Pubblicato in Archivio
20/04 2007

Info

michele2.JPGI prossimi Appuntamenti

Vi informo sui prossimi due appuntamenti.

Il 26 aprile alle ore 19,30 presso il locale “Volo” in via Libertà (sulla corsia che porta al Politeama) Ignazio Cusimano candidato della Lista Vizzini per l’VIII circoscrizione organizza un cocktail al quale invita amici e simpatizzanti.

Ignazio è cosi gentile da aver invitato anche me, dunque anche io vi invito a trascorrere un paio d’ore in compagnia.

Sarà presente anche il Sen. Carlo Vizzini.

 

Per quanto riguarda il mio cocktail elettorale, invece vi informo che è spostato al 7 maggio. Non si terrà più il 5 poichè per quella data è prevista una sorpresa che non è ancora ufficiale, ma che vi comunicherò.

Dunque la nuova data è giorno 7 maggio alle ore 18,30 presso il Biotos di via Libertà.

 

COMMENTI

  1. 20/04 2007

    Vedremo di esserci, ma sicuramente non mancherò a quello del 7 maggio…in attesa della sorpresa del 5…

  2. Carlo
    23/04 2007

    Può chiedere al sen.Carlo Vizzini come ci si sente ad essere salvati dalla prescrizione per tangenti?Non è il caso di non candidare uno che intasca tangenti?

  3. 23/04 2007

    Mio caro signor Carlo,
    lasci che le spieghi una cosa. Veda, in realtà sono stati i pubblici ministeri ad essere salvati dalla prescrizione.In epoca di mani pulite come avrebbe reagito lopinione pubblica e tutta la classe politica superstite ad una assoluzione nel merito di uno dei segretari nazionali del pentapartito?
    La prescrizione al sen.Vizzini è stato l’ennesimo favore alla superprocura milanese.
    D’altro canto la informo che la prescrizione non è una condanna. E’ semplicemente una condanna per l’Ordinamento che non è riuscito a giudicare una persona in tempi ragionevoli.

  4. Carlo
    24/04 2007

    La prescrizione non è un assoluzione e comunque se uno è innocente può rinunciare alla prescrizione e farsi processare.Comunque anche lei non risponde in merito all’opportunità di non candidare persone inquisite o condannate.Comunque per tangentopoli i principali personaggi sono stati tutti condannati.Craxi,Cirino Pomicino,Vito, De Michelis ecc. ecc. a dimostrazione di una classe politica corrotta che ha portato l’Italia ad avere il terzo debito pubblico del mondo, oggi gli stessi personaggi e i loro epigoni vengono ancora a dirci che loro faranno progredire l’italia.

  5. 24/04 2007

    Rinunciare? per passare altri anni nelle aule di un Tribunale? Craxi Cirino Pomicino & co. sono stati condannati il Sen. Vizzini NO! che facciamo, lo condanniamo per empatia?? Sulla opportunità di non condannare personaggi coinvolti in vicende giudiziarie dalle quali sono usciti condannati, sono assolutamente d’accordo con lei. A patto che si tratti di reati di tipo associativo di mafia o di terrorismo o di spaccio di droga. Ma cosa più importante A PATTO CHE SUSSISTANO SENTENZE PASSATE IN GIUDICATO ossia inappellabili e definitive!!!

  6. Carlo
    24/04 2007

    Cosi una volta eletti non si dimetteranno mai come l’on.Previti condannato definitivamente e interdetto dai pubblici uffici,ma ancora in carica e pagato con i nostri soldi.Vizzini non è stato condannato per sopraggiunta prescrizione ma se uno tiene alla propria reputazione va fino in fondo anche Di pietro quando fu inquisito si dimise aspetto il giudizio e poi si ricandido.E comunque l’etica è sempre importante avolte non bisogna aspettare il giudizio di un tribunale.

  7. Alfredo
    24/04 2007

    A me sembra sbaglaito voler accostare la destra , e i suoi esponenti, all’illegalità e la sinistra alla correttezza.
    Ci sono scheletri negli armadi di tanti candidati. Vi ricordate quello che si dice abbia fatto Orlando nel centro storico? che abbia tratto grossi benefici personali acquistando a nulla edifici storici?? Tutti possono essere attaccati.

  8. 24/04 2007

    Certo sig.Carlo….non bisogna aspettare quando questo capita agli avversari politici, nel caso D’alema coop rosse – cosi tanto per citarne uno – andava tutto bene, cosi come per il caso Cossuta-Mitrokin.Le ricordo inoltre che Di pietro si dimise dalla magistratura e non dal parlamento.
    p.s.
    concordo col sig. Alfredo

  9. Carlo
    24/04 2007

    Io non accosto nessuno sia destra che sinistra pomicino e a sinistra ed io lo manderei a casa a calci nel sedere il problema è il decadimento della morale politica eleggere nella commissione antimafia pomicino e vito è un affronto a tutti quelli che ogni giorno lottano contro questo cancro.Poi dar retta ad un pallonaro co il sen.Guzzanti non mi pare il massimo.Perche fate sempre distinzioni destra sinistra?Certe tematiche dovrebbero essere bipartisan io sono di sinistra ma critico ferocemente gli esponenti del mio schieramento mi fanno schifo gli inciuci ma onestamente devo riconoscere che la questione morale è leggermente più sentita a sinstra ma non tanto fra i politici ma fra i suoi elettori un lampante esempio è stato l’indulto sgraditissimo dal 90% degli elettori di sinistra e approvata da tutto il parlamento

  10. Carlo
    24/04 2007

    Tipico di ogni politico dare la colpa agli altri cosa ne dite delle assunzioni nelle ex municipalizzate di figli e parenti di esponenti politici?Scusate ma a me disoccupato mi sono girati i cosiddetti non tanto per il fatto ma per l’arroganza con cui si giustificavano le assunzioni.

