in una Procura a denunciare cio’ che lui (e slo lui)é a conoscenza?
    Perche’ non ha informato il Presidente della Repubblica prima della nomina?
    Come mai ,nessuna Procura ha mai perseguito (che io sappia) il Sen.Schifani.Anziche’,l’offeso,passare alla querela non sarebbe giusto che la Procura prendesse una iniziativa per essere quantomeno informata sulla veridicita’ di quanto asserito,vista la carica istituzionale che viene accusata?

  129. Yanez
    14/05 2008

    Ma lei, caro il mio Sig. Pivetti del Cazzo, avrebbe il coraggio di chiedere a NOI di “rispondere nel merito” alla sua proposta di “abolire per legge Travaglio” e cioè un giornalista, come pochissimi, che fa fino in fondo il suo mestiere di informare i cittadini italiani su quale merda di Paese questo sia diventato??? Secondo lei “abolendo per legge” i pochissimi giornalisti che davvero informano questo diventerebbe un Paese migliore oppure diventerebbe un Paese di putridi bavosi collaborazionisti come lei??
    Non faccia tanto il gradasso, caro il mio miserabile tirapiedi galoppino dei potenti, tutti quegli italiani che hanno ridato, inspiegabilmente, fiducia al vostro capo-mandamento Berlusconi, saranno gli stessi che godranno come dei ricci vedendolo penzolare a Piazzale Loreto.

    Un penoso saluto….

  130. 14/05 2008

    @Marcus
    Io non leggo topolino , mi limito a guardare solo le figure. Ma ti posso assicurare che è molto istruttivo infatti già dalla foto del tuo idolo si capisce che è non è molto intelligente. Ripeto il tizio nella foto scrive sotto dettatura delle Procure. Nelle ordinanza di custodia le cazzate vengono smontate in dibattimento e generalmente le sentenze non vengono usate ne da Travaglio ne dagli estensori di Wikipedia. PIVETTI NON TI FERMARE – SEI TUTTI NOI- RESISTI RESISTI RESISTI.

  131. 14/05 2008

    osservo che a parte insultare me non sapete scrivere altro.
    Vi invito a dialogare con costrutto e senza inutili insulti (sempre che ne siate capaci).

  132. 14/05 2008

    In “difesa” di Travaglio 12/05/2008
    tratto da http://www.davidegiacalone.it

    Non me lo merito, non c’è ragionevolezza nel fatto che avverta il bisogno di difendere Marco Travaglio. Il suo giustizialismo fascistoide, il suo pettegolezzo giudiziario, mi sempre hanno dato l’orticaria. Come tutti i giustizialisti, se ne frega della giustizia. Non si cura del fatto che è ben oltre la bancarotta, non si batte

    perché i tribunali funzionino, non avverte il dramma degli innocenti. A lui interessa solo lo spettacolo delle accuse. Con il materiale prodotto dalle procure ha riempito articoli e libri, facendosi portavoce d’ogni ipotesi di reato ha costruito il suo successo televisivo. Grazie alla debolezza morale e culturale della sinistra è divenuto uno dei pifferai che l’ha condotta nel baratro dell’anti politica, praticata con la spocchia cieca di una dissennata e mal supposta superiorità.
    Però, però … petrolinianamente parlando, la colpa non è mica solo sua. Lui non ha avuto orrore di sé, certo, ed è stato disonesto quanto basta per non prendere atto di tutte le volte che ha avuto torto, ma chi gli stava accanto, o piuttosto dietro, l’ha osannato nella speranza che servisse a vincere una partita che non si sentiva in grado di giocare politicamente. Le piazze contro il diritto non le ha mosse lui, che s’è gettato nell’orgia forcaiola per perduto amore di sé. E quando, oggi, dice che raccontare certe storie non può essere giusto se la sinistra le acclama e sbagliato se la sinistra s’è accorta che è meglio parlare d’altro, ha ragione. Così come ha ragione quando sostiene che il compito di chi scrive senza essersi preventivamente arruolato è proprio quello di toccare temi che altri giudicano scomodi, o sconvenienti.
    Non lo leggo spesso, per ragioni igieniche, ma mi piace che scriva. Uno così deve anche parlare, ma è bene lo faccia avendo contraddittori all’altezza, senza conduttori incapaci o complici che lo millantano come fonte di verità. Se avesse maggiore concorrenza nella competenza potrebbe trarne il giovamento di passare da velinaro a capace tratteggiatore della realtà. Se sapesse prendere atto che le ipotesi d’accusa sono solo carta straccia, ove non accompagnate da sentenze definitive, farebbe il suo ingresso nella civiltà del diritto. E se fosse coraggioso, così come se fosse bravo, scoprirebbe che si possono descrivere scandali enormi pur non facendo ricorso alle categorie penali, che competono ad altri. Rifletta su quel che è capitato a me, dopo il lavoro fatto su Telecom, e lo paragoni con quel che capita a lui, facendo il copista di procura. Magari, in un sussulto di dignità, gli si raddrizza la schiena.
    Il guaio della letteratura che ha coltivato è d’essere saccente e falsante. Ma questo non significa non ci siano storie e connessioni che meritano d’essere scandagliate e raccontate. Metto nel conto, naturalmente, le due obiezioni che qualcuno mi muoverà: a. di Travaglio è meglio non parlare, gli si fa solo pubblicità; b. se c’è un modo per farlo tacere, tanto di guadagnato. La penso diversamente, perché la nostra scuola del diritto, il nostro garantismo nella libertà, non tollera nessuna eccezione. Mai.
    Davide Giacalone

  133. 14/05 2008

    Signor Pivetti prima di scrivere queste cose per favore si INFORMI.
    Andreotti è stato giudicato colpevole per reati di mafia fino al 1980, poi prescritto; tanto per fare un esempio

  134. Gian Paolo
    14/05 2008

    Io al suo posto , starei zitto e inizierei a fare una cosa che lei continua a non fare!!!
    RIFLETTERE !!!
    Se lei pensa di avere ragione perchè non fa un bel incontro con Travaglio di persona però così ci facciamo due belle risate alla faccia sua ( PIVETTI) !!
    Faccia una bella cosa se non riesce a fare a meno di dire cavolate !!
    SI AUTOCENSURI

  135. TheBear
    14/05 2008

    BASTA CON LA POLITICA DELLE BUONE MANIERE!!!

    ABBIAMO BISOGNO DI UN CAMBIAMENTO RADICALE!!!

    VIA I GUANTI E FORZA RAGAZZI!!!!

  136. TheBear
    14/05 2008

    CLASSIFICA

    Discorso di Berlusconi
    Applausi del PD: 5

    Discorso di diPetro
    Applausi del PD: 0

    …e ci si sono pure alleati… bah!

    Ce ne abbastanza per contestarli in qualsiasi luogo pubblico si presentino, loro e tutti gli altri PDDINI!

  137. 14/05 2008

    Caspita quanti commenti! Non li ho letto tutti, ci dovrei perdere una giornata e tempo ne ho poco. Travaglio? Ci sa fare con le parole, a volte sa essere pure divertente e pungente, però fa troppo politica coi paraocchi. Se fosse un giornalista d’inchiesta per reportage esteri, sarebbe tra i migliori. Visto che ha deciso di avvalorare la causa di Santoro e Grillo, esaspera i toni , come ha fatto da Fazio. Sono contro la censura, in ogni modo e la Rai ha bisogno di un’armonizzazione. Travaglio non si caccia però si inserisce in una trasmissione con Sgarbi ospite-fisso… :-) par condicio…

    Per quanto riguarda gli insulti a Pivetti… beh, non è tutta merda quella che puzza… nel senso che, caro Michele, hai fatto rumore e seppure certi commenti danno fastidio, segnalano che sei entrato ufficialmente nella blogosfera che conta, quella che tu scrivi un post e ricevi tanti commenti negativi (chi è d’accordo, preferisce leggere ed annuire, senza scrivere nulla, perché sarebbe pleonastico). Dunque, complimenti Michele! Sarò volgare con l’aggettivo ma sei un blog ora “sverginato”!

  138. vengenance
    14/05 2008

    ahahahahahhahahaha!!!

    ma chi è questo???

    Pivetti , ma per cortesia!!!

    ahahahahhaahahhahahaha

    dai, non c’è bisogno di umiliarsi a scrivere ste robe…ti prendono a fare il lacchè di qualcuno del PDL…non esagerare…

  139. Alessia
    14/05 2008

    Sig. Pivetti devo con rammarico testimoniare la mia ira nei suoi confronti. E’ la prova vivente che nella vita ho veramente fallito. Ho malauguratamente deciso d’impegnarmi negli studi in giurisprudenza, nella più rinomata facoltà d’Italia e vedo che basta volare qualche kilometro a sud e persino con un qi non superiore al 48 ci si può laureare. Mi faccia un favore, venga a specializzarsi a Pavia dove l’esimio Prof. Grevi sarà felicissimo di spiegarle il corretto significato del termine giustizialismo. Anche se penso che non abbia voglia di perdere tempo con chi evidentemente non è in grado di leggere la Costituzione italiana (figuriamo comprendere una sentenza).
    Complimenti vivissimi è la riprova che la sicilia non si è meritata Falcone e Borsellino.

  140. TheFog
    14/05 2008

    UFO in Vaticano

    Il gesuita Josè Gabriel Funes, direttore della Specola Vaticana, scrive oggi sull’Osservatore romano che si può credere in Dio e negli extraterrestri ” anche se della esistenza di extraterrestri finora non abbiamo nessuna prova. ”

    A differenza di quella di Dio.

    By Daniele Luttazzi

  141. Marcus
    14/05 2008

    Grande Alessia… :-)

  142. Stefano DC
    14/05 2008

    Beh devo dire un divertentissimo esercizio di retorica .. peccato che la principale reazione che suscita in me questo intervento di “Michele Pivetti” sia una sonora RISATA.

    Mettero’ questo sito nella categoria “funny and silly” dei miei bookmark :D .. Ma anche no ;-)

  143. luisa
    15/05 2008

    sono palermitana, e per me è INTOLLERABILE che al parlamento del mio paese siedano individui che hanno avuto rapporti con la mafia, persone come Dell’Utri, Cuffaro, Schifani (che ahime sono pure siciliani come me). Grazie grazie grazie Marco per non tacere mai!!!

  144. 15/05 2008

    PIVETTI SEI TUTTI NOI!!! RESISTI RESISTI RESISTI. TRA QUALCHE GIORNO TRAVAGLIO TI OFFRIRA’ ALTRA MERDA SU UN PIATTO D’ARGENTO. HA INIZIATO A SFILARE LA STORIA DELLA CONSULENZA DI VILLABBATE . NON APPENA ESCE FUORI LA STORIA DEL CENTRO COMMERCIALE TRAVAGLIO TI OFFRIRÀ ALTRO MATERIALE PER UN POST COME QUESTO. MASTICATI QUESTI TRAVAGLINI CONDISCILI CON UNA SPRUZZATA DI GRILLINI POI UN PIZZICO MA PROPRIO UN PIZZICO DI SABTORINI E BUON APPETITO!!:-) :-) :-)

  145. Michele
    15/05 2008

    Gentile signora Alessia,
    nel riordarle che “Sicilia” si scrive con la “S” maiuscola e che gli studi non si compiono “in” giurisprudenza non essendo la giurisprudenza un luogo, ma si compioni studi DI giurisprudenza la invito, laddove lo ritenga utile, ad argomentare piuttosto che ad offendere.Veda, se lei scorre tutti i commenti finora postati non ne troverà uno che mi contraddica nel merito di quanto scritto. Sarà per questo che abbiamo vinto le elezioni? Forse perchè voi duri e puri paladini d’Italia, difensori della verità e depositari del why e del because (come direbbe Albanese, noto filosofo esploso nel XX secolo)non riuscite a discutere ma solo ad insultare??
    Dia retta, continui a studiare a Pavia, ma si impegni, in questo momento la trovo un pò “svagata”.
    Saluti

    @Luisa:
    cara Luisa non trova che prima di dare giudizi occorrerebbe quantomeno una sentenza definitiva di condanna?

    @Indolente:
    amico mio, tu hai le spalle larghe proprio come me. Riusciamo a sopportare anche questo per amore di quella libertà che i nostri nonni ci hanno consegnato e che i politici cui crediamo ci continuano a garantire.

  146. Marcus
    15/05 2008

    MP, i suoi argomenti di discussione sono questi?
    Aspettiamo pure le sentenze definitive…
    Magari anche quelle di assoluzione ottenute per prescrizione…
    Tanti cari saluti

  147. Vajont(per non dimenticare)
    15/05 2008

    Gentile signora Alessia,
    nel riordarle che “Sicilia” si scrive con la “S” maiuscola e che gli studi non si compiono “in” giurisprudenza non essendo la giurisprudenza un luogo, ma si compioni studi DI giurisprudenza la invito, laddove lo ritenga utile, ad argomentare piuttosto che ad offendere.Veda, se lei scorre tutti i commenti finora postati non ne troverà uno che mi contraddica nel merito di quanto scritto. Sarà per questo che abbiamo vinto le elezioni? Forse perchè voi duri e puri paladini d’Italia, difensori della verità e depositari del why e del because (come direbbe Albanese, noto filosofo esploso nel XX secolo)non riuscite a discutere ma solo ad insultare??
    Dia retta, continui a studiare a Pavia, ma si impegni, in questo momento la trovo un pò “svagata”.
    Saluti

    —————–
    Gentile ignorantone ripulito che nasconde i suoi falsi giri di parole dietro ad un dito, le ricordo che “ma si compioni” di scrive ma si compiono, che “Veda, se lei scorre tutti i commenti finora postati non ne troverà uno che mi contraddica nel merito di quanto scritto” si scrive vede, non veda, le vorrei ricordare poi che, se va a rivedersi i commenti, ne troverà uno mio dove ricapitolo tutta la splendida carriera giudiziaria di coloro che lei cita come CANDIDI. Il punto è che un qualunque altro italiano con un trascorso del genere, non verrebbe assunto nemmeno per fare il bidello. veda lei…e soprattutto, si vergogni di essere un insignificante ingranaggio di una viscida macchina

  148. Guglielmo
    15/05 2008

    Spero che per laurearti in Giurisprudenza tu abbia appreso e compreso la differenza tra assoluzione, archiviazione e prescrizione?Dato che citi dei fenomeni come Dell’Utri e Andreotti, dipingendoli come angeli immacolati. Spero che tu abbia appreso e compreso a pieno la nostra Carta Costituzionale e i diritti che ne conseguono da essa, prima di sparare nauseabonde castronerie? Spero che tu abbi appreso e compreso varie leggi emanate dal Governo Berlusconi? (Cirielli, Cirami, Pecorella, lodo Maccanico-Schifani)

  149. 15/05 2008

    @Guglielmo: io l’ho ben compresa, addirittura la insegno. Tu probabilmente hai invece necessità di qualche ripetizione.

    @Vajont: appigliert ad errori di battitura è esaltante per me. Le correzioi grammaticali che mi fai sono tra il tragico ed il grottesco. Non rispondo.
    Ti chiedo: sai quanti milioni di insignificanti ingranaggi di una viscida macchina esistono in Italia? molti, moltissimi….tutti quelli che democraticamente hanno eletto questo parlamento.
    @Marcus: hai presente la differenza tra definitivo e non definitivo? Se tu fossi condannato in primo grado per esempio per calunnia faresti appello? ti considereresti reo?

  150. Guglielmo
    15/05 2008

    Complimenti…proprio un ottimo insegnante. Il degno erede di gente come Marinucci, Conso, Grevi, Dolcini, ecc. Gente che ha sentirti vomiterebbe.

    p.s. Caro fenomeno della ricerca ho anche io una laurea in giurisprudenza ed è stata conseguita in uno dei migliori atenei d’Italia. Comunque mi piacerebbe davvero che mi spiegassi il significato e poi dovresti rapportarlo ad un presidente che commise falsa testimonianza sulla P2 e fu salvato dall’amnistia una legge del parlamento. Quindi, forse davvero capisco l’allarmismo delle varie organizzazioni internazionali sul livello d’istruzione italiano…se insegni tu! che difendi condannati e pluri-condannati. Complimenti davvero

  151. 15/05 2008

    @Guglielmo io non sono abituato ad insultare nessuno, per educazione per modus vivendi, ma tu ce la metti proprio tutta. Hai una laurea in giurisprudenza?? dev’essere di quelle fatte in Cina….spiegami tu, novello Antolisei, cosa caspita c’entra l’amnistia con la prescrizione. Non che io non lo sappia, tutt’altro, voglio solo capire cosa fanno i tuoi neuroni una volta finita la pausa pranzo. Grazie

  152. Marcus
    15/05 2008

    MP, vedo che non hai compreso ciò che ho scritto.
    A questo punto mi rifaccio a ciò che ha postato Guglielmo.
    Hai presente la differenza tra assoluzione, archiviazione e prescrizione?

