Pubblicato in Archivio
12/10 2007

Che sta succedendo?

immagine.JPGVorrei proprio capire cosa sta succedendo in Italia.

Il Governo ci dice che è avazata una somma di denaro frutto della gestione precedente (Governo Berlusconi per i più smemorati) chiamata “tesoretto”, ci dice anche che lo utilizzerà in modo….anzi no in un altro. Poi ci dice che siamo indebitati fino al collo, poi esordisce dicendo che la nuova finanziaria sarà leggera perchè non abbiamo cosi tanto bisogno di soldi, poi arriva el senor Almunya e ci tira le orecchie dicendo che la nostra finanziaria non serve a risanare alcunchè.

Intanto all’interno del Governo qualche Ministro dice che voterà contro se stesso (ma poi cosa strana non si dimette) e che scenderà in piazza contro quelli che lo hanno messo lì sulla sua bella poltrona in pelle umana.

Il Ministro di Grazia e di Giustizia che si prende a male parole con Grillo salvo poi fare pace e auspicare la pubblicazione di un libro scritto a 4 mani (e ancora ci va bene, pensate se lo avessero scritto con i piedi…), nel frattempo trova le energie per segare due magistrati che indagavano su lui e sul premier e per fare una capatina a New York su una bella cabriolet in compagnia della moglie(a proposito, anche lì aereo di stato???).

E’ pure successo che Prodi abbia detto “diminuiamo gli stipendi dei parlamentari” e che Bertinotti gli abbia risposto “no caro lo abbiamo già fatto noi”.

Udite udite, avete presente Cofferati??Il cinese?Quello li comunista che più comunista non si può??Ebbene s’è sciarriato (“azzuffato” per gli amici del nord n.d.r.) con i suoi compagni per via della sua gestione del Comune felsineo.

Non ho finito: ci sono le elezioni per il candidato premier del Partito Democratico, allora che ti fa il “nuovissimo” (“ma mi faccia il piacere” direbbe il Principe De Curtis)Walter Veltroni? dice: facendo eco alla Finocchiaro (capogruppo DS al Senato…….mica nessuno…..), azzeriamo i ministri e ridistribuiamo le poltrone.

Al sor mortadella gli’è venuto un coccolone e gli ha risposto stai fresco “bamboccio” (come astutamente gli suggerisce Padoa Schioppa)il Presidente sono io (ancora) e decido io!!

Intanto il Ministro dei soldi ci avverte che le tasse sono “bellissime”. Grazie pensavamo fossero grassottelle e piene di brufoli……

A questo punto si inserisce purtroppo anche una considerazione sull’altra parte politica.

Gianfranco Miccichè ha fato una esternazione sacrosanta (circa l’intitolazione dell’Aereoporto a Falcone e Borsellino)e tutti gli si sono scagliati contro, e non potendogli dare del mafioso gli hanno vomitato addosso i peggiori insulti.

Lui, a mio avviso con un eccesso di sensibilità istituzionale che molti dei suoi interlocutori non meritano, chiede scusa.

Intanto a piazza Pretoria Diego Cammarata dopo aver silurato Totò Cintola (si quello dei manifesti che sembravano la pubblicità di Durban’s) nomina come suo sostituto un giovanotto di 70 anni che da Prizzi decide di rifare l’Assessore comunale dopo che lo aveva fatto 15 anni prima!! Della serie: a volte ritornano.

Certo che se l’UDC al suo intrno non trova di meglio vuol dire che sta messo proprio male.

Preciso che non conosco l’Assessore Cannella il quale è certamente una degnissima persona, ma accettare quell’incarico non fa onore nè a lui nè a colui che glielo ha proposto.

Dovrebbero essere giovani motivati e preparati a guidare una Città che vuole uscire dal letargo culturale in cui versa.

Detto questo: mi spiegate che cacchio succede?? Ma perchè nessuno fa nulla?? Perchè non rivotiamo??Perchè è il solo Berlusconi a volere le elezioni?

Forse perchè se i suoi sondaggi sono veri alcuni potrebbero anche starsene a casa??

Forse perchè qualche simil alleato avrebbe timore di restare ancora con le mani vuote?

O forse perchè i sinistri temono a ragion veduta altri 5 anni di Governo Berlusconi??

Aspetto che qualcuno midia delle risposte, ma dubito che ammesso che ne arrivino siano esaudienti e complete.

Io intanto mi concentro sul mio Circolo del Buongoverno di Palermo, domai si va a Roma, poi a Montecatini. La vera rivoluzione culturale e politica si fa cosi, partendo da noi giovani, che con l’aiuto di chi ha più esperienza, abbiamo il compito di reggere per altre due generazioni la nostra Nazione.

 

COMMENTI

  1. 12/10 2007

    eh .. no dico io .. ma non era proprio Prodi a predicare a destra e manca di quanto fosse positivo il bilancio italiano ? Di quali buoni frutti ha dato la caccia alle streghe .. pardon .. all’evasore ? …
    Alla fine , mi sa che son finite le parole di gaudio e di sereeenità ….

    Seguo la politica Italiana dall’estero .. e mai come ora . Anzi proprio mai non mi era successo di non capirci proprio nulla.