  11. 24/04 2007

    Credo che ci sia una indagine in corso quindi nel merito non dico nulla.
    Di certo è un malcostume che deve essere combattuto

  12. 25/04 2007

    Esulando dalla discussione, immagino che la sorpresa del 5 sia quella di Berlusconi a Palermo..

  13. 25/04 2007

    Esatto!!
    Arriva il Cavaliere!!

  14. Carlo
    26/04 2007

    A proposito di prescritti ecco che il 5 maggio arriva il re della prescrizione.

  15. Michele
    26/04 2007

    Evidentemente lei non coglie il significato giuridico ed etico della prescrizione

  16. Carlo
    26/04 2007

    No guardi che colgom benissimo la prescrizione non è un assoluzione!Ad esempio la sentenza della cassazione su Andreotti dice che è provato il concorso in associazione mafiosa del sen.Andreotti fino al 1980 quindi il reato esiste ma viene prescritto.Per Berlusconi addirittura una sentenza di assoluzione non ricordo quale di che l’imputato viene assolto perchè l’imputato ha cambiato la legge.

  17. Michele
    26/04 2007

    Allora rifletta sul fatto che la prescrizione non è neanche una condanna!!

  18. 27/04 2007

    Riesulo dalla discussione in corso: avv.Pivetti ho una proposta presente sul mio blog. In estrema sintesi la domanda è questa: non è forse giunto il momento d’intitolare una strada a Franco e Ciccio? Non è ovviamente un problema fondamentale, ma forse Palermo deve cominciare a rispolverare certi suoi personaggi illustri così da riscoprire il suo passato…che ne pensa?

  19. Michele
    27/04 2007

    Credo sia assolutamente necessario riprendersi i propri simboli. Franco e Ciccio sono certamente due personaggi che hanno esportato sicilianità e palermitanità!
    Credo sia opportuno.

  20. 27/04 2007

    Già, è opportuno…speriamo che la prossima Giunta possa decidere liberamente in tal senso, magari con la proposta di qualche consigliere comunale…
    :-)

  21. Carlo
    27/04 2007

    Walter Giannò perche non parliamo di cogne, di miss Italia,del tempo,del sole,del mare.

  22. Michele
    27/04 2007

    Di Cogne se ne parla già abbastanza, Miss Italia la organizzerei in spiaggia a Mondello, il tempo è perturbato, il sole non manca ed il mare non è un granchè….altro??

  23. 27/04 2007

    Anche qui lo stesso commento inutile come nel blog di Cammarata…

    Ribadisco il concetto: Franco Franchi e Ciccio Ingrassia fanno parte della storia della nostra città, così come molti altri. Far rinascere una città significa anche recuperare la sua storia, i suoi simboli, i suoi protagonisti, anche per ribatterli a coloro i quali tacciano Palermo coi soliti leitmotiv

  24. 9/05 2007

    Concludere quel processo sarebbe stato un grnade segno di serietà.
    La prescrisione è una paraculata per cui si estingue il reato. Ciò senza nulla aggiungere ne in male ma neppure in bene nella reputazione della persone cui sia stato prescritto il reato.
    Nel caso di personaggi politici, lascia solo tanta amarezza nella opinione pubblica per la doppia beffa.
    Una rappresentata da un’istituzione male organizzata che ha portato nel solo 2003 a 200.000 (duecentomila) prescrizioni e l’altra dalla mancanza di serietà e di coraggio dell’ingadato. Un buon motivo per non ritenerlo degno di occupare una carica pubblica.
    Se sei innocente devi arrivare fino in fondo.

  25. Giulio
    9/05 2007

    Questo nel caso la Giustizia Ialiana fosse qualcosa su cui credere ciacamente

  26. massimo
    11/05 2007

    @Alfredo che scrive:
    A me sembra sbaglaito voler accostare la destra , e i suoi esponenti, all’illegalità e la sinistra alla correttezza.

    Di certo i numeri sono a favore della sinistra nettamente. Fermo restando che andrebbero espulsi tutti.

    da: http://www.societacivile.it/primopiano/articoli_pp/berlusconi/nuovicandidati.html

    Condannati in via definitiva al parlamento:

    Forza Italia 29
    Alleanza nazionale 14
    Udc 10
    Lega Nord 8
    Movimento per l¹autonomia 1
    Dc 1
    Psi 1
    Gruppo misto **** 1

    Totale Destra 65

    Margherita 6
    Ds 6
    Udeur 2
    Rifondazione comunista 2
    Rosa nel pugno 1

    Totale Sinistra 17

  27. Michele
    11/05 2007

    Con una magistratura realmente super partes forse questi dati sarebbero diversi, chissà…….

  28. massimo
    11/05 2007

    Ci sarà senz’altro del marcio anche nella magistratura non lo metto in dubbio. Infatti se tanti reati dei politici cadono in prescrizione è anche colpa dei magistrati ma anche di un sistema legale troppo farragginoso che tende ad incepparsi troppo facilmente e troppo spesso di proposito.