  153. 15/05 2008

    Avvocatini dei mie attributi. Avete presente che se ad uno ci gira si inventa quattro fatture false o due stronzate e vi fa salire e scendere dalle scale dei tribulali per 5/6 anni senza che ci entrate nulla. ma vi rendete conto che siete discutete del sesso degli angeli? Voi sieti la peggiore burocrazia italiana e disquisite di universita, maestri giurisprudenza garanzie ecct? Ma siete convinti che una sentenza faccia giustizia in italia? Voi siete convinti che viviamo in un posto in cui esiste giustizia con la “G” grande? oppure sono solo giuste le sentenze Italiane contro o a favore di Berluscon e seguaci e non lo sono quelle della corte Europe che condanna il Sistema giudiziario Italiano? o voi avvocati non c’entrate un cazzo ed e solo colpa del colpevole perchè ai giudici questa colpa non si può dare?
    mi astengo dal commentare fatti per cui uno reato prescritto è indice di colpevolezza e non di innoccenza stante il fatto che la colpevolezza, laddove vi era , non ha trovato sufficientemente il tempo per essere dimostrata.
    ma smettetela di difendere l’indifendibbile e non mi criticate per gli errori di grammatica o di battitura che io ho la terza media ma mi sà che ragiono meglio di voi tutti giustizialisti leccaculo dei procuratori d’assalto. vaffa… voi Grillo, Travaglio, fazio e tutti quelli come voi.
    Pivetti banna questi fascisti dal tuo blog.
    (Il termine di fascista associato al giustizialismo da procura non è mio ma dell’Emerito Presidente della repubblica Cossiga) DENUNZIATELO PER APOLOGIA DI REATO E ASPETTATE LA SENTENZA. :-)

  154. Vajont(per non dimenticare)
    15/05 2008

    Gentile ignorantone ripulito che nasconde i suoi falsi giri di parole dietro ad un dito, le ricordo che “ma si compioni” di scrive ma si compiono, che “Veda, se lei scorre tutti i commenti finora postati non ne troverà uno che mi contraddica nel merito di quanto scritto” si scrive vede, non veda, le vorrei ricordare poi che, se va a rivedersi i commenti, ne troverà uno mio dove ricapitolo tutta la splendida carriera giudiziaria di coloro che lei cita come CANDIDI. Il punto è che un qualunque altro italiano con un trascorso del genere, non verrebbe assunto nemmeno per fare il bidello. veda lei…e soprattutto, si vergogni di essere un insignificante ingranaggio di una viscida macchina

    [lasciato il 15 Maggio 2008 alle 10:17]
    Guglielmo scrive:
    [lasciato il 15 Maggio 2008 alle 12:20]
    Michele scrive:

    @Vajont: appigliert ad errori di battitura è esaltante per me. Le correzioi grammaticali che mi fai sono tra il tragico ed il grottesco. Non rispondo.
    Ti chiedo: sai quanti milioni di insignificanti ingranaggi di una viscida macchina esistono in Italia? molti, moltissimi….tutti quelli che democraticamente hanno eletto questo parlamento.

    [lasciato il 15 Maggio 2008 alle 12:39]
    —————-
    Vedi michele, era esattamente questo che volevo dimostrare. Come ho fatto io con te, ti aggrappi a piccoli errori di battitura o dati dalla fretta, senza rispondere minimamente all’ elenco che ho postato della “splendida” carriera giudiziaria dei “santarellini” che hai citato che, come ti ho già detto, tra i comuni mortali non troverebbero lavoro nemmeno come bidelli(con tuttio il mio rispetto per i bidelli). E’ un tipico comportamento di chi, come te, deve arrampicarsi sugli specchi per “dorare la merda”, per lucidare i suoi sporchi maestri…

  155. 15/05 2008

    Scusa lo sfogo Pivetti, ma una stronza in gonnellina mi ha preso una multa perchè il pass non era esposto e della ricevuta dell’ACI a lei non importa nulla. maledetta ZTL. 70 € andati. li ho presi per andare a lavorare e guadagnarne 50 se restavo a casa avrei guadagnato 20 € ed oggi il pranzo e la cena per la mia famiglia era salvo. come mi giranoooooooooooooooooooooo

  156. Vajont(per non dimenticare)
    15/05 2008

    L’indolente scrive:

    Avvocatini dei mie attributi. Avete presente che se ad uno ci gira si inventa quattro fatture false o due stronzate e vi fa salire e scendere dalle scale dei tribulali per 5/6 anni senza che ci entrate nulla. ma vi rendete conto che siete discutete del sesso degli angeli? Voi sieti la peggiore burocrazia italiana e disquisite di universita, maestri giurisprudenza garanzie ecct? Ma siete convinti che una sentenza faccia giustizia in italia? Voi siete convinti che viviamo in un posto in cui esiste giustizia con la “G” grande? oppure sono solo giuste le sentenze Italiane contro o a favore di Berluscon e seguaci e non lo sono quelle della corte Europe che condanna il Sistema giudiziario Italiano? o voi avvocati non c’entrate un cazzo ed e solo colpa del colpevole perchè ai giudici questa colpa non si può dare?
    mi astengo dal commentare fatti per cui uno reato prescritto è indice di colpevolezza e non di innoccenza stante il fatto che la colpevolezza, laddove vi era , non ha trovato sufficientemente il tempo per essere dimostrata.
    ma smettetela di difendere l’indifendibbile e non mi criticate per gli errori di grammatica o di battitura che io ho la terza media ma mi sà che ragiono meglio di voi tutti giustizialisti leccaculo dei procuratori d’assalto. vaffa… voi Grillo, Travaglio, fazio e tutti quelli come voi.
    Pivetti banna questi fascisti dal tuo blog.
    (Il termine di fascista associato al giustizialismo da procura non è mio ma dell’Emerito Presidente della repubblica Cossiga) DENUNZIATELO PER APOLOGIA DI REATO E ASPETTATE LA SENTENZA.

    [lasciato il 15 Maggio 2008 alle 17:30
    ————
    Fai tenerezza(e non per la terza media, si può essere acculturati anche con la quinta elementare, basta averne l’ interesse)…e, per la prescrizione…non parlare di cose che non sai, studia, informati, e poi parla..

  157. 15/05 2008

    @ad un disastro annunciato da un geologo ed un ingegnere inascoltati

    Le incriminazioni ad esponenti politici ad opera di procure di Frontiere quali Palermo e Milano sono tecniche di salvaguardi che i Procuratori mettoni in atto facendo perno proprio sulla prescrizione per non affrontare le accuse di reati infamenti e dimostrarle. alche succede a palermo che Andreotti ( MAI VOLUTO BENE NELLA MIA VITA) non è mafioso da una data in poi, mentre per prima la cosa è certa solo che il reato è prescritto e non si procede. analoga cosa vale per berlusconi e compagnia bella. Non ho studi giuridici e chiaramente si capisce. ma tra le cose che mi sono capitate di leggere vi è anche il resoconto di un Congresso dell’ANM della fine degli anni 70 o primi degli anni 80 in cui si teorizzava, la via giudiziaria al comunismo. Qualcuno quei teoremi capisco che ancora li auspica. come qualcuno ancora auspica un doppio binari per la giustizia ( adestra come a sinistra) del che si deduce che in Italia se capita che nasci al Sud sei sfigato se nasci al nord nasci già persona per bene. al sud se sei figlio o nipote di uno che ha lottato per la libertà hai un parente banditop o mafioso se sei del Nord hai un parente epatriota o partiggiano. Io sono nato sfigato perchè sono Siciliano, orgogliono di esserlo ma sfigato per nascita geografica.
    Vi saluto mi girano troppo per non sfancularvi, voi non nelle persone ma nei ruoli di giuristi, e starvi ancora a leggervi.
    un augurio per tutti.
    Che Dio ci aiuti.

  158. 15/05 2008

    L’Indolente ha centrato il punto sull’argomento prescrizione.
    Informo la platea che la prescrizione spesso e volentieri è una manna dal cielo per PM e GIP che hanno chiesto (il primo) e disposto (il secondo) il rinvio a giudizio.
    I signori giustizialisti questo dovrebbero impararlo dato che parlano di prescrizione come fosse una sentenza di condanna

  159. 15/05 2008

    @marcus: mi sa che tu non ne capisci proprio niente. Io la conosco bene quella differenza, sei tu che non hai la più pallida idea di quello che dici e scrivi. Vatti a ripassare un pò di istituti e poi puoi tornare ad avere diritto di tribuna. Prima di allora….

  160. 15/05 2008

    @Vajont: dimenticavo di rispondere su un punto.
    Ho citato alcuni leader politici.
    Andiamo con ordine.
    Dell’Utri: condanne passate in giudicato nessuna visto che un processo è in appello, quello per estorsione e false fatturazioni è da rifare secondo la Cassazione (leggi i quotidiani dell’undici aprile) in un altro è stato assolto (quello per calunnia al quale ho partecipato anche io come difensore di Cosimo Cirfeta, ti suonerà strano ma ancorchè giovane godo di una certa considerazione nell’ambiente, vedi le riviste “Carriere”, “Top Legal” e “Dossier Sicilia”, e quindi mi si affidano processi di un certo tipo).
    Cuffaro: nessuna sentenza passata in giudicato.
    Berlusconi: idem.
    Ai sensi e per gli effetti degli articoli 3, 24, 27 e 111 Cost. i signori di cui sopra sono INNOCENTI fino a prova contraria.
    Ricordo anche a te che poi esistono diversi tipi di responsabilità sia oggettiva che soggettiva tra le quali passa una sostanziale differenza ai fini del dolo.

  161. Marcello
    15/05 2008

    Senatore Marcello Dell’Utri

    Procedimenti giudiziari

    False fatture e frode fiscale
    Condannato in Cassazione per false fatture e frode fiscale a due anni e tre mesi di reclusione (patteggiando la pena ed usufruendo dello sconto di pena pari ad un terzo) a Torino [8].

    Tentata estorsione
    È stato condannato in primo grado a Milano a due anni di reclusione per tentata estorsione ai danni di Vincenzo Garraffa (imprenditore trapanese), con la complicità del boss Vincenzo Virga (trapanese anche lui). Il 15 maggio 2007 la terza corte d’appello di Milano conferma la condanna a due anni.[9].

    « (…). È significativo che Dell’Utri, anziché astenersi dal trattare con la mafia (come la sua autonomia decisionale dal proprietario ed il suo livello culturale avrebbero potuto consentirgli, sempre nell’indimostrata ipotesi che fosse stato lo stesso Berlusconi a chiederglielo), ha scelto, nella piena consapevolezza di tutte le possibili conseguenze, di mediare tra gli interessi di Cosa nostra e gli interessi imprenditoriali di Berlusconi (un industriale, come si è visto, disposto a pagare pur di stare tranquillo) »

    Il 10 Aprile 2008 il PG della Cassazione ha chiesto l’annullamento, con rinvio, della condanna a 2 anni inflitta al parlamentare Marcello Dell’Utri, ritenendo “inutilizzabili” alcune dichiarazioni accusatorie. La Corte di Cassazione, II sezione penale, accoglie la richiesta, annullando la sentenza di appello con rinvio ad altra sezione[10].

    Concorso esterno in associazione mafiosa
    Le indagini iniziano nel 1994 con le prime rivelazioni che confluiscono nel fascicolo 6031/94 della Procura di Palermo.
    Il 9 maggio 1997 il gip di Palermo rinvia a giudizio Dell’Utri, e il processo inizia il 5 novembre dello stesso anno.
    In data 11 dicembre 2004, il tribunale di Palermo ha condannato Marcello Dell’Utri a nove anni di reclusione con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. Il senatore è stato anche condannato a due anni di libertà vigilata, oltre all’interdizione perpetua dai pubblici uffici e il risarcimento dei danni (per un totale di 70.000 euro) alle parti civili, il Comune e la Provincia di Palermo.
    Nel testo che motiva la sentenza [11] si legge:

    « La pluralità dell’attività posta in essere da Dell’Utri, per la rilevanza causale espressa, ha costituito un concreto, volontario, consapevole, specifico e prezioso contributo al mantenimento, consolidamento e rafforzamento di Cosa nostra, alla quale è stata, tra l’altro offerta l’opportunità, sempre con la mediazione di Dell’Utri, di entrare in contatto con importanti ambienti dell’economia e della finanza, così agevolandola nel perseguimento dei suoi fini illeciti, sia meramente economici che politici. »

    Calunnia pluriaggravata
    Imputato a Palermo per calunnia aggravata ai danni di alcuni pentiti, è stato successivamente assolto dopo che in primo grado era stato condannato a 9 anni. Secondo l’accusa avrebbe organizzato un complotto con dei falsi pentiti per screditare dei veri pentiti che accusavano lui ed altri imputati. Per questa accusa, il gip di Palermo dispose l’arresto (per un’azione, come giudicò poi il tribunale d’appello in via definitiva, mai avvenuta) di Dell’Utri nel 1999, ma il Parlamento lo bloccò[12].

    Il giudici della quinta sezione di Palermo hanno assolto Marcello Dell’Utri, «per non avere commesso il fatto» in base all’art. 530, secondo comma del codice di procedura penale, dall’accusa di calunnia aggravata, era stato accusato di aver organizzato una combine con alcuni pentiti, per screditare tre collaboratori di giustizia che lo accusavano nel processo per concorso esterno in associazione mafiosa.

    La Procura aveva chiesto una condanna di 7 anni.

    No comment

  162. Marcus
    15/05 2008

    Meno male che ci sei tu Pivetti che invece lo sai cosa dici e scrivi.
    La prescrizione secondo me è una manna dal cielo per l’imputato…
    In ogni caso abbiamo capito che secondo te la merda profuma…
    Vabbè…
    Contento te…

  163. Toto
    15/05 2008

    Salvatore Cuffaro

    I procedimenti giudiziari e la condanna

    Cuffaro ha ricevuto il suo primo avviso di garanzia per una presunta tangente intascata dall’eurodeputato Salvo Lima nel 1993. L’indagine era partita dalle dichiarazioni di un pentito, che però si rivelarono subito false, in quanto Lima nel 1993 era già morto.

    Durante la sua prima presidenza alla Regione Siciliana Cuffaro è entrato, insieme ad altri, nel registro degli indagati per il reato di concorso esterno in associazione mafiosa nell’ambito dell’inchiesta sui rapporti tra il clan di Brancaccio e ambienti della politica locale.[5] Con gli elementi raccolti, gli inquirenti ritengono che, attraverso l’ intermediario Miceli (precedentemente assessore UDC al Comune di Palermo, legato a Cuffaro) e grazie alle talpe presenti nella Direzione distrettuale antimafia di Palermo, Cuffaro abbia informato Giuseppe Guttadauro, boss mafioso ma anche collega medico di Miceli all’Ospedale Civico di Palermo, e Michele Aiello, il più importante imprenditore siciliano, indagato per associazione mafiosa, di notizie riservate legate alle indagini in corso che li vede coinvolti. Nel settembre del 2005, Cuffaro per questi fatti, negati dall’interessato, è stato rinviato a giudizio per favoreggiamento aggravato alla Mafia e rivelazione di notizie coperte da segreto istruttorio, mentre non è stata accolta l’accusa di concorso esterno. Secondo il GUP è accertato che abbia fornito all’imprenditore Aiello informazioni fondamentali per sviare le indagini, grazie a una fonte non ancora nota, incontrandolo da solo in circostanze sospette, riferendo che le due talpe che gli fornivano informazioni sulle indagini che lo riguardavano erano state scoperte. Nell’incontro, anche una discussione riguardante l’approvazione del tariffario regionale da applicarsi alle società di diagnosi medica posseduta dall’imprenditore. Aiello ha ammesso entrambi i fatti, Cuffaro afferma soltanto che si sia discusso delle tariffe. Il GUP ipotizza inoltre che il mafioso Guttadauro sia venuto a conoscenza da Cuffaro delle microspie, in funzione del suo rapporto con Aiello, sempre per via del contatto con i due marescialli corrotti, in servizio ai nuclei di polizia giudiziaria della Procura di Palermo, uno dei quali è stato l’autore del piazzamento delle microspie. Secondo una perizia ordinata dal tribunale nel corso del processo a Miceli, nei momenti in cui si è scoperta a casa di Guttadauro la microspia, sarebbero state confermate le testimonianze secondo le quali la moglie del boss mafioso ha dato merito a Totò Cuffaro del ritrovamento.[6]

    Nel dicembre 2006, Miceli è stato condannato in primo grado per concorso esterno in associazione mafiosa.[7]

    I “cannoli del presidente”Il 15 ottobre 2007 il procuratore aggiunto del processo a Cuffaro Giuseppe Pignatone ha chiesto 8 anni di reclusione per l’attuale Presidente della Regione Sicilia, per quanto riguarda i seguenti capi d’imputazione:

    favoreggiamento a Cosa Nostra;
    rivelazione di segreto d’ufficio.[8][9]
    Il 18 gennaio 2008 Cuffaro viene dichiarato colpevole di favoreggiamento semplice nel processo di primo grado per le ‘talpe’ alla Dda di Palermo e condannato a 5 anni di reclusione e interdizione perpetua dai pubblici uffici. La Corte non lo ha ritenuto responsabile di aver favorito l’organizzazione mafiosa. Cuffaro assiste alla lettura della sentenza nell’aula bunker di Pagliarelli, e dichiara immediatamente di non essere intenzionato ad abbandonare il suo ruolo di presidente della regione Sicilia. Nel frattempo, la pubblicazione di una serie di foto che lo ritraggono con un vassoio di cannoli, mentre apparentemente festeggia per non essere stato condannato per favoreggiamento della mafia,[10] provoca un grande imbarazzo.[11] Il 24 gennaio 2008 l’Assemblea regionale siciliana respinge la mozione di sfiducia (53 voti a 32) presentata dal centro sinistra.[12] Nonostante il voto di fiducia del Parlamento siciliano, Cuffaro si dimette due giorni dopo, nel corso di una seduta straordinaria dell’Assemblea.[13] Cuffaro ha annunciato che appellerà la sentenza.