    Tranne una cosa: questi pur di non mollar la poltrona hanno venduto pure quel poco di dignità che restava ….

    Penso a chi li ha votati , alle famose magliette .. “io sono un co..munista” .
    Almeno un’ammissione che è stata pure verificata dai fatti ….. povera Italia.

  2. Giulia
    13/10 2007

    Prodi è solo un ……..bamboccio…..che non vuol uscire da casa Palzzo Chigi.
    Non si schioderà mai da li!Mente noi continiuiamo a subire le sue nefandezze.

  3. kociss
    13/10 2007

    come cosa è successo ?
    E Voi dove eravate? Lo volete spiegato da noi miseri sudditi cosa è successo? Vi dobbiamo fare un riassuntino?
    Piuttosto che chiedersi cosa è successo dovreste essere protagonisti di ciò che succede!!
    Basta aspettare risposte che è scontato mai verranno!
    scusate lo sfogo di un nonno “da guerra”!

  4. 13/10 2007

    caro Kociss,
    credo che lei abbia ragione. Torno adesso da Roma dove alla presenza del dott. Dell’Utri abbiamo dato vita ad una riunione precongressuale. A Montecatini il 9-10-11 novembre il suo auspicio diventerà realtà. Per adesso di più non dico.
    Continuate a seguire Il Circolo del Buongoverno di Palermo (che presiedo).
    E’ in arrivo lo sturm und drung della politica, un ricambio traumatico delle generazione che c’è stata fino ad ora.

  5. 16/10 2007

    D’accordo su tutto, caro Michele, eccetto su Micciché…ma non si può essere sempre in sintonia su ogni cosa… :-)

    Buona attività!

  6. Michele
    16/10 2007

    Caro walter,
    il confronto positivo si basa talvolta su vedute diverse.
    Viceversa il confronto negativo è soltanto uno sterile monologo a due!!

  7. 16/10 2007

    Naturalmente d’accordo. In politica ci sta la diversità di opinioni, basta non esasperare il confronto in lotta ingiuriosa… a presto…

  8. 24/10 2007

    Ragazzi la rivoluzione, il cambiamento, parte da ciascuno di noi, da quello che si fa minuto per minuto e da come lo si fa! Anche se il compagno di lavoro o di scuola ci prende per il culo, perchè magari nel prenderci per il culo usa la mentalità che è andata diffondendosi nell’ultimi anni! Cominciamo a ragionare con la nostra testa ma con una morale, e cominciamo a voler cambiare prima noi stessi, ormai succubi di una mentalità che se ne frega di tutto. L’Italia si rimetterà in piedi solo se ognuno ritirerà fuori i propri valori.
    Sveglia, cerchiamo di essere vigili ogni giorno!
    Ricominciate a chiedervi cos’è giusto e sbagliato a partire dalla vostra famiglia, mettiamoci dei freni in quello che facciamo, potiamo, selezioniamo, capiamo ciò che veramente è importante!

    Quello che succederà al governo poi verrà da sè

  9. Michele
    24/10 2007

    Punto di vista che rispetto.
    Accanto a questo riengo che ognuno abbia il diritto di provare a rivoluzionare partendo da una esperienza politica consolidata

  10. giuseppefiume
    27/10 2007

    Beh, si potrebbe riassumere il tutto in una semplice espressione,” Repubblica delle Banane”. Siamo di fronte ad una crisi della politica,e questo lo abbiamo compreso tutti, che si palesa con queste ” baruffe” che sembrano essere diventate all’ordine del giorno. Beh, veramente una bella “scenetta”,sembra quasi di rivivere in una delle tante comiche commedie di Aristofane. Ma come si suol dire:” si ride per non piangere”, è sconfortante vedere come la politica, ritenuta dai greci ” arte suprema”, si stia così svilendo.Una politica sempre più pragmatica, vuota di contenuti e idee. Bisogna rinnovare la politica. Come? Semplicemente, come asseriva Sveglia, partendo dal quotidiano e cercando di non perdere di vista gli obiettivi, i presupposti che ci siamo prefissati. Diceva il noto statista tedesco, Konrad Adenauer: ” un partito non nasce mai per se stesso, ma per il popolo”. é una massima che dovrebbe farci riflettere sul senso della politica. Rinnoviamo la politica, cominciando a prendere consapevolezza di cosa sia, effetivamente, la politica. Questa è per me la condicio sine qua non, il primo passo da fare.

  11. Michele
    27/10 2007

    Gentile Giuseppe,
    apprezzo molto il suo post e ne condivido i contenuti.

    Le dirò, lavoriamo per questo per riportare la politica sul podio delle nobili arti.
    Purtroppo però anche in politica vi sono degli uomini più al mal che al ben adusi (come scriveva Dante). Noi combattiamo per risolvere il problema alla radice.
    Il Circolo del Buon Governo è a sua disposizione, qualora volgia intraprendere con noi un cammino liberale, democratico improntato alla più ampia visione dei bisogni comuni. Attento ai molti ed ai singoli.
    Un saluto
    Michele

  12. Salvo
    27/10 2007

    Credo che sia la strada giusta.
    Giuseppe pone dei giusti interrogativi.