  164. Marcus
    15/05 2008

    Si, Bannaci tutti…
    Fai come dici nella tua pseudo lettera…
    Aboliscici per legge!

  165. 15/05 2008

    Sti cazzi! ora wikipedia sarà il bignami dei procuratori della repubblica, dato che funge da sunto delle verità incontrovertibili. Andiamo bene!

  166. Michele
    15/05 2008

    @Marcello o Toto che poi sono la stessa persona visto che hanno lo stesso IP.
    Ti dimostro che wikipedia, che per voi dotti del XXI secolo è il Vangelo, è una stronzata.
    Nel procedimento per calunnia contro Dell’Utri mi spieghi come fa ad essere condannato a 9 anni e successivamente essere assolto dal Tribunale??? HAHAHAHA….Ribadisco che quel processo l’ho fatto anche io quindi ne saprò un attimo più di wikipedia non credi??
    Su Cuffaro: che cacchio scrivi? ma chi se ne frega…è una sentenza di primo grado che è appellata, quindi è passibile di essere annullata.E’ come se stessi commentando il primo tempo di un film o le prime pagine di Topolino.

    @Marcus:
    ti risulta che io abbia bannato qualcuno nonostante i mille insulti ricevuti? Potrei chiederlo allo staff del sito, ma non lo farò. Sono abituato a confrontarmi con gente ben più cazzuta, vuoi che mi spaventi scrivere dietro un pc?

  167. STEFANIA
    15/05 2008

    Credo ci sia un punto da chiarire , nn siamo noi a dover dare loro dimostrazione delle nostre competenze , direi sia arrivato il momento di capovolgere questa attitudine e lasciare che siano questi signori a dimostrarci qualcosa , spero vi sia anche chiaro il fatto che la distensione e il dialogo sono per chi ha da salvaguardare la propria reputazione o i propri interessi .
    La laurea??? Cosi’ come stanno le cose proporrei di lasciare il ministero delle finanze in mano al salumiere sotto casa mia, chissa’ che nn riesca a risolvere il problema del famoso ” debito pubblico” che da anni sta facendo impazzire i grandi cervelloni .
    Ah , avrei da proporre anche una semplice operatrice scolastica al ministero dell’istruzione.
    Ma di cosa stiamo parlando ancora??????

  168. Marcus
    15/05 2008

    Allora ragazzi,
    ricapitoliamo:
    Oggi abbiamo imparato dall’Avv Pivetti che:

    1- Wikipedia è un’enciclopedia di minkiate. Da quì la proposta di rinominarla in “Minkipedia”.
    2- La prescrizione è “una manna dal cielo” per PM e GIP.
    3- Le imputazioni a Cuffaro, Dell’Utri e Berlusconi sono tutte Minkiate.
    4- Che viviamo a “Cartoonia” e non lo sappiamo.

    A questo punto direi, Egregio avvocato, dato che noi siamo degli ignorantoni comunisti giustizialisti, ce la vuole spiegare Lei la differenza tra assoluzione, archiviazione e prescrizione?
    Noi purtroppo vivendo nell’ignoranza, possiamo basarci solo sul “Vangelo secondo wikipedia”.

  169. 15/05 2008

    apprezzo l’ironia educata di Stefania e le rispondo: diamo tempo, magari i famosi 100 giorni e vediamo che succede.

    @Marcus: e perchè mai dovrei disturbarmi a farti una lezione di diritto e procedura penale?? visto che sei cosi bravo a smanettare su minkipedia (neologismo eccezionale) cercatelo tu cosa significano quei vocaboli.Poi fai una sintesi (se riesci) e io te la correggo.
    Buono studio

  170. Marcus
    15/05 2008

    A posto…
    Allora, prendiamo nota che l’Avv. non ci fornisce spiegazioni sul significato di assoluzione, prescrizione e archiviazione.
    Purtroppo non possiamo che rimanere nella nostra ignoranza da giustizialisti affidandoci al “Verbo” di Minkipedia che così recita:
    “in diritto penale, la prescrizione determina l’estinzione di un reato a seguito del trascorrere di un determinato periodo di tempo.”

    E’ altresì specificato quanto segue:
    “Sono preoccupanti per il sistema giuridico le cifre che riguardano il ricorso alla prescrizione. Infatti se nel solo 1996 i processi conclusi con sentenza di non luogo a procedere per prescrizione dei termini si contavano in 56.486, nel 2003 gli stessi sono saliti a 206.000, quadruplicando”

  171. 15/05 2008

    bravo il mio Merlino, e vediamo se arguisci anche chi governa i tempi della giustizia…..dai che ce la puoi fare…..

  172. Marcus
    15/05 2008

    Molto semplice…
    In primo luogo il ridotto numero di giudici rispetto alla mole di cause.
    In secondo luogo la categoria degli avvocati che si appigliano a qualsiasi cavillo di forma a volte anche ai limiti della decenza umana.

  173. 15/05 2008

    il ridotto numero di Giudici è colpa di Dell’Utri o di Cuffaro o di Berlusconi o di Schifani??
    e poi
    secondo te gli Avvocati che si appigliano ai cavilli lo fanno contra legem o lo fanno adoperando articoli di codice di procedura penale??
    E ancora, cosa pensi che un Giudice concederebbe rinvii se lo ritenesse ingiusto?
    Rispondi con serenità se ci riesci!!!!!!

  174. Marcus
    15/05 2008

    1- Non ho mai detto che sia colpa loro.
    Al massimo contribuiscono a incrementare la mole di lavoro…
    2- contra legem sicuramente no, ma a volte ciò a cui si appigliano sembra solo un modo per prendere tempo…
    3- A volte (quasi sempre) i giudici si trovano costretti a rinviare proprio per i sopraggiunti cavilli…

  175. 15/05 2008

    marcus ti svelo un segreto ma non lo dire in giro ti prego: i cavilli sono LEGGI DELLO STATO create e votate dal parlamento e promulgate dal Presidente della Repubblica.
    I cavilli li hanno promulgati Scalfaro, Ciampi, Napolitano…..tutta gente di estrema destra insomma….

  176. Marcus
    15/05 2008

    allora un segreto te lo svelo anch’io.
    Checchè ne possiate pensare voi presunti liberali, io e tanti altri non ci definiamo “comunisti”.
    A me oggi come oggi sta sul cazzo tutta la classe politica da destra a sinistra…
    Sono solo del parere che ci sbaglia deve pagare a prescindere che sia un uomo comune o un membro della casta.
    Oggi non è così.
    Mi piacerebbe semplicemente un giorno rivedere il mondo girare in senso orario.
    Oggi non credo nemmeno ci siano i presupposti per poterlo sperare.
    E visto che Berlusconi in parlamento ha anche auspicato un aiuto divino, allora che dire…
    Che Dio ce la mandi buona.

  177. 15/05 2008

    Praticamente Marcus è un simpatico Rifondarolfascista latente che si è messo dei grilli per la testa e non lo sà.
    Buonanotte a Tutti :-)

  178. 15/05 2008

    Indolente non avrei saputo dire di meglio

  179. Etan
    15/05 2008

    Michele sei forte! Continua cosi!
    Ciao

  180. 15/05 2008

    Grazie….mi diverto!!!
    Domani scrivo a Roberto Castelli, è un grande!

  181. Guglielmo
    15/05 2008

    Cavolo Castelli, l’ingegner-guardasigilli, ha passato 5 anni al ministero della giustizia e non sa la differenza tra un soccombente in un processo civile e un condannato in un processo penale…un fenomeno, capisco la laurea presa con i punti della Q8(non sto parlando di Castelli)…

  182. Marcus
    15/05 2008

    Indolende, e poi io sarei l’ignorante…
    Allora mi presento, sono uno che non crede più nella politica perchè chi stà in alto pensa solo ai suoi interessi.
    Sono uno che crede che fare politica non sia come andare allo stadio dove c’è chi vince e chi perde.
    Oggi la gara sembra essere a chi vince più poltrone, quando invece ci sono problemi gravissimi da risolvere.
    Ripeto, non sto nè a destra nè a sinistra.
    Mi ritengo anche abbastanza obbiettivo.
    Se una cosa è positiva, mi limito ad apprezzarla a prescindere da chi l’ha partorita.
    Esempio pratico:
    - Problema sicurezza in Italia, il piano proposto dal governo mi sembra abbastanza meritevole di nota.
    - Problema Salari, le proposte, ammesso che diventino fatti, mi sembrano migliorabili.
    Si è parlato di detassare straordinari, ci si è chiesti quanti lavoratori sono nelle condizioni di farlo?
    Ci si è chiesti quante sono le aziende che lo richiedono?
    Direi la minoranza.
    Abolizione dell’ICI.
    Anche questa, ammesso che sia fattibile, agevolerebbe poco coloro che una casa comunque possono permettersela, penalizzerebbe tutti perchè i comuni si rivarrebbero sotto forma di altre tasse come la TARSU.

    Un piccolo appunto sulla sua disavventura con la stronza in gonnella:
    Purtroppo un suo amico anch’esso pseudo liberale che pensa che la parola liberale significhi “faccio quel cazzo che mi pare”, ha pensato bene di mettere questo pizzo in città.
    Per altro, quando si è accorto che con i tempi non ci si stava, ci ha abbonato questo mese “consentendoci” più tempo per regolarizzare la nostra posizione.
    Ora, dato che lei si professa avvocato, non dovrebbe aver difficoltà a fare risorso.
    Se la sua auto possiede i requisiti minimi, gli estremi ci sono tutti.

    Avvocatucci, vi ho trovato un bel cavillo.
    Contenti?
    Un pò me ne pento, mi sarebbe piaciuto vederla pagare questo pizzo.
    Buona notte liberali…

  183. 16/05 2008

    come volevasi dimostrare: rifondarolfascista latente e pure un po sadico.

  184. Talita
    16/05 2008

    Ciao, Michele!
    No, NON aboliamo Travaglio: è la migliore pubblicità vivente e gratuita per indicare agli esseri raziocinanti ciò che NON si deve fare!
    Anche lui – insieme alla sua cricca – ha contribuito notevolmente alla vittoria elettorale del Centro-destra.
    Lasciamolo dov’è: è più utile di una campagna pubblicitaria!

  185. Michele
    16/05 2008

    ineffetti……… :-)

  186. Talita
    16/05 2008

    Chiunque non l’abbia ancora letto può godersi l’articolo di Dino Martirano «Travaglio, la “talpa” dei boss e il giallo della vacanza siciliana. D’Avanzo: conto pagato da un condannato per mafia. La replica: falso» (Corriere della Sera, 15 maggio 2008)
    http://www.corriere.it/politica/08_maggio_15/travaglio_martirano_3b59d18e-224b-11dd-8bc7-00144f486ba6.shtml
    Considerarlo divertente, è poco! Da notare che, a proposito delle antiche frequentazioni di Schifani, Travaglio aveva affermato che la mafia chiede di ricambiare i favori anche dopo 30 anni…
    Ora sembra che anche Travaglio “abbia frequentato” e non tanto tempo fa, ma nel 2002! Seguendo il suo metodo, dunque, avrà tempo per ricambiare i favori fino al 2032!!!
    Dino Martirano conclude così il suo articolo: «Ricorrendo alla saggezza di Pietro Nenni, instillata ai giovani socialisti a un congresso del Psi, si potrebbe parafrasare: “A fare a gara a fare i puri, troverai sempre uno più puro che ti epura”».
    Come non dargli ragione?

  187. Ex
    16/05 2008

    MP, digitando sul sito di top legal, nell’ordine:
    1) pivetti
    2) michele pivetti
    3) penale palermo
    non esce nulla, tanto meno si parla di te in relazione al tuo ruolo nel processo riguardante Dell’Utri.
    Nel dubbio, ho digitato per prova il cognome di un avvocato che conosco e che so essere stato citato da top legal. E’ uscito quello che sapevo su questo avvocato, quindi il motore di ricerca pare funzioni.
    Allora per favore dammi le coordinate del numero (cartaceo) di top legal nel quale sei stato citato, perché mi piacerebbe leggerlo.
    Oppure chiarisci meglio quello che hai scritto prima.
    PS Aspetto ancora una risposta a quello che ho scritto, vedi tra i primi commenti. Sono un tipo paziente, non ti preoccupare, ho visto che sei stato impegnato a dare ripetizioni di diritto costituzionale. Peccato però che il Presidente della Repubblica PROMULGA ciò che il PARLAMENTO HA APPROVATO quindi scrivere, come fai tu, “I cavilli li hanno promulgati Scalfaro, Ciampi, Napolitano…..tutta gente di estrema destra insomma” è da un punto di vista del diritto costituzionale vero ma incompleto”.
    Alcuni (di cultura anglosassone) potrebbero pensare che ciò che hai scritto sia intrinsecamente “misleading” cioè “fuorviante”, ma io sono più buono e dico solo incompleto.
    Siccome l’uomo medio non necessariamente deve aver dato costituzionale all’università, mi permetto di completare la tua frase in questo modo, altrimenti il citato uomo medio potrebbe (erroneamente) pensare che i cavilli siano stati DECISI dai Presidenti della Repubblica che hai citato tu, cosa che non solo non è ma non può nemmeno essere nell’ambito del nostro ordinamento costituzionale.
    “Dopo L’APPROVAZIONE del Parlamento I cavilli li hanno PROMULGATI Scalfaro, Ciampi, Napolitano, adempiendo semplicemente un dovere che inerisce all’ufficio di Presidente della Repubblica ai sensi dell’art. 73 Cost.”.
    In altre parole, la PROMULGAZIONE è un atto DOVUTO del P.d.R. che non può opporvisi, salva l’ipotesi del rinvio alle Camere (art. 74).

  188. Michele
    16/05 2008

    Credi di dare lezioni di diritto costituzionale.Sei in perfetto stile Travaglino!
    Ho forse detto qualcosa di inesatto??
    O forse avevo l’obbligo di ripetere tutti i capitoli del Temistocle Martines??
    Tu mi sa che sei ex anche di cervello!!

    p.s.
    siccome pensi di avermi sbugiardato, fai una bella cosetta digita il mio nome e cognome su google e vai a pagina 8. Lì troverai un articolo de “IlGiornale”in .pdf.Leggitelo.
    Prima e ultima volta che rispondo a queste bassissime insinuazioni come se avessi difronte un bugiardo.La prossima volta chiederò che ti bannino l’IP

  189. Salvatore
    17/05 2008

    Credo sia lecito in democrazia e visto che il sig. Schifani non ha smentito nulla su quello che ha scritto Travaglio si invitano i cittadini che vogliano chiarezza a domandare al diretto interessato le questioni poste.

    Basta scrivere a schifani_r@posta.senato.it

    Al Presidente del Senato Renato Schifani

    Il sottoscritto cittadino elettore Le chiede se corrisponda a verità quanto affermato da Marco Travaglio nel libro: “Se li conosci li eviti” e cioè:

    1) che Lei sia o sia stato socio della Società Siculabrokers unitamente a Nino Mandalà e Benny D’Agostino

    2) che Lei sia stato Consulente del Comune di Villabate come esperto del Sindaco in materia Urbanistica.

    Qualora lo ritenga utile od opportuno, potrà aggiungere sue eventuali valutazioni.

    In assenza di Sua risposta entro 10 giorni da oggi, riterrò il suo silenzio come conferma dei fatti soprariportati e trarrò le mie valutazioni

    Distinti saluti

  190. Michele
    17/05 2008

    Il Presidente del Senato che smentisce le corbellerie di un giornalista???? Ma siamo impazziti?? Ma un pò di civiltà istituzionale? Il Presidente Schifani ha già risposto querelando il “sig.” Travaglio. I giudici accerteranno chi ha ragione e chi no.
    Poi caro Salvatore, le tue domande sono assolutamente inutili. Quandanche fosse stato socio al 3% della società in questione, io ti domando:
    1)Quanti anni fa è successo?
    2)All’epoca dei fatti i signori di cui sopra pativano sentenze definitive (o anche provvisorie) per 416bis?
    3)Quandanche fosse stato cosi,hai le prove che l’Avv. Schifani ne fosse a conoscenza?
    4)Perchè uscire ora episodi avvenuti 30 anni fa?
    5)Da quando le consulenze sono un reato?
    6)Perchè le stesse domande non le ha poste prima che diventasse Presidente del Senato?

  191. Salvatore
    17/05 2008

    Michele Pivetti , il sig.Schifani in questa mail deve rispondere a me cittadino e non a Travaglio.Premesso questo non reputo corbellerie quelle che vengono da inchieste giornalistiche prima che vengano accertati i fatti.Se il sig.Travaglio ha scritto il falso sara’ giustamente condannato ai danni.Le inchieste giornalistiche in tutti i paesi democratici hanno fatto dimettere politici in tutte le nazioni del mondo, per cui una frase da Schifani che dice semplicemente “e’ tutto falso” me la sarei aspettata.Non ho tirato nessuna conclusione sul sig.Schifani e non ne tirero’ finche’ non avro’ risposta.

  192. Ex
    19/05 2008

    MP, mi rendo conto che lo scudetto possa dare alla testa (ieri anche io ho festeggiato, e non poco), però la tua risposta mi è sembrata scomposta e non degna di te. Io non avevo alcun intento polemico circa “top legal” et similia: cercavo qualcosa che TU avevi citato e non l’ho trovata. Quindi ti ho chiesto lumi. Adesso ho trovato questo articolo de “Il Giornale” e me lo sono letto.
    Quindi prima di darmi del “bugiardo” fatti un bell’esamone di coscienza.
    Riguardo alle lezioni di diritto costituzionale, ho forse scritto che quello che avevi precedentemente scritto tu era INESATTO?
    Manco per sogno, ho scritto “VERO MA INCOMPLETO”, come puoi agevolmente ricavare dal mio intervento.
    E, a uso e consumo dei lettori, mi sono permesso di integrare.
    Puoi se vuoi bannarmi fai pure: sai quanto me ne importa, me ne farò una ragione. Quello che ha il blog sei tu, mica io.
    Io sono solo un INTERnauta.
    Ti saluto da neroazzurro a neroazzurro, magari così serve a stemperare i toni e continuiamo a discutere.

  193. 19/05 2008

    clicca il mio sito ;)

  194. statista
    20/05 2008

    salve michele,
    sono tra i pochi (o molti??) che si era illuso che Silvio avesse deciso finalmente di fare lo statista ma adesso questo cavillo di 13 righe (art 2) presente nel decreto sicurezza come lo spieghi?
    Tale norma concede la possibilità agli imputati per reati commessi prima del 31 dicembre di 2001 (perchè questa data??)
    di chiedere la sospensione del dibattimento per due mesi per valutare se accedere al patteggiamento.
    Non sono esperto in “legge”; hai qualche spiegazione a questo?

    grazie

  195. Talita
    20/05 2008

    Statista, forse ti può rispondere il seguente articolo?
    ______________
    Ghedini: «Berlusconi patteggia? Non sta nè in cielo, nè in terra»
    Il legale del premier: NUOVA NORMA? NO A PATTEGGIAMENTO.Caso Mills:«Abbiamo interesse ad assoluzione prima possibile»
    MILANO – «La norma che consente al difensore e all’imputato di chiedere la sospensione del processo per due mesial fine di valutare una eventuale richiesta di patteggiamento non riguarda l’onorevole Silvio Berlusconi che ha interesse ad essere assolto prima possibile».
    Ghedini, deputato di Forza Italia e uno dei legali del premier, commentando notizie di stampa che riferiscono di «13 righe» da inserire nel nuovo pacchetto sicurezza. Il Corriere della Sera in edicola di martedì mette in relazione la nuova norma con il processo in cui Berlusconi e David Mills rispondono di corruzione in atti giudiziari. «Non sta nè in cielo, nè in terra che l’onorevole Berlusconi pensi di accedere al patteggiamento» ribadisce Ghedini. Corriere della Sera, oggi)

  196. Michele
    20/05 2008

    Statista, la tua insinuazione è stata stoppata dal duo Ghedini-Talita.
    Per il resto aspettiamo di leggere la relazione al ddl.

  197. statista
    20/05 2008

    Hai ragione, che tempismo perfetto!!
    Ma l’avv Ghedini è lo stesso Ghedini che siede in parlamento??
    Sicuramente sarà un caso di omonimia!!!

  198. Ex
    20/05 2008

    Magicamente, nel messaggio di MP è apparsa una frase che originariamente non c’era:
    “i cavilli sono LEGGI DELLO STATO create e votate dal parlamento e promulgate dal Presidente della Repubblica”.
    Guarda caso, un’aggiunta in linea con la mia lezione di diritto costituzionale del 16.5.2008, ore 19:59.
    Allora questo “ex” non deve proprio essere uno che spara minchiate…visto che poi le cose che scrive appaiono magicamente e…RETROATTIVAMENTE!
    Sempre devotamente e occhiutamente tuo,
    Ex

  199. 20/05 2008

    devi avere qualche problema visto che non ho mai editato nulla.

    o più semplicemente sei in mala fede
    per quanto riguarda le lezioni di diritto costituzionale, bhe….fammi mettere nel cassetto un tantino di diplomazia……io lezioni di diritto costituzionale da te non ne prendo!

    Saluti

  200. Roberto Blacksun
    20/05 2008

    meno male che esiste gente come Marco Travaglio Peter Gomez , Barbacetto , come Stella ecc e meno gente come Michele Previti spazio web inutile quei pochi mb occupati da michelepivetti.com potrebbero essere dati a siti più seri!!! cqm continuero il mio post più tardi su chi è Castelli quello che le ha suonate a Travaglio… un ex misitro di giustizia che con ciampi ha approvato tante leggi per berlusconi e previti… ma questo lo sanno tutti gli italiani vero?

  201. gianfranco
    20/05 2008

    siamo ansiosi di leggere le tue conclusioni

  202. Ex
    21/05 2008

    MP, leggi attentamente e medita, se ci riesci. Tu puoi scrivere quanto vuoi che io sono in malafede e che tu non hai editato nulla. Ma, tra me e te, sai benissimo che non è così: menti sapendo di mentire.
    You can make some people fool forever;
    You can also make all the people fool sometime;
    But you can’t make all the people fool forever.
    Dalla perfida Albione sempre tuo,
    Ex

  203. Talita
    21/05 2008

    Sì, Roberto Blacksun! Lo sanno tutti gli Italiani: la cui maggioranza ha votato per il Centro-destra, incluso Castelli.
    Questo fatto ti dice qualcosa? Forse ti dice che la maggioranza degli Italiani è formata da beoti? Magari come Pivetti, che ha un blog su cui scrivi anche tu?
    Beh “Sole nero”… E’ evidente che ti si è annebbiata anche la vista. Prova ad accendere la luce e rifletti sul fatto che le bubbole vanno a mille e che l’aria del Paese è decisamente cambiata!
    E rassegnati, se puoi!

  204. Talita
    21/05 2008

    Statista, stai facendo il gioco delle tre carte? Però non ti riesce bene: che caspita c’entra il fatto che Ghedini sieda in Parlamento?
    E che cosa c’entra il tempismo? A domanda si risponde, a insinuazione si contrappongono i fatti… Trattasi di consequenzialità, non di tempismo perfetto o imperfetto.
    Riesci a distinguere la funzione di parlamentare da quella di avvocato difensore? Sì? Ottimo: l’avvocato difensore Ghedini ha preannunciato il comportamento che il suo cliente Berlusconi terrà per quanto riguarda il processo Mills.
    È più chiaro adesso?

  205. statista
    21/05 2008

    Cara Talita
    Il mio tempismo centra eccome se centra!!!
    Suddetto articolo inizialm previsto dal decreto sicurezza è stato cancellato!!!!!!
    Adesso sono costretto a cambiare opinione su di lui, vuole fare lo statista sul serio..
    “Riesci a distinguere la funzione di parlamentare da quella di avvocato difensore?”
    Io non ci riesco e tu?
    Ma Ghedini ha risposto in quanto parlamentare o in quanto avvocato di Berlusconi??

    Per quanto riguarda la storia del tempismo sono d’accordo con te; a domanda si risponde, ad insinuazione si risponde con i fatti.
    Infatti Schifani ha risposto con i fatti..

  206. Michele Sparpagliato
    21/05 2008

    Capisco il tuo odio per Marco Travaglio,per Montanelli,per Biagi,per Bocca e via dicendo.E’ perfettamente comprensibile.Questo aumenta la mia stima per lui:ieri l’ho sentito a Pisa,alla Stazione Leopolda.Due ore.Sala stracolma.Lui sempre ironico,freddo e tagliente.I caimanidi sempre più imbestialiti.

  207. Michele Sparpagliato
    21/05 2008

    Le corbellerie di un giornalista,le cose scritte sul libro ‘I Complici’?Spiegaci perchè sarebbero corbellerie.E poi il fatto che non siano cose recenti non giustifica niente e nessuno.Comunque aspettiamo ancora le smentite dettagliate:invece arrivano solo insulti nevrotici.

  208. 21/05 2008

    Ora basta, con la cultura del sospetto si sta davvero esagerando. Ma credete davvero che un giurista, un uomo di legge del calibro dell’on. avv. Niccolò Ghedini inserirebbe mai nel pacchetto sicurezza un codicillo di 13 righe che favorisce il suo cliente più illustre, Silvio Berlusconi? Ma andiamo, via. E’ vero che l’idea di affidare il pacchetto proprio a lui, lasciando inoperosi tutti i giureconsulti che impreziosiscono il governo – da Alfano a Calderoli, da Maroni alla Carfagna, senza dimenticare la Brambilla, esponente della scuola giurisprudenziale autoreggente – potrebbe ingenerare qualche malignità.

    Qualcuno potrebbe persino malignare sul fatto che l’unica emergenza sicurezza che sta a cuore a Ghedini è quella del Cainano, imputato per corruzione giudiziaria del testimone Mills e per falso in bilancio, appropriazione indebita e frode fiscale nel processo Mediaset. Ma, conoscendo quel pezzo d’uomo dell’On. Avv., siamo pronti a giurare che il codicillo che allunga i processi di un paio di mesi (nel testo iniziale erano addirittura 2 anni) per dar modo all’imputato di decidere con comodo se patteggiare anche a fine dibattimento e rinviare la sentenza del processo Mills a dopo le ferie, quando il reato sarà caduto in prescrizione, è stato studiato soltanto al nobile scopo di abbreviarli, i processi. E poi – come lui stesso ha osservato, giustamente ferito da tutti quei sospetti seminati da decine di esponenti dell’opposizione irresponsabile e malfidata (cioè da Di Pietro) – vi pare possibile che un presidente del Consiglio possa patteggiare? Che figura farebbe agli occhi della comunità internazionale, da sempre abbagliata dalla sua cristallina moralità, dalla sua purissima innocenza, dalla sua immacolata reputazione? Sarebbe un colpo mortale alla sua immagine.

    A parte il fatto che il processo si bloccherebbe anche se chiedesse di patteggiare Mills, qualcuno potrebbe obiettare che non sarebbe la prima volta che il Cainano chiede di patteggiare: il 27 giugno 1999, preceduto da una visita dialogante del fido Marcello Pera al procuratore D’Ambrosio, il Caimano travestito da agnellino salì le scale del palazzo di giustizia di Milano per una presentazione spontanea, accolto dai pm Ielo e Greco. Consegnò un memoriale di sei pagine, con una prima, timida ammissione: nelle sue società c’erano state “carenze organizzative e apparenti difetti di trasparenza”. Una rivoluzione copernicana per chi, fino al giorno prima, gridava al complotto, dipingeva il suo gruppo come un tempio di legalità e irrideva a ogni accusa dei pm (“Fondi neri? Gli unici che conosco sono quelli delle tazzine da caffè”). Fuori verbale, lasciò addirittura capire di essere disposto a patteggiare, per il mare di fondi neri (1500 miliardi di lire su 64 società off-shore nei paradisi fiscali) contestati nei processi All Iberian 1 e 2. Restava solo da stabilire il quantum. I suoi legali proposero meno di 3 mesi di reclusione, convertibile in una comoda pena pecuniaria di poche decine di milioni. Troppo poco, per la Procura: sia alla luce della gravità delle accuse, sia per l’impossibilità tecnica di accontentare l’illustre imputato. Per quei falsi in bilancio, quand’erano ancora reato, si partiva da una pena base minima di 1 anno, che con le attenuanti generiche scendeva a 8 mesi; con l’ulteriore attenuante del risarcimento del danno, passava a poco meno di 6 mesi e, con lo sconto del patteggiamento, a 4. Ma, per trasformare il carcere (virtuale) in multa, bisognava scendere sotto i 3. Pene comunque irrisorie, che nessun giudice avrebbe mai avallato. Così la trattativa si arenò dopo qualche mese. E subito, come per incanto, l’agnellino tornò Caimano, riprese la guerra ai giudici e, rientrato a Palazzo Chigi nel 2001, sistemò la faccenda depenalizzando il falso in bilancio. Con una legge scritta anche da Ghedini.

    Ecco, oggi qualcuno potrebbe obiettargli tutto ciò, se qualcuno ricordasse qualcosa. Ma per fortuna nessuno ricorda più nulla, e l’amnesia è il miglior viatico per il dialogo. Che, sia chiaro, deve proseguire. O vogliamo rischiare che entro l’estate, con tutti i problemi che già ha ereditato dalla sinistra – dai rom ai clandestini, dal buco nell’ozono alla monnezza, dall’Alitalia alla Costituzione, dal Codice penale all’Europa – quel pover’uomo venga pure condannato per corruzione di un testimone? Basta dunque con questi attacchi strumentali del Pd all’avvocato Ghedini e al suo illustre cliente per l’ennesima legge ad personam. Qualcuno obiettera: ma nessuno, nel Pd, ha attaccato Ghedini e il suo illustre cliente per l’ennesima legge ad personam. Appunto, ma non si sa mai. Meglio prevenire.

  209. 21/05 2008

    Ma se Travaglio è tutto sta brutta roba, Emilio Fede che è?

    Cliccate sul mio nome per avere maggiori info sul personaggio….

  210. 21/05 2008

    ritengo moralmente vergognosi e politicamente insostenibili gli attacchi “bipartisan” a Marco Travaglio, scagliati contro il giornalista dopo la sua citazione di fatti (non di opinioni) riguardanti l’attuale Presidente del Senato. Altrettanto grave fu la reazione del presidente “bipartisan” della RAI Petruccioli, dopo le polemiche suscitate dalla famosa puntata di Anno Zero.
    Come membro dell’Assemblea costituente nazionale del PD, voglio dissociarmi pubblicamente dalla posizione espressa dal capogruppo PD in Senato Finocchiaro, reduce da una gravissima sconfitta elettorale in Sicilia e approdata in Parlamento solo grazie al vizio italico delle pluricandidature “blindate”. Quel che è davvero “inaccettabile”, infatti, non è la critica documentata di Travaglio, bensì la ostinazione di alcuni nel voler considerare normale quello che la stragrande maggioranza degli elettori del PD considera preoccupante: il fatto che la seconda carica dello Stato sia oggi ricoperta da un fedelissimo servitore di Berlusconi, anziché da un imparziale servitore dello Stato. Dopo aver difeso l’indifendibile indulto ed aver riportato in Parlamento personaggi di dubbia moralità come Vladimiro Crisafulli, sarebbe bene che il PD imparasse la severa lezione del 13-14 aprile: per essere credibili, bisogna essere coerenti. Travaglio ha citato le fonti delle sue dichiarazioni, come fece anche nella famosa e “incriminata” trasmissione di Luttazzi. Ben altre sono le cose inaccettabili: dai fucili di Bossi all’apologia del fascismo del pluricondannato Ciarrapico.

  211. Talita
    21/05 2008

    Statista, io rispetto il tuo tempismo, ma mi sembra che non ci siamo con i tempi.
    Tu hai insinuato ieri e l’articolo in questione è stato cancellato oggi. Quindi delle due l’una: o hai insinuato troppo presto oppure ora devi riconoscere che non serviva a Berlusconi. Non sembra infatti ammissibile che Berlusconi diventi uno statista dall’oggi al domani…
    Inoltre io sto ai fatti, non alle elucubrazioni: nell’articolo succitato Ghedini rispondeva come difensore di Berlusconi nel processo Mills. Il fatto che sia anche un parlamentare non sposta di un millimetro la questione.
    In quanto alla tua ultima osservazione, non posso commentare, perché non l’ho capita: quali fatti, scusa?

  212. Talita
    21/05 2008

    MyNameIs, alias “anonimo”, se non dici qual è il tuo nome…
    Ti sembra corretto copia/incollare senza indicare la fonte??? Neanche il tuo idolo ti perdonerebbe mai!
    Vabbè, allora cerco di indovinare… Magari il grandioso testo è da attribuire a Marco Travaglio ed è stato pubblicato oggi sull’Unità???
    Trallallero-trallalà.

  213. Michele Sparpagliato
    22/05 2008

    Comunque voglio esprimere il mio ringraziamento sincero al titolare di questo Blog,che non censura e permette così di conoscere fatti e vicende(anche molto gravi)riguardanti in particolare la sua parte politica.Non è poco,con i tempi che corrono.

  214. Michele Sparpagliato
    22/05 2008

    Talita,davvero non ricordo più!Ero io che avevo chiamato Statista(dal 1194 lo è)il Dott.Berlusconi e il Prof.Prodi?Non mi ero accorto di esser stato censurato,anzi ho appena elogiato il gestore di codesto Blog.
    Scusami,ma tu perchè sei sempre così adirata?

  215. Michele Sparpagliato
    23/05 2008

    Faccio notare a Talita che la vendita dei libri di Marco Travaglio e dei suoi colleghi è in questi giorni raddoppiata.E con tali testi anche la divulgazione di tutto ciò che vi è contenuto,riguardante politici di destra,centro e sinistra.Libero giornalismo in libero stato.C’est la vie!Talita,rassegnati,più parlate,più scrivete,più Travaglio vende e più si diffondono le notizie.Non siamo,come a te piacerebbe,nella Urss di Breznev o nella Russia di Putin!

  216. AVV.SALVATORE..DI FAVARA
    23/05 2008

    ore 11 .12 FRANCESCO CASCIO PDL ELETTO PRESIDENTE DELL ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA

  217. Talita
    23/05 2008

    Sparpagliato-1, che cosa non ricordi più? Allora ti stai davvero rarefacendo… Diventerai anche tu un uomo ombra, ma fa niente: l’ombra è molto di moda in questi giorni…
    Però, quando scrivi nel blog, cerca di riassemblarti in qualche modo: la dialettica non è ira e – se la interpreti come ira – devi fartene una ragione… Io non sono mai adirata e non è che, siccome tu mi consideri tale, io lo diventi effettivamente.
    A mio parere, infine, è più proficuo produrre argomenti che false supposizioni o interpretazioni improbabili, che lasciano il tempo che trovano. Poi vedi tu…

  218. Talita
    23/05 2008

    Sparpagliato-2, fammi pure notare tutto quello che vuoi, però fornisci i DATI di ciò che fai notare, altrimenti potrei dirti che in questi giorni Travaglio non ha venduto neppure un libercolo: in questi termini, la mia affermazione equivale alla tua.
    E poi: Travaglio vende più libri? E perché no, se esistono persone che li acquistano? È la legge di mercato e io sono più che liberale.
    D’altra parte è lo stesso tipo di notorietà che coinvolge le prostitute che si accompagnano ai politici: le fanciulle vendono le loro grazie; Travaglio vende libercoli fotocopiati.
    Lungi dal dovermi rassegnare, entrambi i casi invece mi rallegrano, in quanto prova provata che viviamo in un regime democratico!

  219. Michele Sparpagliato
    23/05 2008

    Ho scritto le mie opinioni su Travaglio e Montanelli ,dialetticamente discutendo con la tempestosa Talita,nel precedente Blog sull’Ing.Castelli dall’occhiale tondo tondo.
    Quivi ho poco da aggiungere,essendo la mia interlocutrice divenuta una Erinni.
    Comunque la vendita prosegue e la diffusione delle notizie contenute negli orridi libri- fotocopia di Travaglio e Co.prosegue implacabile.Devi aver pazienza,o mia Erinni,ma nei prossimi 5 anni sarà sempre così,anche peggio per il Regime.Comunque sei brava,e scrivi bene,non hai nulla a che spartire con quegli ignorantoni(stile ‘Indolente’,lui è il massimo)che ripetono,come bambole parlanti,accuse senza senso a tutti di essere ‘rifondarolfascisti’o scempiaggini simili prive di senso logico.Ma l’Indolente non ne ha colpa:se gli mamcano argomentazioni e lessico,egli è perfettamente in linea con il trionfo della mediocrità e dell’ignoranza.Tu invece mi piaci,sei davvero una persona in gamba e di carattere.

  220. Talita
    23/05 2008

    Sparpagliato, non sono tempestosa ma reattiva. E poi, come fa a piacerti una Furia? Bleah!
    A me, per esempio, non piacciono per niente i Ciclopi… (risatina allusiva).
    In quanto a Travaglio, neanch’io ho altro da aggiungere: anzi, mi sembra di perdere tempo, sostando a lungo su un argomento di nessun interesse (per me, ovviamente), anche se la mia pazienza è smisurata: questione di razionalità, ricordi?
    Potrei aggiungere – ma giuro che è l’ultimo mio parere in proposito – che considero Travaglio come un’ottima pubblicità gratuita per il Centro-destra: mostra utilmente, infatti, come si manipolano le notizie e come NON si deve mai credere ai suoi pari.
    Adesso devo lavorare… Pietra sopra!

  221. AVV.SALVATORE..DI FAVARA
    23/05 2008

    AUGURI A FRANCESCO CASCIO NUOVO PRESIDENTE DELL ASSEMBLEA REGIONALE DI SICILIA OTTIMO DISCORSO OGGI BRAVO…E’ PARTITO MOLTO BENE OTTIMO POLITICO DELLA SICILIA GIOVANE E DEL FUTURO

  222. Michele Sparpagliato
    23/05 2008

    Cara Talita,
    lavora pure,hai la mia benedizione.Sui Ciclopi non ho capito nulla.Su Travaglio nemmeno:siccome racconta,su tutti(proprio tutti,centrosinistra compreso),dei fatti,allora tu vuoi farci paura dicendo che fa vincere la destra(il centrodestra non esiste più,e questo blog lo dimostra,è solo destra fascistoide o altro che è meglio non definire)più becera.Non ci fai alcuna paura,bella mia dal nervetto a fior di pelle,perchè queste stupidate del ‘non conviene dirlo sennò vinciamo,babbàu’hanno fatto il loro tempo.Voi vincete per altri motivi.
    Il vero giornalismo di inchiesta e denuncia non ‘tiene padroni’(invece tu li hai i padroni,eccome se li hai…).Il nuovo libro di Travaglio,che ho appena letto,ha un bel dossier sui figuri del nuovo parlamento,e cioè raccomandati,riciclati,condannati,imputati,ignoranti,voltagabbana,fannulloni.Sono figuri che abbondano anche nei consigli di quartiere,nei consigli comunali,provinciali e regionali.O no?Ma tu,grande lavoratrice,hai già perso troppo del tuo prezioso tempo sul blog con un ‘rifonfarolfascista’o qualcosa del genere,come ama definirci quel genio del blog,Maestro di Politica e di Morale che è tale Indolente(il quale,essendo indolente,certamente non lavora).Ma tu sei molto meglio di lui,e ti esprimo ancora la mia stima più totale,dolce Talita sparpagliatissima e ‘punciuta dalle api’.Pietrona sopra,vado anch’io a lavorare,e,t’assicuro che non sono indolente nè furbacchione com tanti politici di professione.

  223. Talita
    23/05 2008

    Sparpagliato, ormai sei allo stadio di sminuzzamento irreversibile! Caspiterina! Questa volta devo aver proprio toccato un nervo scoperto, in quanto irrimediabilmente separato dal resto del sistema nervoso! E sospetto anche che tu sia un prete, visto che benedici come se niente fosse… Mah!
    Come ti viene in mente che io voglia farvi paura? A voi, chi? Ripigliati: sono una persona mite, che non intende terrorizzare nessuno e ha solo espresso una sua opinione: OPINIONE, non verità universale! E infatti tu hai un’opinione opposta, il che non mi fa affatto sclerare.
    Quando cadi in paranoia, sarebbe consigliabile inspirare dal naso ed espirare a fondo dalla bocca, magari dentro un sacchetto di carta: alla prossima crisi, prova a fare così, anche perché l’iperventilazione è assai pericolosa.
    Questo blog rappresenta la destra fascistoide più becera? E come mai ti è consentito scrivere qui? Conosci le caratteristiche del fascismo oppure hai studiato solo la storia degli Egizi? O hai imparato dal nuovo libro di Travaglio che non importa che cosa si dice: basta dire?
    Ho inoltre molto ammirato il tuo stile da vero MACHO: bella mia dal nervetto a fior di pelle, queste stupidate, invece tu li hai i padroni,eccome se li hai…, grande lavoratrice eccetera eccetera. Ohibò, hai informazioni privilegiate su di me o sei scoppiato come una bolla di aria fritta? Ritengo più credibile la seconda che ho detto.
    Ed ecco una domandona: “punciuta” vuol dire “punta”? Se sì, devo dirti che tu sei stato “punciuto dai calabroni”, la cui puntura è ben più grave di quella delle api.
    E, infine, mi assicuri che non sei indolente né furbacchione come tanti politici di professione… Uhm, excusatio non petita, accusatio manifesta!!!
    E poi, tu vai a lavorare alle ore 19,24? Fai i turni di notte?
    P.S.Che cosa significa ‘rifonfarolfascista’? Ho consumato le pagine del mio dizionarietto tascabile, ma non ho trovato questo termine.

  224. Michele Sparpagliato
    24/05 2008

    Carissima Talita,
    in effetti non condivido,come Groucho Marx,parecchie delle cose che dico.Che io sia macho e maschilista è poco probabile,visto che amo l’altro uomo con cui convivo.
    Non comprendo la significanza del verbo ‘sclerare’.
    Il vocabolo schizoide ‘rifondarolfascista’venne partorito dalla mente fervida dell’indolente.
    Nulla ho a che fare con la sinistra,visto che disprezzo ,come Giacomo Leopardi,il volgo
    stupido e ignorante,sono ricco ed anche(grazie ai consigli di S.B.)evasore fiscale.Detesto la cultura ‘nazionalpopolare’ed i pugni chiusi,sia che li faccia Bertinotti sia che li faccia Berlusconi(v.poster pdl Novembre 2007,affisso ovunque).Perdinci,dolce Talita,ti trovo cambiata.Più calma e riflessiva.Forse hai letto l’ultimo libro di Marco Travaglio?
    Si.lavoro anche con i turni serali e notturni.Che c’è di strano?

  225. Michele Sparpagliato
    24/05 2008

    Da oggi,per i sostenitori di Marco Travaglio,sono aperte le iscrizioni al movimento ‘Forza Gonzi’.Esso raggrupperà tutti coloro che non hanno votato Pdl,secondo la simpatica espressione del geniale Leader,che quest’anno ha preferito non chiamarci c…ni.Infatti tale gentile aggettivo ci designava quando c’era Prodi,nel 2006,ma ovviamente,avendo di fronte Veltroni Egli ha preferito il più leggiadro ‘gonzi’.Sempre meglio dei palermitani,che alla Zisa,nel Maggio 2007,Egli definì ‘handicappati mentali’,se non votavano Cammarata.Insultando così in un colpo tutti i disabili.Che classe,questo Leader,veramente è un uomo di Alta Classe.Come ha detto un suo servo,Travaglio compie sacrilegio quando parla o scrive di Lui…

  226. Elisabetta G.
    24/05 2008

    la parola handiccapati non significa necassariamente “diversamente abile”. Tu che poco fa hai parlato di etimologia, vai a vedere che significa

  227. Talita
    24/05 2008

    Sparpagliato, ti dirò che una delle mie incombenze abituali è lo studio stilistico dei testi più vari, da cui si possono desumere innumerevoli caratteristiche dell’autore. Quindi non venirmi a parlare di “calma e riflessività” che avresti desunto dal mio post: a questo punto, scusami, ma fai sghignazzare.
    Infine – e poi passo e chiudo – se vuoi celiare (a Milano si dice “ciurlare nel manico”), fallo con il tuo convivente: è risaputo che la vita familiare beneficia assai dell’allegria in casa.
    Ti saluto, Sparpagliato!

  228. Michele Sparpagliato
    24/05 2008

    Qualcuno sa qualcosa su Vittorio Sgarbi candidato a Salemi?Da Milano a Salemi?Forse per la vicina Gibellina,città d’arte?Speriamo in un altro incontro Sgarbi-Travaglio,magari a Salemi!

  229. gianfranco
    24/05 2008

    sgarbi è candidato sindaco di salemi (TP)

  230. Michele Sparpagliato
    24/05 2008

    Sparpagliata cara,non capisco il milanese,e non capisco perchè mi replichi in questa maniera inurbana.Io resto convinto della tua vispa caratterialità,e del comune sentire che un giorno ci permetterà di conoscerci.
    Quindi,come sempre,complimenti vivissimi.
    Per Elisabetta:vedi che il Gaudente Leader,dopo le parole della Zisa,ha come sempre smentito o rettificato il suo genuino dire.Chiusi l’ergomento(fuori tema).

  231. Michele Sparpagliato
    24/05 2008

    Sgarbi è candidato a Sindaco di Salemi?Questa è una notizia…e per quale lista?

  232. Michele Sparpagliato
    26/05 2008

    Non sono un esperto giurista,come l’Avv.Pivetti,ma vorrei delle risposte puntuali su quanto ha fatto rilevare ‘Ex’.Non ha senso dare del ‘Travaglio’a questo blogger(è un poco come fanno coloro i quali danno del fascista acon facilità),ma sarebbe bello leggere risposte puntuali sui contenuti dei quesiti posti.Cordiali saluti.

  233. jacopo
    29/05 2008

    Ciao michele…ti ricordi di me?
    Sono ricapitato, non per sbaglio, sul tuo blog dopo qualche settimana…
    volevo chiedere perchè mai vorresti “abolire” Marco Travaglio.
    Nella trasmissione di Fazio si è limitato a riportare quanto già scritto in un libro di Lirio Abbate, premiato con tre premi tra i quali uno intitolato a Borsellino, a proposito del presidente del Senato Schifani.
    Egli ha detto: o qualcuno dice che le parole di Abbate sono bugie, e dunque gli si ritirano i premi, oppure si deve poter parlare di quanto c’è scritto in quel libro.
    E in quel libro, c’è scritto che Schifano fondò una società di brokeraggio con 4 parsone. Tra queste, tre vennero condannate per mafia.
    Dove sta l’offesa al presidente del senato?
    Perchè si richiede un contraddittorio?
    La verità non ha bisogno di essere mediata.
    Schifani fino ad ora non si è pronunciato sull’accaduto.
    Ti faccio presente che tempo fa Schifani aveva querelato l’Espresso per le stesse cause e ha perso la causa.

  234. Ex
    30/05 2008

    Ringrazio il sig. Michele Sparpagliato per le parole relative ai miei interventi.
    Applaudo l’intervento di jacopo: puntuale, stringente, logicamente ineccepibile.
    Continuo ad aspettare, oramai insieme ad altri bloggers, risposta alle domande poste.
    Ho fede in Michele Pivetti, so che si esprimerà. Prima o poi.
    En attendant Godot,
    Ex

  235. Blackhawk
    1/06 2008

    Mi ha fatto notare Marco Travaglio,oggi,sul sito di Di Pietro:ma Bertolaso 2 anni fa non ebbe i medesimi incarichi?E cosa concluse?

  236. Talita
    1/06 2008

    Blackhawk,
    forse non ricordo bene… Due anni fa non erano ancora in circolazione un certo Pecoraro Scanio e il suo seguito peloso?

  237. silvano
    1/06 2008

    bertolaso aiuterà a risolvere i problemi creati dalla checca verde (o rossa)

  238. Blackhawk
    2/06 2008

    Bertolaso era il Commissario Straordinario della Checca Verderossa,neanche 2 anni fa.Bertoloni,Berluscaso.Bassolino,Bertolino.Bassolaso e Bassonano.Asfaltino e Massoncino.
    Aspettiamo i Miracoli dell’Unto.

  239. Blackhawk
    2/06 2008

    Comunque i miei complimenti al nazista ed omofobo Silvano:la penso come lui,sono anch’io nazi-razzista(con i tipi come lui).Infatti mi fanno ribrezzo tutti coloro che disprezzano ed offendono i diversi.Tali individui godono del mio totale disprezzo e li considero,a conti fatti,la feccia dell’umanità.

  240. Michele
    2/06 2008

    Puoi stare tranquillo che qui i razzisti non hanno ospitalità.
    Non riscontro alcun termine razzista

  241. Blackhawk
    2/06 2008

    Io ho riscontrato il termine abietto,razzista ed omofobo’checca verderossa’nelle parole di tale silvano.Non mi pare poco,per definire una persona(della quale io personalmente non condivido quasi nulla,nè politicamente,nè ideologicamente).Fine della questione,se la veda silvano con la sua coscienza.

  242. 2/06 2008

    In questo blog – e segnatamente in questo post – ho ricevuto insulti ben peggiori e non ho cancellato.
    Credo che per un omosessuale sentirsi dire checca può essere fastidioso, non discuto, ma di certo non è una falsità.
    Detto questo. Chiuderei qui l’argomento onde evitare divagazioni che nulla hanno a che vedere con l’argomento in questione

  243. Blackhawk
    2/06 2008

    Sono perfettamente d’accordo con Michele,ho espresso anch’io un parere,ma non mi dilungherei più sull’argomento.Mi interesserebbero molto di più le effettive responsabilità(se ci sono,è tutto così intricato…)del Ministro Pecoraro Scanio.Io,lo dico sinceramente,nell’ultimo anno,ho avuto l’impressione che lo si usasse come caprio espiatorio,anche da parte di certa opinione pubblica.Se ha effettive colpe,sarebbe interessante conoscerne i dettagli.Gli odi,i rancori preconcetti,i pregiudizi,i luoghi comuni,gli sfottimenti,non portano da nessuna parte:portano soltanto ad altri odi e pregiudizi.Andiamo ai fatti:con l’occasione vorrei che qualcuno mi chiarisse la situazione,a Palermo,della Discarica di Bellolampo,che mi dicono esser quasi satura,anche per colpa dei comuni della Provincia.Poi saranno guai.Che mi dite??

  244. jacopo
    2/06 2008

    a michè…a me non me rispondi :)???
    me ignori così???

  245. jacopo
    2/06 2008

    ps.
    Mi spieghi cosa intendi per checca?
    Perchè se mi dici che per checca si intende solo un altro modo di dire gay, allora dovrai ammettere che nel commento del famoso Silvano l’essere gay è stato accostato pretestuosamente ed in modo dispregiativo all’essere rossi o verdi (che si riferisse al colore degli occhi?)
    Se invece mi dici che la parola checca è un termine poco carino per individuare un gay, allora si dovrà ammettere che sono stati offesi i gay.
    Quanto al fatto che ti sono stati riferiti epiteti altrettanto disdicevoli, posso testimiare a tuo favore. Io stesso ho spesso insinuato che fossi raccomandato dallo Spirito Santo.
    Tuttavia un’epiteto poco carino nei tuoi confronti non è la stessa cosa del dire checca(in modo dispregiativo) a un gay, perchè tu non sei oggetto di discriminazioni. Loro si.
    ciao ciao.
    Pps.
    Anch’io gradirei una risposta sul mio intervento a proposito di Marco Travaglio

  246. 3/06 2008

    @jacopo:
    1)la risposta alle tue domande è nel testo del post. Quello che ha fatto Travaglio è disdicevole e scorretto.
    2)in questo post non si parla di gay. Non sono neanche sicuro che un giorno aprirò un post del genere.

    @Blackhawk:
    forse l’idea di aprire un post sulla situazione rifiuti a Napoli non è male se avrò tempo oggi lo farò.
    Altrimenti lo farò di certo la settimana prossima.
    Intanto se ti va di parlarne lo puoi fare sul post “Le Città”

  247. Blackhawk
    12/06 2008

    Intanto Palermo,Enna e Messina sono coperte dai rifiuti(stile Napoli)e sono finite sul Tg1 Nazionale delle 13,30!!

  248. Blackhawk
    12/06 2008

    Il fatto che Michele scriva’in questo post non si parla di gay.Non sono sicuro che aprirò un post del genere’mi ha lasciato,a dir poco,attonito.Spero di aver capito male.

  249. Adele
    12/06 2008

    Salute Avvocato. Io la seguo molto anche se non ho mai scritto qui.Sono una mamma preoccupata del futuro dei miei figli.Sono preoccupata perchè non vedo speranze in una classe politica che si accapiglia per le poltrone e vive lontano anni luce dalla realtà.Mi domando: lei a chi fa paura? e perchè? Se taluni personaggi occupano certi posti e lei col suo talento non occupa ancora poltrone di rilievo vorrà dire che c’è qualcuno che non le vuol bene, mi sbaglio?
    Faccio il tifo per lei insieme a tutta la mia famiglia, la seguiamo e la seguiremo.
    Un caro saluto Adele Migliavacca

  250. Blackhawk
    12/06 2008

    Per esempio,considerando la mancata candidatura di Michele,oltre alle cose,giuste,che scrive Adele,rilevo dai quotidiani odierni on line il richiamo istituzionale a 33 deputati e senatori che non hanno ancora fatto le opzioni Regioni-Camera-Senato.E magari si trincerano dietro leggi e leggine regionali.Su Repubblica si parla di un palermitano che cumula varie cariche incassando ben 30.000 euro mensili di prebende!Ovviamente non faccio nomi,ma vi assicuro che sul sito di Repubblica c’è tutto!Dunque personaggi multicariche,ed altri inutilizzati nell’impegno politico(non negli stessi partiti).

  251. gianfranco
    13/06 2008

    quoto la signora Adele. a Blackhawk dico il tizio dello scandalo è il sig. Antinoro, guardacaso dell’UDC.sono certo ce Michele non mi censurerà per aver fatto il nome. 30.000€ come i 30.000 voti che ha preso.
    p.s.

    Michele è ora di farsi sentire, troppa onestà e troppo perbenismo non pagano in politica. sbatti i pugni.
    Ciao

  252. Michele Sparpagliato
    13/06 2008

    Insomma 1 euro a voto.Ho letto che questo signore è un medico.Anche lui.Ma quanti dottori che fanno politica o altre cose.Anche i nostri ultimi 2 Presidenti di Regione lo sono.Anche vari politici inquisiti e condannati lo sono.Anche lo scrittore Bulgakov(mandato in Siberia e colà ucciso dal comunista seminarista Stalin) era dottore.Anche Che Guevara(compleanno:15 Giugno,80 anni,se ci fosse),anche il Presidente del Cile Allende,anche Cirino Pomicino(psichiatra),anche il regista Dino Risi(psichiatra,pure lui)e tanti altri.Michele è Avvocato,come il Sindaco Cammarata e come Fidel Castro e Pertini.Un tempo la professione di Avvocato era quella che produceva più classe politica,a destra e a sinistra.In ogni caso,rimanendo nel ramo del Diritto,Di Liberto8Partito dei Comunisti italiani) è Professore di Diritto Romano,così come lo era Francesco Di Martino(storico leader del Psi),e come lo è il responsabile del Pdci catanese(ex sottosegetario del Governo Prodi 2).Invece tanti sono politici e basta,in tutti gli schieramenti,e praticamente essi vivono di politica,e non possono fare null’altro se non politica.Infatti non smettono mai,e non lasciano posto ai più giovani,come il nostro giovane Michele.Ce ne sono di bravi e di bravissimi,ma tutti ‘grandetti’(Napolitano,Fini,Alemanno,D’Alema.Veltroni ed…Andreotti,Berlinguer e Craxi,un tempo).Anche Bossi vive di politica(è medico mancato,non si è laureato),nonostante la Lega sia,in generale,contraria ai politici professionali,che,in Europa(secondo le teorie classiche,fra cui il Mosca)nascono a fine ’800 con la burocratizzazione della Socialdemocrazia tedesca,e,poi,con la nascita delle terribili dirigenze politiche del Comunismo e del Nazifascismo(è inutile fare l’elenco,è da rabbrividire!).Grazie per l’attenzione,e scusatemi se mi sono dilungato.

  253. ivano
    13/06 2008

    trovo corretto il post di sparpagliato

  254. Talita
    14/06 2008

    Ecco un brano di un articolo, alquanto interessante…
    __________________
    «Travaglio, l’”impresentabile” di Repubblica
    C’è un collaboratore di lusso che Repubblica tiene nascosto, relegato alle cronache locali o in uno scantinato del sito internet. Come se avesse Kakà e lo tenesse sempre in panchina. Non solo, appena può gli dà delle grandi legnate in testa, per mano del suo vicedirettore con delega sulla giudiziaria. Una cosa normale? Certo, i lettori di Repubblica possono leggere Marco Travaglio ogni domenica, ma solo quelli torinesi. Lì ha una rubrica settimanale dove risponde a una lettera (con il vezzo di un autoritratto firmato dal disegnatore Mannelli), su questioni di varia umanità cittadina: i grattacieli che rovinano Torino, le barriere architettoniche a Racconigi, il sindaco. E i processi? E i corrotti in Parlamento? E i deputati amici dei mafiosi? Di quelli Travaglio parla ad Annozero, da Fazio, sull’Unità, su Micromega, nei libri con Gomez, quasi mai su Repubblica. Una rapida ricerca nell’archivio del quotidiano e viene fuori che i pezzi scritti da Travaglio nell’ultimo anno, lasciata fuori la rubrica torinese, sono solo sette. In media tre quarti di articolo al mese. Poi c’è il suo blog su Repubblica.it, «Carta canta», una collezione di ipse dixit politici, puro esercizio di archivistica di cui Travaglio ha fatto un’arte. Ma il suo contributo al quotidiano si ferma qui. Si direbbe quasi lo abbiano dimenticato. Eppure è a libro paga, stipendio mensile, come collaboratore fisso delle testate del gruppo Espresso.» (Il Giornale, 15 maggio 2008)
    ___________________
    Beh, questo è veramente un mistero! Perrrché “Repubblica” si vergogna degli articoli di Travaglio?

  255. jacopo
    14/06 2008

    Talita sei troppo intelligente per non capirlo da sola.
    Travaglio rompe le palle, Travaglio è indipendente, non lo leghi, non lo fai stare zitto con i dollari, nè te lo compri con altri metodi.
    Le persone indipendenti, creano problemi. Repubblica non è il migliore dei mondi possibili e a quanto pare ha paura delle querele che si beccherebbe dando più spazio a Travaglio.

  256. Talita
    14/06 2008

    Jacopo, mi sembrava chiaro di aver fatto una domanda retorica. Ovviamente io mi sono già data una spiegazione del perché Travaglio è censurato perfino da “Repubblica”, che è poi il giornale che recentemente non ha esitato a infangare FALSAMENTE la produzione vinicola italiana proprio in concomitanza di “Vinitaly”: il che è tutto dire!
    La “Repubblica” ama “rompere le palle”, come dici tu, e anche costruire scoop, quindi – a mio parere – la causa della censura nei confronti di Travaglio non è la rottura delle sfere.
    Ritengo che si tratti di imbarazzo, di rifiuto del copia/incolla, di nausea nei confronti della reiterazione a oltranza. E, negli ultimi tempi, perfino del fatto che si è scoperto che il sedicente “cavaliere dalla bianca armatura” (alias Travaglio) ha lerciato la sua armatura almeno in qualche occasione e proprio in quell’ambiente mafioso in cui – da aspirante Dante dei miei stivali – continua a voler relegare il Berlusca e i collaboratori del Berlusca.
    Travaglio è indipendente? Mah! Nessuno al mondo – neppure tu e io – è indipendente: dipendiamo tutti dalle nostre convinzioni e, non ultimi, dai nostri interessi materiali o ideali.
    Ormai sono quasi vent’anni che Travaglio vende la solita minestra riscaldata e ci guadagna dei bei soldini. Comportamento legittimo? Forse sì, ma nauseabondo. A me non piace la minestra, figurati quella riscaldata! E, pur non essendo seguace di Lombroso, l’espressione ridanciana e vacua di Travaglio mi dà molto da pensare.
    E mi dà anche da pensare la tua espressione “Repubblica non è il migliore dei mondi possibili”: devo dedurre che, secondo te, i migliori dei mondi possibili siano Annozero, Che tempo fa? di Fazio, l’Unità, Micromega, i libri che Travaglio copia/incolla con Gomez (uno copia e l’altro incolla) oppure – orribile rigurgito! – il bla-bla-bla di Barbacetto, di Grillo e di Di Pietro? Come mai questi “mondi” non temono le querele che, a tuo giudizio, terrorizzerebbero la “Repubblica”? Forse perché hanno santi in Paradiso con toga nera? Ma no, anche “Repubblica” può disporne e quindi la ragione è un’altra: qualche volta, repetita NON juvant, anzi ad ruinam conducunt.
    Ma questo è solo il mio parere, beninteso!

  257. jacopo
    14/06 2008

    Ciao talita. Repubblica è un buon giornale ed è quello che mio padre compra da prima che nascessi e mi trovo a casa tutti i giorni e leggo nelle pause dello studio.
    Tuttavia Repubblica è un giornale che come tutti i giornali, prende i finanziamenti pubblici, 12 milioni l’anno per stampare il doppio delle copie che vende. Di sicuro è più serio del Giornale o di Topolino, ma per quanto ami rompere le palle, deve darsi una regolata se vuole sopravvivere.
    Per questo io credo che Travaglio lavori poco nell’edizione nazionale.
    Ovviamente anche la tua opinione è plausibile.
    I fatti che citi a proposito di Travaglio (si sarebbe fatto pagare una vacanza da un mafioso) sono stronzate. E che lo sono, te lo garantisce il fatto che quando uscì questo articolo, Travaglio invitò il giornalista responsabile a dare i dettagli della notizia e non a lanciare il sasso e nascondere la mano.
    I dettagli non sono mai usciti.
    Di Fazio nutrivo stima e simpatia fino alla domenica in cui ha letto il comunicato per dissociarsi dalle parole di Travaglio.
    L’Unità non l’ho mai letta nè mi ispira simpatie.
    Micromega è un ottima rivista di approfondimento politico, filosofico e scientifico che non ho quasi mai il tempo di sfogliare, ma che mi ha sempre gratificato quando ho letto.
    I libri di copia e incolla di Travaglio e Gomez raccontano fatti e i fatti sono asettici. Non è che un fatto può piacerti o meno. Il fatto succede.
    A causa dei fatti raccontati puoi incazzarti o meno. Tutto qua. E io spesso mi incazzo.
    Grillo lo conosco poco. Condivido tuttavia molti dei suoi quesiti referendari. Io non voglio il mafioso Cuffaro in Senato. Tu ce lo vuoi?
    Io non voglio il 20 per cento dei parlamentari condannati o inquisiti. Tu ce li vuoi?
    La parola candidato deriva dal latino che conosci bene e indica una cosa precisa che sono sicura rimarcherai.
    Oggi questa parola non ha più senso.

  258. Talita
    14/06 2008

    Jacopo, è evidente che le nostre opinioni sono agli antipodi. Come vedi, per tutto possono essere utilizzate spiegazioni varie e discordanti, ma va bene così.
    Obietto solo sul tuo seguente punto: “I fatti che citi a proposito di Travaglio (si sarebbe fatto pagare una vacanza da un mafioso) sono stronzate”.
    Scusa, vogliamo ricorrere a materiale fecale solo quando si tratta di Travaglio? Allora sono ancora più residuali (per non dire altro!) le notizione su Schifani utilizzate da Travaglio in TV. E il fatto dei dettagli non ancora noti è ininfluente: come sai, esiste una querela al riguardo e tali dettagli serviranno in Tribunale.
    Quanto ai “fatti” utilizzati da Travaglio e coautori, non riesco a credere che un siciliano non abbia imparato la lezione pirandelliana: “Così è (se vi pare)” ha scritto il grand’uomo, il che mi porta ad affermare che, nella fattispecie, a me pare in un modo e a te pare in un altro. Il che è assolutamente legittimo, ma devo farti osservare che i cosiddetti “fatti” possono essere accorciati, diluiti, cuciti, bucherellati, ridotti in tessere da mosaico e così via: in una parola, distorti. E, secondo me, è questa l’unica abilità di Travaglio.
    Un’ultima riflessione: credo che l’esistenza umana abbia una profonda necessità di pudore. Senza pudore gli uomini precipitano a livelli più bassi delle bestie, senza offesa per le bestie. Ecco, l’unico aspetto della vita che fa incavolare me è la mancanza di pudore, contro la quale non esito a reagire con tutti gli strumenti che possiedo. E Travaglio mi appare come un individuo assolutamente privo di pudore.
    P.S. Cuffaro in Senato? Io non so molto di Cuffaro, ma so di essere garantista, per cui attendo che sia definitivamente dichiarato colpevole e solo DOPO pretenderò che non partecipi alla vita pubblica. OK per l’accezione etimologica di “candidato”, a cui aggiungerei però la citazione evangelica “Chi è senza peccato scagli la prima pietra”.

  259. jacopo
    14/06 2008

    Ovvio che nessuno è senza peccato, ma potrò pretendere o no che una persona su cui ci sia un qualche sospetto sia temporaneamente sospesa dalla vita pubblica o no?
    Mica dico di lapidare Cuffaro.
    Dico solo che gente come lui potrebbe occuparsi della sua causa da lidi diversi da palazzo madama.
    Talita ti informo che all’estero succede questo e di noi ridono come si ride degli idioti. (Oltre alle osterie lombarde consiglio un giro in europa).
    Quanto al paragone tra i fatti che riguardano Travaglio, e quelli che riguardano Schifani, c’è una sostanziale differenza: i primi sono chiacchere. Niente di quanto è stato detto è stato documentato.
    Dimostrami il contrario.
    Le condanne di tre dei soci di Schifani (D’Agostino, Mandalà e Lombardo) sono atti pubblici.
    Talita, mettere le due vicene sullo stesso piano è indecente.

  260. jacopo
    14/06 2008

    Ps
    amo la Sicilia e la brava gente che vi vive, e ammiro la dignità di coloro che conducono una vita onesta tra le difficoltà della mafia.
    Tuttavia non sono siciliano, e anche se amo Pirandello, e riconosce che i fatti possono essere riportati in modi diversi e faziosi, alla brava gente difficilmente capita di fondare una società con tre persone che 10 anni dopo(e non venti) vengono condannate (vuol dire che il processo sarà cominciato qualche anno prima) per mafia per ragioni diverse.
    Vorrà dire che sicuramente il presidente Schifani è uno dei rari casi della coda della gaussiana.
    Ma il nocciolo della mia domanda non è neanche questo. Io non devo fare il processo a Schifani, non me ne frega nulla e non ne ho diritto nè competenze.
    Dico solo che essendo vero il fatto che questo tizio, che ora è presidente del Senato, ha fondato una società con tre mafiosi (condannate negli anni a seguire, come detto dallo stesso Travaglio), chiunque deve poterlo dire senza passare per rivoluzionario o giustizialista.

  261. Talita
    15/06 2008

    Jacopo, se facciamo a non capirci, comincerò anch’io a fare la gnorri. Tu puoi pretendere qualunque cosa: qualcuno ti ha detto che non puoi? Il fatto è che, all’atto pratico, le pretese restano tali.
    In Italia esiste la legge per cui un individuo è colpevole dopo che sia terminato l’iter giudiziario, mentre non esiste la legge per cui il sospetto debba causare la temporanea sospensione dalla vita pubblica. Questi sono FATTI.
    Comparando la vicenda di Travaglio e quella di Schifani, inoltre, trovo assolutamente più SCANDALOSA quella di Travaglio, anche nel caso si fosse limitato a cinguettare al telefono con il mafioso. Come sai, noblesse oblige, oltre al fatto che ancora non ne sappiamo quasi niente: diamo tempo al tempo oppure dimostrami tu che sono chiacchiere! Sono chiacchiere, perché lo dici tu? Eh no, non funziona così nella vita reale!
    Di Schifani, invece, sappiamo tutto riguardo alla società, in cui mi pare detenesse il 3% delle azioni, e ai soci identificati come mafiosi dopo vent’anni dalla frequentazione. E questi sono FATTI: quindi è vero, qualcosa di indecente c’è ed è continuare a menarla con questa canzonetta stonata, magari credendo che tutti gli altri siano scemi.
    Infine, anch’io ti do un consiglio: oltre all’Europa, fatti un giro per il mondo. Io sono stata negli Stati Uniti a marzo scorso e non ti dico come ridevano dell’Italia… Non si limitavano a darci degli idioti; dicevano di peggio e certamente non a causa di Cuffaro. E sono sicura che – poiché dovrò tornarci presto – troverò un ambiente molto meno ridanciano. Ovviamente nel frattempo continuerò a frequentare le osterie… eh…eh…eh… (Ancora non hai recepito che si trattava di una battuta: devo farti un disegnino esplicativo?)
    P.S. Avevo inteso che fossi siciliano, ma ciò non sposta i termini della questione: tu puoi fare, dire, pensare, scrivere, urlare eccetera eccetera tutto quello che vuoi. Io posso essere in disaccordo con le tue opinioni e fare tutte le cose che puoi fare tu. Se poi vuoi usare nei miei confronti espressioni come: indecente,osterie, giri in Europa e via dicendo, dispongo di un nutrito dizionario di sinonimi… Quindi accomodati pure!

  262. jacopo
    15/06 2008

    Lascio i commenti ad altri visitatori.
    Oltre a quanto detto non ho più nulla da aggiungere. Dovrebbe esistere un limite alla decenza..hihihi…
    Buon viaggio negli States, Talita. Cerca di trovare marito.

  263. Talita
    15/06 2008

    Jacopo, e tu cerca di ritrovare il CERVELLO.
    Non ti invito a cercare una moglie, perché spero che non ne troverai mai una: il tuo matrimonio durerebbe poco e sarebbe causa di profonde sofferenze per la malcapitata.
    Nel remoto caso in cui l’avessi già trovata, invece, sentirei una profonda pietà per quella povera donna. Però lenita dal fatto che chi è causa del suo mal … con quel che segue.
    Impara a discutere, Jacopo! La decenza – soprattutto in un uomo (vero) – è non scendere tanto in basso, come dimostra la conclusione del tuo ridicolo post.
    Per la prossima donna che ti “romperà le ossa” nel blog, ti consiglio un classico… La potrai invitare a stare a casa e fare la calza: un’espressione che ti si addice perfettamente, macho dei miei stivali!!!

  264. jacopo
    15/06 2008

    hihihihihihihihi.
    sei proprio na comica:)
    guarda che il “trovati un marito” non era mica un’invito a fare la donna di casa…
    Era un consiglio a cercare qualcuno che ti vietasse di mangiare yogurt al limone tutto il giorno:).
    Vabbè ora che mi hai rotto le ossa posso ritirmarmi con la coda tra le gambe.
    hihihihihi
    ps: ho 22 anni e a sposarmi non ci penso proprio. Tuttavia sono felicemente fidanzato con la più bella ragazza della mia facoltà. Mi adora.
    hihihihhihi

  265. Talita
    15/06 2008

    Più comica di te? Lo escludo! Più comica di uno che VIETERÀ alla sua futura moglie di mangiare lo yogurt al limone? Impossibile!
    E poi che cos’altro? Le farai indossare il burka???
    La più bella ragazza della tua facoltà… Uhm… In base a quali parametri universali?Comunque le auguro di aprire gli occhi e, prima che sia troppo tardi, smettere di adorarti… eh…eh…eh…
    Impara a discutere, Jacopo! A ogni intervento peggiori la tua immagine… Dalla padella alla brace, come suol dirsi.
    P.S. Un 22enne universitario che scrive “un’invito”??? Bah!

  266. Talita
    15/06 2008

    2° P.S. Jacopo, ti prego: smettila di rivolgerti a me!
    Con te è come sparare sulla Croce Rossa!

  267. jacopo
    15/06 2008

    hihihihi.
    Rosica rosica:) tu continua così e resti zitella a vita.
    hihihihi.

  268. Talita
    15/06 2008

    Jacopo, anch’io ti rivolgo UN INVITO (senza apostrofo, universitario ventiduenne!): ti conviene smetterla qui e ricominciare la scuola dall’asilo!
    Ricordi che cosa ho detto del senso del pudore? A 22 anni dovresti già averlo sviluppato oppure per te non c’è più niente da fare… Come pure dovresti evitare di dire sciocchezze: io sono zitella perché lo dici tu? Segui le orme del tuo caro Travaglio?
    OK! Con le tue stesse cognizioni affermo che tu non sei affatto fidanzato, ma anzi ti rifiuta anche la più brutta della scuola media che frequenti: stai ripetendo la prima classe da dieci anni (come evidenziano i tuoi errori da prima elementare) e tutti ti prendono in giro.
    L’unica persona che ti sopporta è la tua brava mamma, tanto eroica da non averti soffocato in culla.
    P.S. Vogliamo andare avanti così? Prego, fa’ pure. Ma non ti divertiresti di più con un cavallo a dondolo?

  269. jacopo
    15/06 2008

    hihihi
    Chiunque leggesse i tuoi acidi commenti privi di contenuti penserebbe che tu sia una zitella.
    Io non ho nemmeno un unghia di Travaglio. Lui riporta fatti, quali condanne di tribunali della repubblica. Io mi limito a perder tempo con te. Capisco che tu e i parallelismi abbiate litigato da piccoli, come si evince dall’aver messo sullo stesso piano la vicenda Schifani con le calunnie rivolte a Marco, però ora addirittura paragonare Travaglio a me…insomma…fallo almeno per rispetto nei suoi confronti:) hihihi
    A dire il vero è da oggi che dico “questo è l’ultimo commento”…poi però leggo le tue risposte, rido e mi viene da rispondere:)
    Che ti devo dire…sarà che lo studio degli autovalori dell’hamiltoniana della catena lineare è stato così appagante da farmi sentire leggero di cazzeggiare con te.
    A dire il vero non sembrava…oggi avrei preferito continuare a leggiucchiare le dispense sui gruppi di Lie di G.’t Hooft che trovi sul sito dell’Institute for Theoretical Physics di Utrecht (bellissima cittadina Utrecht…ci sei mai stata?). Però i corsi volgono al termine e dovevo tenere il passo delle lezioni.
    hihihihi
    Sulla mia condizione civile puoi dire o pensare quel che ti pare:)).Fai te…
    Non escludo che questo non sia il mio ultimo commento:)

  270. jacopo
    15/06 2008

    Ps: ci sono almeno 3 errori nel mio ultimo commento.
    hihihi

  271. jacopo
    16/06 2008

    http://it.youtube.com/watch?v=hCVxDGI2v4U&NR=1

    Forse questo video risponde ad alcune delle questioni sollevate nella discussione, come per esempio il motivo per cui Repubblica tiene nascosto Travaglio.
    Chi parla è un premio Nobel.
    Avrà magari più feeling di noi quando dice quello che dice.

  272. Talita
    16/06 2008

    Pensaci, Giacomino… (perfino il nome Jacopo è pretenzioso ed eccessivo per te…)
    Chiunque leggesse i tuoi commenti balordi ma pieni di contenuto – ossia errori grammaticali tipici della prima elementare – penserebbe che tu sia un decerebrato.
    Invece sei una testina che crede di acculturarsi su Wikipedia e You Tube e – povero cervellino! – spara paroloni per mostrarsi colto… Più che altro, invece, sei stato còlto (accento grave): in fallo! Eh…eh…eh… Ma chi vuoi incantare?
    E poi non reggo alla noia dei tuoi scarabocchi ripetitivi, aggravati dalle tue ossa ormai in frantumi: ricompra la bomboletta di vernice spray che usi di solito e continua a scrivere sui muri dei WC pubblici! Magari così ti farai qualche amicizia in più.
    Fine dei messaggi.

  273. gianfranco
    16/06 2008

    talita mi fa sognare…..

  274. Lorenzo
    16/06 2008

    Ma te lo hanno mai detto che sei un infinito coglione? Non capisci un emerito cazzo, non ti permettiamo di sputare in questo modo su un uomo che ha portato il giornalismo al suo stato originario, quello per cui è nato, cioè INFORMARE. Dì un pò, tu segui solo il Tg1 vero?

  275. jacopo
    16/06 2008

    Sempre più acida…
    hihihihi
    I miei commenti BALORDI??? Di un po’ Talita…fai fatto un salto in qualche osteria lombarda ultimamente??
    hihihihi
    Fino a due giorni fa ho ripetuto al vento perchè difendo Marco Travaglio. Citando FATTI.
    Stanco di parlare al vento,
    da ieri mi diverto a cazzeggiare con te.
    I miei post Balordi???
    Trovamene uno.
    Le bombolette, i wc pubblici???
    Sei proprio na sbarellata;)!!
    Vabbè va…vado a fare cose serie…
    ps…grazie per non avermi fatto notare gli (almeno) 3 errori fatti nel commento precedente. Evidentemente hai avuto pietà di uno cui hai già rotto le ossa da giorni;)
    hihihihi

  276. jacopo
    16/06 2008

    Ah…Giacomino è un bel nome…se vuoi puoi chiamarmi così.
    In effetti lo dico spesso ai mamma che Jacopo mi piace poco.
    Però mi è andata bene…pensa che avrebbero potuto chiamarmi Palmiro od Edoardo.
    hihihihi
    Certo che pure i tuoi sono stati fantasiosi con il nome eh;)??
    hihihihi

  277. Talita
    16/06 2008

    In questi giorni Travaglio è travagliatissimo: soffre di dolorosi mal di pancia, prolungati e imbarazzanti (in quanto a conseguenze olfattive). E frigna, perché gli stanno togliendo il giocattolo… Gasp! Le intercettazioni saranno limitate e i magistrati dalla bocca larga (e dalla longa manus) saranno sculacciati a dovere!!! E pure i giornalisti simil-Travaglio! Insomma, culetti rossi per tutti!
    Travaglio è disperato. Che valore può avere per i magistrati, se non potrà più diffondere in anteprima e ripetere fino alla nausea il-colore-delle-mutande-della-velina-amica-di-questo-o-quel-politico-di-Destra? Dunque Travaglio pensa al suo futuro incerto e – mumble… mumble… – progetta di scrivere un libercolo di poesie… “Sì, ma adesso io che faccio? Dovrò far solo il pagliaccio? Ma che dire? Ma che fare? Dovrò sol copia/incollare?”…
    Ma no, idea geniale! Per difendere le intercettazioni – che gli procurano pane e companatico – gli resta ancora l’Unità-trallallero-trallallà (notoriamente la Repubblica non lo vuole) e allora scrive: “Le cronache sono piene di omicidi che vengono risolti grazie alle intercettazioni: da Cogne in giù” (L’Unità, 9 giugno 2008).
    Ma anche qui manca clamorosamente il bersaglio: Cogne??? Risolto??? E con quali PROVE??? Ah sì, con le prove che hanno fatto i magistrati per cercare di rendere credibile una sentenza basata solo su ipotesi e teoremi: le prove davanti allo specchio!
    Travaglio insiste: quel cattivone del Berlusca non vuole essere ascoltato al telefono, quando parla delle sue fanciulle… Però Travaglio non ci dice mai che cosa cinguettava al telefono con il suo amichetto mafiosetto. Eh…eh…eh… Esistono intercettazioni al riguardo? E dai, Travaglio – per il diritto di cronaca che sempre invochi – chiedi ai tuoi amici magistrati la trascrizione dei tuoi cinguettii e regalaci un articolo al riguardo! Beninteso, sull’Unità-trallallero-trallallà, visto che Repubblica ti tiene in naftalina.

  278. Michele
    16/06 2008

    Rispondo a Lorenzo ringraziandolo di aver fatto visita su questo blog ed invitandolo a ritornare al più presto.
    Caro Lorenzo,la risposta è no. Io guardo essenzialmente SkyTg24. Ma a seconda dell’orario guardo anche gli altri. Reputo di essere sufficentemente attrezzato per poter guardare ed ascoltare ogni cosa senza correre il rischio di essere ipnotizzato dal politico di turno.
    Tu invece?

  279. Talita
    16/06 2008

    La risposta di Michele ha attirato la mia attenzione sul post di Lorenzo, che ahimè mi era sfuggito! Caspita, che classe!
    Io adoro il tono politically correct e la signorilità innata di Michele, ma in questo caso – da user abituale di questo blog – mi sento di colloquiare anch’io con Lorenzo: ma fuori dei denti, come suol dirsi.
    Caro Lorenzo…
    1) Per riconoscere un “coglione” – come dici tu con lessico povero-povero – occorre un coglione e mezzo (parlo la tua lingua, così ci capiamo meglio).
    2) Mi spavento sempre moltissimo, quando un individuo parla al plurale. “Non ti permettiamo”: tu e chi altri? E, se qualcuno non volesse chiedervi il permesso, che cosa fareste?
    3) “Po’” si scrive con l’apostrofo, non con l’accento. Non sarebbe meglio che tu imparassi di tutto un PO’…eh…eh…eh… invece di memorizzare solo espressioni da centro sociale?
    4) Secondo te, tu hai il diritto di esprimere le tue opinioni e gli altri no? Uhm… sei nato troppo tardi… Saresti andato molto d’accordo con Hitler e Mussolini! Ma anche con Stalin.
    Tanto ti dovevo, caro Lorenzo e – per farmi perdonare della mia brutale franchezza – ti dedico il post scherzoso che ho scritto sul tuo idolo dai piedi d’argilla.
    A presto, caro Lorenzo! Se mi “permettete” questo saluto, beninteso!

  280. silvano
    17/06 2008

    Michele un giorno mi spiegherai come fai a restare sempre cosi calmo

  281. 17/06 2008

    Cari amici, credo che se si scendesse al livello di taluni personaggi si incorrerebbe nell’errore di far diventare questo spazio un ring. Inoltre, parolacce ne dico molto poche, perchè sprecarle laddove madre natura ha fatto già il suo dovere?

    p.s.
    silvano anche tu mattiniero vedo…

  282. Talita
    17/06 2008

    Ciao, Michele!
    Non posso darti torto, ma neppure ragione piena. È vero: un blog dovrebbe essere funzionale alla discussione – senza trasformarsi in un ring – ma all’atto pratico esiste una sottospecie di persone, sebbene svantaggiate dalla natura, che hanno ricevuto il malefico dono della furbizia. Non intelligenza, ma furbizia. In altre parole, sono come la bacchetta del rabdomante e “annusano” il ritegno altrui… Così credono di poter sfogare i loro bassi istinti, attaccando senza ragione con la certezza di non essere ripagati con la stessa moneta.
    E, per restare nell’argomento di questa sezione, ciò è confermato dallo stupore nevrotico con cui Travaglio – maestro negli attacchi inutili e pelosi – reagisce quando qualcuno gli sfiora anche un solo capello.
    Questo laissez faire (che molto spesso in politica e nella vita quotidiana si è trasformato in “buonismo” apparente) ha causato gravissimi danni, non ultimo che una certa parte si è convinta di essere l’unica ad aver il diritto di parlare e sparlare, quasi sempre a sproposito e con un’aggressività degna di miglior causa.
    La mia personalissima opinione è che non è sempre utile porgere l’altra guancia e che anzi ci si deve arrendere a usare la stessa moneta con i prepotenti. Anche perché quasi mai i prepotenti hanno i numeri per farla franca. I Latini, nostri padri e maestri, dicevano “Noli dare margaritas porcis”…
    Detto ciò, rinnovo tutta la mia ammirazione per la tua ragionevolezza e signorilità. A presto!

  283. 17/06 2008

    Cara Talita, in linea di massima concordo con te, mi piace solo pensare che se rispondessi loro sarebbero più contenti. Restando invece nei binari di quella civiltà che conosciamo in pochi, magari sti 4 smidollati s’incazzano di più…. :-) e la mia goduria aumenta ;-)

  284. Talita
    17/06 2008

    Michele, approvo entusiasticamente!!! E quindi via così: un colpo al cerchio, un colpo alla botte e due colpetti – in contemporanea – sul crapino dei prepotenti… eh…eh…eh…

  285. Luisa Lane
    24/06 2008

    Però,per esser sincero,a me pare che proprio Talita(ottima scuola vittimistica berlusconiana-sgarbiana)sia la prima a cercare la rissa.Forse mi sbaglio,ma mi appare come la personalità più rissosa ed insultante del blog.Ma è giusto che dica la sua,quindi,insieme a Voltaire,dico di non condividere nulla di quel che scrive,ma che darei la vita perchè ella possa esprimersi.

  286. Talita
    24/06 2008

    Michele, qui c’è da divertirsi…
    Non è buffo chi prende un nick femminile e poi si tradisce immediatamente con “per esser sincero”?
    Non è patetico che, se io non scrivessi qui, il traditore di se stesso non avrebbe nulla da dire?

  287. M.Sparpagliato
    27/06 2008

    A chi ha insultato il giornalista Lirio Abbate(di nuovo minacciato dalla schifosa mafia-come dice Cuffaro),infamandolo in quanto autore del libro ‘I complici’,e come ‘associato’al Clan Travaglio,consiglio di guardare su Rosalio.it il Blog che gli è stato dedicato per solidarietà.Anche tu,Michele,leggilo e rifletti.

  288. Luisa Lane
    27/06 2008

    Sono orgogliosamente lesbica,e mi scappa il maschile.Chiedo scusa a tutte e tutti,ed a Talita in particolare,visto che mi è stranamente tanto cara.

  289. Luisa Lane
    27/06 2008

    Consiglio a tutti la stupenda intervista a Travaglio,testè uscita,a cura di Claudio Sabelli Fioretti,che in altro volune intervista quella gran brava persona(senza ironia!)di Sandro Bondi,ex compagno e sindaco del Pci comunista,prima della conversione ‘arcoriana’.Ottimi libri,ma un pò carucci.Fate voi.

  290. Marcus
    9/07 2008

    Consiglio a tutti di leggere questa lettera aperta a Giuseppe D’Avanzo.

    Egr. Dott. D’Avanzo,
    le scrivo in relazione al suo articolo, pubblicato su La Repubblica di martedì 13 maggio, e alla risposta alla lettera di Travaglio pubblicata, sempre su La Repubblica, in data odierna (mercoledì 14 maggio). Desideravo sottoporle alcune osservazioni, nella speranza che possa trovare il tempo e l’interesse di condividerle.
    In merito alle discusse affermazioni di Travaglio su Schifani, rilasciate nel corso dell’ormai famosa intervista a Fabio Fazio, affermazioni che peraltro citavano fatti già noti alle cronache perché già pubblicati da l’Espresso e sul libro “I Complici”, a firma di giornalisti che dovrebbero, per analogia, condividere con Travaglio perlomeno un concorso di colpa, ammetto di condividere solo in parte il suo articolato pensiero. [continua a leggere]

    Condivido la sua opinione quando afferma che, nell’intervista, le parole di Travaglio, a prescindere dal fatto che questo rispondesse ad una sua precisa volontà, fossero tali da indurre l’ascoltatore a ritenere che Schifani fosse in rapporti con la Mafia. Parimenti, però, devo ammettere di condividere il punto di vista di Travaglio, quando, alla luce dei fatti dallo stesso enunciati, più o meno implicitamente anticipi un giudizio di colpevolezza, quantomeno morale, di colui che oggi è chiamato ad occupare la seconda carica più alta dello Stato.
    I fatti raccontati da Travaglio, infatti, mi fanno ritenere o sospettare che Schifani abbia potuto, forse consapevolmente, dunque con responsabilità penale, o inconsapevolmente, ma con altrettanto grave colpevole leggerezza, intrattenere rapporti con pericolosi e rilevanti esponenti di Cosa Nostra.
    Il problema, infatti, è che le circostanze che chiamano in causa Schifani non possono essere decontestualizzate dalla realtà ambientale siciliana nella quale si sono consumate. Basta non perdere mai di vista i fatti (incarico come consulente urbanistico per la progettazione del PRG), il contesto ambientale (comune di Villabate, provincia di Palermo, Sicilia), gli interessi economici coinvolti (approvazione del nuovo PRG per la realizzazione di un mega centro commerciale), il settore di attività interessato (costruzioni e commercio), la comune diligenza suggerita dalle circostanze (che in Sicilia si potrebbe tradurre nella consapevolezza di potersi trovare ad avere a che fare con personaggi molto poco raccomandabili, con delle probabilità direttamente proporzionali al tipo e all’entità economica dell’investimento). Se io oggi mi trovassi in una situazione simile a quella di Schifani, saprei bene di poter correre un rischio analogo.
    A questo si deve anche aggiungere, anche se Travaglio non ne ha fatto cenno nell’intervista con Fazio, il sospetto, mai penalmente dimostrato, che accompagna la nascita e la vittoria elettorale di Forza Italia, venuta alla luce dopo le stragi del ’92-’93 e la scomparsa dei movimenti autonomisti promossi numerosi con il concorso di Cosa Nostra. Un movimento del quale proprio Nino Mandalà fondava un circolo a Villabate e nel quale avrebbe poi occupato la carica di membro del direttivo provinciale.
    Quando lei puntualizza nella risposta a Travaglio, pubblicata su La Repubblica di oggi (mercoledì 14 maggio), che Schifani fu ingaggiato dal comune di Villabate a metà degli anni ’90 mentre Nino Mandalà venne arrestato solo nel 1998, e che pertanto da questo non se ne possa certo ricavare un giudizio, dimentica un dettaglio di non trascurabile importanza, se letto nel quadro di insieme di tutte le condizioni di contesto precedentemente enunciate, che fa assumere alla posizione di Schifani una luce quantomeno opaca. Lei, infatti, ha dimenticato di ricordare che all’epoca in cui Schifani si occupava del PRG di Villabate e delle sue varianti, il figlio di Nino Mandalà, Nicola Mandalà, veniva arrestato per Mafia. Cosa che avrebbe determinato un allontanamento temporaneo del Mandalà padre da Forza Italia, per farvi successivamente rientro come membro del direttivo provinciale.
    Questo è il quadro di insieme senza il quale la situazione descritta da Travaglio perderebbe, a mio avviso, di ogni pregnanza.
    Per di più Schifani oggi occupa la seconda carica più alta dello Stato, principalmente o esclusivamente per meriti di lealtà e fedeltà al capo, dopo essersi contraddistinto in negativo per l’incostituzionale Lodo Maccanico-Schifani, una legge approvata il 20 giugno 2003, che sospendeva i processi in corso contro le «cinque alte cariche dello Stato» e che soprattutto sospendeva di fatto il processo SME per il presidente del Consiglio Berlusconi finché egli avesse mantenuto la carica. Legge in seguito dichiarata incostituzionale (13 gennaio 2004). Anche l’approssimativo e litigioso governo Prodi aveva saputo fare meglio proponendo per la carica Franco Marini ex segretario nazionale della CISL e ministro del Lavoro.
    Il suo racconto tradisce, a mio avviso, una vena di pregiudizio o di astio nei confronti di un giornalista, Travaglio, che, facendo leva con calcolata premeditazione o assoluta buona fede, a seconda dei punti di vista, sulla crescente indignazione della gente per gli ingiustificati e odiosi, in quanto totalmente estranei ai più elementari criteri meritocratici, privilegi della ‘casta’ (sentimenti alimentati da una maggiore consapevolezza dei fatti che Travaglio stesso ha incontestabilmente concorso a portare a conoscenza dell’opinione pubblica), ha conquistato un successo mediatico ed editoriale invidiabile. Un successo che la induce a intravedere in ogni esternazione di Travaglio il calcolato fine di alimentare la propria popolarità e i propri guadagni, soffiando sulla fiamma del sentimento di antipolitica e di qualunquismo, ciò di cui è, nelle stesse identiche proporzioni, accusato di fare anche Beppe Grillo.
    Quanto alla citazione di quell’episodio che vede coinvolti Travaglio, Ciuro e Aiello, oltre ad apparirmi di cattivo gusto, mi sembra del tutto inappropriata, perché forza intenzionalmente, simulando un paradosso, un’analogia tra due situazioni che sono comparabili solo e nella misura in cui non si tenga conto delle diverse circostanze che ne definiscono il quadro oggettivo di riferimento.
    Credo che qualunque persona di buonsenso, con la normale “diligenza del buon padre di famiglia”, di fronte all’invito di un investigatore (Ciuro) di celebrata fama nella lotta alla Mafia, di supposta assoluta integrità morale (allora), strettissimo collaboratore del sostituto procuratore Antonio Ingroia (allievo prediletto di Paolo Borsellino), non avrebbe mai potuto minimamente sospettare quanto si è successivamente appreso sul suo conto (condannato per concorso esterno in associazione mafiosa).
    Diverso, molto diverso, mi sembra il caso di chi, nelle circostanze descritte in precedenza (incaricato dal comune di Villabate, in qualità di consulente urbanistico per la realizzazione del PRG, lui, avvocato e fondatore di una società di recupero crediti, e artefice delle varianti al PRG collegate alla realizzazione di un mega centro commerciale, in una zona ad alta densità mafiosa, in un settore, quello delle costruzioni e del commercio, ad altissima infiltrazione mafiosa, con l’ombra di un soggetto, Nino Mandalà, di cui non credo si potesse, anche allora, ignorare la caratura mafiosa, considerato che il figlio Nicola in quel periodo veniva arrestato per Mafia e che in una comunità come Villabate certe cose non possono non sapersi o sospettarsi), oggi riveste la carica di Presidente del Senato.
    Non posso credere, proprio perché la stimo come giornalista, che lei, in assoluta coscienza e buona fede, non abbia saputo cogliere queste differenze.
    Cordialmente,

    Alessandro Collura

    Fonte http://www.bispensiero.it Autore Alessandro Collura

  291. Talita
    25/08 2008

    Una delle tante cose che Travaglio non riesce a capire.
    Dunque l’Unità-trallallero-trallallà ha ri-ri-ricambiato direttore. Liquidato il furente Furio Colombo e poi il suo clone Padellaro, adesso è la volta di Concita De Gregorio.
    A tutte le persone normali è chiaro che trattasi di avvicendamento ben motivato dal crollo di consensi dovuto alla crescente faziosità del giornale (che da tempo ha perso di vista i confini della realtà), ma non a Travaglio che oggi ha pubblicato sul giornale-trallallero un articolo intitolato “Scusate, ma non ho capito”…
    __________
    Travaglio denuncia il ruolo avuto nella vicenda da Walter Veltroni: “Non è usuale che un segretario di partito licenzi un direttore di giornale e indichi le caratteristiche del suo successore”. Insomma, un “peccato originale destinato inevitabilmente a incombere sul futuro”. Inoltre, “avrei preferito che qualcuno spiegasse perchè l’avventura di questo giornale risorto per il duo Colombo-Padellaro debba finire”. (Il Giornale, oggi)
    __________
    Eppure è semplice da capire: non tutte le resurrezioni riescono… col buco e, in particolare, quella sponsorizzata dal duo Colombo-Padellaro ha creato uno zombi.
    A proposito di Concita, Staino ha celiato che l’accoglieranno con un sorriso che in realtà è una paresi… Ma non è detto! Magari la graziosa signora possiede il pudore che non hanno avuto Colombo e Padellaro, e che è assolutamente sconosciuto all’emerito copia/incollatore antimafia.

  292. Talita
    27/08 2008

    Purtroppo devo ritrattare e sottolineare la caduta di ogni mia speranza dopo aver letto l’editoriale di ieri della nuova direttora dell’Unità (disgraziatamente rimasta a livello trallallero-trallallà!).
    Dunque, l’incipit mi aveva rallegrata e avevo sentito una sorta di sorellanza (bruttissima parola, malamente abusata, che mi ero concessa come eccezione al mio usuale politically incorrect). Avevo infatti letto:
    ______________
    “Sono cresciuta in un Paese fantastico di cui mi hanno insegnato ad essere fiera. Sono stata bambina in un tempo in cui alzarsi a cedere il posto in autobus a una persona anziana, ascoltare prima di parlare, chiedere scusa, permesso, dire ho sbagliato erano principi normali e condivisi di una educazione comune.”
    ______________
    E tra me e me dicevo: Brava! È vero! Anch’io!
    Ma poi l’immancabile stilettata:
    ______________
    (…) “Ho saputo senza ombra di dubbio che essere di destra o di sinistra sono cose profondamente diverse, radicalmente diverse: per troppe ragioni da elencare qui ma per una fondamentale, quella che la nostra Costituzione – una Costituzione antifascista – spiega all’articolo 2, proprio all’inizio: l’esistenza (e il rispetto, e il valore, e l’amore) del prossimo. Il “dovere inderogabile di solidarietà” che non è concessione né compassione: è il fondamento della convivenza.”
    ______________
    Insomma, l’iniziale epico tono alla Blade Runner – “Ho visto cose che voi umani…” – è naufragato miseramente nel classico e mefitico vizio dell’appropriazione indebita, tipico della Sinistra più retriva e più ignorante: la solidarietà – come Giovanni Falcone, come l’intelligenza, come la cultura e chi più ne ha più ne metta – sono proprietà privata della Sinistra!!!
    Allo stesso modo io potrei dire che un brutto tiro viene generalmente definito “tiro mancino”, ma non lo dico, perché non ho sufficiente cultura…
    Che peccato, signora Concita!

  293. Vozzo Vozzi
    1/09 2008

    Credo che la nuova Direttrice dell’Unità sia destinata a stupirci.Trattasi di ex giornalista del comunistissimo Repubblica,quotidiano dedicato soltanto al vituperio del Dr.Berlusconi e dei suoi collabotatori,sia illustri che secondari.Mi auguro che la Sig.re Talita smascheri tale figura,a torto esaltata dalla stampa di sinistra.

  294. Vozzo Vozzi
    1/09 2008

    Condivido pienamente l’intervento di Talita,donna che stimo profondamente,persona competente e qualificata.Di lei apprezzo i dettagli che ci fornisce su varie specifiche.

  295. P.Rudusa
    1/09 2008

    Davvero notevole il contributo che il Presidente Berlusconi sta dando in queste ore in seno all’Europa in spirito di Pace.Con l’aiuto di Frattini vuole assolutamente evitare ogni sanzione alla Russia e a Putin,pur mantenendo il fermo legame con gli Usa di Bush.E’davvero una grossa partita,da Statista completo,che gioca sul piano internazionale.
    Ottimo il lavoro svolto con il Rais Gheddafi
    pur se molto oneroso per l’Italia,che riconosce il suo passato fascista e colonialista.Bisogna indrnnizzare prontamente quei 20.000 italiani espropriati dalla Libia dei loro beni nel 1970!Inoltre c’è il grave problema degli ebrei di Libia,perseguitti dal fascismo e dal gheddafismo abtiisraeliano,come racconta Eric Salerno nel suo bel libro.Un ottimo lavoro è stato svolto,per gli accordi,dal nostro ambasciatore a Tripoli Dott.Trupiano insieme al Ministro Frattini,al Ministro D’Alema,al Presidente Prodi ed al Presidente Berlusconi.L’indennizzo dei danni fascisti e coloniali alla Libia da parte italiana per gli anni 1911-42 è un fatto epocale,che già fa storia.Sarkozy è imbarazzato per l’Algeria e non parliamo della Gran Bretagna!
    Ancora complimenti al Pdl r al suo Leader.

  296. Vozzo Vozzi
    1/09 2008

    Il grande pericolo non è più la Libia,nè l’Iraq,ma bensì la Cina.

  297. Talita
    1/09 2008

    Grazie, Vozzo Vozzi! La signora Concita non è da smascherare: purtroppo si è subito tolta la maschera volontariamente!
    Però è da capire, perché naviga in un mare infestato da squali. Finora, a “Repubblica”, si era prevalentemente interessata di cronaca rosa o violetta… Adesso deve necessariamente fare cronaca rossa, in un giornale talmente sconquassato che non può fare a meno di sottolineare continuamente che è stato fondato da Antonio Gramsci.
    È altrettanto evidente che Antonio Gramsci altro non può fare che rivoltarsi nella tomba!
    Per capire meglio l’ambiente, basta leggere il Comunicato delle redattrici e dei redattori de l’Unità (18 luglio 2008) in http://www.unita.it/view.asp?IDcontent=77268
    Tra le altre facezie, quella che mi ha colpito di più è la frase “Le forme sono sostanza”: sembra che i bravi redattori e redattrici dell’Unità non si siano nemmeno accorti della presenza tra loro di tale Furio Colombo, che della forma ha fatto il suo ideale: parlo della forma di cacio pecorino e del suo soave profumo, ovviamente!

  298. Talita
    2/09 2008

    Vozzo Vozzi, mi spieghi meglio il tuo pensiero sulla Cina?
    A me sembra che la Cina sia un pericolo per i Cinesi e per le minoranze locali, tra cui soprattutto i Tibetani.
    Per il resto, non credo che il mondo occidentale possa fare a meno dei prodotti cinesi a basso costo: quelli che vengono fabbricati ignorando ogni diritto dei lavoratori e in cambio di una ciotola di riso. Però costano poco e dunque la Cina non si tocca! Il mondo occidentale, inoltre, non può neppure fare a meno di un mercato tanto vasto e dunque la Cina non si tocca!
    Concludo con un eloquente pensiero di Mao: “Grande è la confusione sotto il cielo, dunque la situazione è eccellente”. Capito l’antifona?

  299. Talita
    2/09 2008

    P.S. Figuriamoci che le rosse Coop non possono fare a meno neppure del Sudan e di quel gran campione del presidente Omar el Beshir, notoriamente dedito al genocidio.
    Gli hanno infatti costruito un sontuoso albergo a cinque stelle (finanziato dalla Libia con 130 milioni di euro) e se ne vantano pure!

  300. LILIANA POLIA
    5/05 2009

    MA SE E’ COSI FAZIOSO COME MAI E’ STATO PREMIATO DALLA FEDERAZIONE DEI GIORNALISTI TEDESCHI….E NON SI TROVA MENZIONE SU NESSUN GIORNALE?….MA ANCORA DATE FIATO ALLE ZAMPOGNE? ABBIATE UN PO DI PUDORE!!!!

  301. Michele
    6/05 2009

    ma scusi la federazione di cui sopra attribuisce patenti di verità alle persone??